Agropoli: Il sindaco Coppola e il Comitato di rappresentanza dell’ASL SA

Attualità Il sindaco Coppola e il Comitato di rappresentanza dell’ASL SA
  Condividi:  
1209 04/11/2021

Con decreto del presidente della regione Campania Vincenzo De Luca del 20 gennaio 2020, sono stati  nominati i 5 sindaci che prendono parte nel comitato di rappresentanza dell’Asl Sa: Adamo Coppola sindaco di Agropoli, Giuseppe Canfora sindaco di Sarno, Nicola Parisi sindaco di Buccino, Michele Di Cantia sindaco di Teggiano. Del comitato faceva parte anche Marilinda Martino, oggi ex sindaco di Ispani che dovrà essere sostituita. L’ultimo incontro si è tenuto a Sarno al Palazzo Municipale il 14 luglio 2021 con la presenza del Sindaco Giuseppe Canfora. Nell’occasione è stato eletto presidente della Conferenza dei Sindaci dell’Asl Salerno Michele Di Cantia. E’ stata invece affidata al sindaco di Agropoli Adamo Coppola la vicepresidenza. Il Comitato ha un enorme potere nelle decisioni aziendali dell’ASL. il presidente del Comitato di rappresentanza, su richiesta della maggioranza, su problemi a forte impatto, tipo il mancato rispetto dei livelli essenziali di assistenza, apertura o chiusura di macrostrutture con ricadute sui livelli di occupazione o sui consumi di risorse economiche, convoca i sindaci o loro delegati di tutti i comuni rientranti negli ambiti territoriali delle aziende sanitarie locali. Il direttore generale di ciascuna azienda sanitaria locale, orienta la propria attività programmatica sulle linee di indirizzo fornite dal sindaco o dal comitato di rappresentanza. Copia degli atti adottati dal direttore generale in materia di programmazione, bilancio pluriennale di previsione, bilancio di esercizio, sono trasmessi al sindaco o al Comitato di rappresentanza per il relativo esame nonché, per le relative osservazioni e proposte. Al fine di consentire l’esercizio della funzione di verifica dell’andamento generale dell’azienda sanitaria locale, il direttore generale provvede a redigere relazioni annuali da inviarsi al sindaco o al Comitato di rappresentanza. L’auspicio è che i sindaci si mettano subito al lavoro per adottare provvedimenti urgenti a favore della sanità e nel caso dell’ospedale di Agropoli, possano programmare al più presto le fasi per continuare la riorganizzazione dei servizi annunciati.