Agropoli, Catechismo 2018/2019: ecco le date e le sedi per le iscrizioni

locandina catechismo

Prendono il via anche quest’anno ad Agropoli le iscrizioni per i sacramenti religiosi. Le iscrizioni per la Prima Confessione sono previste per i bambini che frequentano la terza elementare, mentre quelle per la Cresima sono valide per i bambini di 2° media. Per iscriversi è possibile recarsi Domenica 30 Settembre alle ore 10.30 presso l’ex Sagrestia della chiesa S.Maria delle Grazie nelle stanza sul lato sinistro e Domenica 7 Ottobre, dopo la messa delle 10.30, sempre presso l’ex Sagrestia della parrocchia S.Maria delle Grazie. E’ possibile iscrivere anche i bambini di 6/7 anni al Gruppo di Azione Cattolica Ragazzi. L’inizio del catechismo è previsto per Sabato 13 Ottobre alle 15.30 per i gruppi ACR 6/7 anni per le Prime Confessioni e Prime Comunioni e alle 16.30 per i gruppi di 1° e 2° anno di Cresima.

REDAZIONE

Annunci

Agropoli, positivo il bilancio del secondo anno del servizio Frecciarossa. Il sindaco Coppola traccia i progetti per il futuro

cilento-frecciarossa

«Si chiude con un bilancio certamente positivo – afferma il sindaco Adamo Coppola – il secondo anno di attivazione del Frecciarossa. Il servizio che collega il nord ed il centro della nostra penisola con Agropoli e il resto del Cilento ha fatto registrare numeri davvero importanti di utenza. Segno, qualora ce ne fosse ancora necessità, che bisogna proseguire su questo percorso, che i dati dimostrano essere quello giusto. Anzi, dobbiamo insistere affinché il servizio rapido di collegamento su ferro possa essere incrementato, includendo un maggior numero di giorni rispetto al solo weekend». Il primo cittadino fa quindi una proposta: «Anziché dal venerdì alla domenica si potrebbe pensare di includere anche il giovedì nei mesi di giugno, luglio e settembre, mentre durante il mese di agosto, il servizio dovrebbe essere attivo tutti i giorni. Dobbiamo fare in modo che venire in Cilento sia quanto più possibile alla portata di tutti». Ma non solo il treno. «L’Alta Velocità – sottolinea Coppola – può rappresentare una soluzione, ma bisogna lavorare anche su altri fronti, primo su tutti insistere sull’aeroporto di Pontecagnano, quindi sulla bretella per collegare Agropoli con l’autostrada. I turisti che si muovono con le proprie auto non possono essere costretti a fare ore di coda per percorrere l’attuale SS 18 direzione Battipaglia, per fare ritorno a casa. La nuova bretella – conclude – darebbe respiro e soluzione ad un problema atavico, che esiste praticamente da sempre».

C.S.

Agropoli, il sindaco Coppola interviene in merito ai lavori di messa in opera dei contatori del metano

agropoli-centro-storico-4

Il Sindaco Adamo Coppola interviene in merito alla segnalazione dei cittadini sulla situazione dei lavori di metanizzazione del centro storico, svolti in maniera non adeguata. «Voglio rassicurare tutti – afferma il primo cittadino – che adotteremo una linea durissima nei confronti della ditta responsabile. Abbiamo, in passato, presentato note e diffide: le situazioni più critiche, quelle che avrebbero potuto mettere in pericolo i cittadini, sono state risolte immediatamente, e abbiamo programmato, per la fine dell’estate, il ripristino dei lavori di pavimentazione operati in maniera non adeguata. La nostra attenzione al centro storico, fiore all’occhiello della città di Agropoli – precisa – è massima, e domani mattina, 18 settembre, sarò sul posto per verificare di persona la situazione. Invito tutti voi – conclude – a segnalare sempre i problemi che riscontrate nel nostro paese, così che io possa mettermi al lavoro per risolverli al meglio».

C.S.

Agropoli, al Settembre Culturale Andrea Marcolongo incanta la platea

 

Si è svolto ieri sera, presso il castello di Agropoli, l’undicesimo appuntamento del Settembre Culturale. Nel salotto letterario, allestito presso il castello Angioino Aragonese di Agropoli, la scrittrice Andrea Marcolongo ha presentato il suo libro “La misura eroica. Il mito degli Argonauti e il coraggio che spinge gli uomini ad amare”. Ad accompagnarla Giuseppina De Marco, docente di Lettere del Liceo Classico di Agropoli ed Enrico Maria Ariemma, docente di Lingua e letteratura latina e di Didattica del latino presso l’Università degli Studi di Salerno. Dopo il successo de “La lingua geniale”, tradotto in 21 paesi, nel nuovo testo, la scrittrice 31enne esplora la tradizione classica della Grecia antica, attraverso una delle sue opere più celebri: Le Argonautiche di Apollonio Rodio. Una serie di spunti, quelli offerti dalla presentazione, che hanno catturato la platea che, al termine, si è fermata per acquistare il libro e per un selfie con la giovane scrittrice. Questa sera, alle ore 19.00, nuovo appuntamento con Mario Di Pietro, autore del libro “Fiabe in forma di arancino”.

C.S.

Agropoli, corse folli sul lungomare: ancora un incidente stradale in via Risorgimento 

 

INCIDENTE 1

Ancora una folle corsa sul lungomare San Marco di Agropoli più volte scenario di incidenti stradali verificatisi nel corso degli ultimi tempi proprio a causa dell’alta velocità sostenuta da automobilisti inconscienti. Questa volta ad essere coinvolte in via Risorgimento due auto, una smart e una punto che durante una corsa elevatissima si sono scontrate. Tre i feriti ma fortunatamente non gravi. Ingenti i danni invece riportati dalle due autovetture. Sul posto sono giunti tempestivamente le ambulanze del 118 e i carabinieri della locale stazione diretti dal capitano Francesco Mannna. Purtoppo quella di via Risorgimento è una delle strade della città più volte teatro di folli corse dove spesso capita che le auto o i mezzi a due ruote corrano ad alta velocità mettendo a rischio anche i pedoni, considerato che si tratta di una zona con alta affluenza di persone soprattutto durante il periodo estivo e nei week-end. Si tratta ormai di un fenomeno che va avanti da un pò di tempo e che sta suscitando malcontento e preoccupazione da parte della comunità. Ma intanto da Palazzo di Città si ipotizza la possibilità di installare lungo l’arteria cittadina in questione dei dossi artificiali simili a quelli piazzati di recente in via Linora lungo la strada che da Agropoli porta a Capaccio Paestum. Si tratta di strumenti progettati per rallentare la velocità dei veicoli nei centri abitati, impedendo di fatto così alle auto di correre ad alta velocità, costringendo i mezzi a rallentare in prossimità degli stessi. In questo modo si potrebbe contrastare un fenomeno che sempre più rischia di mettere a repentaglio la pubblica incolumità.

REDAZIONE

Agropoli, sottopassi variante SS18, Caccamo chiede alla Provincia attenta valutazione tecnica 

 


Il consigliere di minoranza del M5S del comune di Agropoli Consolato Natalino Caccamo, riporta la propria attenzione sui ponti della Strada Provinciale 430 tra Agropoli Nord e Agropoli Sud, situati tra il Parco Sogno e l’incrocio di Via Togliatti. Attualmente infatti le condizioni strutturali degli stessi si presentano in uno stato piuttosto critico. “Avendo ancora negli occhi la tragedia del ponte Morandi, la mia attenzione è andata ai sottopassi della VarianteSS18 che insistono sul nostro territorio- spiega il consigliere- ce ne sono un paio a ridosso della collina San Marco che sono davvero impressionanti. Le foto allegate parlano da sole, ma del resto ognuno di voi può verificare con i propri occhi”. Il consigliere Caccamo poi fa presente di aver scritto alla Provincia di Salerno chiedendo una immediata ed attenta valutazione tecnica dello stato dei luoghi e l’attivazione di tutte le procedure consequenziali con eventuali misure precauzionali fino alla messa in sicurezza di tali strutture. Inoltre il consigliere chiede di voler valutare se il comune di Agropoli, al fine di salvaguardare l’incolumità degli utenti, ha effettuato tutte le procedure spettanti agli uffici preposti per intervenire e segnalare su tale situazione le criticità esistenti ad oggi. Infatti spiega così in un post:”ho immediatamente scritto al Presidente della Provincia di Salerno, affinché disponga le adeguate misure del caso e gli idonei interventi di messa in sicurezza. Sperando nel riscontro più celere possibile” conclude Caccamo.

REDAZIONE

CASTEL SAN LORENZO, ARRESTATO 52ENNE PER STALKING

1496065561-carabinieri-giorno3

 

I Carabinieri della Compagnia di Agropoli, diretti dal Capitano Francesco Manna, nella tarda setata del 15 settembre 2018, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa detentiva in regime degli arresti domiciliari emessa dalla Procura della Repubblica di Salerno – Ufficio Esecuzioni Penali, nei confronti di un 52enne di Castel San Lorenzo, dovendo lo stesso espiare una condanna definitiva di dieci mesi di reclusione.

I fatti contestati risalgono all’anno 2013, quando il prevenuto si sarebbe reso responsabile, nei confronti della ex moglie, di ripetuti atti persecutori ai danni della donna.

I militari della locale Stazione, che hanno datato esecuzione al provvedimento, dopo le formalità di rito hanno sottoposto l’arrestato agli arresti domiciliari presso la propria abitazione dove dovrà espiare la condanna.

C.S.

Agropoli, modifica regolamento impianti sportivi: convocata oggi la commissione consiliare per lo sport

stazione1
“Vi piacerebbe che le nostre stutture sportive siano di fatto privatizzate immancabilmente dai soliti noti? Beh, è quel che accadrà ben presto- inizia così in un post il consigliere di minoranza del comune di Agropoli Consolato Caccamo contrariato alla possibile modifica del regolamento per l’uso degli impianti sportivi comunali che l’Amministrazione Comunale retta dal sindaco Adamo Coppola intende attuare. “Si rendono necessarie apportare alcune modifiche al predetto regolamento per consentire di gestire al meglio le concessioni” questa la motivazione fatta presente dal primo cittadino. Ma di opinione contraria è il consigliere del M5S Caccamo che continua così nel suo post – l’anno scorso dietro nostro impulso fu approvato (all’unanimità) il regolamento sullo sport che di fatto normalizzò una situazione di gestione schifosamente clientelare-spiega- abbiamo impedito di fatto che le strutture venissero gestite da chi non aveva neanche titolo per accedervi risultando moroso da anni delle quote di contribuzione. Da li sono partite le alchimie, le autorizzaioni sottobanco e i magheggi per ripristinare il loro potere di fare a chi figli e chi figliastri. Una situazione non più facilmente gestibile-specifica il consigliere- ed ecco che alla convocazione del prossimo consiglio comunale spunta la modifica al regolamento che ha il sapore di una sanatoria e forse pure peggio”. Infatti dell’argomento se ne parlerà non solo nel prossimo consiglio comunale previsto per domani Sabato 15 Settembre, ma è stata convocata appositamente per oggi alle ore 16 presso la sala giunta del comune di Agropoli una commissione consiliare per lo sport, pubblica e aperta a tutti. Ma in risposta alle sue dichiarazioni interviene l’assessore con deleghe al bilancio del comune di Agropoli Roberto Mutalipassi:”mi trovo costretto ad intervenire per fare delle precisazioni in merito a quelle che, secondo me, sono delle cattive informazioni riguardanti gli impianti sportivi comunali-spiega l’assessore-con la proposta all’ordine del giorno del Consiglio Comunale, non si intende assolutamente affidare in concessione a privati gli impianti sportivi di cui fortunatamente la nostra Città è dotata, ma viene esclusivamente prevista la possibilità per le associazioni sportive di essere esonerate dal pagamento del canone in cambio dell’offerta dei servizi di guardiania, pulizia e di altre utenze che saranno pertanto a totale carico delle stesse” chiarisce così l’Assessore Mutalipassi.

REDAZIONE

Agropoli, grande partecipazione al Settembre Culturale per Luca Telese


Va in archivio l’ennesimo successo del Settembre Culturale che, ieri sera ha ospitato Luca Telese. Giornalista, scrittore, autore e conduttore, Telese è giunto ieri al castello di Agropoli accompagnato dalla madre 84enne. Ha intrattenuto il pubblico, raccontando una serie di aneddoti, non solo legati al suo ultimo libro, “Cuori contro”, ma anche al suo lavoro di cronista. Storie che hanno appassionato e fatto riflettere il pubblico presente. A moderare il giornalista Peppe Iannicelli. “Cuori contro”, che rappresenta il seguito di “Cuori neri”, dello steso autore, non è solo un resoconto di sangue e lotta armata, ma soprattutto una riflessione sul senso della memoria e della riconciliazione in un Paese sempre in bilico fra generosità e amnesie. La kermesse letteraria, organizzata e promossa dall’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Adamo Coppola, proseguirà domenica 16 settembre, alle ore 19.00, con la scrittrice Andrea Marcolongo. Presenterà “La misura eroica – Il mito degli Argonauti e il coraggio che spinge gli uomini ad amare”.
Altro grande successo di pubblico ieri sera, presso il castello Angioino Aragonese di Agropoli, dove è intervenuto Mario Giordano a presentare il suo ultimo libro “Avvoltoi – L’Italia muore loro si arricchiscono”. Giornalista e scrittore, già direttore del Tg 4 e oggi direttore delle Strategie e dello Sviluppo dell’informazione Mediaset, Mario Giordano al suo arrivo ad Agropoli, dove non era mai stato, ha detto: «Agropoli è meravigliosa». Nel salotto del Settembre Culturale, accompagnato dal moderatore, il giornalista Antonio Corbisiero, ha raccontato alcuni aneddoti presenti nel testo, edito da Mondadori. In particolare, si è soffermato sui trasporti e sulle autostrade. «Le tariffe crescono sempre di più – ha detto – i trasporti del 30 per cento negli ultimi 13 anni, alcune autostrade addirittura del 200 per cento negli ultimi 14 anni. Eppure in cambio abbiamo servizi sempre peggiori: treni insicuri e superaffollati, autobus in ritardo, rubinetti a secco, cumuli di immondizia sotto casa, discariche a cielo aperto, ponti che crollano in autostrada…». Dopo l’incontro, il giornalista si è trattenuto per il firma copie quindi per alcune foto per poi recarsi in albergo, da dove questa mattina è partito alla volta di Milano. Questi i prossimi appuntamenti della kermesse letteraria: oggi, 9 Settembre, alle ore 20.00 Conferenza – spettacolo “Operazione Avalanche – Lo sbarco di Salerno” a cura di Gilberto Calindri; domani, 10 Settembre, alle ore 18,30, serata Premio Strega con: Lia Levi, scrittrice – giornalista (vincitrice del Premio Strega Giovani 2018) che presenterà “Questa sera è già domani“. Alle ore 20,00, Sandra Petrignani, scrittrice, giornalista, blogger presenterà “La corsara – Ritratto di Natalia Ginzburg”.

C.S.

Ospedale di Agropoli: l’impegno della Regione e dell’Asl Salerno

riapertura-ps-ospedale-agropoli-4
A seguito di notizie recentemente riportate da alcuni organi di stampa in merito al P.O. di Agropoli, si rende
necessario precisare alcuni aspetti fondamentali, ripercorrendo le tappe che hanno portato alla riapertura
della struttura, avvenuta nel 2017.
L’ospedale di Agropoli era stato chiuso nel 2013, in attuazione del DCA 49/2010.
Nel 2016 il nuovo governo regionale, con il DCA n.33, ne ha disposto la riapertura, in considerazione delle
particolari esigenze connesse alla complessità del territorio ed alla critica situazione della viabilità.
Il P.O. è stato configurato come punto di accesso in deroga, dotato di pronto soccorso e di venti posti letto
di Medicina Generale, con relativo organico di medici ed infermieri, e con servizi di supporto, quali la
radiologia e il laboratorio analisi. L’attività di pronto soccorso assicura l’accesso dei pazienti in
emergenza/urgenza, l’osservazione, la stabilizzazione, la cura o il trasferimento presso altro presidio
laddove necessario. E’ stata quindi restituita alla popolazione la struttura ospedaliera di primo riferimento
per le funzioni assistenziali di base, per la quale l’ASL ha previsto investimenti di attrezzature e dotazioni
tecnologiche, alcuni dei quali sono già nella disponibilità della struttura.
Va chiarito che l’Asl Salerno, per ripristinare la struttura rimasta chiusa per quattro anni, ha disposto
l’effettuazione di interventi di adeguamento e ripristino degli spazi e degli impianti, che risultavano
deteriorati e depauperati a causa della lunga chiusura.
Alcuni consistenti interventi strutturali, resisi necessari per le infiltrazioni di acqua che negli anni di chiusura
dell’ospedale hanno danneggiato pesantemente gli spazi, sono ancora in corso; a seguire saranno attivate
le sale operatorie.
La struttura è già dotata di una TAC, è prevista a breve l’installazione di un’apparecchiatura a 16 slide; è
stato anche già installato un mammografo digitale di ultimissima generazione, che verrà collaudato entro il
mese di settembre, al fine di assicurare anche le attività di screening del tumore del seno.
Con il DCA n.8/2018 il presidio è stato annesso al DEA di I livello di Vallo della Lucania, competente per
tutte le problematiche organizzative.
E’ stato definito un Protocollo Operativo con la Centrale 118, ubicata presso l’Ospedale di Vallo della
Lucania, per disciplinare l’accesso del paziente al sistema di emergenza, che prevede l’invio al P.O. di
Agropoli dei Codici Bianchi e Verdi.
I Codici Rossi e Gialli, e i traumi – ai quali corrispondono pazienti con importanti esigenze di cura– vengono
trasportati al P.O. di Vallo, o presso altri Presidi, secondo il criterio non dell’ospedale più vicino ma di quello
in grado di assicurare l’assistenza più appropriata.
Presso la struttura di Agropoli sono presenti al momento anche 5 posti letto per pazienti in stato vegetativo
o di minima coscienza(SUAP), che dovranno essere portati a 11 p.l. al termine dei lavori di adeguamento,
che come sopra precisato sono in fase di ultimazione.
Va ribadito, inoltre, che durante il periodo estivo, per l’incremento della popolazione, le attività del P.O.
sono state potenziate.
Da gennaio ad oggi gli accessi verso il presidio di Agropoli sono stati 8.000, a conferma che la riapertura
dell’ospedale è stata una scelta giusta, che ha dato una risposta alle esigenze assistenziali espresse dal
territorio inserendole nella rinnovata rete ospedaliera provinciale.
Persiste un problema legato alla disponibilità di personale, e del resto è noto a tutti che la nostra regione
essendo in Piano di Rientro ha subito per quasi dieci anni il blocco del turn over.
L’impegno della Regione Campania ha determinato un punto di svolta a partire dal 2016, ed anche questa
Azienda ha ricevuto l’autorizzazione per un cospicuo numero di concorsi. Le procedure sono in via di
espletamento, la cui tempistica è vincolata all’iter fissato dalla normativa.
Il completamento dei concorsi riveste un alto livello di priorità per questa Direzione Commissariale, in
quanto consentirà l’immissione in servizio di importanti risorse, con effetti complessivi sul sistema di
erogazione e la graduale eliminazione delle attuali criticità.
A parere della Struttura Commissariale la presente precisazione si rendeva necessaria al fine di fornire ai
cittadini una corretta informazione, evitando allarmismi ingiustificati e disorientamento nell’utenza.

C.S.