AGROPOLI, SMANTELLATTA CENTRALE Dello SPACCIO: ARRESTATo pregiudicato DAI CARABINIERI

carabinieri

Una vera e propria centrale dello spaccio, particolarmente funzionale al suo scopo, grazie alla sua ubicazione decentrata e con la possibilità di verificare da lontano le persone che si avvicinavano, è stata smantellata ad Agropoli, in contrada “Fuonti”, dai Carabinieri della locale Compagnia diretta dal Capitano Francesco Manna. I militari del dipendente N.O.R., nel corso di un mirato servizio svolto nella tarda serata del 9 ottobre 2018, hanno tratto in arresto il 46/enne (A.C.), pregiudicato del luogo, poiché responsabile di detenzione ai fini di spaccio di stupefacente.

I militari, al termine di attività d’indagine condotta d’iniziativa e finalizzata a contrastare il predetto fenomeno, nel tardo pomeriggio sorprendevano l’uomo, già noto alle forze dell’ordine per reati specifici, a bordo di un’autovettura Mercedes “classe B” il quale alla loro vista tentava di darsi alla fuga lanciando dal finestrino quattro involucri contenenti “cocaina” e “marijuana”, che venivano prontamente recuperati.

Gli operanti dopo aver bloccato il predetto eseguivano un’accurata perquisizione presso la propria abitazione dell’uomo e le sue pertinenze, che consentiva di rinvenire, all’interno del garage circa 900 grammi di “Marijuana” e nella cantina circa 600 grammi di “Cocaina”, una bilancia di precisione e svariato materiale per il confezionamento ed il taglio delle dosi, nonché la somma contante di circa € 900 sicuro provento dell’illecita attività (nella foto).

L’arrestato, originario di Castellabate, ma residente ad Agropoli, dopo le operazioni di rito è stato associato, su disposizione della Procura della Repubblica di Vallo della Lucania, presso la casa circondariale del comune cilentano a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Proseguono i mirati ed incessanti servizi volti a contrastare il particolare fenomeno lungo tutta la fascia costiera cilentana e la piana di Paestum.

C.S.

Annunci

MONTECORICE, ARRESTATO DAI CARABINIERI PER MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA

1496065561-carabinieri-giorno3

I Carabinieri della Compagnia di Agropoli, diretti dal Capitano Francesco Manna, nella mattinata del 23 settembre 2018, hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 59enne, residente nel comune Cilentano, poiché ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali nei confronti della moglie e del figlio.

I militari della Stazione di Santa Maria di Castellabate sono intervenuti presso l’abitazione dell’uomo a seguito di segnalazione telefonica con cui veniva rappresentato che la vittima, poco prima, era stata percossa dal marito. Ivi giunti gli operanti riscontravano una situazione tesa poiché il 59enne, in evidente stato di ebrezza alcoolica, inveiva contro il figlio. Nel contempo, sopraggiungeva la coniuge di ritorno dalla guardia medica, ove si era recata per farsi medicare le lesioni subite in precedenza. Il marito, ancora in stato di forte agitazione, colpiva la malcapitata alla testa ed alla schiena facendola rovinare a terra.  

A causa delle ferite riportate la persona offesa è stata costretta a recarsi presso il pronto soccorso del PSAUT di Agropoli (SA) per farsi curare le lesioni subite a seguito dell’aggressione. 

Gli operanti grazie al racconto della vittima, hanno raccolto importanti elementi probatori nei confronti dell’arrestato non solo, in ordine ai fatti accaduti poco prima, ma anche di pregressi maltrattamenti in famiglia ed episodi di violenza, che l’uomo avrebbe posto in essere nel tempo. 

L’arrestato dopo le formalità di rito, su disposizione della Procura della Repubblica di Vallo della Lucania è stato associato presso la casa circondariale del comune cilentano, a disposizione di quella Autorità Giudiziaria ed in attesa della convalida dell’arresto.

C.S.

CASTEL SAN LORENZO, ARRESTATO 52ENNE PER STALKING

1496065561-carabinieri-giorno3

 

I Carabinieri della Compagnia di Agropoli, diretti dal Capitano Francesco Manna, nella tarda setata del 15 settembre 2018, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa detentiva in regime degli arresti domiciliari emessa dalla Procura della Repubblica di Salerno – Ufficio Esecuzioni Penali, nei confronti di un 52enne di Castel San Lorenzo, dovendo lo stesso espiare una condanna definitiva di dieci mesi di reclusione.

I fatti contestati risalgono all’anno 2013, quando il prevenuto si sarebbe reso responsabile, nei confronti della ex moglie, di ripetuti atti persecutori ai danni della donna.

I militari della locale Stazione, che hanno datato esecuzione al provvedimento, dopo le formalità di rito hanno sottoposto l’arrestato agli arresti domiciliari presso la propria abitazione dove dovrà espiare la condanna.

C.S.

SANZA, ARRESTATO OSPITE DI UN CENTRO ACCOGLIENZA

carabinieri-2

Questa mattina militari della dipendente Stazione di Sanza hanno tratto in arresto un ospite del Centro di accoglienza il Gabbiano di Sanza. I Carabinieri, guidati dal Lgt. RUSSO Antonio, al termine di attività investigativa, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Lagonegro nei confronti di J.M. classe 97 originario del Gambia, ospite della struttura in quanto richiedente asilo. L’ordinanza è stata emessa a seguito delle responsabilità riscontrate in capo a predetto per la continua condotta violetta e persecutoria che lo stesso aveva nei confronti di alcuni operatori del centro di accoglienza. Al termine delle formalità di rito l’uomo, in stato di arresto, è stato tradotto presso la Casa circondariale di Potenza a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

C.S.

POLLA, ARRESTO DI UN RAPINATORE PER RAPINA AGGRAVATA

Foto (1)
Nelle prime ore del mattino, a San Valentino Torio (SA), i militari della Compagnia di Sala Consilina, diretti dal Capitano Davide Acquaviva, hanno tratto in arresto un 27enne di origini rumene (foto allegata) per rapina aggravata.
I Carabinieri hanno eseguito una misura cautelare nei confronti del giovane, incensurato, spiccata dal Tribunale di Lagonegro (PZ), su richiesta della locale Procura della Repubblica, sulla scorta delle risultanze investigative condotte dal Nucleo Operativo della Compagnia Valdianese e dai militari della Stazione CC di Polla, a seguito della efferata rapina avvenuta nel centro abitato di Polla (SA) nella mattinata del 24 giugno 2018; il feroce episodio aveva avuto vittima una donna sessantanovenne che, mentre passeggiava per via della Rimembranza, in un momento nel quale la strada era rimasta deserta, veniva repentinamente avvicinata dal giovane che, dopo averla violentemente bloccata, le strappava dal collo una catenina in oro indossata dall’anziana, successivamente dandosi alla fuga, con altri due complici di nazionalità rumena – denunciati a piede libero – a bordo di una Lancia Y di colore bordeaux.
Le repentine indagini dei Carabinieri, condotte attraverso l’acquisizione dei sistemi di videosorveglianza di privati e attraverso accertamenti vari, hanno permesso di ricostruire le varie fasi della rapina, risalendo all’autovettura utilizzata dal rapinatore e dai due complici per giungere sul posto e darsi successivamente alla fuga.
L’arrestato è stato condotto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Lagonegro (PZ).

C.S.

Ascea, arrestato 77enne per detenzione di sostanze stupefacenti

 

1496065561-carabinieri-giorno3

E’ stato arrestato dai Carabinieri del Comando Stazione di Ascea, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio , D.N. classe 77 originario di Salerno ma residente ad Ascea.
Alle prime luci dell’alba i carabinieri della Compagnia di Vallo della Lucania, diretti dal Capitano Mennato Malgieri, coadiuvati dalle unità Cinofili di Sarno, durante una perquisizione presso l’abitazione del predetto, hanno rinvenuto circa 500 gr di sostanza stupefacente del tipo marijuana. Infatti l’arrestato all’interno di un terreno aveva ben celato e custodito la droga pronta per essere venduta. Decisivo l’intervento di Rex ed Attila, i cani antidroga, che hanno immediatamente fiutato la sostanza e condotto i militari.
D.N., è stato tratto in arresto e tradotto presso il proprio domicilio, in attesa del rito per direttissima, dovendo rispondere del reato di spaccio.
Numerosi sono i controlli che i militari della Compagnia Carabinieri di Vallo della Lucania hanno messo in atto nel periodo estivo. Gli stessi hanno consentito di segnalare alla locale Prefettura di Salerno oltre 50 persone per detenzione ad uso personale di sostanze stupefacenti, recuperando così un ulteriore quantitativo pari a 200 gr complessivi di hashish, marijuana e cocaina.
Detti controlli, hanno permesso altresì, di contrastare il fenomeno dei furti in abitazione e procedere a numerose sanzioni previste dal codice della strada.

C.S.

PALINURO, ARRESTATO OSPITE CENTRO CARA DI PALINURO

1496065561-carabinieri-giorno3

I Carabinieri della Stazione di Marina di Camerota, comandati dal Mar. CARELLI Francesco, nel corso di una serie di controlli tesi al contrasto dei reati di larga diffusione, hanno tratto in arresto in flagranza di reato di detenzione ai fini di spaccio un ospite del centro di accoglienza Oasi di Palinuro. I militari operanti lo hanno colto mentre cedeva ad acquirenti occasionali alcune dosi di marijuana, prontamente bloccato è stato trovato in possesso di altre 25 dosi per un peso complessivo di circa 35 grammi, inoltre si procedeva al sequestro di 110 euro ritenuto provento dell’illecita attività di spaccio.  Al termine delle formalità di rito, l’arrestato, U.A. classe 98 proveniente dalla Nigeria quale richiedente Asilo, è stato collocato  presso le camere di sicurezza del Comando Compagnia di Sapri in attesa de rito direttissimo.

C.S.

AUTOSTRADA A2 DEL MEDITERRANEO, ARRESTO DI UN MINORENNE PER EVASIONE, FURTO DI CARBURANTE E RICETTAZIONE DI AUTOVETTURA

1496065561-carabinieri-giorno3

Nella mattina di Sabato i Carabinieri di Sala Consilina (SA), diretti dal Capitano Davide Acquaviva, hanno tratto in arresto un minorenne pregiudicato, per evasione, furto, ricettazione e guida senza patente.
Il giovane, di origini rumene, sostava a bordo di un’autovettura Fiat Panda di colore grigio, presso l’area di servizio di Sala Consilina (SA), sita sull’Autostrada “A2 del Mediterraneo”, per fare rifornimento di carburante e, una volta effettuato il pieno – per circa 80 euro – lo stesso metteva in moto e si dava a precipitosa fuga sull’autostrada, in direzione sud.
I Carabinieri della Compagnia valdianese, immediatamente messo in atto un dispositivo straordinario di pronto controllo e sicurezza del territorio, unitamente alla limitrofa Compagnia Carabinieri di Sapri, blindavano le principali arterie del Vallo di Diano e di collegamento con le località balneari cilentane, intercettando il veicolo che, a seguito di accertamenti, risultava provento di furto occorso nella notte del 13 agosto scorso, in Battipaglia (SA). Dopo un inseguimento, lo stesso veniva bloccato sulla SS 517 Bussentina dai militari della Stazione di Buonabitacolo che lo traevano in arresto.
L’autovettura Fiat Panda sarà restituita al legittimo proprietario.
Il minore è risultato altresì evaso, l’11 agosto u.s., da una comunità per minorenni di Caserta ove era sottoposto agli arresti domiciliari e lo stesso veniva altresì deferito per guida senza patente, con l’aggravante della recidività.
Dopo le operazioni di fotosegnalamento, il minore è stato tradotto presso l’istituto penale per minori di Potenza, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per i minorenni.

C.S.