Morigerati, in piazza a ballare il tango: torna l’Agritango Roots

img.jpg

Dal 29 giugno al 2 luglio torna a Morigerati e Sicilì l’Agritango Roots. Per la sesta edizione l’organizzazione ha scelto di ospitare uno dei più grandi nomi del tango argentino,l’ artista di fama mondiale, Roberto Herrera, che terrà uno spettacolo sabato 1 luglio sul sagrato della chiesa di Morigerati

Sei anni di milonghe, di passi e abbracci. Morigerati e la sua frazione Sicilì ospitano anche quest’anno l’Agritango Roots, la quattro giorni dedicata al tango argentino che porta nei due borghi del basso Cilento tangheri provenienti da tutta Italia dal 29 giugno al 2 luglio, consolidando la formula sperimentata le scorse edizioni. La manifestazione, organizzata dall’associazione GTango di Salerno e dal Comune di Morigerati, accende la passione per le sonorità latine e diventa un appuntamento fisso dell’estate cilentana. Il tutto è nato nel 2012, da un evento itinerante e da un nutrito gruppo di tangheri. «Abbiamo realizzato il primo festival – spiega il sindaco Cono D’Elia –con la partecipazione di professionisti della danza provenienti da tutto il mondo, aumentando così la possibilità di scambi culturali. Negli anni abbiamo ospitato maestri argentini, turchi, appassionati ballerini da ogni parte d’Italia».

L’Agritango Roots aprirà il giorno 29 giugno con gli stage con uno dei riferimenti del tango argentino,; poi nel suo corso ci saranno milonghe notturne dove si danzerà fino alle 4 di mattina sul sagrato della chiesa di Morigerati ed esibizioni sotto le stelle. «C’è un gran fermento per il mondo tanghero. – continua D’Elia – Sono attesi sia i tangheri che frequentano Morigerati da anni sia i nuovi partecipanti: siamo certi che trascorreremo momenti indimenticabili in compagnia di grandi artisti». Da giovedì a sabato milonghe sotto le stelle sul sagrato della chiesa di Morigerati e il primo luglio lo spettacolo a mezzanotte dell’artista di fama mondiale Roberto Herrera, uno dei più importanti rappresentanti sia del tango tradizionale che delle forme più attuali di questa espressione artistica. Per tre giorni i partecipanti (quasi un centinaio gli iscritti finora) potranno apprendere i passi del tango accompagnati dai maestri. Ma il programma include anche degustazioni dei prodotti tipici nei ristoranti del posto ed escursioni e visite guidate tra le bellezze del territorio oltre che all’Oasi wwf di Morigerati.

C.S.

 

Paestum, al via il festival “Maratona d’estate”

Picone, sindaco Voza e Liudmilla KKomovalova

foto rassegna alessio giglio

tavolo della conferenza, con sindaco e patron Forti

Debutto con successo per la prima serata dei tre spettacoli previsti nel programma di Maratona d’Estate, il festival della danza di Stefano Forti. Ieri sera alla rassegna “Alessio Giglio” il numeroso pubblico presente al teatro dell’Arena dei Templi a Paestum ha mostrato ampiamente di apprezzare la qualità delle coreografie portate in scena dalle tante scuole partecipanti, provenienti da ogni parte. A Maratona d’Estate, che è già alla sua terza edizione, anche protagonisti giunti dal nord Italia proprio per beneficiare di quanto il coreografo Forti propone con il suo festival: stage agli ordini di nomi illustri del mondo della danza, lezioni particolari curate nei minimi dettagli e grosse occasioni di inserimento professionale come ruoli da ottenere per un musical inglese, contratto per una compagnia di balletto e tante borse di studio anche con valore ministeriale. Stasera (mercoledì 29) il cartellone presenta il secondo appuntamento fissato per le ore 21 sempre sul palco montato vicino al magnifico Tempio di Cerere che offre una prestigiosa scenografia storico-culturale con il gala “Giuseppe Picone e i grandi della danza”. A tal proposito nella conferenza stampa organizzata martedì scorso il primo cittadino di Capaccio Italo Voza al tavolo di presentazione dell’evento di Stefano Forti lo ha ringraziato per quello che fa per il bene della cultura e si è detto onorato di avere personaggi di chiara fama che stanno animando la Maratona d’Estate. Alla medesima tavola, infatti, vi erano il patron Forti in persona, l’etoile Giuseppe Picone, la prima ballerina dell’Opera di Vienna Liudmilla Konovalova, il manager Antonio Desiderio e Sergio Ariota ideatore e direttore artistico del progetto didattico “Danza & Professione”. Quest’ultimo offre a tanti giovani allievi di danza che studiano presso scuole campane di poter danzare al fianco di affermati ballerini riconosciuti in tutto il mondo, grazie alla progettazione poc’anzi menzionata. E così Picone nello spettacolo di stasera ai Templi si avvarrà anche di giovani danzatrici nel ruolo delle 24 ombre previste nel brano del regno delle ombre tratto da “La Bayadère” scelte proprio inseguito alle audizione di “Danza & Professione”. «Penso sia importante offrire ai giovani danzatori delle opportunità – dice Picone – ed io quando posso cerco di farlo, perché è più importante agire che parlare. Voglio dare delle possibilità di qualità proprio come è accaduto a me a dodici anni quando ho avuto l’onore di ballare con Carla Fracci». Un team affiatato sottolinea Antonio Desiderio per quanto riguarda la collaborazione con Maratona d’Estate: «Cosa che accade poche volte e così arriviamo allo spettacolo molto carichi. E’ una bellissima sensazione». Dopo l’appuntamento con il gala, il festival di Stefano Forti terminerà giovedì 30 con in programma il concorso international dance academy competition, sempre nello splendido scenario dei Templi.

C.S.

Chiusura in grande stile della Roland’s School di Agropoli ai Campionati Italiani di Danza Sportiva di Rimini

RIMINI ROLANDS

Si sono svolti agli inizi di luglio a Rimini i campionati italiani di Danza Sportiva che hanno confermato, ancora una volta, la grande crescita degli atleti della Roland’s School di Agropoli. Dopo la grande performance del mese di novembre 2014 ai campionati del mondo, culminata con la vittoria nel duo “Synchro – Dancing” e le affermazioni ai campionati provinciali e regionale 2015, gli atleti della Roland’s School si sono ripetuti, ottenendo numerosi piazzamenti di rilievo. Nella giornata di lunedì 6 luglio hanno riconfermato il titolo di campione d’Italia nella disciplina “Italian Latin Show – classe “A” con lo show “X-MEN”, a seguire numerosi piazzamenti e la ciliegina finale è arrivata nelle giornate di sabato e domenica, dove ben due medaglie d’oro si sono andate ad aggiungere al già ricco medagliere della Roland’s School: infatti a salire sul podio più alto, per ben due volte, è stata la coppia Jonathan Coppola e Rossella Mango nella “Combinata Caraibica 19/34 – classe A/1” e nel “Carribean Show”.
Un successo che corona una splendida annata per gli atleti della Roland’s School Agropoli, prima Associazione di Danza FIDS nata ad Agropoli , diretta dai Maestri Laura e Bruno Manna e dai trainers di spicco Vito Coppola e Bruno Manna Junior.

LA REDAZIONE

A Policastro “Piccole grandi stelle del balletto” con la Maestra Maria Valeria Moldovan

POLICASTRU

Nella suggestiva location del porto di Policastro Bussentino il saggio della Maestra Maria Valeria Moldovan ha incantato gli spettatori. L’insegnante e coreografa della scuola Dance Art Dance, è stata prima ballerina dell’opera nazionale di Bucarest, e, dopo una straordinaria carriera, ha deciso di dedicarsi agli appassionati della danza. Una splendida cornice di costumi, coreografie e musiche ha accompagnato la bravura delle allieve, e la bellezza e l’originalità dei balletti classici e moderni. Ospiti d’eccezione il ballerino dell’opera nazionale di Bucarest Vlad Toader, Marina Gazpar, neo diplomata, ed i ballerini dell’opera nazionale di Timisoara, Alina Mihai e Alin Radu .
Lo spettacolo, intitolato “Piccole grandi stelle del balletto”, è diviso in tre tempi e comprende molti generi. “Il lago dei cigni” con coreografie classiche curate dalla Maestra Moldovan. Nella seconda parte il tango su musiche di Astor Piazzolla. Dulcis in fundo “La Carmen” e danza moderna che “abbraccia” Funky, jazz, cabaret e contemporanea, su coreografie di Cristina Ribecco, presente alla manifestazione, ed altri insegnanti.

BIAGINA GRIPPO

AGROPOLI : SUCCESSO DI PUBBLICO PER IL 19ESIMO SAGGIO SPETTACOLO DELLA “DIRTY DANCING SCHOOL “

dirty

2500 spettatori, 47 balli coreografici, 4 ore di esibizioni: è questo il bilancio positivo del saggio spettacolo della Dirty Dancing School di Agropoli dei maestri Antonio e Agnese Di Biasi, andato in scena lo scorso 20 luglio presso la splendida cornice dei templi di Paestum. Come ogni anno la Dirty dancing si distingue per i suoi spettacoli caratterizzati da musical, balli coreografici e momenti di cabaret con i simpatici comici agropolesi Umberto Anaclerico e Pierpaolo Iorio, il tutto condito dalla simpatia dello showman Enzo Costanza, dalla splendida voce di Fabio Bacco e dala presenza della giornalista di Cilento Channel Raffella Giaccio. Un mix di personalità che hanno presenziato allo spettacolo della Dirty Dancing rendendolo unico nel suo genere. Momento clou della serata è stato il musical dedicato alla Divina Commedia di Dante Alighieri, un suggestivo momento contraddistinto da giochi di luci e colori in uno scenario surreale, sulle note di una musica travolgente. Presente alla manifestazione anche la consigliera nazionale della FIDS Giovanna Ancora, soddisfatta dell’impegno profuso dai ballerini e dai maestri per la realizzazione dei loro spettacoli. Soddisfazione è stata espressa anche dall’assessore allo sport del comune di Capaccio Paestum Franco Sica e dal sindaco di Laureana Cilento Angelo Serra, che hanno portato i loro saluti ed esaltato il lavoro dei vice campioni del mondo.
RAFFAELLA GIACCIO