Agropoli, baia di Trentova: tra riqualificazione e smottamenti stradali 

 

20861969_10210418231794217_3993894543593426363_o

 
La splendida baia di Trentova, sita nel comune di Agropoli, attraverso progetti di riqualificazione, sistemazione dei luoghi di maggiore rilievo naturalistico, ripristino e messa in sicurezza della scala che porta a uno dei luoghi più suggestivi e incontaminati della città accoglierà anche per l’estate 2018 residenti e turisti che la sceglieranno per le proprie vacanze estive. Regolamentato infatti nei giorni scorsi l’accesso alla spiaggia libera di Trentova con l’apposizione di una sbarra per evitare la sosta selvaggia delle auto non autorizzate . Troppo spesso, in particolare durante i fine settimana, le auto venivano parcheggiate in maniera disordinata e impedivano, talvolta, anche il transito delle persone dirette a mare o di ritorno dalla spiaggia. Così grazie alla messa in opera di una sbarra all’apice della carreggiata che dà accesso alla discesa a mare della baia di Trentova e Cala Pastena, sarà garantito solo il passaggio pedonale all’area. Altro intervento effettuato in questi ultimi tempi in città di notevole importanza e richiesto più volte dai cittadini di Agropoli è stato il ripristino della scaletta che porta alla spiaggietta di San Francesco dove nello specchio antistante vi è lo scoglio presso il quale il santo di Assisi predicò ai pesci nel 1222. Altro importante accorgimento adottato al fine di consentire ai bagnanti di accedere con maggiore facilità ad un altro degli angoli più incantevoli e suggestivi di Agropoli, contrassegnato dal mare cristallino e da un contesto paesaggistico di assoluta bellezza. Infatti fino a poco tempo fa, senza una adeguata gradinata, non poche erano le difficoltà che si riscontravano per arrivare alla spiaggetta con il rischio di scivolare o addirittura cadere. L’apposizione della sbarra e il ripristrino della scaletta rappresentano due provvedimenti di non poco conto che garantiscono maggiore ordine e sicurezza, considerato che si tratta di luoghi particolarmente affollati durante la stagione balneare. Ma proprio tra la baia di Trentova e la spiaggetta di San Francesco compare una problematica: sulla strada provinciale 184 che collega le due località infatti la ringhiera che corre lungo il marciapiede in un punto risulta divelta a causa di una crepa formatasi nell’asfalto. Un punto panoramico che presenta smottamenti e degrado, ma anche pericolsità per i tanti pedoni che ogni giorno la attraversano a piedi. Considerato che si tratta di una zona soggetta a frane, occorrerebbe intervenire . Nello scorso mese di settembre 2017 il tratto di strada fu interdetto al transito a causa del distacco dal costone roccioso che sovrasta la baia di Trentova di un grosso masso che finì sulla carreggiata. Ad oggi sull’arteria vi sono ancora diversi massi di cemento e nulla è stato fatto per mettere in sicurezza il tratto di strada. Già in passato la zona è stata più volte interessata da smottamenti e caduta massi sulla carreggiata proprio a causa del terreno di natura franabile. Ecco perchè un intervento che miri a consolidare quella parte di strada garantirebbe una maggiore sicurezza e ridarebbe ulteriore dignità e bellezza all’area naturalistica di Trentova.

Agropoli, valorizzazione della baia di Trentova: approvato il progetto per 500.000 euro 

AGROPOLI TRENTOVA PROGETTO
Valorizzazione di miglioramento ambientale e degli ecosistemi forestali della baia di Trentova ad Agropoli: si tratta del nuovo progetto approvato dall’amministrazione comunale retta dal sindaco Adamo Coppola che interesserà uno dei luoghi di punta della città che ogni anno attira tantissimi visitatori grazie alle sue bellezze paesaggistiche e naturalistiche. Il progetto rientra nell’ambito del Psr 2014-2020 ed ha un costo complessivo di circa 500.000 euro. Obiettivo degli interventi è la tutela dell’ambiente e l’adattamento ai cambiamenti climatici. Ciò attraverso la realizzazione di diversi interventi: terrazzamenti e ciglionamenti, fasce tampone, siepi, filari e boschetti nei terreni agricoli ad eccezione delle superfici boschive, creazione di una serie di passerelle di 100 m sospese tra le chiome degli alberi, realizzazione di un percorso ciclopedonale, sistemazione di via delle Barre e del tratto meridionale di via Mandrolla, creazione di un sistema di specchi d’acqua collegati al sistema idrografico consistente in un laghetto di circa 900 mq e in 5 peschiere, realizzazione parcheggio e di un palco per spettacoli all’aperto, area attrezzata con giochi di diverso tipo e bar.

REDAZIONE

Agropoli, un progetto per valorizzare la baia naturale di Trentova 

 

AGROPOLI TRENTOVA RIQUALIFICAZIONE
Dopo il progetto volto alla realizzazione di un centro socio-culturale polivalente previsto al secondo piano della palazzina (ex pretura) sita in via C. Pisacane ad Agropoli, l’Amministrazione comunale retta dal sindaco Adamo Coppola mira alla valorizzazione dell’habitat naturale che caratterizza la baia di Trentova e quindi alla piantumazione della stessa. Ciò attraverso la realizzazione di tre interventi: a) terrazzamenti e ciglionamenti; b fasce tampone; c) siepi, filari, boschetti nei terreni agricoli ad eccezione delle superfici boschive. Ciò consentirà di riqualificare ulteriormente un’area che ogni anno è affollata da numerosi turisti in particolare durante la stagione estiva.Si tratta di un progetto inserito nella Programmazione Triennale dei lavori pubblici 2017-2019 e nell’elenco annuale 2017. Tra l’altro il comune di Agropoli ha fatto richiesta di fondi in collaborazione con il comune di Cicerale per mettere concretamente in atto gli interventi previsti. Nel caso in cui il finanziamento dovesse essere approvato, sarebbe pari ad una cifra di 500.000 euro. Il progetto previsto per la baia di Trentova, insieme al centro socio-culturale polivalente previsto nell’ex pretura e ad un altro che prevede l’apertura di infopoint turistici altamente tecnologici poichè comprensivi di un touchscreen turistico, rientra tra quelli finanziabili con fondi del PSR 2014-2020 per una somma di oltre 700.000 euro.

REDAZIONE

Sapri, risultati e consenso grandiosi per la 4^ edizione del trofeo “Baia di Sapri”

18881757_10209610969131041_7485971050440695672_n.jpg18920310_10209610969571052_5316175709580828182_n.jpg18920625_10209610968691030_1342308715970347474_n.jpgbaiadisapri_1.jpgbaiadisapri_2.jpgbaiadisapri_5.jpgbaiadisapri_6.jpgbaiadisapri_7.jpgbaiadisapri_8.jpgbaiadisapri_9.jpgbaiadisapri_3.jpg

Enorme successo di pubblico e partecipanti a Sapri, nel fine settimana appena trascorso, per la 4^ edizione del trofeo di pesca ricreativa “Baia di Sapri”, organizzato dall’associazione “Battiti di Pesca” in collaborazione con il Comune di Sapri e la Capitaneria di Porto di Salerno, Palinuro e Sapri, la Regione Campania, e con il patrocinio della Provincia di Salerno.
A trionfare sono stati: Pasquale Ruggiero e Alberto Nacci, coppia vincente nella tecnica surfcasting; Egidio Vitiello, che ha superato Cristiano Moscovio e Diego Amoroso nella tecnica bolognese/inglese.
La preda più grande è stata un’orata di 300 grammi pescata da Giuseppe D’Ambrosio.
Ieri mattina momento religioso con la Santa Messa, nella chiesa parrocchiale di san Giovanni Battista. A seguire, sul litorale di lungomare Italia e lungo la baia la Benedizione delle Genti di Mare e la deposizione in mare di una corona d’alloro, con il sindaco Giuseppe Del Medico, il parroco don Enzo Morabito e le massime autorità civili e militari. Il tutto con il prezioso supporto del comandante della Capitaneria di porto di Sapri, Giuseppe Riviello, della Protezione Civile Gruppo Lucano (pilota Pino Martinelli) e del comitato locale di Sapri della Croce Rossa Italiana.
Prima e dopo la premiazione dei vincitori, il lungomare Italia si è riempito dei colori, degli odori e dei sapori dei prodotti tipici locali, del mare e non solo, grazie a Terre del Bussento #experience, un viaggio attraverso i sapori e le storie delle Terre del Bussento, con gli chef Enzo Crivella, Pascal Sfara e Antonio Morinelli.

C.S.