LAUREANA CILENTO, NON RISPETTA LE PRESCRIZIONI DEL GIUDICE. ARRESTATO DAI CARABINIERI

carabinieri-2

I Carabinieri della Compagnia di Agropoli, diretta dal Capitano Francesco Manna, nella mattinata del 28 febbraio 2019, hanno dato esecuzione alla misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di un 36enne polacco dimorante a Laureana Cilento, già sottoposto alla misura del divieto di dimora.
Lo straniero, lo scorso 17 febbraio era stato tratto in arresto dai Carabinieri della Stazione di Santa Maria di Castellabate per il reato di furto aggravato in danno di un esercizio di ristorazione di quel luogo. Lo stesso, successivamente sottoposto alla misura cautelare del divieto di dimora, il 21 febbraio u.s. era stato sorpreso dai militari della Stazione di Torchiara nel corso di un’attività di controllo del territorio, fuori dalla propria abitazione in orario notturno, in violazione quindi delle prescrizioni precedentemente imposte dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Vallo della Lucania.
La medesima Autorità Giudiziaria, su richiesta della locale Procura della Repubblica, decideva quindi per l’inasprimento della misura cautelare in atto fino a quel momento, disponendo la custodia in carcere dello straniero che veniva eseguita dai Carabinieri di S. M. di Castellabate che provvedevano al suo accompagnamento presso la Casa circondariale di Vallo della Lucania.
Continuano intanto i controlli da parte dei Carabinieri della Compagnia cilentana, soprattutto nottetempo, per contrastare i reati predatori in tutto il comprensorio.

C.S.

Annunci

OGLIASTRO CILENTO, RUBANO SU AUTO IN SOSTA. ARRESTATI DAI CARABINIERI

carabinieri2

I Carabinieri della Compagnia di Agropoli, diretta dal Capitano Francesco Manna, hanno conseguito un altro importante risultato nella lotta al fenomeno dei reati predatori che sta affliggendo il territorio cilentano.

Dopo la serie di arresti operanti nei mesi di gennaio e febbraio del corrente anno nei confronti di vari soggetti dediti a furti in appartamento e opifici della zona, questa volta è toccato a due giovani di Agropoli e Capaccio Scalo, un 25enne e un 19enne, che nella notte del 25 febbraio 2019 sono stati pizzicati dai militari della Stazione di Ogliastro Cilento con le mani nel sacco.

I predetti, nel corso della nottata, venivano infatti intercettati dai militari operanti mentre facevano carburante, nei pressi di un noto distributore, mediante una tessera sottratta poco prima, unitamente a 5 autoradio di varie marche e modello, ai danni di altrettante autovetture regolarmente parcheggiate nei pressi della locale area industriale. La perquisizione personale e veicolare consentiva di rinvenire anche gli arnesi da scasso utilizzati per il furto.

I prevenuti, dopo le operazioni di fotosegnalamento, su disposizione della Procura della Repubblica di Vallo della Lucania, sono stati condotti presso le rispettive abitazioni in regime degli arresti domiciliari e in attesa del rito per direttissima.

Continuano intanto i controlli da parte dei Carabinieri della Compagnia di Agropoli, soprattutto nottetempo, per contrastare i reati predatori in tuto il comprensorio.

C.S.

Sala Consilina,arrestato un 61enne pregiudicato per evasione

 

carabinieri-2

Nella notte del 16 Febbraio i Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 61enne pregiudicato di Sala Consilina per evasione.
I Carabinieri, impegnati in servizi perlustrativi di controllo del territorio e dei terreni agricoli, in funzione di prevenzione dei reati contro il patrimonio, sorprendevano l’uomo, nella località “Pantano” di Teggiano il quale, invece, era sottoposto in regime di detenzione domiciliare presso la propria abitazione di Sala Consilina, scontando la pena per reati di falso e contro il patrimonio.
L’uomo, sorpreso dai militari della Stazione di Teggiano, dichiarava di aver deliberatamente violato la misura detentiva in atto, poiché non gli era stata accordata l’autorizzazione al cambio del luogo di esecuzione della misura.
L’arrestato è stato condotto in carcere a Potenza.

C.S.

Sapri, arrestato per spaccio ai domiciliari, evade ma viene bloccato sul treno

cattura

Un pluripregiudicato per spaccio di stupefacenti è stato arrestato ieri pomeriggio dopo un rocambolesco inseguimento a bordo del treno regionale direzione Paola – Napoli.

Le accuse sono di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, false generalità ed evasione. Infatti il soggetto, Adinolfi Valentino classe ’86, si trovava sul treno poichè evaso dai domiciliari che stava scontando a Pontecagnano.

Ad intervenire è stato un militare del Nucleo Operativo della Compagnia di Sapri che si stava recando, a bordo del treno, a prendere servizio.

Il militare ha notato un soggetto che aveva un atteggiamento molto nervoso e guardingo. Decidendo di controllarlo, l’Adinolfi forniva delle generalità che poi si sono rivelate false. Appena si sono aperte le porte del treno, il malvivente, dopo aver colpito il militare con una gomitata, si è dato a precipitosa fuga. Ripresosi dal colpo, il carabiniere si è lanciato all’inseguimento bloccando il fuggitivo all’uscita della stazione e dopo una colluttazione l’uomo è stato infine ammanettato e condotto presso la Compagnia di Sapri in arresto per resistenza. I militari del Nucleo Operativo, non convinti di quanto aveva riferito l’arrestato, hanno approfondito i controlli in banca dati scoprendo le vere generalità dell’uomo e la circostanza della fuga.

Adinolfi infatti, già ai domiciliari per il reato di spaccio, nella giornata di ieri era stato trovato nuovamente in possesso di una cospicua quantità di stupefacenti, e per questo, arrestato nuovamente dai Carabinieri della Stazione di Pontecagnano. Questa mattina però, all’udienza di convalida in Tribunale a Salerno, Adinolfi non si era presentato, decidendo di fuggire all’aggravamento della pena previsto, dandosi alla latitanza. Pertanto il Tribunale aveva emesso un mandato di cattura diramato a tutte le Forze di Polizia.

Ulteriori indagini sono in atto per capire dove si stesse recando il catturando e se avesse complici durante la fuga.

L’uomo è ora rinchiuso presso il carcere di Potenza a disposizione delle Autorità giudiziarie di Lagonegro e Salerno.

L’intraprendenza del coraggioso carabiniere, che ha riportato solo leggeri traumi, ha permesso di assicurare alla giustizia un pericoloso uomo in fuga, pronto a tutto pur di assicurarsi la libertà.

C.S.cattura

OGLIASTRO C.TO, DETENEVA DROGA E ARMI, DENUNCIATO DAI CARABINIERI

cattura

I Carabinieri della Compagnia di Agropoli, diretta dal Capitano Francesco Manna, nel continuo impegno al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti che affligge il territorio cilentano, hanno deferito in stato di libertà un altro soggetto, 43enne pregiudicato di Ogliastro Cilento.

I Carabinieri della Stazione di Ogliastro Cilento, nel corso di uno specifico servizio svolto unitamente al personale del Nucleo Cinofili di Sarno e finalizzato al contrasto dello specifico fenomeno, hanno infatti eseguito una perquisizione domiciliare presso l’abitazione del prevenuto, a seguito della quale veniva rinvenuta modica quantità di cocaina divisa in dosi, hashish e marijuana, nonché due coltelli a serramanico e materiale atto al confezionamento. Nella medesima circostanza veniva rinvenuta anche una baionetta della prima guerra mondiale con tanto di matricola, motivo per cui l’uomo veniva deferito in stato di libertà alla competente A.G. per il reato di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio e detenzione illegale di armi.

La sostanza è stata sottoposta a sequestro e inviata presso il Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale CC di Salerno per le analisi quantitative e qualitative.

Prosegue intanto la costante attività dei Carabinieri della Compagnia di Agropoli finalizzata a contrastare lo specifico e il traffico di droga in tutto il Cilento.

C.S.

CASTELLABATE, ARRESTATO DAI CARABINIERI PER MALTRATTAMENTI E VIOLENZE IN FAMIGLIA

IMG-20171115-WA0095

I Carabinieri della Compagnia di Agropoli, diretta dal Capitano Manna, il 16 gennaio 2019, ad Agropoli, hanno dato esecuzione ad una ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Vallo della Lucania nei confronti di un 36enne residente ad Agropoli.

Il provvedimento scaturisce dalle risultanze investigative poste in essere dai militari della Stazione di Santa Maria di Castellabate, a seguito di alcune denunce della vittima, e le successive indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Vallo della Lucania, che hanno consentito di raccogliere importanti elementi probatori in ordine a pregressi maltrattamenti in famiglia ed episodi di violenza, nonché di minacce telefoniche, perpetrate durante l’estate dell’anno 2018, da parte dell’arrestato nei confronti della ex convivente.

Il destinatario della misura cautelare, dopo le formalità di rito è stato associato presso la casa circondariale di Vallo della Lucania a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

C.S.

AGROPOLI, I CARABINIERI intensificano i controlli per le festività

carabinieri2

Ulteriori significativi risultati dei Carabinieri della Compagnia di Agropoli che per le festività di fine hanno amplificato gli sforzi al fine di prevenire la recrudescenza dei reati in genere.

I Carabinieri di Capaccio Scalo, in ottemperanza all’ordinanza di aggravamento della misura cautelare in carcere emessa lo stesso giorno dalla Corte d’Appello del Tribunale di Salerno, hanno infatti tratto in arresto un 38enne di Capaccio Paestum responsabile del reato di evasione. Lo stesso, già agli arresti domiciliari per reati di stupefacenti a seguito di precedente attività investigativa, veniva infatti sorpreso più volte da quel personale nell’atto di non ottemperanza di alcune prescrizioni imposte dalla precedente misura. La stessa veniva quindi conseguentemente inasprita dall’Autorità Giudiziaria che disponeva l’accompagnamento del prevenuto presso la casa circondariale di Salerno.

Nella giornata del 1° gennaio, al termine degli accertamenti del caso, i Carabinieri della Stazione CC di Agropoli hanno invece deferito alla competente A.G. altra persona del napoletano che, non ottemperando all’ordinanza sindacale di divieto di accensione di fuochi pirotecnici, provocava un principio d’incendio in un terreno attiguo all’abitazione, che richiedeva l’intervento del personale dei Vigili del Fuoco.

Proseguono intanto i controlli da parte dei Carabinieri della Compagnia cilentana per contrastare i reati predatori lungo la fascia costiera e nell’entroterra.

C.S.

SALA CONSILINA, ARRESTO DI UN 25ENNE INCENSURATO PER STUPEFACENTI

Arresto Sala Consilina

Nella notte, i Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina hanno arrestato un giovane locale, incensurato di 25 anni, per detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti.
I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, nel corso di perlustrativi servizi antidroga per le festività natalizie, finalizzati alla prevenzione del fenomeno dello spaccio di stupefacenti tra giovani, notavano che il giovane, in loc. Fonti di Sala Consilina, assumeva un atteggiamento sospetto e, alla vista dell’autoradio militare, entrava nella propria autovettura tentando la fuga.
I Carabinieri, dopo averlo prontamente fermato, notavano che lo stesso aveva occultato tra le piante dove era parcheggiata la propria autovettura un panetto da 100 grammi di hashish nonché una confezione di plastica contenente 6 grammi circa di cocaina, rinvenendo, nella sua disponibilità, la somma contante di circa 800 euro, in banconote di vario taglio (foto allegata).
L’arrestato è stato sottoposto in regime di arresti domiciliari.

C.S.