Agropoli, Cerruti: «bisogna creare un progetto di certezze per il futuro dell’Agropoli calcio»

DOMENICO CERRUTI
Si è tenuta  presso l’Aula consiliare del Comune di Agropoli, la conferenza stampa del presidente dimissionario dell’Unione Sportiva Agropoli 1921, Domenico Cerruti. Dopo aver tracciato il bilancio dell’esperienza trascorsa, sebbene dimissionario Cerruti ha voluto lanciare un appello a chiunque tenga a cuore le sorti dell’U.S. Agropoli: «Il mio progetto – ha affermato – finisce qui ma con l’auspicio che subentrino persone interessate a portare avanti la mission calcistica e societaria. Abbiamo un patrimonio di calciatori e una società sana. Siamo disponibili, insieme a Maurizio Puglisi, ma non vogliamo essere i protagonisti, bensì a dare un supporto. In tanti mi stanno contattando anche dalla Sicilia e dalla Campania, ma non consegnerò il titolo in mano a chiunque. Voglio garanzie». «L’Amministrazione comunale, retta dal sindaco Adamo Coppola – ha precisato – si è già resa disponibile per non far morire la società. Ma mi aspetto l’impegno di tutti per far rinascere questa squadra, la porta è aperta… Utilizziamo toni giusti e propositivi e remiamo tutti verso la stessa direzione, che è il bene dell’Agropoli calcio». «Otto anni – ha evidenziato – rappresentano il percorso più longevo per un presidente di una società di serie D. Ci ho messo non solo il cuore, ma non posso giocare al massacro con me stesso se il progetto non si condivide con altri. Vorrei nuovamente un risveglio della passione per questi colori, sarò io il primo a darvi una mano. Non mi resta che ringraziare tutti coloro che mi hanno accompagnato in questo lungo percorso, a partire dall’Amministrazione del già sindaco Franco Alfieri verso il quale nutro stima e riconoscenza fino all’attuale Amministrazione del sindaco Adamo Coppola, quindi l’ex presidente Mauro Inverso, dal quale ho ereditato la squadra; Francesco Barone; Maurizio Cauceglia; Gianluigi Verrone; Perrella; Francesco Magna, con il quale abbiamo condiviso molte cose belle di questo percorso per molto tempo; Giuseppe Nunziata; Nicola Volpe; Maurizio Puglisi, che più volte in questi giorni sto ringraziando infinitamente per quello che ha dato non solo in termini di risorse. Persona perbene e grande imprenditore che ha dato le giuste impronte anche per una società sana. Un ringraziamento va anche a Di Biasi e Russo – ha concluso – e a tutto lo staff del settore giovanile; a Carol Violante; al presidente onorario Bruno Meola e a tutti coloro che hanno dato qualcosa a questo progetto. Grazie Città di Agropoli».

C.S.

Positivo esordio della Fénix in campionato. Goleada alla Polisportiva

fenix futsal club

 

Comincia col botto il campionato regionale di C2 della Fénix S. Maria F.C. Sul difficile campo “Helios” di San Marco di Castellabate per il derby con la Polisportiva S. Maria. Una partita difficile solo sulla carta, soprattutto dopo i 60 minuti di gioco intenso e bel calcio giocato dalle biancorosse. Le ospiti partono fortissimo con due gol a pochi secondi dall’inizio che sorprendono le avversarie. Michela Ghita e Maria Di Santi (alla prima rete stagionale) fermano subito il punteggio sullo 0 a 2 entusiasmando i numerosi tifosi della Fénix giunti a San Marco.
I minuti passano veloci e sono tante le occasione per le ospiti, meno quelle per le padroni di casa. Al 20’ lo 0 a 3 è firmato da Piera Bosco. Unico squillo della Polisportiva è con Di Paola che segna il più classico dei gol della bandiera. Marcatura che non impensierisce affatto le ospiti le quali, prima dell’intervallo, ne fanno altri 3, con Daniela Zagaria, prima segnatura anche per lei, e poi con doppio Di Santi. La prima frazione di gioco si chiude sul punteggio di 1 a 6
Il secondo tempo si apre come il primo: subito due gol della Fénix. A segnarli sono Petronilla Di Luccia e Stefania Palumbo. Passa qualche minuto e Palumbo fa il bis. Sul punteggio di 1 a 9, le ospiti si adagiano un po’ sugli allori e iniziano a sprecare qualche palla gol. Michela Ianniello, portiere della Fénix, fa da spettatrice entrando in azione in poche e rare occasioni. Le biancorosse, ritrovata la concentrazione voluta da mister Cusati, continuano a sparare sulla porta avversaria finché Bosco ne fa un altro: 1 a 10. Di Luccia regala alle sue il superamento della doppia cifra: 1 a 11. L’1 a 12, con le avversarie ormai arrese e senza idee, passa per i piedi di una sempre esuberante Elisabetta D’Isabella. A mettere la preziosa firma è allo scadere il capitano Katia Lanzalotti, reduce da un’influenza ma mai doma, autrice di una gara operaia.
1 a 13 il risultato finale, in una partita dal divario evidente e dal risultato mai in discussione.

C.S.

Agropoli, novità per il panorama calcistico agropolese: nasce la New Generation 

 

AGROPOLI NEW GENERATION
Una nuova società per il panorama calcistico agropolese: si tratta della New Generation la nuova Società che disputerà al campionato di terza categoria. “Il nostro progetto è basato sul nostro modo di fare calcio, sull’ organizzazione, serietà e soprattutto su una grande struttura calcistica”  queste le parole del presidente Giuseppe De Pasquale che vanta molteplici esperienze come allenatore. A completare la società ci sono Alessandro Finelli in veste di direttore sportivo, Angelo Volpe Allenatore, Carmine Arundine Segretario e Massimo Coppola nel ruolo di Direttore Generale. Spuntano già i primi nomi per quanto riguarda la squadra tra cui Di Concilio, Feola, Cammarota, Bamonte, Manzo, Molinaro, Genua, Di Luccio e Marino. A completare la rosa i nomi di due ex senatori della saracena come Spera e Aluotto nonchè ex capitano ed il bomber Corrado Mancino. Tante le aspettative per la New Generation considerato anche che si tratta della prima volta che nasce una vera squadra facente parte della contrada Moio.

REDAZIONE

Marina di Camerota, il giovane Tambasco approda nel Benevento Calcio

tambasco.PNG

Massimiliano Tambasco, classe 2000, approda nel Benevento Calcio, nell’anno della sua promozione nella massima serie italiana.
Dallo scorso 31 agosto 2017, il giovane camerotano, esterno destro d’attacco dell’Asd Gelbison, entra ufficialmente a far parte della squadra Primavera del Benevento Calcio, allenata da Mister Nicola Romaniello.
Sabato 9 settembre 2017, Massimiliano Tambasco ha esordito con la casacca dei giallorossini per la prima giornata di campionato Primavera contro il Crotone, entrando nella ripresa.
Un sogno che si realizza dopo anni di impegno e sacrificio, in uno sport che lo ha entusiasmato fin da bambino quando, insieme al fratello gemello Antonio, tira i primi calci al pallone nella sua Camerota.
La madre incoraggia la sua passione iscrivendolo alla scuola calcio dell’A.S. Licusati, il cui Mister Giovanni Ciociano ne intuisce le innate qualità. Con allenamenti personali e mirati riesce a fargli raggiungere alti livelli, considerata la sua tenera età.
A 12 anni, a Marina di Camerota, milita con i “Leoni di Marina”, giovanissimi provinciali allenati da Lorenzo Citro.
Il Mister punta su di lui e lo porta con sé, a Sant’Arsenio, in occasione di una Rappresentativa locale riservata ai giovani classe ‘97/’98. Quest’occasione permette al giovane talento camerotano di ricevere l’attenzione degli osservatori della Salernitana.
Due anni con la maglia granata, giocando dapprima con i giovanissimi regionali, successivamente nei nazionali ed infine negli allievi nazionali.
Nel 2015 la nuova avventura con la Cavese costa a Massimiliano duri sacrifici per conciliare gli impegni sportivi agonistici con il fondamentale percorso scolastico.
Nel 2016 arriva a Vallo della Lucania, nei juniores dell’ASD Gelbison, squadra di serie D, dove nell’ultima parte di stagione riceve la convocazione in prima squadra per qualche partita.
Diverse società campane si interessano a lui. Nel marzo 2017, ad Ercolano, partecipa alla “Rappresentativa Regionale LND”.
Il 29 agosto 2017 il fortunato provino che gli ha permesso il prestigioso contratto con il Benevento Calcio.
Impegno, sacrificio e rinunce per costruire una carriera che ha sempre sognato e che lo porterà, come la famiglia e gli amici auspicano, sempre in vetta.

Norma De Martino

Castellabate, termina il torneo di Beach Soccer “Marina Piccola”

azione finale.jpgsquadra vincitrice 2017.jpg
Si è conclusa la XVI edizione del torneo ”Marina Piccola” nella splendida location all’ombra della storica Torre Perrotti, nel cuore pulsante della passeggiata turistica di Santa Maria di Castellabate. La manifestazione, promossa con il patrocinio del comune di Castellabate, ha visto trionfare la SI Work , che bissa così il successo dello scorso anno. In una finale tra due squadre della città di ”Benvenuti al sud”, la sfida finisce con un secco 5-1 (con lo stesso punteggio era finita la semifinale contro la Cantieri Schiavone) ai danni della Katacliff. Mattatore della partita è stato Mario Rizzo, autore di tre reti e di giocate di pregevole fattura. A segno anche Saber e Severino per la Si Work, mentre per Katacliff la rete è stata realizzata da Checco Rizzo. Severino è stato premiato anche come miglior giocatore del torneo, mentre il premio Fair play è stato assegnato alla Metal Edil, alla Divino il premio rivelazione. La SI Work si aggiudica anche il premio del miglior portiere con Antonio Ianni. A vincere in ogni caso è stato il pubblico, con la tribuna naturale dei gradoni antistante la spiaggia gremita in ogni ordine di posto. Soddisfazione è stata espressa dagli organizzatori Gerardo Scognamillo, Mirko Piccirillo, Attilio Federico, Giuseppe Villani e Donato Nicoletta. ” Siamo contenti – hanno detto – di aver completato la XVI edizione del torneo, abbiamo avuto un grande pubblico, con diciassette squadre partecipanti grazie ad un’alta presenza anche di squadre dei paesi limitrofi come Agropoli, Acciaroli e Pontecagnano. Questo fantastico pubblico ogni anno ci segue, quest’ anno c’è stato un entusiasmo ancora maggiore e ciò ci lascia ben sperare per il prossimo anno. A premiare i vincitori anche il consigliere comunale, Salvatore Marinelli: “Il connubio tra sport e turismo rende forte il torneo. La cosa più importante è l’aggregazione sociale che lo sport riesce a trasmettere a tutti coloro che seguono il torneo, dato che è in grado di portare tante persone in città. Faccio i complimenti all’organizzazione ed ai ragazzi che partecipano attivamente al torneo. Come amministrazione siamo vicini a questi eventi perché lo sport è vita”.

C.S.

Castellabate, battute conclusive per la 16esima edizione del torneo di Beach Soccer “Marina Piccola”

Beach_Soccer.jpg
Si avvia alle battute conclusive la 16esima edizione del torneo di Beach Soccer “Marina Piccola” a Santa Maria di Castellabate. Dopo l’accesso alle semifinali delle squadre Si Work e Katacliff, che avevano eliminato ai quarti rispettivamente i team Divino e Simone Fierro, staccano il pass d’accesso alle semifinali anche le squadre Cantieri Schiavone e Wake Up, che hanno invece mandato a casa le compagini Nataledil e Intralot. Continua, dunque, la magia del Beach Soccer nell’incantevole scenario di Marina Piccola, a Santa Maria di Castellabate. Tante giocate anche ieri sera quando si sono disputati gli ultimi due quarti. Sugli scudi soprattutto il team biancorosso Cantieri Schiavone con il bomber Vincenzo Margiotta e Gianmarco Landolfi, entrambi quest’anno protagonisti del salto di categoria dall’Eccellenza alla D dell’Ebolitana. Proprio Margiotta con le sue giocate e i suoi gol ha trascinato Cantieri Schiavone alla vittoria contro i più giovani avversari di Nataledil, che comunque hanno giocato un’ottima partita e fatto vedere delle ottime giocate soprattutto con Ferrara. Nel secondo quarto, invece, Wake Up ha battuto Intralot per 5-2, trascinata da un super Santosuosso. La squadra di casa, Intralot, era riuscita a raddrizzare la sfida con un ottimo Della Torre, per poi subire il ritorno dei ragazzi in maglia rossonera, che hanno segnato in pochi minuti le reti della vittoria e del passaggio del turno. Si torna in campo venerdì sera con le semifinali: 21.30 Si Work – Cantieri Schiavone; 22.30 Katacliff – Wake Up.

C.S.

Castellabate, beach soccer: al via la gara inaugurale della 16° edizione

foto-edizione-2016-2.jpg
Non tradisce le aspettative della vigilia la gara inaugurale della sedicesima edizione del torneo di Beach Soccer “Marina Piccola”. Ad aprire l’edizione 2017 è stata una spettacolare coreografia realizzata dagli organizzatori Gerardo Scognamillo, Mirko Piccirillo, Attilio Federico, Donato Nicoletta e Giuseppe Villani. In campo la squadra detentrice dell’edizione precedente, Sea Work di Santa Maria di Castellabate, contro Auto Acciaroli del vicino comune di Pollica. La gara termina 4-4, punteggio meritato che rispecchia quanto visto nell’arena di Marina Piccola. Giocate spettacolari da una parte e dall’altra, sugli scudi Volpe per la Sea Work ed Amendola per la squadra acciarolese. Ad aprire le danze ci pensa l’Auto Acciaroli, in maglia scura, con Amendola che supera un incolpevole Ianni. La reazione della Sea Work, con la casacca arancione, è affidata a una conclusione al volo di Volpe, parato da Garofalo. Gli acciarolesi potrebbero raddoppiare con un tiro al volo di Esposito, nulla di fatto. Mentre la tribuna naturale di Marina Piccola diventa sempre più gremita, lo spettacolo in campo cresce di giocata in giocata. All’11 arriva anche il pari, a firmarlo è un siluro di Rizzo. Cinque minuti dopo i padroni di casa passano addirittura in vantaggio, sempre con il solito Volpe, vero mattatore della serata. Applausi scroscianti per lui. Finale del primo tempo da brividi. Al 23’, infatti, Amendola sigla la rete del pari e sulla battuta immediatamente Volpe riporta la Sea Work in vantaggio per il 3-2 con cui si chiude la prima frazione. Ripartono con il piede sull’acceleratore gli arancioni e trovano anche il 4-2, sempre con l’ariete Volpe. Tre reti per lui. Non mollano Schiavo e compagni. Ci provano in diverse occasioni finché al’8 Amendola non riapre i giochi con un’altra giocata delle sue. Al 13’ Rodio potrebbe riportare la Sea Work nuovamente sul doppio vantaggio, ma Garofalo compie un intervento super. Proprio quando la gara sembra essersi addormentata, arriva la rete del pari. Inutile dire il marcatore, si chiama Amendola. Nel finale di gara, le due squadre provano a sparare gli ultimi colpi, senza trovare l’acuto decisivo. Pareggio giusto e torneo che si apre subito all’insegna dello spettacolo.

C.S.

Castellabate, la spiaggia di Marina Piccola diventa il set del Beach Soccer

foto edizione 2016 2.jpgfoto edizione 2016.jpg

Dribbling, passaggi volanti, rovesciate, acrobazie. Sta per aprirsi il sipario sulla sedicesima edizione del torneo di Beach Soccer “Marina Piccola, in calendario dal 5 al 26 giugno nel paese di Benvenuti al Sud. Sedici squadre, provenienti dal Cilento e dalla provincia di Salerno, sono pronte a contendersi l’edizione 2017 del trofeo nella splendida cornice naturalistica di Marina Piccola, all’ombra della storica Torre Perrotti, nel cuore del centro turistico di Santa Maria di Castellabate. La gara inaugurale della competizione sportiva, che vede anche il patrocinio del Comune di Castellabate, si terrà il 5 giugno alle 21, mentre la finalissima è in calendario per il giorno 26 giugno alle 22.
“È un appuntamento ormai consolidato nel panorama sportivo cilentano, che vede la partecipazione di squadre provenienti dal comprensorio cilentano e dalla provincia salernitana. – affermano gli organizzatori Gerardo Scognamillo, Mirko Piccirillo, Attilio Federico, Giuseppe Villani e Donato Nicoletta – Rappresenta anche uno strumento di promozione per il territorio in un periodo, dove non c’è ancora una grandissima affluenza di turisti. Lo testimoniano anche le passate edizioni quando in più di un’occasione la tribuna naturale dei gradoni antistante la spiaggia di Marina Piccola, dove ogni anno si svolge il torneo, è stata gremita. Infine, anche quest’anno, così come nelle ultime edizioni, abbiamo voluto dare spazio anche ai più giovani con un torneo riservato ai nati nel 2002, 2003 e 2004”.
Tutte le info utili sul torneo saranno rese note sulla pagina ufficiale Facebook “Torneo Beach Soccer “Marina Piccola”S.Maria di Castellabate”, dove si potranno vedere anche gli highlights delle gare più importanti del torneo.

C.S.