AGROPOLI, EMIDIO CIANCIOLA RASSEGNA LE SUE DIMISSIONI DA CONSIGLIERE COMUNALE

CIANCIOLA

Dimissioni per il consigliere comune di Agropoli Emidio Cianciola. Così l’ormai ex consigliere lascia il suo incarico con una nota protocollata questa mattina all’Ente Comunale.

“Le ultime vicende politico-amministrative che hanno riguardato argomenti fondamentali per la città di Agropoli, meritano un focus approfondito da chi, come me, è stato chiamato da un più che consistente numero di cittadini a svolgere un ruolo in seno al Consiglio Comunale”.

Inizia così la lettera rivolta al sindaco Adamo Coppola da parte del consigliere Cianciola.

“A quasi due anni dalla tua elezione a sindaco, volevo fare un bilancio dell’attività amministrativa noto un preoccupante mobilismo. La mia delusione-continua Cianciola- si incarna, anzitutto, in quella dei miei elettori e dei tanti, tantissimi che incontro ogni giorno per strada e che mi chiedono quale sarà il loro destino. Riesco però ancora, a vedere chiara la fiducia che avevano riposto in me l’11 Giugno di due anni fa. E dunque è a loro che voglio parlare; a loro devo rendere conto e rispetto. E’ del tutto evidente-sottolinea- che non abbiamo più feeling politico, e in realtà, gli scricchiolii si sono avvertiti immediatamente, quando hai (?) composto la giunta. Feci un passo indietro allora, ma no mi hai dato mai la possibilità di farne neanche mezzo in avanti. L’aspetto che più mi ha ferito durante questi mesi, però, riguarda l’assoluta mancanza di considerazione nei miei confronti addirittura sulla tematica sanitaria tornata con rinnovata e drammatica forza prorompente con la questione dell’ospedale di Agropoli, tristemente ancora chiuso. E per questo e per tanti altri motivi che oggi rassegno le mie dimissioni da consigliere comunale. Termina una parentesi amministrativa durante la quale ho sempre rispettato i ruoli e l’amicizia, sentimento che continuo a nutrire per te. Auguro il meglio a chi si siederà sul mio scranno in seno al Consiglio Comunale e gli auguro di fornire risposte alle istanze dei cittadini. Per quanto mi riguarda, manterrò fermi i miei principi con i quali ebbi l’onore di inaugurare i lavori dell’Assemblea Comunale; su tutti, la promozione della dignità umana. Ho a cuore le sorti della città di Agropoli-conclude Cianciola- e continuerò a vivere tra i cittadini e con i cittadini, provando a dare il mio contributo per far crescere il tessuto sociale di questa comunità, impegnandomi quotidianamente per dare alla politica il giusto significato e l’alto senso civile che merita e lavorerò con la disponibilità e la professionalità che da sempre mi contraddistinguono.

REDAZIONE

Annunci

Provincia, il Consigliere provinciale Carmelo Stanziola è il Vice Presidente della Provincia di Salerno

Carmelo Stanziola

Il Presidente della Provincia, Michele Strianese, comunica il conferimento dell’incarico di Vice Presidente della Provincia di Salerno al neoeletto Consigliere Carmelo Stanziola, Sindaco di Centola.

Le elezioni per il rinnovo del Consiglio Provinciale si sono regolarmente tenute il 3 febbraio scorso – dichiara il Presidente Strianese – e, a seguito della riunione di maggioranza che si è tenuta nei giorni scorsi con i neoeletti consiglieri dei partiti di maggioranza, ho deciso di nominare, ai sensi dell’art 1, comma 66 della Legge 7 aprile 2014 n. 56, un vicepresidente da scegliere fra i Consiglieri provinciali.

Il consigliere Carmelo Stanziola non solo è il primo eletto del Partito Democratico, ma è stato in assoluto il consigliere più votato, per la precisione ha ottenuto 4374 voti.

Ma la scelta della Vice Presidenza ricade su di lui non solo perché il più votato. In sede di riunione di maggioranza, in maniera unanime, tutti i consiglieri dei partiti della maggioranza hanno espresso parere favorevole alla sua candidatura. La condivisione di questa scelta quindi ne rafforza la valenza politica.

Inoltre, non ultimo, nell’ottica di una Provincia vicina ai suoi territori, ho considerato importante avere anche un’attenzione all’aspetto geografico con un Presidente Sindaco di un Comune del nord, ricordo che io sono il Sindaco di San Valentino Torio, e un Vice Presidente Sindaco di un Comune del sud, ricordiamo che Carmelo Stanziola è il Sindaco di Centola. In questo modo, da nord a sud del nostro territorio provinciale, possiamo essere presenti e attenti alle diverse esigenze che vanno dall’Agro Nocerino Sarnese fino al Cilento.

Infine, voglio sottolineare che la decisione della Vice Presidenza è comunque una scelta fiduciaria. In questi mesi da quando è iniziato il mio mandato di Presidente, hanno lavorato al mio fianco molti Consiglieri provinciali con i quali ho potuto costruire un rapporto di solida collaborazione. Con Carmelo Stanziola si è stretto da subito un forte rapporto sinergico, abbiamo fatto squadra lavorando insieme per dare ai nostri territori e alle nostre comunità risposte concrete, puntuali ed esaustive. Gli auguro buon lavoro e lo auguro al nuovo Consiglio provinciale, a tutti noi, perché solo in squadra potremo costruire un biennio di sviluppo per tutta la nostra bellissima provincia di Salerno.”

c.s.

Castellabate, tabelle riassuntive assenti, Maurano:”non è possibile sapere come vengono spesi i soldi pubblici” 

CASTELLABATE TABELLE ASSENTI MAURANO
Il Consigliere di opposizione del Comune di Castellabate Luigi Maurano, ha fatto richiesta di una copia delle tabelle riassuntive degli appalti, servizi e forniture degli anni 2013 e 2O14, nonché la suddivisione per aree degli stessi e la pubblicazione del tutto nell’apposita sottosezione “Bandi di gara e contratti” della sezione Amministrazione Trasparente sul sito web istituzionale dell’Ente. Ma il Segretario Comunale ha affermato con una nota che << non può procedere … in quanto l’obbligo di pubblicazione è stato assolto>> dichiarando che le tabelle in questione sono state pubblicate sul sito web istituzionale dell’Ente nell’apposita sezione. In realtà sul sito web istituzionale sono presenti soltanto le tabelle riassuntive dell’anno 2015. Ad oggi le tabelle riassuntive degli appalti, servizi e forniture degli anni 2013, 2O14 e 2016 non sono state pubblicate, venendo così meno ai rispettivi obblighi di legge.”La normativa stabilisce che il 31 Gennaio di ogni anno la Pubblica Amministrazione deve pubblicare sul proprio sito web istituzionale le tabelle riassuntive degli appalti, forniture e servizi dell’anno precedente-fa sapere il consigliere Maurano- tale disposizione nasce con l’intento non solo di dare la possibilità a tutti i cittadini di sapere come vengono spesi i soldi pubblici ma anche di far partecipare tutti alla vita pubblica-sottolinea- ebbene sul sito istituzionale del Comune di Castellabate le tabelle riassuntive degli anni 2013, 2014 e 2016 non ci sono. Non è possibile, insomma, sapere come vengono distribuiti i soldi pubblici -e conclude- a Castellabate i soldi pubblici girano solo da un verso, sempre lo stesso”. Per tali ragioni il consigliere Luigi Maurano sollecita le figure interne preposte al buon funzionamento della macchina amministrativa, in quanto tali mancanze comportano un evidente deficit di trasparenza, partecipazione e comunicazione, principi cardine della gestione delle risorse pubbliche di un Ente.

REDAZIONE

Camerota, consigliere becca cittadino che getta rifiuti nel verde: multato

 

Camerota.jpg
Un consigliere comunale di Camerota ha beccato, martedì sera, un cittadino che ha lanciato un sacco della spazzatura dal finestrino della propria automobile. L’amministratore era a bordo della sua auto quando ha notato una utilitaria che, sul ponte all’ingresso di Marina di Camerota, si è accostata e ha buttato una busta nera giù, in mezzo al verde. A quel punto il consigliere ha inseguito l’auto e l’ha bloccata dopo pochi metri. Ha invitato il cittadino a raccogliere i rifiuti e ha avvisato il comando dei vigili urbani di Camerota. Gli agenti si sono recati a casa dell’uomo e lo hanno prima ammonito e poi multato. Dei fatti è stato informato il sindaco, Mario Scarpitta, il delegato all’Ambiente, Josè Saturno, e il delegato alla Polizia municipale Manfredo D’Alessandro.

C.S.

RUBRICA NUTRIZIONE E BENESSERE, PASQUA E PASQUETTA: I CONSIGLI DEL NUTRIZIONISTA

uova-di-pasqua.jpgNatale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi”, così recita un famoso detto popolare ma aldilà delle persone con cui ci si accompagna, ciò che lega Natale e Pasqua sono gli eccessi alimentari. Bisogna però precisare che la Pasqua a differenza del Natale ha, in effetti, solo due giorni festivi veri e propri (Pasqua e Pasquetta) a cui, in teoria, si arriva più leggeri. Ciò evidentemente non è sufficiente perché recenti statistiche assicurano che in questo breve periodo grazie a colombe, pastiere, uova di cioccolato e casatielli si possono prendere fino a 3 chili in più. Quindi, come regolare la nostra alimentazione in questo periodo? Partiamo dal presupposto che è doveroso comunque onorare le festività e concedersi un pranzo o una gita fuori porta con parenti e amici ma è altrettanto importante non esagerare con il cibo soprattutto se si soffre di disturbi o patologie legate all’alimentazione. Iniziamo con il pranzo pasquale: ottimo un antipasto di verdure grigliate condite con un buon olio extra vergine d’oliva e perché no un pezzetto di casatiello, un primo piatto che in base alle tradizioni delle diverse regioni può variare ma sempre senza indugiare in condimenti o salse molto grasse, un secondo, per chi segue la tradizione, composto da agnello o capretto al forno o alla griglia con un contorno di verdure di stagione crude o cotte come carciofi, fagiolini , insalata…; per chiudere il pranzo, frutta di stagione e il dolce. Meglio la colomba o l’uovo? Senza dubbio sono entrambi molto calorici ma, tra i due, l’uovo è da preferire purchè sia un uovo di cioccolato fondente e di ottima qualità (attenzione alla quantità di pasta di cacao), rispetto alla colomba maggiormente ricca di zuccheri e grassi saturi soprattutto se contiene anche delle farciture. Dopo un pranzo di questo tipo è necessario compensare le calorie in più assunte con gli altri pasti della giornata, anche in previsione della Pasquetta, evitando però il digiuno completo: quindi a cena meglio restare leggeri consumando una semplice insalata e magari una tisana depurativa. Altri consigli generali sono di limitare il consumo di alcolici (calorici e appesantiscono la digestione), aumentare il consumo di acqua, consumare sempre le giuste porzioni di frutta e verdura, evitare i “bis” e preparare i cibi nelle giuste quantità per non avere avanzi da smaltire. Il giorno di Pasquetta è ovviamente dedicato alle gita fuori porta ed è una buona occasione per fare un po’ di movimento fisico come una passeggiata a piedi o in bicicletta se il tempo lo permette. Per il pranzo magari all’aperto è preferibile orientarsi verso un’insalata di pasta o di riso oppure delle uova sode o dei formaggi freschi accompagnati con insalate di cetrioli, carote, finocchi oppure carne o pesce alla griglia senza dimenticare la frutta fresca come le fragole e per finire magari ancora un pezzetto di pastiera avanzata dal giorno prima. Per la sera di Pasquetta vale lo stesso discorso della cena del giorno di Pasqua ma se alla fine delle festività pasquali vi accorgete di avere lo stesso esagerato e preso qualche chilo in più non fatene un dramma: basterà correre ai ripari già dal martedì con una dieta compensatrice per ritrovare la linea e assorbire il contraccolpo pasquale.

Andrea Ricci

Novi Velia, pavimentazione corso Positano, consigliera Speranza: “si prendano provvedimenti”

570770983022188.jpg
La consigliera di minoranza del comune di Novi Velia Pina Speranza segnala attraverso la propria pagina Facebook le cattive condizioni della pavimentazione di corso Positano sito nel centro Storico del comune invitando a prendere seri provvedimenti a tutela della pubblica incolumità. “Un cittadino mi ha contattato perché si stava rompendo le ossa in una di queste buche – scrive la consigliera sulla sua pagina Facebook – non è il primo e non sarà l’ultimo se non si prendono seri provvedimenti, oltre le macchine che reclamano giustamente al comune i danni. Bel biglietto da visita diamo alle persone che visitano il nostro Borgo Medioevale”. Otto anni fa’ pervenne al comune di Novi Velia un finanziamento volto alla riqualificazione del tratto in questione. A seguire venne effettuato solo un parziale collaudo della stessa e da lì l’inizio dei dissesti della pavimentazione. La consigliera di opposizione Pina Speranza aveva posto attenzione alla problematica già 3 anni fa come lei stessa dichiara “dopo il mio insediamento feci una segnalazione sulla problematica ai carabinieri, ma da quel giorno sono passati 3 anni e nulla è cambiato e non so le autorità di competenza cosa hanno deciso rispetto alla problematica”. Ci auguriamo che il primo cittadino di Novi Velia possa in tempi brevi intervenire sulla questione che mette in pericolo l’incolumità delle persone.

REDAZIONE

Cilento, il consigliere Maurano invita i consiglieri di tutti i comuni a rinnovare il Consiglio Provinciale

 

91

Il consigliere del comune di Castellabate Luigi Maurano invita i consiglieri di tutti i comuni della Provincia di Salerno a rinnovare il Consiglio Provinciale il prossimo 8 Gennaio 2017.”I Consiglieri di tutti i Comuni della Provincia di Salerno l’8 Gennaio sono chiamati a rinnovare il Consiglio Provinciale.” spiega Maurano. “Da ormai due anni una legge affrettata, nel tentativo di eliminare nel tempo le Province e i costi annessi, ha tolto la parola ai cittadini ma rimasto tutto il carrozzone che orbita intorno. In pratica è stata revisionata la democrazia ma non la burocrazia. Il risultato del referendum di domenica ha, però, sancito che questoibrido è accettato dai cittadini e quindi legittimato questo meccanismo. La mancanza di un’Istituzione provinciale forte nel Cilento è tangibile giorno dopogiorno: quando percorriamo le nostre strade dissestate, quando utilizziamo infrastrutture fatiscenti, quando usufruiamo di servizi a singhiozzo, quando il territorio perde importanti fondi per mancanza di progettualità. Il simbolo dell’attenzione al nostro territorio sono le strade: dissestate, allagate, dimenticate. Eppure siamo terra di turismo, per cui la viabilità e i collegamenti dovrebbero essere la priorità. Se pensiamo, poi, che il Cilento comprende tantissimi km di strada provinciale capiamo quanto mai come ora serva alzare la testa, scuotere le coscienze e far sentire con decisione la propria voce. Per questo motivo, in vista dell’appuntamento dell’8 Gennaio 2017 invito tutti i giovani Amministratori Cilentani ad avere l’imprescindibile libertà e il necessario coraggio per riunirsi finalmente sotto un’unica bandiera, con un unico ideale, per un solo obiettivo: IL CILENTO.

C.S.