Cilento, 24 Novembre inaugurazione della Mostra di Militaria “Schegge di Memoria”

45750965_10215339268182367_2825761530677559296_n

E’ in programma per il giorno Sabato 24 Novembre 2018 alle ore 16.00 presso il Convento di San Francesco di Lustra, l’inaugurazione della Mostra di Militaria “Schegge di Memoria” a cura del Dott. Andrea Ricci e del Dott. Fabio Astone. L’evento è organizzato dalla Pro-Loco S.Martino Cilento in collaborazione con il Centro Culturale Studi Storici “Il Saggio” di Eboli. Presenta l’evento Silvio Cossa. Si tratta di una piccola rassegna di collezionismo e oggettistica militare (mostreggiature, libri, cartoline, accessori, equipagggiamenti) delle diverse nazioni partecipanti ai principali conflitti del Novecento, con particolare attenzione ai cimeli bellici italiani. A seguire è prevista la Premiazione del Concorso Nazionale di Narrativa “Il Novecento in Italia-Le nostre storie di guerra” IV ed. Durante la serata sarà presentata l’antologia del Concorso, contenente saggi, alcune testimoniane e i racconti selezionati dalla giuria, a cura di Giuseppe Barra, Antonio Capano e Amedea Lampugnani. Riprese e video a cura dell’Associazione Arcadia di Agropoli. Fotografie di Giuseppe Anastasia.

REDAZIONE

Cilento, Novembre come Settembre, cittadini e turisti baciati dal sole

spiaggia-agropoli-trentova
Il 10 Novembre in diverse località costiere del Cilento c’è stato chi ha approfitatto degli ultimi tuffi a mare: ciò grazie alle belle giornate e alle temperature gradevoli del periodo. Infatti ieri le spiagge di Agropoli, Castellabate, Paestum e di molte altre località del litorale cilentano sono state invase da bagnanti che hanno deciso di godersi ancora un pò d’aria di mare all’insegna del relax e del sole come se fosse ancora piena estate. Non si sono fatti spaventare dalle temperature del mese di Novembre con valori anomali visto il periodo e il sopraggiungere della stagione invernale ormai prossima. Addirittura c’è stato chi si è attrezzato per il pranzo all’aria aperta. E’ stata una domenica di San Martino quasi estiva, oltre che un modo per riposare e staccare dagli studi o dal lavoro. Molti ne hanno approfittato anche per una piacevole passeggiata o per gustare un gelato. Sembra che avremmo ancora l’opportunità di godere di questo sole considerato che anche per i prossimi giorni sono previste temperature oltre la media del periodo.

REDAZIONE

Cilento,Pellegrino accoglie favorevolmente la proposta di uno screening sulla presenza di glifosato

hqdefault

Il Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, Tommaso Pellegrino, accoglie positivamente la recente proposta lanciata dal Meetup Amici di Beppe Grillo – Attivisti Sala Consilina, attraverso Giuseppe Di Giuseppe, di farsi promotore di un progetto che preveda lo screening, da eseguire su un campione di popolazione residente nel Vallo di Diano attraverso un esame chimico-fisico e microscopico delle urine, per accertare l’eventuale presenza di glifosato.

Come si sa il glifosato è uno dei diserbanti più venduti al mondo, giudicato inizialmente come cancerogeno dall’Agenzia Internazionale per la ricerca sul cancro e successivamente declassato a “probabilmente cancerogeno”, nonostante l’esistenza di studi indipendenti che ne hanno evidenziato la pericolosità. Il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni è stato il primo Ente Parco in Italia a mettere al bando questa sostanza nel territorio di competenza. All’inizio del 2018, infatti, il Consiglio Direttivo, attraverso un’importante delibera, ha letteralmente vietato l’utilizzo di erbicidi sistemici a base di glifosato.

“Sono pienamente favorevole alla proposta giunta attraverso la lettera del Meetup Amici di Beppe Grillo – Attivisti Sala Consilina, – afferma il Presidente Pellegrino – innanzitutto perché per ciò che concerne il glifosato siamo stati il primo Parco a vietarne l’utilizzo, dando una decisiva risposta in tal senso. Inoltre di recente un’ulteriore delibera del Direttivo mira a limitare l’uso di prodotti chimici di sintesi in agricoltura nel territorio di competenza e invita i Sindaci ad adottare analoghi provvedimenti”.

Aperto alla proposta del Meetup, Pellegrino annuncia:”A breve ho intenzione di incontrare i rappresentanti del Meetup per discutere dell’argomento e pensare ad una campagna di monitoraggio, coinvolgendo anche altri Enti e l’Asl per valutare le azioni da intraprendere. Naturalmente sarà necessario, a questo proposito, verificare la fattibilità di uno screening realmente efficace come quello di cui siamo chiamati a farci promotori”.

C.S.

Cilento, Cerimonia di Conferimento delle Concessioni d’Uso del Marchio del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e Alburni : Sabato 6 ottobre 2018

tenuta1

Sabato 6 ottobre 2018 alle ore 11.00, presso la nuova sala multimediale del Centro Studi e Ricerche sulla Biodiversità sita in località Montesani in Vallo della Lucania, il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, conferirà le concessioni d’uso del Marchio del Parco alle prime 60 Aziende.

Alla cerimonia, che sarà presieduta dal Presidente del Parco, Tommaso Pellegrino, parteciperà il Direttore dell’Ente, Romano Gregorio, ed i componenti del Consiglio Direttivo.

Il Marchio del Parco è istituito al fine di salvaguardare il patrimonio tradizionale, le produzioni tipiche e l’artigianato locale incentivando e qualificando la produzione di beni e servizi con metodi compatibili con le caratteristiche del territorio dell’Area Naturale Protetta e valorizzando la Dieta Mediterranea come sistema complesso che riunisce il sistema produttivo ed lo stile di vita della comunità locale.

La Concessione del Marchio è il risultato di un articolato iter procedimentale previsto dal Disciplinare Per la Concessione d’uso Del Marchio Del Parco Nazionale Del Cilento, Vallo Di Diano E Alburni che prevede, tra le altre cose, la valutazione delle domande pervenute da parte di una specifica Commissione.

“L’obiettivo del conferimento del Marchio del Parco è quello di creare opportunità per le nostre Aziende, i nostri Produttori e per i nostri Giovani, che potranno avere nuove occasioni lavorative attraverso l’utilizzo e la valorizzazione delle risorse del Territorio. Un esempio di Bello che diventa Utile.” Ha dichiarato il Presidente del Parco, Tommaso Pellegrino.

C.S.

Cilento, torna “Puliamo il mondo”: quattro gli appuntamenti di questa edizione

Puliamo il mondo-2

 

“Puliamo il mondo dai pregiudizi” è il tema della 26 esima edizione della manifestazione “Puliamo il mondo”, organizzata, ogni anno, dal Circolo Legambiente Ancel Keys Torchiara Alto Cilento. Per questa edizione sono previsti quattro appuntamenti.
Si parte Sabato 29 Settembre, a Prignano Cilento, insieme agli alunni della scuola primaria. Il 5 Ottobre sarà la volta della Scuola Primaria di Torchiara e il 12 Ottobre di Laureana C.to. Durante questi tre appuntamenti i bambini delle scuole elementari puliranno, insieme ai volontari di Legambiente,  strade, piazze e vicoli del proprio paese. Venerdì 19 Ottobre invece, ad Ogliastro Cilento, a partire dalle ore 9.30, si svolgerà un’attività di pulizia della SS18 e delle strade comunali. Un appuntamento che, oltre alla presenza dei bambini, prevede la partecipazione degli ospiti dello SPRAR, centro di accoglienza degli immigrati di Ogliastro C.to. Prossimamente il circolo stipulerà un protocollo d’intesa con il Consorzio La Rada per dar vita a una collaborazione fattiva con lo SPRAR.
La giornata del 19 mira a far riscoprire ai cittadini il senso di comunità.  “Quest’anno Puliamo il mondo acquista una sfumatura sempre più sociale” afferma Adriano Maria Guida, Presidente del Circolo, “un mondo davvero pulito è un mondo libero da pregiudizi e indifferenza. Per accogliere l’altro e sentirsi integrati nelle comunità bisogna saper responsabilizzare le nuove generazioni sulla cura e sulla bellezza del territorio che passano attraverso il rispetto dell’altro. Per questa edizione, infatti, sono state coinvolte tutte le realtà associative dei comuni e le parrocchie. Un grazie va a tutti i collaboratori e a chi crede nel progetto”. Al termine di ogni iniziativa verrà svolto un laboratorio didattico all’interno degli edifici scolastici. L’appuntamento è, quindi, nel Cilento per pulire davvero il mondo da ogni forma di pregiudizio.

C.S.

Cilento, M5S, Cammarano: “Scuole spopolate e classi accorpate, diritto allo studio negato in Cilento”

hqdefault-e15074594998151

“Il caso del comune di Petina, con due pluriclassi nella scuola primaria nate dall’accorpamento degli alunni di prima e seconda e di quelli di terza e quarta, è emblematico del disinteresse verso tante comunità del Cilento che si vedono negate per i propri figli il diritto allo studio. E’ in atto da tempo, in queste aree, un incremento costante del fenomeno di spopolamento delle classi. C’è da temere che tra qualche anno i dirigenti delle scuole delle aree interne di questa zona del Salernitano saranno costretti a chiudere i cancelli. Eppure parliamo di territori che vantano istituti scolastici completamente nuovi, ma quasi del tutto vuoti, per raggiungere i quali bisogna percorrere strade impraticabili e percorsi tormentati”. E’ quanto denuncia il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Michele Cammarano. “Garantire il diritto allo studio – sottolinea Cammarano – vuol dire anche garantire i servizi essenziali per gli studenti di ogni ordine e grado, a cominciare dai trasporti. Servizi sempre più precari se non del tutto assenti. Una criticità indicata tra le cause dello spopolamento delle aree interne della Campania che, assieme a un significativo calo demografico registrato nella nostra regione, incide sul decremento del numero di alunni. Basti citare il dato della provincia di Salerno, che in un anno ha registrato un calo di oltre 2mila iscritti nelle scuole primarie e secondarie, per una popolazione studentesca che non raggiunge complessivamente le 160mila unità. Serve un’assunzione di responsabilità da parte della politica. E’ necessario mettere mano, al più presto, a interventi strutturali da parte dei nostri amministratori regionali tesi a frenare questa autentica emorragia”.

C.S.

Montecorice, nidificazione da record con la schiusa di 102 uova di Caretta Caretta

Ventidue piccoli di Caretta Caretta su spiaggia Grosseto
Nidificazione da record per la schiusa di 102 uova di Caretta Caretta presso Baia Arena sul litorale di Montecorice. Si arriva così a quota di oltre 400 tartarughe marine di questo splendido esemplare che più volte nel corso degli anni ha scelto come luogo privilegiato il Cilento per depositare le sue uova. La schiusa è avvenuta alla presenza dei biologi del centro Anton Dohrn e dei volontari dell’Enpa, che già da un pò di giorni stavano monitorando il nido. Era lo scorso mese di Luglio quando Acquamarina, questo il nome scelto da una bambina per mamma tartaruga, riuscì a deporre le proprie uova solo dopo tre tentativi andati a vuoto, risalendo su tre diversi punti della spiaggia tra Ogliastro Marina e Montecorice. Il primo tentativo non andò a buon fine a causa della barriera formata dai numerosi lettini e materassini piazzati sulla costa e, non avendo lo spazio necessario, l’animale ritornò in mare. La seconda volta la tartaruga riuscì a scavare ma fu avvicinata e accarezzata dai bagnanti presenti e, a causa della folla, andò via di nuovo. Alla terza volta invece fu ributtata in mare. Solo alle 22 della stessa sera la Caretta Caretta riuscì a nidificare in tranquillità, sulla spiaggia ormai vuota per quell’ora. Inoltre il centro Anton Dohrn di Napoli aveva potuto accertare che si tratta di un esemplare giunto sul litorale cilentano già nel lontano 2006 e ritornato dopo ben 12 anni lungo le coste del Cilento. Un evento eccezionale che vede ancora una volta protagonisti questi splendidi esemplari marini. E prima che rientrasse in mare, i tecnici avevano provveduto a bloccare l’animale per taggarlo ed equipaggiato con un trasmettitore satellitare per poterne seguire i movimenti. Così con la schiusa delle 102 uova, sono in tutto cinque i nidi di tartaruga Caretta Caretta segnalati nel Cilento per l’estate 2018. Oltre a Montecorice, se ne contano altri due a Caprioli, uno a Palinuro ed uno ad Ascea.

REDAZIONE

RADUNO NAZIONALE DI CANOA E KAYAK, IL CILENTO SBARCA IN LIGURIA CON IL CIRCOLO CANOTTIERI AGROPOLI E L’ASSOCIAZIONE PUNTA TRESINO

Da Benvenuti al Sud a Benvenuti al Nord. Non solo al cinema. Il Cilento, infatti, approda al Nord con il Circolo Canottieri Agopoli e con l’associazione Punta Tresino per il primo raduno nazionale di Sea-kayak, che avrà, come scenario, l’area Marina Protetta del Parco di Portofino nei giorni 1 e 2 settembre.

 L’evento è organizzato dal Comune di Camogli, dal Comune di Portofino, dal Club Vela Camogli, dalla Proloco Camogli, dal Circolo Canottieri Agropoli e dall’Associazione Punta Tresino di Castellabate.

16 km di trekking marino che abbracceranno tre comuni costieri con tappe intermedie a San Fruttuoso e Paraggi. Il raduno è dedicato alle vittime del crollo del ponte Morandi di Genova e durante la sosta a S.Fruttuoso, i partecipanti si raduneranno, dopo una visita al Cristo degli Abissi, presso la parrocchia in raccoglimento  in memoria delle vittime di Genova del 14 agosto.

L’iniziativa segue il gemellaggio ormai consolidato tra la Proloco Camogli e l’associazione Punta Tresino, che ha portato già alla collaborazione tra le due associazioni nell’organizzazione delle feste gastronomiche organizzate nei rispettivi Comuni.

«La manifestazione nasce con lo scopo di creare una collaborazione sempre più forte con gli amici di Camogli, che abbiamo avuto modo di conoscere già insieme all’associazione Punta Tresino. – affermano il presidente del Circolo Canottieri Agropoli, Enzo Mazza, e il direttore sportivo Leopoldo Catena – L’obiettivo principale è quello di veicolare un messaggio di tutela ambientale e degli ecosistemi marini».

«E’ sempre un piacere organizzare dei momenti di condivisione con la Proloco Camogli – aggiungono dall’associazione Punta Tresino – con cui è nato un rapporto di amicizia. Quest’iniziativa si inserisce in un discorso di collaborazione sempre più forte, finalizzato a promuovere una grande risorsa comune, il mare».

L’evento sarà anticipato  il 31 agosto dalle ore ore 17.00, presso base nautica Lega Navale, per la presentazione del programma e  degli ospiti provenienti, in particolare, da Agropoli.  La ditta EXO di Casarza Ligure presenterà gli ultimi modelli di Kjak.

Il primo settembre, dalla zona Camogli-Paraggi, alle ore 9, inizierà la navigazione, previsti i costeggi al promontorio di Punta Chiappa e all’area Marina Protetta di Portofino. Poi, l’approdo nella baia di S. Fruttuoso, con visita all’Abbazia e al centro abitato seguito dall’ingresso nella baia di Portofino Alle 18.00 si rientrerà a Santa Margherita Ligure.

Infine, domenica 2 settembre, da Santa Margherita Ligure percorso inverso: si ripartirà alle ore 9.00, con passaggi nella baia di Portofino, prima, e quella di S.Fruttoso, poi, l’arrivo a Camogli.

C.S.