Ads-Elysium-lunga

Italia: Inps, ancora problemi al sito: questa volta congedo parentale e cassa integrazione

Attualità Inps, ancora problemi al sito: questa volta congedo parentale e cassa integrazione
  Condividi:  
285 06/04/2020

Il Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Vallo della Lucania, Carmine Santangelo, nel suo consueto appuntamento in diretta sulla nostra emittente è tornato a parlare dei problemi informatici dell’Inps.

A quanto pare, dopo il caos del bonus di 600 euro e la sua risoluzione, a livello informatico ci sono nuovi disagi sui siti dell’ente previdenziale. Santangelo ce ne ha parlato:

Il decreto Cura Italia, oltre ai 600 euro, prevedeva anche i 15 giorni di congedo parentale ai lavoratori autonomi. C’è la possibilità di ottenere anche questa indennità, che varia dai 300 ai 500 euro in base all’attività che si svolge e al reddito sulla quale si calcola, e che spetta a chi lavora e deve assistere i figli a casa che non vanno a scuola in questo periodo. In questo caso il sito non va. E non va nemmeno il sito nazionale dell’Inps per le domande di cassa integrazione, quando quello regionale per la cassa integrazione in deroga è andato benissimo. Alcuni colleghi sono riusciti a fare la richiesta alle 11 e mezza di sera. Ritengo che anche questo è una vergogna, perché i professionisti non fanno lavoro notturno e ci hanno messo in una condizione brutta.

Dopo lo scalpore che si è creato attorno all’Inps con i 600 euro, tornano nuovamente dei problemi di natura informatica, per un ente che ha speso milioni su milioni in questo settore dell’azienda