SANT’ANGELO DEI LOMBARDI (AV) – CONTROLLO DEL TERRITORIO DA PARTE DEI CARABINIERI, 3 PERSONE ALLONTANATE CON FOGLIO DI VIA

1(3)

L’incremento dei servizi posti in essere dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino, che ha visto il rafforzamento dei controlli tesi soprattutto a contrastare il fenomeno dei reati di natura predatoria, in particolare dei furti in abitazione, ha portato nuovi risultati.

In questo fine settimana, i Carabinieri della Compagnia di Sant’Angelo dei Lombardi, hanno effettuato posti di controllo, principalmente sulla S.S. 7bis (Ofantina).

Il bilancio complessivo è stato di tre persone allontanate con foglio di via obbligatorio, 54 le autovetture controllate, 102 le persone identificate e 10 le contravvenzioni elevate per infrazioni al Codice della Strada, principalmente per eccesso di velocità.

In Andretta, i Carabinieri della locale Stazione, hanno fermato tre persone di nazionalità rumena e di età compresa tra i 18 e i 40 anni che, in pieno giorno, a bordo di un’Audi A4 Avant, si aggiravano con fare sospetto per le vie di quel centro cittadino. I militari operanti decidevano quindi di approfondire il controllo: i tre stranieri venivano così accompagnati in caserma ove, a seguito di dettagliati accertamenti, emergevano a loro carico numerosi precedenti di polizia per furti in abitazione. Poiché gli stessi non erano in grado di fornire alcuna valida giustificazione circa la loro presenza in quel comune, sono stati allontanati con foglio di via obbligatorio.

C.S.

GESUALDO (AV) – I CARABINIERI DENUNCIANO UN RUMENO PER RICETTAZIONE

1(2)

È sempre alta l’attenzione dei Carabinieri del Comando Compagnia di Mirabella Eclano sul fronte dei furti ed in particolare di quelli perpetrati nelle abitazioni.

Nel territorio di competenza, su disposizione del Comando Provinciale Carabinieri di Avellino, sono stati intensificati i servizi di controllo del territorio, in special modo sulle principali arterie, sia per prevenire i reati predatori che per intervenire con tempestività ed efficacia quando necessario.

I Carabinieri della Stazione di Gesualdo, a seguito di articolata attività d’indagine conseguente ad un furto perpetrato lo scorso 28 ottobre presso l’abitazione di una anziana del luogo, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo, un 31enne di nazionalità rumena resosi responsabile del reato di ricettazione e indebito utilizzo di carta-libretto postale risultante rubata.

In particolare, le indagini hanno permesso di accertare che lo stesso, proprio poche ore dopo il furto, aveva provveduto a prelevare presso due sportelli bancomat ubicati in due comuni limitrofi, la somma complessiva di euro 1.200 utilizzando la carta-libretto ed il codice segreto che l’anziana incautamente custodiva unitamente alla tessera.

C.S.

SANT’ANGELO DEI LOMBARDI E LIONI (AV) – BLITZ DEI CARABINIERI CON UNITÀ CINOFILE

1(1)

Continua l’azione preventiva e repressiva circa lo spaccio ed il consumo di sostanze stupefacenti condotta dai Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino, quotidianamente impegnati per garantire sicurezza e rispetto della legalità.

Dopo gli undici giovani che pochi giorni fa sono stati trovati in possesso di hashish e marijuana e segnalati alla Prefettura di Avellino quali assuntori, proseguono in Irpinia mirati controlli nei pressi delle scuole e dei luoghi di maggiore ritrovo per i giovani.

L’attività antidroga, spesso condotta unitamente ad unità cinofile, è mirata, tramite una presenza attiva negli istituti scolastici, a fare una campagna pressante contro la droga nei confronti dei giovani che, per vari e diversi motivi sono più vulnerabili nell’approccio alla delicata questione.

Nell’ambito di tali servizi, presso alcuni istituti scolastici ubicati nei comuni di Lioni e Sant’Angelo dei Lombardi, i Carabinieri delle locale Stazioni, coadiuvati da personale non in divisa e dai colleghi del Nucleo Cinofili di Sarno (SA), dopo aver osservato se ci fossero strani movimenti fuori da scuola da parte di persone non frequentanti, nel tentativo quindi di bloccare in flagranza eventuali attività di spaccio, hanno atteso che i ragazzi entrassero nelle aule e quindi, durante il regolare svolgimento dell’attività didattica, hanno iniziato i controlli.

Aula per aula, zainetto per zainetto: ogni angolo è stato setacciato in lungo e in largo con l’infallibile fiuto del cane antidroga, inclusi i parcheggi dei motorini ed i cortili.

Il controllo effettuato presso un istituto superiore di Sant’Angelo dei Lombardi ha dato esito positivo: all’interno di una classe 5a, sono stati rinvenuti, nella disponibilità di uno studente 18enne, 1,5 grammi di hashish. Inoltre, all’interno dei bagni della scuola sono stati recuperati ulteriori 3 grammi della medesima sostanza confezionata all’interno di cellophane.

La droga rinvenuta è stata sottoposta a sequestro.

Per il ragazzo è scattata la segnalazione all’Autorità Amministrativa ai sensi dell’articolo 75 del D.P.R. 1990, n. 309.

C.S.

ARIANO IRPINO (AV) – CARABINIERI DENUNCIANO PADRE E FIGLIO PER REATI AMBIENTALI

1

Prosegue costante l’attività dei Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino, quotidianamente impegnati nella scrupolosa ed importante attività di controllo del territorio al fine di garantire sicurezza e rispetto della legalità.

Nell’ambito di programmate attività, la Compagnia Carabinieri di Ariano Irpino effettua sistematicamente mirati controlli al fine di garantire la tutela della salute pubblica e contrastare efficacemente lo smaltimento illecito di rifiuti e sostanze inquinanti, anche in conseguenza all’emergenza connessa alla problematica che da anni affligge aree della regione Campania.

E dopo pochi giorni dalla denuncia di un pregiudicato per la realizzazione di un’autodemolizione abusiva, dove venivano altresì rinvenuti ricambi di dubbia provenienza, un altro episodio di illecito ambientale è finito sotto l’attenta lente degli uomini dell’Arma del Tricolle.

Nello specifico, i militari della Stazione di Ariano Irpino hanno individuato una zona privata in cui all’interno erano depositati vari rottami di motoveicoli ed autovetture, motori, targhe anche contraffatte nonché svariati pezzi di ricambio di cui molti risultati di dubbia provenienza.

La presenza di tali e tanti rifiuti speciali o addirittura pericolosi su un’area di circa mille metri quadrati, esposti alle intemperie e giacenti direttamente sul terreno, possono creare problemi non di poco conto, in considerazione del fatto che i liquidi presenti nelle varie componenti delle automobili sono per la gran parte agenti altamente inquinanti.

Alla luce di quanto sopra, per un 67enne ed il figlio, entrambi del luogo, è scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Benevento, ritenuti responsabili dei reati di ricettazione, illecito smaltimento di rifiuti e abbandono incontrollato di rifiuti pericolosi.

In attesa di specifici accertamenti l’intera area è stata sottoposta a sequestro.

C.S.

MONTORO (AV) – MAXI TRUFFA SCOPERTA DAI CARABINIERI, DENUNCIATE 8 PERSONE

caserma-baiano

L’attività dell’Arma finalizzata alla prevenzione e repressione dell’odioso fenomeno delle truffe, continua in maniera incessante. In seguito all’azione di contrasto intrapresa dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino con l’iniziativa “DIFENDITI DALLE TRUFFE”, la Compagnia Carabinieri di Baiano, nella trascorsa settimana, al termine di una consistente attività d’indagine ha denunciato alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo, otto persone, di cui tre donne e cinque uomini, nelle fascia di età compresa tra i 30 e i 70 anni, residenti tra le province di Avellino e Salerno.

L’indagine in questione è stata avviata dai militari della Stazione di Montoro Superiore, che in seguito ad una denuncia presentata da un cittadino del posto, hanno ricostruito l’attività criminale di una donna pregiudicata proveniente dall’hinterland salernitano, finalizzata alla commissione di una truffa per ottenere un finanziamento di diverse migliaia di euro. Nella fattispecie la predetta, falsificava una carta d’identità lasciando la propria effige fotografica ed inserendo i dati di un’altra persona (ignara di tutto) che aveva lo stesso cognome. Così facendo la malfattrice, richiedeva illecitamente il finanziamento, che la stessa provvedeva a fare accreditare su di un conto corrente a lei intestato, mentre le rate del medesimo venivano trasmesse per il pagamento alla vittima del raggiro, corrispondente alla vera intestataria dei dati anagrafici. Inoltre veniva appurata la complicità anche di un’impiegata dell’agenzia finanziaria, alla quale sarebbe stato destinato un lauto compenso.

Gli altri indagati sono stati identificati in professionisti, operai ed imprenditori che avendo ottenuto assegni provenienti dal conto corrente sul quale precedentemente era stato accreditato il finanziamento ottenuto, non fornivano informazioni in merito all’origine dei titoli di credito, ostacolando il corso delle indagini.

C.S.

CARABINIERI DI MONTELLA (AV) – ARRESTATO SPACCIATORE E SEQUESTRATA DROGA A 5 STUDENTI

montella-carabinieri-e1444819566383

Nell’ambito dei servizi disposti dal Comando Provinciale di Avellino, finalizzati a garantire sicurezza e rispetto della legalità, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Montella hanno effettuato mirati controlli nei pressi delle scuole e dei luoghi di maggiore ritrovo per gli adolescenti di Montella, per la lotta a quella deplorevole piaga rappresentata dal traffico di stupefacenti, specialmente tra le fasce della popolazione giovanile.
Dopo i 6 giovani che pochi giorni fa sono stati trovati in possesso di hashish e marijuana e segnalati alla Prefettura di Avellino quali assuntori, i Carabinieri di Montella hanno arrestato lo spacciatore, un 40enne nativo di Caserta ma da tempo residente a Montella.
In particolare, nella giornata di ieri, nel contesto di specifici servizi sono stati individuati 5 studenti, di età compresa tra 16 e 20 anni residenti in Montella, Bagnoli e Nusco, presumibile acquirenti dell’arrestato. Gli stessi, all’uscita dalle scuole, nei pressi delle fermate degli autobus, nel corso di controlli sono stati trovati in possesso di alcune dosi di hashish e di spinelli di marijuana già confezionati. Per i 5 ragazzi è scattata dunque la segnalazione all’Autorità Amministrativa ai sensi dell’articolo 75 del D.P.R. 1990, n.309.
La conseguente attività d’indagine ha avvalorato le ipotesi che il presunto spacciatore potesse identificarsi nel citato 40enne. Infatti, a seguito di servizi d’osservazione, pedinamento e controllo che si concludevano nella serata di ieri, si addiveniva all’individuazione del sospettato spacciatore. Lo stesso veniva quindi bloccato e perquisito. All’interno dell’autovettura, ben occultato nel cruscotto, si rinvenivano circa 10 gr. hashish. La medesima operazione veniva quindi estesa anche al domicilio dove, nella camera da letto, dietro il cassetto del comodino, lo spacciatore celava altri 30 gr. di hashish, alcune dosi di cocaina e circa 2 gr. di crack, anche questa suddivisa in dosi da 0,2 gr. In un ripostiglio attiguo alla cucina, ben nascosti tra i barattoli delle conserve, è stato altresì rinvenuto un bilancino di precisione ed un coltello per il taglio in dosi dell’hashish. Avvolti in una bustina di cellophane di quelle utilizzate per alimenti, anche 250 euro in banconote di vario taglio (20, 10 e 5 euro). Tale somma si presume possa essere il provento della precedente attività di spaccio.
Alla luce delle evidenze emerse, l’uomo veniva tratto in arresto in quanto ritenuto responsabile del reato di detenzione di sostanze stupefacenti finalizzata allo spaccio e, su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo, sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa di giudizio da celebrarsi con la formula del rito direttissimo.

C.S.

MONTEFORTE IRPINO (AV) – RUBAVANO MERCE IN UN SUPERMERMARKET, CARABINIERI DENUNCIANO 8 PREGIUDICATI

supermarket

Prosegue senza sosta la lotta alla criminalità predatoria, condotta dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino e che ogni giorno vede impiegati i militari dell’Arma in un capillare controllo del territorio teso a garantire sicurezza e rispetto della legalità.
I Carabinieri della Compagnia di Baiano, a seguito di alcuni recenti episodi di furto avvenuti all’interno di un supermercato, predisponevano, a partire dal trascorso mese di ottobre, specifici servizi che portavano all’identificazione dei responsabili ed al conseguente deferimento degli stessi all’Autorità Giudiziaria.
In particolare, i militari della Stazione di Monteforte Irpino, hanno denunciato otto pregiudicati irpini, di cui 2 uomini e 6 donne, dell’età compresa tra i 19 ed i 70 anni, alcuni residenti in Monteforte Irpino. Agendo singolarmente, negli ultimi 30 giorni si sono resi responsabili di diversi episodi di furto ai danni di un noto supermercato della zona, asportando numerosi prodotti di vario genere per un valore di circa 1.500 euro.
I malfattori, trafugavano la merce, occultandola sotto i vestiti riuscendo così ad eludere la sorveglianza interna del locale.
Attraverso specifica attività di osservazione e pedinamento i Carabinieri sono riusciti, in alcuni casi anche con l’ausilio del personale del sevizio di vigilanza privata del supermercato, a sorprendere i citati malintenzionati sia all’interno dell’esercizio commerciale che appena fuori dallo stesso, bloccandoli nel tentativo di dileguarsi rapidamente con la refurtiva.
Per gli stessi, ritenuti responsabili del reato di furto aggravato, è dunque scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo.
La merce recuperata al termine dei vari servizi è stata restituita al titolare del supermercato.

C.S.

LIONI (AVELLINO) – ATTIVITÀ DI PREVENZIONE AI FURTI DA PARTE DEI CARABINIERI, ALLONTANATI CINQUE RUMENI

carabinieri agropoli

Continua incessante l’azione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino, costantemente impiegati in servizi di controllo del territorio finalizzati a contrastare a quella deplorevole piaga rappresentata dai delitti commessi in danno del patrimonio.
Negli ultimi giorni, nell’ambito del regolare servizio di perlustrazione del territorio altoirpino, i Carabinieri della Compagnia di Sant’Angelo dei Lombardi hanno proceduto al controllo di una Opel Astra che si aggirava nei pressi del centro cittadino di Lioni, con a bordo cinque persone.
Insospettiti per la presenza di quel mezzo a notte inoltrata in quella zona, i militari dell’Arma procedevano a fermare il veicolo. Dagli accertamenti è emerso che i cinque, tutti di origine rumena e residenti nel casertano, avevano a loro carico svariati precedenti di polizia per reati di tipo predatorio.
Poiché gli stessi non riuscivano a fornire alcun valido motivo circa la loro presenza in quel luogo, venivano dunque allontanati con foglio di via obbligatorio.

C.S.