CAPACCIO PAESTUM, AL VIA I LAVORI PER LA BANDA ULTRALARGA

Sono iniziati stamattina i lavori per la realizzazione della Banda Ultra Larga nelle cosiddette “zone bianche” del territorio comunale di Capaccio Paestum, ovvero quelle aree considerate “a fallimento di mercato” perché costruire un’infrastruttura è più complesso e non redditizio per le aziende dato che il numero di connessioni alla rete non basterebbe a coprire i costi.Tale intervento rientra nell’ambito dell’Accordo di Programma siglato dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) e la Regione Campania per la realizzazione della rete in fibra ottica in tutte le aree cosiddette “bianche” della Regione Campania, tra le quali rientrano anche alcune aree del territorio di Capaccio Paestum. Successivamente, l’Ente ha approvato nei mesi scorsi la convenzione con la società Infratel Italia Spa, soggetto attuatore del Piano Nazionale Banda Larga.A posare materialmente la fibra ottica in modalità FTTH (cioè la fibra direttamente all’interno delle abitazioni) e FWA (Fixed Wireless Access) è la società Open Fiber Spa. Il piano di cablaggio prevede la copertura di circa 1400 unità immobiliari nelle aree “bianche” di Capaccio Scalo, Ponte Barizzo e Laura.«Sempre più servizi per la nostra comunità attraverso questo intervento che consentirà di raggiungere anche quelle aree del nostro territorio non raggiunte dalla rete veloce. – evidenzia il Sindaco, Franco Palumbo – Oggi più che mai, visto che tutto viaggia con le nuove tecnologie dell’informazione, è indispensabile lavorare in questa direzione. Siamo soddisfatti che ancora una volta, dunque, i fondi europei vengano spesi nell’interesse dei cittadini per offrire alle comunità locali importanti servizi».«Con questo intervento andremo a diminuire il digital divide – conclude Daniele Autieri, ingegnere di Open Fiber Spa – e l’assenza di connettività nelle aree meno popolate, garantendo così l’accesso alla banda ultralarga anche agli operatori minori».

C.S.

Santa Marina, banda ultralarga: lavori previsti anche per il comune di Santa Marina

banda_ultralarga_1
Il 19 luglio scorso si è svolto a Napoli, presso la Sala Riunioni dell’Isola A6 del Centro Direzionale, l’incontro relativo al progetto della Regione Campania per la realizzazione della rete a banda ultralarga. I lavori di posa della fibra ottica prevedono, per il 2018, l’apertura dei cantieri in 53 Comuni, sui 546 Comuni Campani interessati dal programma. Il Comune di Santa Marina rientra tra i Comuni che hanno partecipato al convegno di Napoli e che vedranno realizzare, nel 2018, i cantieri di posa della banda ultralarga.
“Sono molto soddisfatto per questo nuovo risultato – ha dichiarato il Sindaco di Santa Marina Giovanni Fortunato- la realizzazione di questo progetto fornirà un servizio importante all’intero Golfo di Policastro. L’introduzione della banda larga nel nostro territorio, rappresenta, in particolare per il Comune di Santa Marina, un fattore di crescita economica e occupazionale, in quanto una velocità minima di connessione permette la diffusione di alcuni servizi quali: telelavoro, telemedicina, teleconferenza, videochiamata e l’avvio di un’attività a distanza. Tutto questo comporterà un notevole sviluppo non solo per le attività commerciali ma per tutti i cittadini residenti nel Comune”.
La copertura della rete a banda ultralarga sul territorio regionale è un progetto della Regione Campania, a valere sulle risorse della programmazione Europea 2014-2020, un investimento pubblico di circa 135 milioni di euro di fondi FESR e 20 milioni di fondi FEASR.

C.S.

Roccadaspide, realizzazione della rete a banda ultralarga

Comune di Roccadaspide
Diventerà presto realtà a Roccadaspide la rete in fibra ottica destinata a offrire connettività veloce ai cittadini, alle aziende e alla Pubblica Amministrazione. Roccadaspide, infatti, è uno dei 33 comuni campani inclusi nella prima fase del progetto per la realizzazione della rete a banda ultra larga – finanziato dal Ministero per lo sviluppo economico e dalla Regione Campania con apposito accordo di programma per lo sviluppo – che interesserà in tutto 546 comuni della regione. L’amministrazione comunale, retta da Gabriele Iuliano, nei giorni scorsi ha sottoscritto la convenzione con la Regione Campania per dare avvio alle procedure esecutive: nelle prossime settimane, infatti, saranno avviate le necessarie attività tecnico-amministrative, e già entro l’inizio dell’estate potrebbero prendere il via i lavori di scavo per la realizzazione della rete da parte della società incaricata, la Infratel s.p.a. La stipula della convenzione consentirà a breve di dare avvio alle attività di progettazione esecutiva da parte della ditta aggiudicataria, dando il via libera agli scavi, per i quali saranno adottate tecniche poco invasive al fine di limitare i disagi alla mobilità e, successivamente, di realizzare in tempi brevi i lavori di rifacimento del manto stradale. L’infrastruttura comporterà grandissimi vantaggi per i cittadini e per le imprese, perché si tratta di tecnologie di rete che permettono di offrire connettività da 30MBit/s fino a oltre 1GBit/s. Sarà dunque possibile navigare ad una velocità di connessione molto elevata, con considerevole miglioramento di tutte i sistemi e le reti di comunicazione. Miglioreranno così radicalmente le performance di collegamento alle reti digitali, sia per l’intrattenimento e lo svago online che per i servizi connessi alle attività di imprese, professionisti e Pubblica amministrazione, con conseguente enorme miglioramento dei servizi e vantaggio per tutti.

C.S.

AGROPOLI – GRANDE SUCCESSO PER IL BICENTENARIO DELLA FONDAZIONE DEI CARABINIERI. EMOZIONI E MUSICA CON LA BANDA DELL’ARMA

DSC_7962

La banda dell’Arma dei Carabinieri ferma anche la pioggia e regala emozioni nell’unico concerto campano andato in scena martedì 22 luglio presso il porto turistico di Agropoli nell’ambito delle celebrazioni del bicentenario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri. L’evento è stato promosso dal Comune di Agropoli guidato dal sindaco Franco Alfieri in sinergia con il Comando Provinciale e la Compagnia di Agropoli dei Carabinieri, diretti rispettivamente dal Colonnello Riccardo Piermarini e dal Capitano Giulio Presutti. Tantissime persone, nonostante le non perfette condizioni meteorologiche, hanno assistito all’esibizione del complesso musicale composto da 102 professori d’orchestra diretto dal Ten. Col. Massimo Martinelli. Uno spettacolo affascinante realizzato in una cornice unica, con il tricolore che illumina la rupe del borgo medievale agropolese che ha fatto da naturale sfondo al palco con i colori d’ordinanza dell’Arma. Gli applausi e l’ovazione finale, dopo l’esecuzione della “Fedelissima” e dell’ “Inno Italiano”, hanno rinnovato il profondo riconoscimento ed il legame tra i cittadini ed i Carabinieri. Continua a leggere