Castellabate: Perdite nella rete idrica,Maurano: “I cittadini pagano a peso d’oro l’acqua”

Attualità Perdite nella rete idrica,Maurano: “I cittadini pagano a peso d’oro l’acqua”
  Condividi:  
310 28/10/2020

 

“Da mesi ormai molti cittadini hanno segnalato, sia agli Amministratori di maggioranza che alla Consac, perdite nella rete idrica comunale. Acqua che tutti i cittadini del Comune di Castellabate pagano a peso d’oro e che viene dispersa per incuria e menefreghismo”. Lo mette in evidenza il consigliere di opposizione del comune di Castellabate Luigi Maurano attraverso una nota stampa.

“In località Casale la situazione perdura da mesi. C’è stata una riparazione la scorsa estate ma è durata pochi giorni. Ad oggi metri e metri cubi di acqua corrono lungo la collina fino ad arrivare a ridosso delle case in via Aletta all’Annunziata.
Tale situazione, se non risolta, potrebbe nel tempo portare anche a fenomeni di cedimento del terreno con pericolo per tutti gli abitanti della zona e per tutti i cittadini in generale.
Analoga situazione si registra anche all’ingresso del Centro Storico di Castellabate Capoluogo, dove da mesi è possibile ammirare “il muro che piange”. Anche qui, metri e metri cubi di acqua vengono dispersi. Con l’aggravante che il problema è sotto gli occhi di tutti. Se non risolto potrebbe portare ad un cedimento dello stesso muro con grave pericolo per l’incolumità pubblica e con grave danno per la viabilità comunale.

Insomma, ancora una volta, vista l’inerzia, l’immobilismo e il menefreghismo dell’Amministrazione Comunale, dobbiamo segnalare e sollecitare azioni che rientrano nell’ordinaria amministrazione. Sottolinea.
Per questa ragione abbiamo chiesto di adottare i dovuti provvedimenti di sanzione verso la Consac perché tali ritardi e tali mancanze non possono essere tollerati, a maggior ragione se imputabili ad una società che presenta tariffe altissime e che sembra minacciare “illegittimamente” distacchi dell’acqua agli utenti in difficoltà, considerato anche il periodo che stiamo vivendo.
Tutto questo non deve succedere mai più nel Comune di Castellabate.

Noi -conclude il consigliere- immaginiamo un futuro dove la manutenzione è qualcosa di immediato e quotidiano, dove l’acqua ritorni ad essere un DIRITTO accessibile a tutti. Un futuro dove la Consac sarà solo un brutto ricordo e nulla più”.