Ascea, il 27 dicembre si inaugura l’ampliamento della Mostra di Palazzo De Dominicis – Ricci

image-26-12-18-06-01

Alla luce dell’ottima risposta del pubblico verso la mostra “Velia … una città tra Essere e benessere”, inaugurata a dicembre dello scorso anno, il Comune di Ascea ha voluto regalare ai propri cittadini ed ai numerosi turisti, stranieri e non, che frequentano la cittadina cilentana, un ampliamento e miglioramento della predetta mostra. Grazie all’impegno della 3D Research e di studiosi, è stata realizzata una proposta innovativa della storia dell’area archeologica, sotto forma di film/guida in fumettistica narrativa, per le fasce giovani ed in special modo per gli studenti. Attraverso i vari livelli di approfondimento e del racconto si spiega la vita, la filosofia e il pensiero di Parmenide, aiutando a fissare nella memoria nozioni di non facile comprensione e divulgazione. Le migliorie, invece, riguardano il nuovo sistema di consultazione dei pannelli divulgativi di tutto il percorso della mostra, su entrambi i piani tematici del Palazzo. L’applicazione in italiano ed inglese, alla quale a fine gennaio sarà aggiunta anche quella in tedesco, sarà gratuita e consultabile da parte di tutti. Un livello avanzato di conoscenza viene garantito dal codice QR applicato a tutto il sistema pannellistico ed ai reperti esposti, a cui si aggiungono gli approfondimenti sull’area archeologica.

Il 27 dicembre, alle ore 17,30, si inaugurerà l’ampliamento della mostra presso lo storico e centrale Palazzo De Dominicis – Ricci, in un percorso integrato tra musica (omaggio a Fabrizio de André) ed enogastronomia.

Sono molto contento –afferma il sindaco di Ascea Pietro D’Angiolillo- di questo ulteriore passo avanti nel raccontare Velia ai turisti ed alle nuove generazioni e sono fermamente convinto che la collaborazione tra il comune di Ascea, la Soprintendenza Archeologica, il Polo Museale e gli altri enti ed istituzioni, favorirà il rifiorire del nostro sito archeologico e la crescita culturale, economica ed occupazionale del nostro territorio”.

Questo nuovo traguardo è la dimostrazione dell’impegno costante del Comune di Ascea verso l’area archeologica, la cultura e la conoscenza delle nuova generazione dei valori tramandati dalla storia e che contribuiscono a guardare il futuro con una maggiore consapevolezza di un grande passato.

C.S.

Annunci

Ascea, finanziata la realizzazione della rete urbana di distribuzione del gas metano e le opere di allacciamento dei contatori

metano

Raggiunto un traguardo storico da parte dei comuni del Cilento, che ottengono il risultato di veder distribuito, con l’inizio dei lavori fra circa un anno, il gas metano presso le abitazioni dei propri cittadini.
In seguito alla realizzazione del progetto da parte del comune di Celle di Bulgheria, comune capofila in virtù di un protocollo d’intesa fra vari comuni cilentani (nell’ambito del “Patto per lo Sviluppo della Regione Campania”, finanziato con delibera CIPE n.26 del 10 agosto 2016), la Regione Campania ha finanziato l’intervento denominato “Intervento di metanizzazione del Cilento” dell’importo di € 50.000.000,00”, il cui accordo di programma è stato sottoscritto tra il Ministero dello Sviluppo Economico e la Regione Campania il 21.12.2017.
Il comune di Ascea ha raggiunto un ulteriore obiettivo ottenendo il finanziamento, con decreto n.73 e n. 76 del 20.7.2018 della Giunta Regionale della Campania, della realizzazione della rete urbana di distribuzione del gas metano e delle opere di allacciamento ed installazione dei contatori.

“Un traguardo storico e un’altra sfida vinta per il nostro comune –afferma il sindaco di Ascea Pietro D’Angiolillo- che nell’arco di circa un anno porterà il gas metano ai cittadini di Ascea e del Cilento, fornendo un nuovo ed essenziale servizio con evidenti risparmi per la collettività. Ascea volta pagina, guarda al futuro e recupera, giorno dopo giorno, l’enorme ritardo in tema di servizi a vantaggio dei cittadini e degli ospiti del nostro territorio”.
“Un sentito ringraziamento al sindaco di Celle di Bulgheria (comune capofila) Gino Marotta -prosegue il sindaco di Ascea- per l’impegno profuso e per il risultato raggiunto. Tutto ciò dimostra, ancora una volta, che il Cilento ha le risorse umane e professionali per assicurare migliore condizioni di vita ai propri cittadini nonché maggiore attrattività ai propri territori e che uniti si vince”.

C.S.

Cilento, “Festival della Teologia 2018: la Felicità”: appuntamenti dal 6 all’ 8 Agosto ad Agropoli, Castellabate e Ascea Marina

a5b854f9-1f5d-4bb6-bba4-a7484170c6f8
Diversi gli incontri previsti nel Cilento per il “Festival della Teologia 2018: la Felicità”. Si parte il 6 Agosto ad Ascea Marina in Piazza Europa. L’appuntamento è alle ore 21.00 quando il Prof. Vincenzo Ippolito tratterà dell’Esodo: un cammino per essere felici. A seguire è prevista Animazione a cura della Gioventù Francescana Materdomini. Il giorno seguente 7 Agosto sempre alle ore 21.00 il Prof. Bruno Lancuba sarà a San Marco di Castellabate nella Piazzetta del Porto per discutere sulla Sapienza e la chiave per la felicità. Dopodichè è prevista Animazione a cura del Rinnovamento nello Spirito Santo. L’ultimo appuntamento è in programma l’8 Agosto alle ore 21.00 in Piazza Vittorio Veneto ad Agropoli. “La gioia del Vangelo e la vita felice” questo è invece il tema che verrà trattato dal Prof. Damiano Modena e a seguire Animazione a cura del Rinnovamento Carismatico Servi di Cristo Vivo di Caserta. Per ogni serata è prevista l’animazione per i bambini a cura dei gruppi di Azione Cattolica. L’ingresso è libero e l’evento sarà trasmesso in diretta televisiva su Cilento Channel canale 636 del digitale terrestre.

REDAZIONE

Ascea, sequestrati 9mila prodotti non sicuri: sanzioni fino a 25 mila euro

carabinieri-650x366
Le Fiamme Gialle di Marina di Casal Velino hanno effettuato in Ascea (SA) un controllo nei confronti di un esercizio commerciale che offriva in vendita materiale elettrico e oggettistica di vario tipo priva delle indicazioni minime previste dal Codice del Consumo e il cui commercio risulta conseguentemente vietato. I Finanzieri hanno sequestrato 9 mila articoli (tra cui batterie, prese elettriche e giocattoli per bambini) per un valore complessivo di 3 mila euro.Per il titolare dell’attività commerciale è scattata la segnalazione alle competenti Autorità e rischia adesso sanzioni fino a 25 mila euro. L’operazione svolta conferma la presenza della Guardia di Finanza sul territorio a contrasto di un fenomeno altamente pericoloso per i consumatori ignari e di grave danno per i commercianti rispettosi delle regole del mercato.

C.S.

Ascea Marina,“Music for Angels – Pasquale D’Angiolillo – Memorial 2018”: Sabato 16 e Domenica 17 Giugno

 

manifesto-music-for-angels.jpg
Due serate di buona musica per ricordare Pasquale D’Angiolillo vittima di un bruttissimo incidente avvenuto il 16 giugno 2016 nel quale perse la vita. Buon sound e sensibilizzazione sociale, diretta principalmente ai giovani, sui rischi dell’alta velocità e della guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. È questo che ha caratterizzato la particolare iniziativa ideata e promossa dalla neo associazione “Amici di Pako” di cui fanno parte la mamma Jacqueline , il papà Angelo , la sorella Sara e da tanti volontari e con il patrocinio del Comune di Ascea (SA). Intendo esprimere – dichiara la mamma – un grande ringraziamento a tutti coloro che stanno lavorando per realizzare questa bellissima iniziativa. C’è bisogno di ricordare per poter cambiare, per riaffermare il valore della vita, con il compito di difenderla anche sulla strada. I problemi della sicurezza stradale e della giustizia riguardano tutti, nessuno escluso. Noi ci siamo uniti per sensibilizzare tutti sul problema delle stragi che si verificano sulle strade ed affermare il diritto alla vita e alla giustizia e poi per stigmatizzare l’indifferenza verso un problema che in molti non sentono loro, fino a quando non ne sono colpiti direttamente. Non avrei mai creduto di riuscire a fare qualcosa di simile, ma il nostro amore è veramente tanto grande e spero tanto che ai nostri Angeli in Paradiso piaccia la musica che abbiamo organizzato per loro. Purtroppo gli spazi di tempo sono limitati e i gruppi che volevano partecipare sono tanti, per forza di cose ho dovuto fare a meno di alcuni amici che purtroppo non sono riuscita ad inserire nel programma, sarà per l’anno prossimo sperando nella loro comprensione e con i quali mi scuso. Partecipate tutti, mio figlio non deve essere dimenticato e quello che è accaduto deve essere da monito per tutti i giovani e meno giovani che si mettono alla guida. Le regole esistono per essere rispettate, soprattutto sulla strada, dove è sufficiente una distrazione per perdere la vita, uccidere un innocente oppure ferire in modo disabilitante a vita se stessi oppure terzi, peggio ancora se si tratta di parenti o amici stretti. Ragazzi, pensate ai vostri genitori prima di fare qualcosa di cui, poi, potete pentirvi, e non pensate che determinate cose succedono ad altri, perché anche io lo pensavo, e “gli Altri” siamo noi.
L’iniziativa “Music for Angels – Pasquale D’Angiolillo – Memorial 2018” prende il via sabato 16 giugno 2018 alle ore 20,30 con la partecipazione dei seguenti artisti: Ciullo’s Band – i Reset – Le pietre del Cervati – Prosa Rock – Blueyes – Inox Band – The Fighters – Aura – Leonardo Di Lorenzo trio con la partecipazione straordinaria di Antonio Onorato.
Si continua domenica 17 Giugno 2018 a partire dalle ore 18,30, si esibiranno: BodyTonic con Maria D’Angiolillo e Giuseppe D’Angiolillo – Video Mix – Dance 90 by VJ Gigi – Giorgio Vanni (cantante, musicista e chitarrista di fama nazionale). Tanti i cittadini, soprattutto giovani, che da tutto il Cilento, e non solo, parteciperanno a questa importante manifestazione a carattere sociale, con il solo intento di gridare il proprio sdegno contro le stragi che si verificano sulla strada.
Daniele Romualdi

Ascea, l’Amministrazione comunale programma l’efficientamento energetico dell’intero territorio

 

ASCEA EFFICIENTAMENTO ENERGETICO

“Il comune di Ascea -afferma il sindaco Pietro D’Angiolillo- nell’arco di un anno migliorerà e ammodernerà gli impianti di Pubblica Illuminazione senza spendere nemmeno un euro, anzi risparmiando!!!”.
Con delibera di G.C. n.42/2018 il comune di Ascea da avvio alla procedura per un investimento di oltre 4 milioni di euro in project financing, per l’efficientamento energetico e la gestione ordinaria e straordinaria degli impianti di pubblica illuminazione a Salice, Stampella, Mandia, Catona, Terradura ed Ascea Cap; mentre per Ascea Marina è già in corso la progettazione (finanziata col fondo di rotazione) per la razionalizzazione e ammodernamento dell’intero impianto di pubblica illuminazione.
Si prevede, tra l’altro, l’installazione di sistemi di telecontrollo e call center per la segnalazione dei guasti, interventi di ammodernamento tecnologico e sostituzione dei punti luce esistenti con nuovi apparecchi a LED, l’interramento di parte delle linee elettriche, la realizzazione di nuovi impianti di illuminazione pubblica con punti luce a LED, censimento informatizzato di tutti i centri luminosi, risparmio energetico complessivo superiore al 50%.
“Si tratta di interventi massicci che, nel breve periodo di un anno circa, cambieranno volto al nostro comune -afferma con soddisfazione il sindaco Pietro D’Angiolillo- ed elimineranno i corpi di illuminazione vetusti, antiestetici e fatiscenti, migliorando la sicurezza degli impianti; il tutto con un notevole risparmio energetico. E così, con finanziamenti tramite terzi, ottimizziamo i servizi e riduciamo le spese dell’Ente.”.
Il dinamismo dell’Amministrazione comunale di Ascea, l’impegno costante, la consapevolezza delle scelte, sta cambiando volto, giorno dopo giorno, al paese e testimonia che la “buona politica” da sempre buoni risultati.

C.S.

Ascea, “Seminario internazionale sulla dieta mediterranea”: dal 9 al 13 Ottobre

 

ASCEA SEMINARIO SU DIETA MEDITERRANEA
Ad Ascea, presso la Fondazione Alario, con il patrocinio dell’UNESCO «l’Ancel Keys International Seminar on Mediterranean Diet and Sustainable Dietary Models».
Il progetto promosso dalla Società Italiana di Nutrizione Umana in collaborazione con l’Università di Napoli Federico II, l’Istituto di Scienza dell’Alimentazione del CNR di Avellino, il Parco del Cilento, Vallo di Diano ed Alburni, l’Università di Salerno, l’Istituro Neuromed di Pozzilli, la Regione Campania e l’Associazione per la Dieta Mediterranea, alimentazione e stile di vita Ancel Keys Pioppi .
Fervono i preparativi ad Ascea per l’organizzazione dell’«Ancel Keys International Seminar on Mediterranean Diet and Sustainable Dietary Models», un’iniziativa didattico-scientifica del più alto livello, voluta dalla Società Italiana di Nutrizione Umana in collaborazione con il Parco del Cilento, Vallo di Diano e Alburni ed altri prestigiosi partner istituzionali, che farà convenire nel Cilento per una settimana di intenso lavoro i maggiori esperti italiani e stranieri in campo nutrizionale ed un gruppo selezionato di giovani promesse della ricerca nel campo della nutrizione umana e delle produzioni agricole ed alimentari. Le parole chiave sono: dieta mediterranea – stile di vita – benessere alimentare – prevenzione cardiovascolare – prevenzione del cancro – ricerca clinica – ricerca epidemiologica -biodiversità – sostenibilità – impatto ambientale – agricoltura -produzioni alimentari – tradizioni gastronomiche – realtà locali – industria di trasformazione. Affrontando queste tematiche i partecipanti acquisiranno le conoscenze indispensabili sul modello di alimentazione globale più salutare, sicuro e sostenibile.
I giovani discenti insieme ai prestigiosi Maestri si riuniranno dal 9 al 13 ottobre nella suggestiva cornice della Fondazione Alario nei luoghi che videro protagoniste le scuole filosofiche di Parmenide e di Zenone e, in tempi più recenti, sedi privilegiate degli studi e dell’attività divulgativa del celebre fisiologo nutrizionista americano Ancel Keys, cui il Seminario è intitolato.
La grande novità sta nel metodo innovativo di trasmissione delle conoscenze dai più esperti ai più giovani che, non solo potranno ascoltare le lezioni dei Maestri, ma anche e soprattutto colloquiare con questi ultimi, esporre loro le proprie esperienze e discutere progetti da essi stessi proposti e preparati attraverso un lavoro comune condotto in piccoli gruppi sotto la guida di esperti tutori.
Il Seminario, istituito quest’anno per la prima volta con l’ambizione di essere soltanto il primo di una lunga serie, è stato ideato dalla Società Italiana di Nutrizione Umana insieme ad un gruppo di docenti dell’Università Federico II e dell’Istituto di Scienza dell’Alimentazione del CNR di Avellino, ed ha ricevuto il patrocinio dell’UNESCO.
L’obiettivo ambizioso è quello di esportare ben al di fuori dell’area geografica cilentana i principi della dieta mediterranea, dal 2010 riconosciuta dall’UNESCO patrimonio intangibile dell’umanità, di far conoscere le caratteristiche di eccellenza delle produzioni agricole del territorio e di favorire lo sviluppo di una rete di ricercatori e produttori impegnati nella definizione di progetti utili a contrastare la tendenza in atto ormai da troppo tempo al progressivo allontanamento dal modello mediterraneo tradizionale e all’acquisizione di abitudini alimentari poco salutari che hanno alimentato l’epidemia corrente di obesità.

L’IMPEGNO DEL PARCO NAZIONALE DEL CILENTO, VALLO DI DIANO E ALBURNI
«L’iniziativa, altamente innovativa, – spiega Tommaso Pellegrino, Presidente del Parco- si prospetta come un’eccezionale occasione di diffusione in Europa e nel mondo dell’immagine del Cilento e del suo parco, della cultura della biodiversità e del rispetto per la tradizione gastronomica locale indissolubilmente legata al concetto di Dieta mediterranea». «L’obiettivo – aggiunge Pellegrino- è quello di rendere il nostro territorio (definito da Ancel Keys – lo scienziato di Minneapolis che scoprì la Dieta Mediterranea – «Triangolo della lunga vita») una diffusa aula didattica a cielo aperto per ospitare in futuro sempre più allievi, italiani e stranieri, soprattutto dai Paesi del Mediterraneo».
IL RUOLO DELLA SINU
Studi ecologici, prospettici e di intervento hannoriconosciuto alla Dieta mediterranea il merito di esercitare una eccezionale protezione contro le malattie cardiovascolari, il cancro e, in generale, avverso le patologie cronico-degenerative che conducono ad un invecchiamento precoce. Al tempo stesso, questo modello alimentare associa alla garanzia del benessere individuale un basso impatto ambientale in termini di utilizzo del suolo, del fabbisogno energetico, del consumo idrico e delle emissioni di gasserra. «Com’è ormai ben noto, – sottolinea il professor Strazzullo, presidente della Società Italiana di Nutrizione Umana- si tratta di un modello caratterizzato da un elevato consumo di prodotti vegetali e da moderate quantità di pesce, carne, prodotti lattiero-caseari e vino, assunto quest’ultimo esclusivamente ai pasti. Grazie al rispetto per la biodiversità, per le caratteristiche geofisiche naturali e per le tradizioni gastronomiche del territorio, la Dieta Mediterranea ha ricevuto il riconoscimento da parte dell’UNESCO nel 2010 di patrimonio immateriale dell’umanità».
L’ALLARME LANCIATO DALLA COMUNITÀ SCIENTIFICA
E’ vero però che, a dispetto dei vantaggi ampiamente riconosciuti per la salute umana e per l’ambiente, le abitudini alimentari delle popolazioni «mediterranee» si sono gradualmente modificate negli ultimi cinquant’anni, allontanandosi in misura preoccupante dal modello tradizionale, a causa del crescente consumo di prodotti animali e della riduzione dell’uso di prodotti vegetali, con conseguente maggiore assunzione di grassi saturi e proteine animali in sostituzione di proteine vegetali e grassi, cereali integrali e fibre alimentari. Nel mondo sono circa 650 milioni le persone obese o in sovrappeso, come riferisce un recente studio dell’Imperial College di Londra, pubblicato dalla rivista The Lancet, che ha coinvolto l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e oltre 700 ricercatori nel mondo. Il problema della corretta nutrizione umana rimane planetario. Questi cambiamenti negativi sono ulteriormente associati all’assunzione in eccesso di sale e aggiunta di zuccheri (questi ultimi in gran parte sotto forma di bevande zuccherate), nonché con un aumento del consumo di bevande alcoliche, uno stile di vita progressivamente più sedentario e il conseguente aumento della prevalenza dell’obesità. «Tutto questo – precisa il professor Strazzullo- richiede un forte impegno da parte dei nutrizionisti, delle istituzioni sanitarie pubbliche e della stessa industria alimentare per una rivitalizzazione della dieta mediterranea che permetta di superare i problemi attuali recuperandone le caratteristiche fondamentali». La SINU si sente fortemente impegnata in questa missione.
IL MODELLO ALIMENTARE IDENTIFICATO E DESCRITTO DALLO SCIENZIATO AMERICANO CHE VISSE NEL CILENTO
Il Seminario Internazionale sulla Dieta mediterranea e i modelli alimentari sostenibili, intestato ad Ancel Keys, lo scienziato americano che scelse Pioppi come «buen retiro» e che per primo identificò come tale e descrisse questo modello alimentare, si propone di fornire un contributo a questo importante obiettivo attraverso un’azione didattica che ha due finalità specifiche. «Innanzitutto- conclude il presidente dell’autorevole sodalizio scientifico -dobbiamo fornire a giovani ricercatori e professionisti delle aree biomedica, nutrizionale e delle produzioni agricole ed alimentari gli strumenti necessari per maturare la piena conoscenza e la consapevolezza dei percorsi più utili a realizzare un modello alimentare di tipo mediterraneo adeguato al terzo millennio. E poi dobbiamo contribuire a formare giovani ricercatori impegnati a livello internazionale ed inseriti in una rete di operatori altamente qualificati per intraprendere azioni e sviluppare iniziative sinergiche per la rivitalizzazione e la diffusione della dieta mediterranea nel mondo».
Allegati:
IL SEMINARIO IN PILLOLE
Il seminario si terrà in Ascea Marina (l’antica Elea), il 9-13 ottobre 2017 presso la Fondazione Alario, che è vicinissima alla stazione ferroviaria FS di Ascea, con la preziosa collaborazione dell’Associazione per la Dieta mediterranea, Alimentazione e Stile di Vita Ancel Keys Pioppi.
Il Seminario è strutturato su un modello di insegnamento dinamico e interattivo, con un equilibrato rapporto di elementi teorici ed applicativi attraverso letture tenute da prestigiosi esperti italiani e stranieri, ampia discussione dei diversi temi presentati, brevi interventi dei partecipanti al seminario su temi specifici sulla base della propria esperienza, visite guidate ad aziende di eccellenza nell’area cilentana, preparazione da parte dei partecipanti riuniti in piccoli gruppi di progetti di ricerca o di intervento da realizzare possibilmente in collaborazione nel prossimo futuro. Uno spazio adeguato sarà lasciato per gli scambi sociali tra i partecipanti e i membri della Faculty che consumeranno insieme i pasti e avranno l’opportunità di godere delle bellezze naturali e storiche della regione.
APPLICAZIONE E REGISTRAZIONE AL SEMINARIO
Al Seminario sono ammessi candidati da tutti i Paesi previa valutazione da parte del comitato scientifico del seminario del CV candidato e delle relative qualificazioni. Requisiti indispensabili per l’accesso sono il possesso di una laurea valida nel campo biomedico e/o nutrizionale e una buona conoscenza dell’inglese, lingua ufficiale del Seminario. I partecipanti sostengono individualmente le proprie spese di viaggio e contribuiscono ai costi organizzativi versando una modesta quota di iscrizione. in relazione alla sistemazione alberghiera. E’ stato previsto un numero limitato di borse di studio per candidati provenienti da aree più remote e/o svantaggiate.
I costi del Seminario sono sostenuti in diversa misura dalle istituzioni che ne hanno proposto la realizzazione con il contributo generoso di sostenitori locali.
Nuovi corsi di formazione per i giovani
sui segreti della Dieta Mediterranea
Il Seminario rappresenterà l’inizio di un nuovo percorso per operatori specializzati con crediti formativi. Servirà a formare esperti nel variegato campo della nutrizione umana che proveranno a diffondere in giro per il mondo il concetto di dieta mediterranea. Il corso ha la durata complessiva di 40 ore su 6 giornate ed affronterà questi temi:
Le principali tematiche su cui si articolerà il Seminario (che avrà una durata complessiva di circa 40 ore su 5 giornate) saranno le seguenti:
-L’evoluzione storica e antropologica della Dieta Mediterranea
-Il contesto ambientale e socio-economico della Dieta Mediterranea (incluse visite aziendali)
-La definizione di Dieta Mediterranea, le caratteristiche nutrizionali e metaboliche,
l’influenza sull’ambiente cellulare
-Gli effetti del modello alimentare mediterraneo sulla salute
-La diffusione della cultura mediterranea.

C.S.

Ascea, vendita abusiva sulla spiaggia: sequestrata merce per un valore di € 15.000,00

venditore-abusivo.jpg

Sabato 29 Luglio, alle ore 10 circa, il personale della Polizia Locale del comune di Ascea, in collaborazione con alcuni operatori di un’Associazione di Volontariato, interveniva nei pressi del Lungomare di Marina (all’altezza del Lido “Zucchero e Cannella”) ed effettuava il sequestro amministrativo (ai sensi della L.R. n. 1/2014) di un gran quantitativo di merce di vario genere (orecchini, fodere di cellulari, aquiloni) nei confronti di extracomunitari che esercitavano la vendita abusiva sulla spiaggia. Il valore della merce sequestrata è di € 15.000,00 circa.

E’ tempo di intensificare le attività di controllo nell’ambito del territorio comunale -afferma il sindaco di Ascea Pietro D’Angiolillo- per reprimere gli illeciti operati dai venditori abusivi, per garantire tranquillità ai nostri ospiti, per evitare la concorrenza sleale nei confronti delle attività commerciali che rispettano le norme e pagano le tasse”.

Intanto sono entrate in funzione le telecamere, per un più attento controllo del territorio, che sono sistemate in punti strategici del comune; mentre quattro Associazioni di Volontariato svolgono, con 20 uomini in campo nell’arco delle 24 ore, attività di vigilanza ambientale coordinate dal Responsabile del Servizio di Polizia Locale.

Vogliamo garantire ai cittadini e agli ospiti un’estate all’insegna della serenità -afferma il sindaco di Ascea- e prevenire eventuali problemi di ordine pubblico; pertanto anche quest’anno abbiamo chiesto al Questore di Salerno di intensificare la presenza delle Forze di Polizia per un adeguato controllo del territorio nel periodo estivo”.

C.S.