Capaccio Paestum: Le magliette di Insigne e Ronaldo all’asta per sostenere la battaglia di Francesco

Attualità Le magliette di Insigne e Ronaldo all’asta per sostenere la battaglia di  Francesco
  Condividi:  
674 18/03/2021

Ancora una volta il cuore grande  e l’altruismo dei cittadini di Capaccio Paestum a sostegno di Francesco Merola  con una bellissima iniziativa 

 

Nel contesto storico che stiamo vivendo, tutto diventa ovattato. Il senso delle cose appare diverso, le priorità sono direttamente proporzionali alle esigenze del quotidiano. Si naviga a vista, sperando in un domani migliore. Anche in questo periodo però, di storie belle da raccontare ce ne sono, e quasi sempre sono da attribuire al gran cuore della gente che, nel momento di difficoltà, sa pensare anche a chi gli sta accanto ed è meno fortunato. Oggi raccontiamo la storia di Francesco Merola, uno, è il caso di dirlo, cui davvero la fortuna ha voltato le spalle. Francesco è un atleta, un Body Builder, che da qualche tempo combatte contro una patologia, causata da un batterio killer, invalidante sotto ogni punto di vista. Una lunga battaglia che adesso lo vede in un ospedale specialistico di Perugia, in un letto, col solo conforto della moglie e delle sue tre bambine. Francesco ha una famiglia splendida, una salvezza in circostanze così infauste. Ma non solo. E qui interviene il gran cuore di cui scrivevo prima. Un gruppo di persone si è impegnato per aiutare Francesco. I costi della degenza e delle terapie sono altissimi, inutile girarci intorno e allora quattro ragazzi, Pietro Sabia, Elvira Barlotti, Matteo Adiletta e Tiziana D’Alessandro, si sono attivati con varie iniziative per dare una mano a Francesco. Già una raccolta fondi lo scorso anno, ha dato una mano. La gente si è stretta intorno a questi giovani ragazzi. Ma non basta. Ed ecco l’idea: cercare di ottenere delle maglie di Canpioni del calcio da battere all’asta e devolvere il ricavato a Francesco. Uno dei promotori è Pietro Sabia, direttore del portale Paestum in rete, che si è fatto carico, tramite le sue conoscenze, di far arrivare le magliette. Lo abbiamo sentito, ecco cosa ci ha detto:” Questa disgrazia ha colpito molto la nostra comunità. In un periodo già di per sé difficile, leggere storie del genere fa male al cuore. Non ci abbiamo pensato un attimo e ci siamo subito attivati. La cosa che mi fa felice è che, anche in un periodo così, dove chiedere soldi alla gente diventa difficile, le persone hanno aperto il loro cuore in maniera commovente. Abbiamo aiutato la famiglia di Francesco per quel che abbiamo potuto e vogliamo continuare a farlo. Voglio ringraziare, dal profondo, il mio amico Angelo Alessio che ci ha fatto avere la maglietta di Ronaldo e Vincenzo Marino che ci ha donato la maglietta di Insigne. Consentitemi un pensiero anche per mister Gattuso che si è fatto carico della cosa senza battere ciglio. Ovviamente Elvira, Matteo e Tiziana che mi accompagnano in questa iniziativa. Ma soprattutto la gente, che non si è fatta pregare per dare una mano. Le maglie saranno battute all’asta appena ne entreremo in possesso, tramite piattaforme ad hoc. Ma posso dire che di offerte già ne sono arrivate. E parliamo di cifre importanti. In un mondo di egoismi, fa bene al cuore vedere queste cose. Un semplice ma sentitissimo grazie”.

Come detto l’asta partirà non appena arriverà la “Camiseta” autografata di Ronaldo. Nel frattempo un plauso a questi ragazzi che vogliono semplicemente aiutare un altro ragazzo e la sua bella e giovane famiglia. Le cose semplici e spontanee sono le più belle. Bravi e forza Francesco…