Ads VIlla Franca Liungo

Castellabate: Spunti di programma. Maurano:” Meno tasse per avere più sviluppo e minore evasione “

Politica Spunti di programma. Maurano:” Meno tasse per avere più sviluppo e minore evasione “
  Condividi:  
469 15/01/2021

A Ottobre, in piena seconda ondata della pandemia, in Italia veniva predisposta un ulteriore sospensione delle attività di riscossione stabilendo che tutti i cittadini che avrebbero dovuto pagare una cartella di pagamento o un accertamento esecutivo o un’ingiunzione fiscale in scadenza nel periodo 8 Marzo -31 Dicembre 2020 potevano farlo fino a Gennaio 2021 (salvo ulteriori proroghe). A OTTOBRE, invece, IL COMUNE DI CASTELLABATE PREPARAVA ACCERTAMENTI FISCALI DA MANDARE AI CITTADINI per un totale di 1.179.967,18 euro inerenti l’IMU 2018, la TASI 2018 e la TARSU/TARI dal 2014 al 2019.

Molti cittadini hanno ricevuto questi avvisi nel periodo natalizio, già difficile a causa della situazione sanitaria, sociale ed economica che ha vissuto in quei giorni la nostra comunità. Addirittura qualcuno ha ricevuto questo “regalo” dell’Amministrazione alla Vigilia di Natale.
Tale nuova PERSECUZIONE FISCALE perpetrata ai danni dei cittadini nasce da una situazione di bilancio fallimentare, conseguenza di scelte politiche sbagliate e concentrate sul superfluo o sull’interesse del momento anziché sullo sviluppo e sulla progettazione di lungo periodo.

Avendo una carenza di liquidità la Giunta Comunale (Sindaco e Assessori) nel 2019 ha pensato bene di affidare ad un’Associazione Temporanea d’Impresa (ATI) l’accertamento delle entrate comunali derivanti da “PRESUNTE” omissioni o infedeli dichiarazioni dei cittadini. Queste imprese, logicamente esterne al territorio, hanno iniziato a far visita a tutte le attività imprenditoriali del nostro Comune al fine di misurare i metri quadrati delle strutture e verificare che fossero uguali a quelli dichiarati. Un controllo simile è avvenuto anche per le abitazioni. Se anche un solo metro è difforme allora arriva l’accertamento anche per i 5 anni precedenti. Fin qui si potrebbe anche pensare che è un’azione estrema per cercare di scoprire l’evasione. C’è da dire, però, che queste imprese di riscossione traggono profitto dalle somme incassate dal Comune. Quindi più accertamenti ci sono più aumenta la probabilità di maggiori riscossioni e quindi di migliori guadagni. E infatti non sono mancate segnalazioni di cittadini che si son visti recapitare accertamenti per migliaia e migliaia di euro su superfici che invece dovevano essere esentate dal pagamento.

L’AMMINISTRAZIONE DELLE TASSE colpisce ancora le imprese e i cittadini, già messi a dura prova in quest’ultimo anno. Dopo la triplicazione degli importi delle bollette dell’acqua ecco che arriva quest’altra mazzata per le attività e per le famiglie.

LA NOSTRA IDEA DI RINASCITA E DI SVILUPPO ECONOMICO SI FONDA INVECE SULLA RIDUZIONE DEI TRIBUTI COMUNALI. Tale idea si basa su di un concetto di CIRCOLARITA’ DELL’ECONOMIA LOCALE, sintetizzabile con un esempio semplice: se i tributi vengono abbassati allora i cittadini avranno più soldi che potranno utilizzare per fare acquisti nelle attività commerciali del territorio, le quali a loro volta, avendo maggiori ricavi, potranno fare investimenti o ristrutturazioni servendosi di ditte locali. E così via, creando un continuo circolo virtuoso.
Tutto ciò porterebbe ad avere anche un TASSO MINORE DI EVASIONE DEI TRIBUTI LOCALE. Infatti molte volte i ritardi nei pagamenti delle bollette sono dovuti più alle difficoltà economiche che alla volontà di evadere. Quindi MENO TASSE vuol dire MENO EVASIONE e PIU’ SVILUPPO ECONOMICO.

Se voi vorrete quest’idea diventerà realtà con un beneficio tangibile e diretto per tutti i cittadini del Comune di Castellabate.

#RINASCITADEMOCRATICA La sVolta giusta.