Licosa: Sono due anni che la comunità non può accedere alla chiesa. L’appello di don Pasquale Gargione

Attualità Sono due anni che la comunità non può accedere alla chiesa. L’appello di don Pasquale Gargione
  Condividi:  
619 28/07/2021

 

E’ stata celebrata lo scorso 25 luglio la santa messa in onore della Madonna del Soccorso a Punta Licosa nel comune di Castellabate. Una festa importante per l’intera comunità e non solo che vede ogni anno cittadini e turisti venerare la beata vergine con tanta devozione.

Sono due anni che purtroppo le celebrazioni eucaristiche e la messa in onore della beata vergine nel giorno della sua ricorrenza non vengono celebrate all’interno della chiesetta collocata a ridosso del porto, ma bensì, la statua nel giorno della sua ricorrenza,  viene spostata all’aperto per il rito liturgico.

Al termine della messa don Pasquale Gargione, parroco di San Marco di Castellabate, ha spiegato ai presenti la storia della cappella e il forte legame che vi è connesso ad essa e quanto da circa due anni la comunità di Licosa sente forte la volontà di avere la possibilità di venerare la statua nella casa del padre.

Da qui l’appello a costruire una nuova chiesa nell’edificio dove un tempo era ubicata la scuola per dare la possibilità alla comunità licosana di ritornare nel tempio sacro a pregare in libertà e senza vincoli e permessi alcuni la statua della Madonna del Soccorso