CAPACCIO PAESTUM, SICUREZZA E LEGALITA’, CERIMONIA DI PREMIAZIONE DEI CORTOMETRAGGI AL LIN•ORA VILLAGE

 

bcc_progettolegalita_copertina-01-1024x507

 

Si terrà nella Città dei Templi la seconda edizione del Festival del Cortometraggio “Legalità in Corto”, ideato nell’ambito del progetto “Educazione alla legalità….sicurezza e giustizia sociale 2017/2018 ”, che da anni vede impegnato numerosi studenti della provincia salernitana e non solo.

Saranno premiati venerdì sera (13 luglio) alle 20.30, presso il Lin•ora Village di Capaccio Paestum, i sei cortometraggi vincenti realizzati dagli studenti delle scuole secondarie di primo e di secondo grado degli istituti scolastici salernitani che hanno aderito al progetto.

ECCO IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA SERATA:

Ore 20.30 – Inizio manifestazione – Presenta Antonio Vuolo, Rosita Di Palma e Anna Vairo.

Interventi:

  • Dott. Cav. Francesco Palumbo, Sindaco di Capaccio Paestum;

  • Dott. Sante Massimo Lamonaca: Giudice Onorario – Esperto in Criminologia Clinica – Responsabile dell’osservatorio per la Cultura alla legalità – Ideatore del progetto “Educazione alla legalità….sicurezza e giustizia sociale 2017/2018 ”;

  • Proiezione trailer “LEGALITÀ IN CORTO”;

  • Proiezione del video promozionale sulla legalità, realizzato con la collaborazione delle aziende del Comune di Capaccio Paestum;

  • Proiezione del 1° cortometraggio “TIMELESS” (Realizzato dall’ISPAR” Capaccio Paestum – Piranesi) che ha preso parte al “Educazione alla legalità….sicurezza e giustizia sociale 2017/2018”;

  • Intervento Ing. Rosario Pingaro – Presidente BCC Capaccio Paestum;

  • Proiezione del 2° cortometraggio “REWIND” (Istituto comprensivo San Gregorio Magno) che ha preso parte al progetto “Educazione alla legalità….sicurezza e giustizia sociale 2017/2018” ;

  • IIntervento Dottoressa Elena Guarino, Sostituto Procuratore della Procura della Repubblica di Salerno;

  • Esibizione canora del Soprano Maria Pia Garofalo accompagnata dal pianista Maria Rosaria Iuliano;

  • Proiezione del 3° cortometraggio “INVISIBLE” (Scuola secondaria di primo grado –San Tommaso D’Aquino di Mercato San Severino – SA) che ha preso parte al “Educazione alla legalità….sicurezza e giustizia sociale 2017/2018 ”;

  • Intervento Avv. Michele Sarno, Presidente della Camera Penale Salernitana;

  • Proiezione del 4° cortometraggio “FOLLOWER” (Istituto comprensivo “Antonio Genovesi” di San Cipriano Picentino SA – che ha preso parte al “Educazione alla legalità….sicurezza e giustizia sociale 2017/2018”;

  • IIIntervento Alessandro Bisogno, Sindaco del consiglio comunale dei ragazzi;

  • Compagnia “Ultimi teatro” – Spettacolo contro il fenomeno del bullismo: “Credo nell’amicizia, bullismo no stop”. Interpreti: Vincenzo Magliano, Ludovico Iuliano, Carmela De Luca, Cristina Comunale, Angela Quaglia, Enza Antico, Lorena Domini.

  • Proiezione del 5° cortometraggio “SPLIT SCREEN” (Istituto comprensivo “Sicignano degli Alburni” – che ha preso parte al “Educazione alla legalità….sicurezza e giustizia sociale 2017/2018”;

  • Intervento Don Aniello Manganiello, sacerdote campano da anni impegnato contro la camorra, ha fondato l’associazione “Ultimi”, che promuove iniziative per diffondere la cultura della legalità, soprattutto fra i più giovani, a Napoli, in Campania e in molte altre zone del nostro Paese;

  • Proiezione del 6° cortometraggio “BACK TO THE PAST” (Istituto comprensivo “Benedetto Croce – Flumeri (AV)” – che ha preso parte al “Educazione alla legalità….sicurezza e giustizia sociale 2017/2018”;

  • Intervento – Luca Moltisanti, regista film makerdel progetto legalità;

  • Proiezione video fuori concorso realizzato dal “Liceo scientifico Piranesi” di Capaccio Paestum che ha partecipato al concorso riservato alle scuole superiori: “PROGETTO A SCUOLA DI CINEMA RACCONTANDO UN MONUMENTO”;

  • Intervento Dott. Franco Sica, Assessore allo Sport e Istruzione del Comune di Capaccio Paestum;

  • Chiusura manifestazione con l’esibizione un gruppo folkloristico – Gruppo Cordace – “Danze Popolari del Sud Italia e Danze del Mondo”.

 

C.S.

CAPACCIO PAESTUM, BENE CONFISCATO ALLA CRIMINALITA’ ORGANIZZATA: PROGETTO DEFINITIVO PER L’IMMOBILE DI PONTE BARIZZO

municipiocapoluogonuovo

L’immobile di Ponte Barizzo, confiscato alla criminalità organizzata e che attualmente ospita la sala teatrale Hera Argiva, sarà riqualificato dall’Amministrazione comunale mediante un intervento di restyling.

I lavori, per un importo complessivo di 340mila euro, sono stati finanziati a valere sulle risorse del POR Campania FESR 2014/2020.

Il progetto prevede la creazione di un locale unico multifunzionale, suddiviso in tre spazi: Sala Conferenze (circa mq 75) con 66 posti a sedere, tavolo conferenze, schermo e proiettore, impianto di diffusione sonora dolby 5.1 ed impianto microfonico wireless; Area Lettura (circa mq 45) dotata di tavoli circolari e sedie, poltroncine, un tavolino ed una libreria; Area Associazioni (circa mq 30), dedicata alle varie associazioni socio-culturali del territorio, dotata di un tavolo conferenze con sedie e una libreria.

Tra gli interventi di restyling è prevista anche la realizzazione di due rampe d’accesso all’immobile per i diversamente abili. Le pareti interne, inoltre, saranno rivestite con isolante termoacustico, mentre l’illuminazione esterna avverrà tramite l’installazione di fari a led.

«È la vittoria dello Stato, della legalità. – evidenzia il Sindaco, Franco Palumbo – Questa Amministrazione si impegna quotidianamente, in stretta sinergia con le Forze dell’Ordine e con l’Autorità Giudiziaria, affinché il territorio di Capaccio Paestum resti incontaminato dalla criminalità. Un territorio si preserva dalle contaminazioni criminali non solamente attraverso un monitoraggio quotidiano, che si è intensificato grazie alla presenza di più unità in servizio presso la caserma dei carabinieri di Capaccio Scalo, ma anche attraverso il riutilizzo di beni confiscati alla criminalità organizzata, come quello di Ponte Barizzo, che vengono riqualificati e donati alla collettività».

C.S.

Capaccio Paestum, individuate 2 spiagge libere senza barriere per diversamente abili

Vacanze senza barriere in Toscana
Spiagge senza barriere per il comune di Capaccio Paestum: si tratta di spiagge libere attrezzate in concessione a ente pubblico o soggetto privato oppure con affidamento a terzi che eroga servizi legati alla balneazione per persone in condizioni di svantaggio motorio o sensoriale. E’ intenzione dell’amministrazione comunale infatti individuare in via sperimentale, per la sola estate 2018, due tratti di spiaggia libera per realizzarvi attrezzature idonee allo svolgimento delle attività previste. L’utilizzazione delle suddette aree, anche se a carattere temporaneo, rientra in un quadro più ampio di gestione delle attività di pubblica utilità che vanno ad implementare lo sviluppo dell’economia turistica balneare, i servizi di salvataggio e la corretta fruibilità dei beni demaniali marittimi. In ragione di ciò all’ufficio demanio saranno demandati gli adempimenti per gli aspetti della sicurezza della navigazione e all’ufficio lavori pubblici gli adempimenti relativi alla progettazione delle opere necessarie per lo svolgimento delle medesime attività. Una spiaggia fruibile da tutti, senza barriere, fa sì che la disabilità non sia un limite per nessuno. Eliminare barriere di ogni genere consente una effettiva inclusione sociale dei cittadini.

REDAZIONE

CAPACCIO PAESTUM, ESTATE 2018: SI ALZA IL SIPARIO SU LINORAVILLAGE

linora village

Zainetto in spalla, emozioni in tasca, vita addosso. Comincia il viaggio di Lin●ora Village, l’agorà estiva di di Capaccio Paestum, nata dalle “ceneri” di una vecchia  area degradata e riqualificata dall’Amministrazione comunale in località Linora.

Si parte domani sera (28 giugno), alle 20.30, con l’inaugurazione di Lin●ora Village insieme alla madrina dell’evento Anna Falchi e si proseguirà per tutta l’estate tra musica, food, moda, gioco, sport e tanto altro ancora.

Nel corso della serata inaugurale, si terrà la cerimonia di consegna della Bandiera Blu agli operatori balneari della Città di Capaccio Paestum. Al termine della consegna della Bandiera Blu, che avverrà alla presenza del presidente FEE Italia Claudio Mazza, si terrà lo spettacolo musicale di Carlo Faiello e della sua orchestra.

Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

C.S.

CAPACCIO PAESTUM, UN ANNO DI…#FAREBENE, AMMINISTRAZIONE PALUMBO IERI SERA IN PIAZZA PER IL PRIMO BILANCIO SOCIALE

365 giorni di #farebene, 365 giorni di azioni finalizzate al rilancio di Capaccio Paestum. Un percorso di cambiamento iniziato il 25 giugno 2017 e racchiuso ieri sera, esattamente a un anno dall’elezione, in piazza Santini, a Capaccio Scalo, nel primo “bilancio sociale”, attraverso il quale il Sindaco Franco Palumbo, Giunta e Consiglio Comunale hanno condiviso con la comunità di Capaccio Paestum l’operato di questo primo anno.
«Come avevamo promesso un anno fa siamo in piazza, davanti a voi, per rendervi conto di quello che abbiamo fatto durante questo primo anno di Amministrazione, contrariamente a quanto nessuno aveva mai fatto prima d’ora. – ha esordito il Sindaco, Franco Palumbo – Non è stato un compito semplice affrontare le emergenze, i disastri consumati e i milioni di euro che mancano dalla cassa comunale. L’Ente era sull’orlo del dissesto finanziario e, poi, la piscina comunale, il depuratore e il cimitero. Emergenze su emergenze che avrebbero probabilmente scoraggiato chiunque altro e che noi invece abbiamo affrontato con grande senso di responsabilità».
Così, dopo aver visto in video i disastri del passato, è toccato ad assessori e consiglieri fare un rendiconto dell’attività svolta. Dalla riorganizzazione degli uffici comunali ai numerosi interventi di decoro urbano su tutto il territorio comunale, dalle iniziative sportive di carattere nazionale e internazionale all’inizio dell’iter per la stesura del Piano Urbanistico Comunale. E, poi, ancora, il grande e difficoltoso lavoro per cercare di rimettere a posto le casse dell’Ente che, esattamente un anno fa, era sull’orlo del dissesto finanziario. I regolamenti comunali e le iniziative sociali. La riqualificazione della fascia costiera e la riorganizzazione degli eventi con Linora Village e Heraia, l’apertura di un micro-nido comunale e l’ottenimento di un ulteriore finanziamento per la realizzazione di un’altra struttura per l’infanzia. E, ancora, la viabilità con la manutenzione di numerose arterie stradale, il nuovo polo scolastico a Capaccio capoluogo (i lavori inizieranno nei prossimi giorni) e la candidatura a finanziamento sulla piattaforma Iter Campania di progetti per 60milioni di euro (alcuni dei quali già finanziati). Semplicemente, in media, un’opera ogni 28 giorni.
«C’è stato un grande e quotidiano lavoro di squadra. – ha concluso il primo cittadino – Grazie, davvero, a coloro che si adoperano per dare un contributo affinché questa città possa crescere. Grazie a voi che avete riposto la vostra fiducia in questa Amministrazione e noi continueremo a lavorare, così come abbiamo fatto durante il primo anno, con il massimo dell’impegno per il bene di Capaccio Paestum» .

C.S.

Capaccio Paestum, viabilità, riconsegnata alla collettività via A.B.Nobel


È stata riconsegnata alla collettività la strada comunale rurale via A.B. Nobel, dopo un intervento di manutenzione straordinaria che ha consentito la sistemazione dell’arteria di collegamento tra i borghi di Cafasso e di Rettifilo nel comune di Capaccio Paestum. I lavori, realizzati dall’impresa ‘Opsa Costruzioni S.a.s.’ per un importo di circa 170mila euro, sono stati finanziati tramite il recupero di fondi che erano stati perduti (Bando di Attuazione Misura 125 del del vecchio PSR Campania 2007-2013). Gli interventi hanno riguardato la realizzazione del sistema di regimentazione delle acque piovane, il rifacimento della pavimentazione stradale e la realizzazione dell’impianto di pubblica illuminazione alimentato dal fotovoltaico. Insieme al primo cittadino, assessori e consiglieri della Città di Capaccio Paestum, sono intervenuti all’inaugurazione della strada comunale il capostaff del Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca, Franco Alfieri, il direttore generale per le Politiche agricole, alimentari e forestali della Regione Campania, Filippo Diasco, il funzionario capo Area IV del Comune di Capaccio Paestum, Gianvito Bello, il direttore tecnico dei Lavori, Carmine Del Verme, l’amministratore delegato dell’impresa “Opsa Costruzioni S.a.s.”, Alfredo Sacco. “Questa è un’opera che non sarebbe mai stata realizzata perchè i fondi erano stati perduti. – ha concluso Palumbo – Noi li abbiamo recuperati e li abbiamo utilizzati per restituire al Rettifilo e Cafasso un intervento di grande valenza. Un grazie particolare va alla Regione Campania che ha creduto nell’impegno che abbiamo assunto e portato a termine, realizzando l’intervento. Ai cittadini servono buoni esempi e buone pratiche: dare risposte intercettando e recuperando risorse in grado di #farebene le cose”.

C.S.

CAPACCIO PAESTUM, NELLA CITTA’ DE TEMPLI LA SECONDA EDIZIONE DI “SPORT IN COMUNE”

sport in comune

Sarà l’area archeologica di Paestum a ospitare il 23 giugno 2018, a partire dalle ore 9.30, la finale regionale della seconda edizione di “Sport in Comune”, progetto del Comitato Regionale CONI che coinvolge i giovani nati negli anni 2006, 2007 e 2008, residenti nei Comuni aderenti al progetto.

L’iniziativa, patrocinata dall’Amministrazione comunale, vedrà i giovani Under 12 cimentarsi in varie discipline sportive: Atletica, Bocce, Ciclismo, Judo/Lotta/Karate/Arti marziali, Minibasket, Pallavolo, Pallamano, Pattinaggio, Tennis, Tennistavolo e Circuito motorio.

La giornata inizierà alle 9.30 con la sfilata nell’area archeologica, per poi proseguire con la cerimonia d’apertura e lo svolgimento delle gare.

«Entusiasti di poter ospitare l’atto conclusivo di questo progetto del Coni che ha una grandissima valenza aggregativa e sociale. – commenta l’assessore allo Sport, Franco Sica – Inoltre, in linea con altre iniziative sportive organizzate, “Sport in Comune” risponde a pieno alle attività di promozione e di valorizzazione del territorio che l’Amministrazione comunale sta mettendo in atto».

C.S.

Capaccio Paestum, dal 1° Luglio un presidio di Guardia Medica Turistica in località Licinella

 

guardia medica
In vista della stagione balneare, diversi locali ubicati nella frazione Licinella nel comune di Capaccio Paestum diventeranno sede del presidio di guardia medica turistica per il periodo compreso tra il 1° Luglio e il 31 Agosto 2018, come richiesto dal Direttore Responsabile del Distretto Sanitario 69 Capaccio/Roccadaspie dell’Asl Salerno. Infatti è prevista una sanificazione dei medesimi locali consistenti in 2 vani e un bagno, situati in prossimità del litorale costiero e delle vie di comunicazione di maggior traffico veicolare, nell’ambito del plesso scolastico di proprietà del patrimonio comunale. Ciò per consentirne l’utilizzo necessario e prescritto, nei modi e termini stabiliti dalla vigente normativa in materia. Pertanto verrà comunicato al Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “Capaccio Paestum” Distretto n. 58 con sede in Capaccio Paestum, l’indirizzo assunto dall’Amministrazione Comunale. A tal proposito sono previste una serie di attività volte a valorizzare le iniziative del tessuto economico, sia riguardo le attività commerciali che turistico-ricettive e ricreative connesse “alla risorsa mare”. Ciò con l’intento di consentire agli insediamenti lungo la fascia costiera litoranea di valorizzare ed incrementare appieno la vocazione turistica del territorio, mediante interventi che mirino al rilancio di tali settori strategici. Anche attraverso servizi più qualificati, in particolar modo riguardo idonea garanzia di supporto delle strutture sanitarie pubbliche per l’incremento dei cittadini residenti nel periodo estivo. Anche lo scorso anno fu istituito un Presidio di Guardia Medica Turistica risultante pienamente idoneo alle funzioni previste.

REDAZIONE

Capaccio Paestum, arrestato pregiudicato per reati contro il patrimonio e la persona

carabinieri-650x366

I Carabinieri della Compagnia di Agropoli, diretti dal Capitano Francesco Manna, nel pomeriggio di ieri 18 giugno 2018, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa detentiva in regime degli arresti domiciliari emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Salerno nei confronti di un 36enne di Trentinara, pregiudicato, dovendo lo stesso espiare una condanna definitiva ad 1 anno e 2 mesi di reclusione.

I fatti contestati risalgono agli anni 2010 e 2014, quando il prevenuto si sarebbe reso responsabile di vari reati contro il patrimonio e la persona.

I militari della Stazione Carabinieri di Capaccio, che hanno datato esecuzione al provvedimento, dopo le formalità di rito hanno sottoposto l’arrestato agli arresti domiciliari presso la propria abitazione dove dovrà espiare la condanna.

C.S.

CAPACCIO PAESTUM, CONTROLLO DEL TERRITORIO: DUE DASPO E UNA DENUNCIA NEL WEEKEND DA PARTE DELLA POLIZIA LOCALE  

Si prostituiva nella pineta in località Varolato, lungo la fascia costiera. Una donna, di origini cinese, è stata così fermata dal Nucleo di Polizia Giudiziaria della Polizia Locale di Capaccio Paestum, fortemente voluto dall’Amministrazione comunale, che ha applicato nei confronti della donna un daspo, con consequenziale allontanamento dal territorio comunale per attività contraria alla pubblica decenza.  Il provvedimento di allontanamento dal territorio comunale è stato applicato anche nei confronti del cliente della prostituta. Nei confronti dei due sono stati elevati verbali per circa 7mila euro. L’attività investigativa, protratta per giorni con appostamenti e pedinamenti, anche a seguito di numerose segnalazioni, hanno acconsentito di accertare come la donna, dopo aver adescato i clienti, praticasse sesso all’interno della pineta.

Sempre nel weekend, gli agenti del Nucleo di Polizia Giudiziaria hanno proceduto al fermodi un cittadino extracomunitario, denunciato con l’accusa di tentato furto aggravato e per immigrazione clandestina. L’uomo è stato sorpreso nei pressi della stazione ferroviaria di Paestum mentre era intento a trafugare una bicicletta. Aveva, inoltre, uno zainetto all’interno del quale gli agenti hanno rinvenuto diversi attrezzi atti allo scasso, prontamente sequestrati.

Le due attività nascono a seguito delle disposizioni dell’Amministrazione comunale e della Consulta per la Sicurezza Urbana al fine di intensificare controlli lungo la fascia costiera e reprimere i micro reati.

C.S.