CAPACCIO PAESTUM, SALVO DEFINITIVAMENTE L’UFFICIO POSTALE DI PONTE BARIZZO

o-POSTE-ITALIANE-facebook-696x418

È stata archiviata completamente l’ipotesi di chiusura dell’ufficio postale di Ponte Barizzo. L’importante servizio per la comunità aveva rischiato fortemente la chiusura nelle settimane precedenti.

Stamane, infatti, Poste Italiane, attraverso l’Area Territoriale Sud Filiale Salerno, ha comunicato ufficialmente al Sindaco di Capaccio Paestum, Franco Palumbo, l’esito positivo della rinegoziazione contrattuale con i proprietari dei locali che ospitano gli uffici postali.

A tal fine è stato fondamentale l’intervento dell’Ente comunale che si è subito attivato, attraverso il Sindaco in prima persona, riuscendo così a scongiurare la chiusura dell’ufficio postale di Ponte Barizzo, che da sempre si caratterizza per gli importanti carichi di lavoro.
«Stamattina, ho accolto con grande soddisfazione la comunicazione di Poste Italiane, perché è stata confermata la prosecuzione di un pubblico servizio per la nostra comunità. – commenta il primo cittadino, Franco Palumbo – Ringrazio i dirigenti di Poste Italiane con i quali c’è stato un dialogo proficuo, tale da evitare la chiusura dell’ufficio di Ponte Barizzo che rappresenta un punto di riferimento per la sua posizione baricentrica sul territorio comunale, e i proprietari dei locali che hanno reso possibile una conclusione felice della vicenda».

C.S.

Annunci

CAPACCIO PAESTUM, ATTI VANDALICI ALLA LAPIDE DI SALVATURE APADULA, IL COMMENTO DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE  

            76be3f71-eef8-4ff2-8fb2-7f99d8e743f9-e1531480415614                                                                                                          

In merito all’atto vandalico commesso ai danni della lapide raffigurante l’indimenticato Salvatore Apadula, a Gromola, nei pressi del campo sportivo, arriva la ferma condanna del gesto da parte dell’Amministrazione comunale.

«È un gesto vile che offende la memoria di un grande uomo, esempio di vita per i suoi valori morali e sportivi, che sicuramente non appartengono a chi ha sfregiato la lapide con un pennarello. – commentano l’assessore allo Sport, Franco Sica, e il consigliere comunale delegato ai Rapporti con le Contrade, Giovanni Piano – È assurdo solamente immaginare che qualcuno possa compiere gesti così brutti, per di più nei confronti di chi ha dato tanto per i giovani e per lo sport nella nostra comunità. Dal nostro canto, già ci siamo attivati insieme all’associazione che organizza il premio Salvatore Apadula, contattando una ditta specializzata che provvederà già nelle prossime ore a rimuovere tale scempio»

 C.S.

CAPACCIO PAESTUM,  UN ALTRO EVENTO PODISTICO NELLA CITTA’ DEI TEMPLI

 6146803634_3ed6111c0e_b

La Città dei Templi si prepara ad ospitare un altro evento podistico di livello nazionale. Si tratta del 39esimo Meeting ANCA.M di podismo in programma sabato 22 settembre, con inizio alle ore 9.00, a Capaccio Paestum.

La gara podistica, che si snoda lungo un percorso di 10 km con partenza e arrivo dinanzi l’Hotel Ariston, è organizzata dall’Associazione Nazionale Circoli Autoferrotranvieri – Mobilità e patrocinata dall’Amministrazione comunale di Capaccio Paestum.

In occasione della gara podistica, saranno chiuse al traffico, dalle 8.30 al termine della corsa, le strade interessate dal passaggio dei runners: via Laura, via Tavernelle, via Magna Grecia (area archeologica), via Nettuno, via Porta Aurea, via Porta Marina.

C.S.

CAPACCIO PAESTUM,  500 SITUAZIONI “SOSPETTE” INDIVIDUATE DAL NUOVO SOFTWARE ANTI-ABUSIVISMO RICETTIVO

609c9bf1-2d29-4629-85dd-70063ab20650

Il nuovo software per scovare le strutture ricettive abusive, StayTour MapControl, è stato consegnato ufficialmente stamane al Comune di Capaccio Paestum, nel corso della presentazione svoltasi con il Responsabile informatico della HyKsos, la società veneta leader nel campo a livello nazionale, Pietro Bin.

Tale software, che l’Amministrazione comunale ha deciso di adottare su proposta dell’Istituzione Poseidonia, nel suo primo giorno di utilizzo, ha già individuato, attraverso un controllo incrociato degli annunci presenti sulle piattaforme online, cinquecento “posizioni sospette” di operatori del comparto ricettivo.

Nei prossimi giorni, partirà la macchina organizzativa che, su più livelli, consentirà all’Ente comunale, di migliorare da un lato la qualità dell’offerta turistica sotto il segno distintivo del brand Costa Paestum e dall’altro di offrire una tutela reale e puntuale agli imprenditori del comparto turistico che operano nella legalità.

«Siamo lieti di poter affiancare il Comune di Capaccio Paestum nell’attività di contrasto al fenomeno dell’abusivismo ricettivo al fine di aiutare l’Ente ad innalzare la propria offerta turistica perché per le sue straordinarie bellezze, su tutte i Templi di Paestum, rappresenta una meta sempre più ambita del turismo internazionale e di conseguenza appetibile anche per chi vuole operare, sfruttando le vaste maglie del web, illegalmente nel campo della ricettività.  – afferma il Responsabile informatico della HyKsos, Pietro Bin – L’esperienza maturata anche in altre città turistiche importanti come Cervia, Bibione, Acireale, Desenzano sul Garda, solo per citarne alcune, ci consente di essere più precisi, attraverso controllo incrociatii, nell’individuazione tra chi opera legalmente e chi illegalmente. Il nostro software ha già generato una prima fotografia della situazione reale con circa 500 posizioni sospette che nei prossimi giorni la macchina organizzativa dell’Ente analizzerà per le iniziative del caso»

C.S.

RADIO COSTA PAESTUM, UN’ESTATE DI SUCCESSI FIRMATA DALLA STORICA RADIO DI CAPACCIO PAESTUM

5d238cd5-bf7c-48cd-97f7-26990b695f04-2.jpeg
Trecento ore di dirette spalmate in sessanta giorni di programmazione per raccontare, attraverso notizie e interviste, l’offerta turistica del brand Costa Paestum. Circa 150mila gli ascoltatori raggiunti nei sessanta giorni di programmazione, dal 23 luglio al 15 settembre, durante i quali la nota radio Paestum, pietra miliare della radiofonia locale, è diventata radio “Costa Paestum” con uno spazio radiofonico ad hoc, per cinque ore al giorno, dedicato al turismo e al turista.

Sono i numeri, positivi, della prima di una lunga serie di iniziative, volute dall’Amministrazione comunale, attraverso l’Istituzione Poseidonia, per la promozione del territorio e del prodotto turistico da offrire al turista. Tra queste, rientrano anche l’app Hearth che consente al visitatore, attraverso i dispostivi iOS e Android, di scoprire tutto ciò che Capaccio Paestum offre, dai punti di’interesse storico-culturali alle attività turistiche (ricettività, strutture balneari, food, beverage, etc.).
«Abbiamo dato voce, attraverso la radio, – evidenzia l’editore, Carmine Nigro – a tutto ciò ch’è accaduto intorno a noi, dagli eventi del Lin•Ora Village agli Heraia, senza trascurare le tante altre manifestazioni artistico-culturali ed enogastronomiche svoltesi a Capaccio Paestum, al fine di contribuire attraverso un mezzo d’informazione importante, come la radio, a raccontare la nostra terra e ciò che offre. Gli ascoltatori hanno mostrato ancora una volta la loro fiducia nei nostri confronti, seguendo con molto interesse le trasmissioni di radio “Costa Paestum”».

«Un ringraziamento particolare va all’Amministrazione comunale, all’Istituzione Poseidonia e ai due speaker, Paolo Simonetti e Roberto Bagazzoli, per l’impegno profuso per rendere possibile tale progetto. – conclude Nigro – Indubbiamente, questo è solamente l’inizio di un rapporto di collaborazione finalizzato a dare sempre più voce, anche attraverso il nostro network, al territorio di Capaccio Paestum».

C.S.

Capaccio Paestum, al via l’International Summer School “Giambattista Vico”

 

International Summer School “Giambattista Vico”:  è la Summer school, che si terrà da oggi ‬, alla Fondazione Giambattista Vico a Vatolla, piccolo borgo cilentano dove sorge il castello nel quale il filosofo napoletano visse per ben nove anni in qualità di precettore della famiglia Rocca e scrisse la celebre opera “Scienza Nuova”. La Summer school, inaugurata per i trecentocinquant’anni dalla nascita del Vico, taglia i nastri oggi pomeriggio (ore 15:30‬) al Museo Archeologico di Paestum, con il prof. Vincenzo Pepe, emerito presidente della Fondazione G.B. Vico e Unicampania, Franco Palumbo, Sindaco di Capaccio Paestum, Claudio Aprea, assessore alla Cultura di Capaccio Paestum, Luigi Maria Pepe, presidente della Fondazione G.B. Vico, sarà un’esperienza full-time (residenziale) che coinvolgerà i partecipanti in una settimana di apprendimento, crescita, contaminazione e sperimentazione.

“La cooperazione accademica al di là del divario Nord-Sud” è la sessione che apre i lavori: al tavolo, Domenico Amirante, Direttore del Dottorato in Diritto Comparato, Werner Mensk, Professore emerito del SOAS di Londra, Paramjit S. Jaswal, Rettore della RGNUL di Punjab, Mahendra Pal Singh, Presidente del Centre for Comparative Law, NLU, Delhi. In questo modo il Cilento segue le orme delle altre grandi capitali straniere, creando la possibilità di far conoscere i suoi luoghi accrescendo la formazione: coniugando cultura e turismo, l’organizzazione offre la possibilità anche al territorio di diventare più “attrattivi” a livello internazionale.

Il programma (consultabile sul sito https://www.fondazionegbvico.it/file/locandinabilinguea42.pdf) parte dalla sessione “Il diritto comparato nell’era della globalizzazione: Contributi dal Global South al dibattito giuridico contemporaneo”, con l’Università della Campania Luigi Vanvitelli – Dipartimento di Scienze Politiche “Jean Monnet”  Corso di Dottorato in Diritto Comparato e Processi di Integrazione, con il National Law University Delhi – India, Rajiv Gandhi National University of Law – India and the Patronage of the Embassy of India in Rome, e prosegue con illustri ospiti e docenti provenienti da tutto il mondo.

Studio, cultura e divertimento: dal Museo Archeologico di Paestum al Castello Vichiano, il programma prevede anche visite guidate ed escursioni alla scoperta dell’identità e delle bellezze del Cilento.

C.S.

Capaccio Paestum, gesti antisportivi, da Capaccio Paestum la proposta di un fondo monetario per gli Enti locali

municipiocapoluogonuovo
Non solo squalifiche a seguito di gesti antisportivi, ma anche un fondo monetario da destinare agli Enti locali. A lanciare la proposta è l’assessore allo sport del Comune di Capaccio Paestum, Franco Sica, alla luce del gesto antisportivo del calciatore della Juventus Douglas Costa, che nella partita contro il Sassuolo ha sputato in faccia a un calciatore avversario, e di quello avvenuto qualche giorno in Moto2 con il motociclista Fenati che in piena corsa tirò il freno a mano a un altro motociclista. “Tutti abbiamo visto il cattivo gesto compiuto da un professionista dello sport del calcio come nei giorni passati lo abbiamo visto per il motociclismo e purtroppo tanti ancora li abbiamo visti nel passato in tanti altri sport” evidenzia l’assessore allo Sport, Franco Sica. Quindi, arriva la proposta di un fondo monetario da destinare agli Enti locali per la manutenzione sportiva. “A questi livelli sono tanti i soldi di ingaggio che questi professionisti percepiscono grazie anche ai tanti tifosi che li seguono. – conclude l’assessore – Ora, io vorrei proporre, al di là delle giuste squalifiche sportive, di destinare i soldi delle pene monetarie alla creazione di un fondo da distribuire agli Enti locali per provvedere ad adeguare le tante strutture sportive che ne hanno bisogno”.

C.S.

CAPACCIO PAESTUM, INAUGURAZIONE DELLA NUOVA SEDE DEL GIUDICE DI PACE

 

municipiocapoluogonuovo

Una nuova sede per gli uffici del Giudice di Pace a Capaccio Paestum, in Viale della Repubblica, adiacente il Comando della Polizia Locale. Il taglio del nastro avverrà martedì 11 settembre, alle 17.00, alla presenza del Sindaco, Franco Palumbo, del Giudice di Pace, Caterina Anna Pellegrino, e di Autorità e rappresentanti della classe forense.

 

I lavori di progettazione per l’adeguamento dei nuovi locali sono stati eseguiti dall’ufficio manutenzioni (Area I) e realizzati dalla società in House, Paistom.


La Delocalizzazione della sede è stata decisa con delibera di Giunta su proposta del consigliere comunale con delega ai Rapporti con i Giudici di Pace, Domenico Vecchio, che ha seguito l’iter dei lavori.

I cittadini e gli operatori dell’informazione sono invitati a partecipare.

C.S.

CAPACCIO PAESTUM  SPORT, LA MAGIA DEL RUNNING NELLA CITTA’ DEI TEMPLI CON EXODUS

39d8f814-ba9f-4884-b4ef-443b1d60b746

Il circuito podistico “Cilento di Corsa” approda nella Città di Capaccio Paestum. Lo farà sabato 1 settembre alle 18.00 con la gara podistica “Exodus”, che si svolgerà nel cuore del Parco Archeologico di Paestum.

La gara podistica è stata organizzata dalla Cilento Run e gode del patrocinio del Comune di Capaccio Paestum.

Saranno circa trecento i partecipanti che percorreranno i 10 km di percorso interamente pianeggiante, omologato dalla Fidal, con partenza in via Magna Grecia (altezza Museo Archeologico) e arrivo, invece, all’altezza del tempio di Nettuno. Si correrà, quindi, intorno alla cinta muraria dell’area archeologica, attraversando via Nettuno, via Porta Marina, via Tavernelle, via Porta Aurea, via Porta Sirena e via Porta Giustizia. Le strade interessate saranno chiuse al traffico durante lo svolgimento della corsa.

Saranno premiati i primi venti assoluti maschili e i primi tre di categoria a partire dagli SM35, le prime dieci donne assolute e le prime tre di categoria a partire dalla SF35.

C.S.

CAPACCIO PAESTUM, AL VIA LE OPERAZIONI DELLA TASK FORCE PER IL CONTRASTO ALL’INQUINAMENTO DEL FIUME SELE

In data 24 agosto 2018, nell’ambito delle specifiche attività di controllo ambientale disposte e coordinate dall’Ente Riserve Naturali Foce Sele-Tanagro e Monti Eremita-Marzano e dal Comune di Capaccio Paestum, si è proceduto al sequestro preventivo di aree di terreno, di vasca e di canalizzazioni interrate di un’azienda zootecnica sita in loc. Gromola del Comune di Capaccio Paestum.Attraverso l’individuazione di liquami bufalini in alcuni punti della rete di canali consortili in sinistra Sele, il Nucleo Ambientale Investigativo del Comune di Capaccio Paestum, coadiuvato dalle Guardie giurate ambientali del WWF Italia, nucleo di Salerno, è riuscito a risalire all’allevamento che, illecitamente, immetteva i reflui aziendali in corpo idrico superficiale confluente nel fiume Sele.Immediata, inoltre, la chiusura dei canali di immissione che, attraverso un sistema appositamente creato di troppopieno della vasca di accumulo, consentivano lo sversamento delle deiezioni bufaline nei canali.Il coordinamento dei controlli e l’avvio di sistematiche analisi biologiche, con il coinvolgimento anche del Consorzio Bonifica di Paestum – Sinistra Sele e la trasmissione dei report alla Procura della Repubblica, sono tesi a rendere continuativo ed efficace il riscontro dei livelli di inquinamento e delle anomalie segnalate o intercettate dal personale impiegato. Tanti i controlli in corso e in programma.Tanto dal Presidente dell’Ente Riserve, prof. Antonio Briscione, quanto dal Sindaco del Comune di Capaccio Paestum, Dott. Francesco Palumbo, e dagli altri Sindaci della Piana del Sele, viene sottolineata l’esigenza ormai irrimandabile di stroncare i fenomeni di inquinamento in atto, procedendo al contempo alla ricerca di soluzioni politiche percorribili per la messa a disposizione da parte degli Enti alle aziende di impianti all’avanguardia per il trattamento dei liquami, consentendo che le pratiche illecite di pochi possano non compromettere l’immagine di un intero settore, quello bufalino, costituito da tantissime “aziende modello”, che rappresenta un’assoluta eccellenza del Territorio.

C.S.