Albanella, convenzione tra il Comune e il Museo di Napoli per la concessione delle lastre della “Tomba della fanciulla offerente”

 

fanciulla-offerente

Siglata la convenzione tra il Comune di Albanella e il Museo archeologico nazionale di Napoli per la concessione, in prestito temporaneo, delle lastre della “Tomba della fanciulla offerente”. Il Mann ha concesso il trasferimento e l’esposizione al pubblico per un anno, presso la nuova sede della casa comunale, delle quattro lastre dipinte. Il prestito ha carattere eccezionale e non sarà rinnovabile. La tomba venne scoperta ad Albanella, in contrada San Nicola, il 5 aprile 1935 e, per la sua bellezza, trasferita ed esposta al Mann. Il grande archeologo Mario Napoli la ascrisse al V secolo a.C.: un secolo fulgido e di grande influsso ellenico per questo territorio che è quello della Magna Graecia. Le lastre rappresentano “una figura  femminile stante di offerente, rivestita di un lungo chitone violaceo sino ai piedi che lascia, alla maniera antica, scoperte le braccia. Solo agli omeri fermato da alcune fibbie colorate il chitone è ai fianchi stretto da una cintura gialla orlata da doppie linee trasversali incrociate in rosso-violaceo”, come fu descritta dal primo archeologo. In base alla convenzione sottoscritta, il Comune di Albanella dovrà provvedere al trasporto e alla manutenzione delle lastre, oltre alla stipula di una copertura assicurativa contro tutti i rischi. Le lastre saranno consegnate formalmente per il prestito nel luogo di esposizione al sindaco di Albanella, Renato Josca, previo controllo delle integrità e presa d’atto della stessa sottoscritta da entrambe le parti. Nel periodo di durata dell’esposizione, le lastre non potranno essere spostate e nessun intervento di qualsiasi natura potrà essere operato da persone diverse rispetto ai rappresentanti del Mann. Il Comune di Albanella, in base alla convenzione sottoscritta, potrà pubblicare sul proprio sito web immagini delle lastre, previa autorizzazione, ma anche produrre e vendere prodotti relativi alle lastre e basate sulle immagini delle stesse. “Il ritorno ad Albanella della tomba della Fanciulla offerente – afferma soddisfatto il sindaco Josca – è un sogno, inseguito da generazioni, che finalmente diventa realtà. Abbiamo ottenuto il prestito gratuito delle lastre e per un anno ospiteremo sul nostro territorio una delle testimonianze archeologiche più importanti. Come per Paestum la “Tomba del Tuffatore”, per Albanella la “Tomba della Fanciulla offerente” rappresenta il simbolo della nostra storia e delle nostre radici”.

C.S.

Albanella, approvato il progetto esecutivo per la realizzazione di un agrinido

Cos-e-un-agrinido
Ristrutturazione, adeguamento e ammodernamento della scuola di Cerrina: approvato il progetto esecutivo per la realizzazione di un agrinido. La spesa complessiva per il completamento delle opere è di 500.000 euro. Gli interveni saranno finanziati con fondi della Regione Campania, nell’ambito della misura “Programmazione di interventi in favore della prima infanzia”. L’obiettivo è il rafforzamento dei servizi di cura per minori e il potenziamento della rete di servizi socio-educativi. “Si riconferma l’impegno dell’amministrazione comunale per le scuole di ogni ordine e grado – afferma il sindaco Renato Josca – con una ulteriore valorizzazione dell’asilo nido di Cerrina, già precedentemente riqualificato da questa amministrazione e che ora, con questo finanziamento diventerà un vero e proprio fiore all’occhiello del territorio e punto di riferimento tra le strutture dedicate allo sviluppo psichico e formativo dei bambini. L’impegno della nostra amministrazione per i ragazzi è forte e soprattutto costante. Lo dimostrano anche i due premi conquistati, a livello regionale, nell’ambito del concorso sulla sicurezza stradale che abbiamo promosso nelle scuole del territorio”. Il progetto per la scuola di Cerrina prevede la ripavimentazione dell’area, con lutilizzo di pietra locale e il rafforzamento delle recinzioni esterne per garantire la sicurezza dei piccoli alunni. Sarà realizzato un laboratorio didattico dove i bambini, con l’aiuto delle insegnanti, creeranno un piccolo orto da curare. La scuola e il laboratorio saranno collegati da un tunnel in plexiglass e la struttura sarà dotata anche di una mappa tattile per non vedenti. Previsto il rifacimento dell’impianto di illuminazione e la sistemazione dell’area esterna, con nuove attrezzature per i bambini e l’installazione di un parco giochi attrezzato. Sul tetto sarà installato un impianto fotovoltaico e la struttura sarà dotata anche di una moderna cucina industriale per la preparazione dei pasti in loco. “La nuova scuola di Cerrina – spiega il consigliere comunale delegato alle politiche sociali, Rossella Vairo – consentirà ai bambini di crescere in un ambiente salubre e immersi nel verde. La struttura è l’ideale per la creazione di un agrinido, che permetterà un contatto diretto con l’ambiente. Sin dalla più tenera età, i bambini potranno imparare così a rispettare e curare la natura che li circonda”. Il progetto è già approdato in Regione Campania. In caso di esito positivo, i lavori saranno effettuati entro il 2018. Sarà a carico del Comune di Albanella l’onere della mautenzione e della gestione della struttura per almeno i cinque anni successivi.

C.S.

Albanella, Pacchi alimentari: pubblicato l’avviso per l’individuazione di 70 nuclei familiari che beneficeranno degli aiuti

1200px-Albanella_Panorama
Il Comune, guidato dal sindaco Renato Josca, ha aderito al progetto “Condividere i bisogni per condividere il senso della vita” anche per il 2018. L’iniziativa è attivata dal Banco alimentare della Campania e prevede la distribuzione mensile, in favore di famiglie bisognose, di un pacco contenente alimenti di prima necessità. Per essere ammessi al beneficio i nuclei familiari che fanno domanda devono risiedere nel Comune di Albanella. I membri dovranno essere cittadini di Stati aderenti all’Unione Europea o in possesso del permesso di soggiorno. L’attestazione Isee dovrà essere inferiore a 8.000 euro. In seguito verrà redatta una graduatoria che avrà validità di 12 mesi. La domanda di ammissione al beneficio può essere ritirata presso la Segreteria comunale o scaricata dal sito web del Comune di Albanella. Ad essa vanno allegati in fase di presentazione: la fotocopia di un documento valido di identità; la dichiarazione sostitutiva unica per il calcolo dell’Isee; l’autocertificazione dello Stato di famiglia; copia della documentazione, rilasciata da apposite strutture, attestante le condizioni di eventuali soggetti disabili; fotocopia del permesso o della carta di soggiorno, o autocertificazione; dichiarazione sostitutiva delle condizioni socio-economiche e familiari del nucleo in caso di Isee pari a 0 euro; documentazione attestante lo stato di disoccupazione rilasciata dall’Ufficio per l’impiego.

C.S.

Albanella, emergenza furti. Josca: “Appello al prefetto”

 

ALBANELLA
Emergenza sicurezza sul territorio comunale di Albanella. Il sindaco Renato Josca scrive al prefetto di Salerno, Salvatore Malfi per chiedere il potenziamento dell’organico in forze alla caserma dei carabinieri situata nella frazione Matinella.“Negli ultimi mesi – scrive il primo cittadino albanellese – si è registrato sul territorio del Comune di Albanella una significativa recrudescenza di furti che sta determinando un diffuso allarme tra la popolazione che reclama maggiori condizioni di sicurezza. Il Comune, come noto, si estende su una superficie molto vasta, comprendendo la frazione di Matinella e le contrade di Cerrina, Borgo San Cesareo, Bosco e Cappasanta. Ben consapevole delle difficoltà – continua Josca – chiediamo un incremento della dotazione organica della locale caserma dei carabinieri, che pure egregiamente assolve al proprio dovere ben oltre i limiti istituzionali, nonché di considerare un potenziamento dell’azione di controllo coordinato del territorio con l’impiego di pattuglie di altri presidi di comuni limitrofi”. Il sindaco Josca annuncia che a breve saranno attivate anche ulteriori azioni a tutela dei cittadini.

C.S.

Albanella, Scout speed e polemiche : ecco i risultati ottenuti

 

ALBANELLA

Diminuzione multe, velocità di percorrenza delle strade “a rischio” sensibilmente ridotta e maggiore rispetto per le regole. Sono i risultati raggiunti con l’attivazione dello scout speed sul territorio di Albanella. “Stando ai dati accertati – fanno sapere dal Comando di polizia locale – nei 6 mesi di attivazione si è passati da circa 80 verbali per servizio a un massimo di 20 infrazioni rilevate. La velocità sulle tre arterie principali (Sp11, Sp316 e Sp314) si è ridotta notevolmente anche perché è notorio il servizio svolto dallo scout speed. Sebbene siano state rilevate anche velocità sostenute di 80, 112, 115, 118 e anche 127 km/h a ridosso del centro urbano. Pochi giorni fa è stata elevata una multa ad un automobilista che sfrecciava pericolosamente lungo Corso Europa a 95 km/h”. Nonostante le polemiche, dunque, lo scout speed si è dimostrato essere un ottimo deterrente contro le corse spericolate, soprattutto di notte, con le strade tramutate in vere gimkane. “Al di là delle polemiche sterili – dichiara il sindaco Renato Josca – continueremo a monitorare le strade del nostro territorio. Puntiamo a garantire sicurezza e vivibilità nel nostro comune. Interverremo in maniera incisiva anche per contrastare la sosta selvaggia soprattutto in alcune aree in particolare. Sul nostro territorio la sicurezza a tutela dei cittadini deve essere e sarà sempre una delle priorità di questa amministrazione ”. Al di là delle polemiche sono in tanti ad apprezzare l’iniziativa. “Ci si accorge cosa significa la velocità – afferma Francesco Florenzano – e il rischio solo dopo una tragedia. La questione del sistema di rilevazione è del tutto secondaria rispetto alla sicurezza dei cittadini. Ovviamente la legalità è cosa facile da invocare quando interessa gli altri e difficile da accettare quando riguarda se stessi. Invito gli amici e i cittadini di Albanella a pensare di più alle conseguenze e a richiedere al Comune una campagna di educazione al rispetto della vita e degli altri”. Dalla polizia locale di Albanella precisano che “ nonostante il Codice della strada preveda una tolleranza del 5 per cento rispetto alla velocità rilevata, con detrazione fissa di 5 km/h al di sotto dei 100 km/h, questa serva solo per determinare l’importo della sanzione: le multe elevate, infatti, fanno sempre riferimento alla velocità reale rilevata, indicata chiaramente nelle sanzioni, e il limite da rispettare resta quello previsto per legge e non quello determinato dallo scout speed, che viene tarato anche in considerazione delle condizioni della strada”. A partire dal 1 gennaio 2018, inoltre, la Provincia ha istituito il limite di velocità a 50 km/h, per tutte le tipologie di veicolo, su tutte le strade di competenza, ad esclusione della Cilentana e dell’Aversana. Il provvedimento è stato adottato a causa delle condizioni non ottimali in cui versano gran parte delle strade.

C.S.

Albanella, accolta la proposta di un centro per la dislessia e altri disturbi specifici dell’apprendimento

 

albanella

Nascerà, sul territorio comunale, un centro per la dislessia e altri disturbi specifici dell’apprendimento. La giunta comunale, capeggiata dal sindaco Renato Josca, ha accolto favorevolmente la proposta dell’associazione di volontariato “Il Cigno”. L’ente fornirà una struttura comunale adatta allo scopo e alle esigenze dell’associazione, supportando la realizzazione di un’iniziativa volta al miglioramento della qualità della vita sociale e allo sviluppo della collettività albanellese. L’associazione “Il Cigno”, dal 2001 si occupa di promozione della lettura nelle fasce sociali più deboli. Il presidente Simone Rocoletta ha chiesto al Comune una manifestazione di interesse al fine di avviare le attività del centro con concessione di uno spazio comunale, riconoscendo all’ente un rimborso forfettario per le spese di riscaldamento e altre utenze pari a 1.200 euro annui per due locali o 600 euro per un solo locale. Il Comune ha già dato mandato agli uffici competenti di accertare la fattibilità giuridico amministrativa dell’iniziativa e reperire una struttura idonea da cedere in comodato gratuito all’associazione.

C.S.

Albanella, Reddito di inclusione sociale: al via le domande presso il Comune

LETTA ALBANELLA
L’ente, guidato dal sindaco Renato Josca, ha pubblicato l’avviso e il modello di domanda da consegnare per beneficiare del contributo mensile. Le richieste possono essere inoltrate al Comune il martedì e il venerdì, dalle 9 alle 13, e il venerdì pomeriggio dalle 16 alle 19. I contributi annuali concessi variano in base al numero di componenti del nucleo familiare. Si va da un massimo di 187,50 euro al mese per le famiglie mononucleari, ad un massimo di 485,40 euro al mese per le famiglie composte da 5 o più persone.
Ad averne diritto sono i cittadini dell’Unione europea o propri familiari titolari di permesso di soggiorno, cittadini paesi extracomunitari in possesso di permesso di soggiorno in Unione europea per soggiornanti di lungo periodo, residenti in Italia, in via continuativa, da almeno due anni al momento della presentazione della domanda. All’interno del nucleo familiare deve esserci almeno un minorenne o una persona con disabilità insieme con il suo tutore. O ancora dovranno essere presenti una donna in stato di gravidanza (almeno al quinto mese) o un lavoratore di età pari o superiore a 55 anni che sia al momento disoccupato. L’indicatore Isee non dovrà superare i 6.000 euro, mentre l’Isre dovrà essere non superiore a 3.000 euro.
Il patrimonio immobiliare posseduto, esclusa la prima casa, non dovrà superare i 20.000 euro. I limiti relativi al patrimonio mobiliare, invece, variano in base alla dimensione del nucleo familiare: 6.000 euro per un componente, 8.000 euro per due componenti e 10.000 euro per 3 o più componenti. Nessun membro della famiglia, infine, dovrà essere intestatario a qualunque titolo di imbarcazioni da diporto e di  auto e moto immatricolati per la prima volta nei 24 mesi precedenti la richiesta, salvo i veicoli per cui è prevista agevolazione fiscale in favore dei diversamente abili.
C.S.

Albanella, ferma camion e scarica rifiuti: pizzicato dalle telecamere 

immagine tg albanella

Ancora un inquinatore “beccato” dalle telecamere di videosorveglianza a sversare rifiuti sul territorio comunale. L’uomo, a bordo di un camion bianco, è stato sorpreso al confine con il comune di Altavilla Silentina, nei pressi del ponte sul fiume Calore, mentre scaricava in tutta fretta diverse tipologie di rifiuti. L’area da anni è stata trasformata in una discarica a cielo aperto, nonostante le continue bonifiche poste in essere dal Comune di Albanella, guidato dal sindaco Renato Josca. Nelle immagini registrate dai dispositivi di sorveglianza si vede l’uomo scaricare dal camion diverse tipologie di rifiuti, tra cui una discreta quantità di pneumatici, classificati come rifiuti speciali non pericolosi. Gli agenti del comando di polizia municipale, coordinati dal luogotenente Luigi Guarracino, dopo aver visionato i video procederanno all’identificazione dell’uomo, che oltre alla sanzione pecuniaria prevista dalla normativa in vigore sarà denunciato.

C.S.