Campania, Innovazione tecnologica, dalla Regione 45 milioni per le imprese campane

Innovazione tecnologica, dalla Regione 45 milioni per le imprese campane

Disponibili finanziamenti per le attività di innovazione tecnologica delle imprese: studi di fattibilità (fase 1) e progetti di trasferimento tecnologico (fase 2) coerenti con la RIS3 Research & Innovation Smart Specialisation Strategy, Strategia di Specializzazione Intelligente.

L’avviso pubblico è stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 36 del 21 Maggio 2018. Le risorse disponibili ammontano complessivamente a 45 milioni di euro di fondi FESR 2014-2020.

  • Spese e costi ammissibili: non inferiori a 50mila euro e non superiori a 120mila euro per la fase 1, non inferiori a 500mila euro e non superiori a 2 milioni di euro per la fase 2
  • Avvio attività: successivamente alla presentazione della domanda di agevolazione e, comunque, pena la revoca, non oltre 30 giorni dalla data di notifica del provvedimento di concessione
  • Durata degli interventi: non superiore a 6 mesi per la fase 1; non inferiore a 6 mesi e non superiore a 18 mesi per la fase 2.
  • Presentazione delle domande: a mezzo PEC (firma certificata) all’indirizzo avvisotrasferimentotecnologico@pec.regione.campania.it a partire dalle 12 del 45° giorno dalla pubblicazione dell’avviso nel BURC
  • Procedura di selezione: a “sportello valutativo”, durerà di regola 30 giorni dal termine di presentazione delle stesse. Le proposte che hanno superato la Fase 1 dello “SME INSTRUMENT” ottenendo un “Seal of Excellence” saranno sottoposte alla sola verifica amministrativo-formale e, in caso di esito positivo, saranno automaticamente finanziate.

C.S.

Campania, Studenti universitari: le iniziative della Regione Campania

regione studenti
“A soli tre mesi dalla costituzione dell’Azienda per il Diritto allo Studio Universitario della Regione Campania (ADISURC) sono stati recuperati anni di ritardi e messe in campo importanti azioni per garantire il diritto allo studio e il welfare universitario”, così il Presidente Vincenzo De Luca, nel corso di una conferenza questa mattina a Palazzo Santa Lucia.Per la prima volta sono stata pagate nell’anno accademico in corso il cento per cento delle borse di studio per studenti meritevoli delle università campane, e in più, quelle dell’Accademia delle Belle Arti di Napoli, del Conservatorio di San Pietro a Maiella, dell’Accademia della Moda, dei Conservatori di Avellino, Benevento e Salerno. Nello specifico sono state pagate 16.502 borse di studio (tutte quelle le cui domande erano idonee) per un totale di 54 milioni di euro. Inoltre, nell’ultima riunione di giunta sono stati stanziati 70 milioni di euro destinati alle borse di studio per i prossimi anni accademici 2018/2019 e 2019/2020.Per quanto riguarda i servizi di ristorazione sono state attivate 18 convenzioni e, a partire dal 5 aprile scorso, è stata eliminata la soglia massima di pasti giornalieri, consentendo a tutti gli studenti di poter consumare un pasto durante gli orari previsti dalle convenzioni.Inoltre, In tempi record e con una procedura semplice e trasparente, gli uffici regionali hanno completato l’iter per il bando #IoStudioRegioneCampania. Sono state ammesse a finanziamento 12.830 borse di studio, da 400 euro ciascuna, riservate a studenti delle scuole Superiori di secondo grado campane, provenienti da famiglie bisognose. Nelle prossime settimane gli studenti vincitori della borsa di studio avranno accreditata sulla loro carta elettronica la borsa di studio, sotto forma di voucher, per poter acquistare o fruire di prodotti educativi o culturali (per esempio un tablet, un computer, un libro, biglietti per cinema e teatro).

C.S.

Regione, Agevolazioni attività imprenditoriali, al via il Bando

Agevolazioni attività imprenditoriali, al via il Bando

Aperto il bando per le agevolazioni previste dall’Accordo di programma sottoscritto a dicembre 2017 tra Regione Campania, Ministero dello Sviluppo economico e Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa Spa – Invitalia, finalizzato al rilancio delle attività imprenditoriali, alla salvaguardia dei livelli occupazionali, al sostegno dei programmi di investimento nel territorio dei Comuni della regione Campania tra cui anche quelli compresi nell’area di crisi industriale di Acerra individuata ai sensi della legge 14 maggio 2005, n. 80 e del DPCM 7 luglio 2005, non rientranti nell’elenco delle aree di crisi industriale non complessa.

Con la circolare direttoriale 24 aprile 2018 n. 186934 del Ministero dello Sviluppo Economico è stato infatti attivato l’intervento che libera risorse pari a 6.300.000 euro.

Le domande di accesso alle agevolazioni potranno essere presentate all’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa – Invitalia, secondo le modalità e i modelli indicati nell’apposita sezione dedicata alla legge n° 181/1989 del sito internet dell’Agenzia (www.invitalia.it) a partire dalle ore 12.00 del 15 giugno 2018.

C.S.

I fiori della Regione Campania ad “Euroflora 2018”

I fiori della Regione Campania ad "Euroflora 2018"

I migliori fiori campani sono stati selezionati per partecipare ad una delle più prestigiose fiere internazionali del florovivaismo: Euroflora 2018.

L’evento si è aperto a Genova sabato 21 Aprile e proseguirà fino a Domenica 6 Maggio, all’interno della location suggestiva ed affascinante dei Parchi di Nervi con i suoi ben 86 mila metri quadri di giardini, sentieri e ville d’epoca. Nello specifico i fiori dei Consorziati e degli altri operatori del settore saranno esposti all’interno della storica Villa Grimaldi.

Il Consorzio Produttori Florovivaisti Campani gareggerà ai vari concorsi in vaso con ben 8 tipologie di fiori recisi: Chrysanthemum indicum varietà Euro; Anthurium varietà Lucardi; Iris varietà Saturno; Lilium orientali varietà Nashville; Limonium varietà Rossi Sun Birds; Ranunculus Success varietà Hanoi; Dianthus Standard varietà Elly Rosa ed infine Sterlitzia Reginae. Inoltre il Consorzio è stato ben lieto di fornire tutti i fiori recisi necessari alla realizzazione di una composizione all’esterno di Villa Grimaldi da parte di Eleonora Poggi.

La partecipazione è stata resa possibile grazie ad un intenso lavoro di partenariato tra tutti gli operatori del settore e l’assessorato all’Agricoltura della Regione Campania, impegnato a sostenere lo sviluppo commerciale ed economico della floricultura della Campania che vanta il primato, come regione, nella produzione di fiori recisi.

Il CPFC, nonostante la sua giovane età, ha unito ed aggregato ad oggi ben 370 aziende florovivaiste campane; ciò ha reso possibile il raggiungimento di importanti obiettivi vitali per l’intero settore, come la partecipazione ad Euroflora 2018, partecipazione fondamentale per continuare a valorizzare ancor più i prodotti floricoli campani.

C.S.

La Regione Campania istituisce il comitato regionale contro bullismo e cyberbullismo

La Regione Campania istituisce il comitato regionale contro bullismo e cyberbullismo

Contrastare le discriminazioni e tutelare l’integrità psico-fisica di bambini e giovani, anche nell’utilizzo degli strumenti informatici e della rete. La Regione Campania istituisce il Comitato regionale per la lotta al bullismo ed al cyberbullismo, presieduto dall’Assessore alla Formazione e alle Pari Opportunità, Chiara Marciani, su delega del Presidente Vincenzo De Luca.

Il Comitato, in particolare, è previsto dalla Legge n.11 del 22 maggio 2017 (“Disposizioni per la prevenzione ed il contrasto dei fenomeni del bullismo e del cyberbullismo nella Regione Campania”), con cui l’Amministrazione regionale si è dotata di uno strumento per diffondere la cultura della legalità e prevenire e contrastare episodi di violenza o di sopruso verso ragazzi considerati bersagli facili o incapaci di difendersi.

Il Comitato svolgerà diverse funzioni. Innanzitutto si occuperà di tracciare una mappatura del fenomeno, raccogliendo e aggiornando i dati provenienti dal territorio regionale. L’obiettivo è di predisporre un piano di azione integrato per il contrasto e la prevenzione del bullismo e del cyberbullismo e creare una sinergia tra tutti gli attori coinvolti, attraverso protocolli di collaborazione con gli enti statali, locali e con le istituzioni nonchè convenzioni tra le scuole e le ASL. Saranno coinvolti gli operatori sul territorio per avviare iniziative volte alla diffusione della conoscenza delle norme di buon comportamento e di sicurezza in rete.

“Riconoscere il bullismo non è sempre facile – dichiara Chiara Marciani, Assessore alla Formazione e alle Pari Opportunità – soprattutto quando questo fenomeno si sviluppa in rete e attraverso il web. Con il Comitato saranno  avviate iniziative sinergiche e sarà messo in rete il lavoro già avviato per coinvolgere tutto il territorio regionale ed ottenere risultati più efficaci; scuola, famiglia, associazioni  ed istituzioni sono  determinanti nella diffusione di un atteggiamento anche culturale che educhi al rispetto dell’altro e della diversità, al senso della comunità e della responsabilità collettiva”.

C.S.

Regione, la Campania al Vinitaly 2018

vinitaly
Inaugurata ieri mattina la 52° edizione del Vinitaly, l’appuntamento più importante in ambito internazionale dedicato al mondo del vino.
“La presenza della Regione Campania al Vinitaly testimonia la volontà dell’amministrazione di valorizzare il comparto del vino, settore decisivo per l’economia della nostra Regione – ha dichiarato il presidente Vincenzo De Luca nel corso della conferenza stampa presso lo spazio istituzionale della Regione Campania
“Quest’anno finalmente si respira un’identità campana, i territori uniti possono essere più competitivi. L’export della Campania è in continua crescita ma possiamo fare ancora meglio: dobbiamo puntare sui tanti giovani appassionati al settore e intercettare le opportunità offerte dalle politiche comunitarie”.

C.S.

Campania, Antiche arti tessili al Belvedere San Leucio. Approvato accordo per il via alla formazione

Antiche arti tessili al Belvedere San Leucio. Approvato accordo per il via alla formazione

La Giunta della Regione Campania approva il Protocollo d’Intesa per l’“Attivazione corsi di formazione per l’istituzione della scuola e per la conservazione delle antiche arti tessili”. A siglare il documento, oltre all’ente regionale, anche: Comune di Caserta, Camera di Commercio e Confindustria Caserta, Rete San Leucio Textile.

Il Protocollo definisce il modello formativo del ripristino delle tradizioni per favorire il recupero degli antichi mestieri attraverso la rivitalizzazione di produzioni che rischiano di scomparire. L’obiettivo è quello di avvicinare i giovani e gli imprenditori ai mestieri artigianali, favorendo il ricambio generazionale.

La collaborazione tra le parti è finalizzata al recupero dell’antica tradizione serica di San Leucio, dando il via alla produzione e alla commercializzazione dei manufatti in seta e favorendo l’aggregazione delle aziende del settore. Inoltre, i firmatari si impegnano ad avviare percorsi formativi relativi sia alle tecniche storiche di produzione e di utilizzo dei telai, sia alla gestione, manutenzione e conservazione dei telai stessi.

La Regione Campania, in particolare, si propone di promuovere la programmazione dell’offerta formativa e favorire, in collaborazione con il Comune, l’istituzione di una scuola per il recupero dell’antico mestiere del tessitore e delle arti tessili all’interno del Complesso monumentale del Belvedere di San Leucio.

“Il recupero degli antichi mestieri – commenta Chiara Marciani, assessore della Regione Campania con delega alla Formazione – rappresenta, soprattutto per i giovani, un’opportunità formativa e occupazionale molto importante. Inoltre, l’accordo diventa uno strumento per favorire la conservazione, la valorizzazione e la promozione di un patrimonio storico-culturale unico in Italia e nel mondo, capace di farsi volano per la crescita dell’economia del territorio”.

“L’intesa – dichiara il Sindaco di Caserta, Carlo Marino – rappresenta una straordinaria occasione per rilanciare l’offerta culturale e sostenere una fruizione del bene Unesco del Belvedere di San Leucio, anche attraverso la promozione della produzione serica mediante gli antichi telai”.

C.S.

Campania, approvata l’intesa Regione – Gesac – Aeroporto Salerno

Approvata l’intesa Regione – Gesac – Aeroporto Salerno

La Giunta Regionale ha approvato lo schema di protocollo d’intesa tra Regione Campania, Società Gesac e Società Aeroporto Salerno-Costa d’Amalfi, finalizzato alla realizzazione di un Piano Industriale di rete che individua gli interventi di adeguamento infrastrutturale e di ampliamento dell’Aeroporto di Salerno necessari alla costituzione di un’unica rete aeroportuale campana.

Il Piano prevede un investimento complessivo di 135 milioni da realizzare entro il 2022.

C.S.

Regione Campania, 62 produzioni e 21 film nel 2017

Regione Campania, 62 produzioni e 21 film nel 2017

«Il cinema è al centro del Piano strategico regionale per la Cultura, perché è un settore che mostra una grande vitalità anche dal punto di vista occupazionale rispetto ai comparti tradizionali, in una cornice di mercato che, con investimenti mirati e buoni contenuti, produce cultura e posti di lavoro, contribuendo in maniera concreta a sviluppo economico, crescita sociale e ritorno di immagine territoriale». La strategia indicata dal Presidente Vincenzo De Luca, è sottolineata dalle iniziative intraprese dalla Regione Campania a favore delle produzioni cinematografiche avviate sia con le risorse POC che con la legge regionale 30/2016, che forniscono ampie conferme di questo scenario.

Il sostegno alle produzioni realizzato attraverso il Bando finanziato con i fondi POC 2017 ha riguardato 62 produzioni cinematografiche, delle quali 21 film, per un totale di 3 milioni di euro; 24   documentari, per un totale di 700.000 euro e 17 opere  short/web per un totale di 250.000 euro.

Inoltre, i contributi previsti dalla legge regionale 30/2016 per l’annualità 2017, a sostegno delle produzioni cinematografiche e audiovisive in Campania, con risorse finanziarie pari a 2.050.000 euro, ha riguardato 44 produzioni cinematografiche, di cui 12 film, 24 doc/short e 8 opere per il web.

In un contesto che, nell’anno 2017, ha visto alla Mostra del Cinema di Venezia partecipare circa 10 opere “made of Campania”, il ruolo della Regione si evidenzia, ad esempio, nel sostegno ai progetti di forte interesse popolare, come “I Bastardi di Pizzofalcone”, grande successo televisivo; alle opere autoriali di registi della fama di Fernan Ozpetek, Mario Martone, Antonietta De Lillo; ai prodotti che hanno un richiamo internazionale come “L’amica geniale” tratto dal bestseller di Elena Ferrante e a quelli della ormai famosa factory dell’animazione, Mad Entertainment, che ha vinto di recente 2 David di Donatello.

«Con questi investimenti – sottolinea il presidente De Luca – abbiamo inteso agevolare le imprese cinematografiche che investono in Campania in modo sostanziale e occupano il personale residente con una media significativa, che raggiunge anche il 100% in numerosi casi. Questi sono gli obiettivi prioritari che intendiamo perseguire: aumentare l’occupazione anche attraverso gli incentivi al mercato cinematografico».

C.S.

Regione, Artigianato: in arrivo l’avviso pubblico per 30 milioni

 Artigianato: In arrivo l'avviso pubblico per 30 milioni

Nella seduta di ieri  la Giunta regionale ha approvato una delibera che consente di mettere a disposizione di Sviluppo Campania le risorse per l’avviso pubblico in favore dell’artigianato campano, pari a 30 milioni di euro.

Con questo atto e il relativo decreto dirigenziale la società in house della Regione può procedere all’avvio dell’iniziativa a favore dell’artigianato artistico, religioso, innovativo e di servizio ai cittadini e alle famiglie. In questi giorni sarà cura di Sviluppo Campania pubblicare il relativo avviso e avviare la campagna di informazione rivolta alle imprese artigiane.

C.S.