GIUNGANO, FURTO PRESSO LE SCUOLE PRIMARIA E MEDIA: RUBATI DIVERSI PC PORTATILI

Furto presso le scuole primaria e media di Giugano dove nella notte dei balordi hanno scardinato le porte e portato via 4 pc portatili dalle LIM della scuola primaria e 3 pc portatili dalle LIM Della S. Media. Sollecitati dal dirigente scolastico dell’I.C. Rossi Vairo Bruno Bonfrisco amareggiato per quanto accaduto, sul posto si sono recati i carabinieri di Capaccio e il Sindaco Giuseppe Orlotti. Inoltre i malviventi hanno tentato di rubare anche i computer del laboratorio della scuola senza però riuscirci. Dell’accaduto sono state informate anche le forze dell’ordine.

REDAZIONE

Annunci

Agropoli, furti sul territorio comunale, Caccamo interviene sulla questione videosorveglianza 

 

AGROPOLI CACCAMO SU VIDEOSORVEGLIANZA
Da diverso tempo la città di Agropoli è interessata da numerosi furti sia in centro che in periferia destando non poca preoccupazione da parte della comunità. Infatti sono recenti gli episodi che hanno interessato un negozio di strumenti musicali dove è stato rubato il tutto e un’abitazione all’interno della quale ignoti sono riusciti a estrarre dalla parete una cassaforte portandola via. L’ultimo fatto è accaduto proprio questa mattina presso l’I.C. Gino Rossi Vairo della città di Agropoli dove dei ladri hanno scassinato il distributore del caffè rubando le monete contenute al suo interno dopo averlo trascinato all’esterno della struttura. Abitazioni, centri commerciali, istituti sono ormai alla mercè dei ladri. In ragione di ciò il consigliere di minoranza Consolato Natalino Caccamo ha ritenuto opportuno ritornare sulla questione delle videocamere di sorveglianza attraverso un’interrogazione. Il consigliere infatti chiede chi siano gli organi di Polizia Municipale a cui è demandata la gestione dell’impianto di videosorveglianza e l’elenco delle telecamere funzionanti e delle zone effettivamente sorvegliate. Inoltre Caccamo fa anche richiesta dell’elenco delle telecamere non funzionanti e di sapere quali sono le specifiche misure di prevenzione adottate e da adottare. Quello dei furti è un fenomeno di particolare allarme sociale che ormai sta incalzando sempre di più e solo attraverso un impianto di videosorveglianza funzionante sarà possibile contrastare e ridurre episodi di questo genere.

REDAZIONE

Albanella, emergenza furti. Josca: “Appello al prefetto”

 

ALBANELLA
Emergenza sicurezza sul territorio comunale di Albanella. Il sindaco Renato Josca scrive al prefetto di Salerno, Salvatore Malfi per chiedere il potenziamento dell’organico in forze alla caserma dei carabinieri situata nella frazione Matinella.“Negli ultimi mesi – scrive il primo cittadino albanellese – si è registrato sul territorio del Comune di Albanella una significativa recrudescenza di furti che sta determinando un diffuso allarme tra la popolazione che reclama maggiori condizioni di sicurezza. Il Comune, come noto, si estende su una superficie molto vasta, comprendendo la frazione di Matinella e le contrade di Cerrina, Borgo San Cesareo, Bosco e Cappasanta. Ben consapevole delle difficoltà – continua Josca – chiediamo un incremento della dotazione organica della locale caserma dei carabinieri, che pure egregiamente assolve al proprio dovere ben oltre i limiti istituzionali, nonché di considerare un potenziamento dell’azione di controllo coordinato del territorio con l’impiego di pattuglie di altri presidi di comuni limitrofi”. Il sindaco Josca annuncia che a breve saranno attivate anche ulteriori azioni a tutela dei cittadini.

C.S.

Piana del Sele, rubavano mezzi agricoli: 9 arresti

carabinieri-arresto
Blitz questa mattina all’alba nei comuni di Agropoli, Capaccio Paestum, Albanella, Eboli e Napoli che ha portato all’arresto di 9 persone, di cui 7 in carcere e 2 agli arresti domiciliari. La banda, responsabile di furto di mezzi agricoli, rapine e ricettazione, aveva effettuato numerosi furti in diverse aziende agricole della Piana del Sele per un valore di migliaia di euro. Determinanti le indagini eseguite dai carabinieri della Stazione di Capaccio Scalo, diretti dal l.te Serafino Palumbo in sinergia con i colleghi del Norm agl’ordini del m.llo Carmine Perillo. I carabinieri della Compagnia di Agropoli hanno poi dato esecuzione a 9 ordinanze di custodia cautelare. Nel giro di un anno i malviventi avevano messo a segno 16 furti di trattori ai danni di aziende agricole di Capaccio Paestum, Albanella, Campagna, Eboli e Battipaglia: di questi cinque sono stati recuperati,di cui uno a Potenza. Ad Eboli, mentre tre di loro tentavano di rubare un trattore, furono scoperti dal titolare dell’azienda il quale però fu malmenato e ridotto in gravi condizioni mentre i malviventi riuscirono a fuggire con il mezzo rubato.

REDAZIONE

CILENTO – ARRESTATO LADRO CHE COMPIVA FURTI NEL CILENTO

carabinieri-arresto1

Nel contesto delle rafforzate attività investigative finalizzate ad un efficace contrasto dei reati contro il patrimonio, a primo e parziale esito di un’attività d’indagine avviata, da alcune settimane, su un gruppo criminale composto da soggetti di nazionalità serba, dedito alla commissione di furti aggravati ed in alcuni casi anche rapine in appartamenti in provincia di Salerno, sia nella città capoluogo che nell’area geografica del Cilento, con azioni delittuose commesse anche in alcune abitazioni di campagna ubicate in comuni della Lucania, confinanti con questa provincia, personale della squadra mobile di Salerno (sezione reati contro il patrimonio) e del commissariato di Battipaglia, alle ore 19:30 di ieri, presso lo svincolo del casello autostradale di Angri dell’autostrada A3 Salerno-Napoli, ha tratto in arresto, in flagranza di reato, il 23enne serbo Jovanovic Slavisa (nel riquadro in foto), domiciliato Napoli, ritenuto responsabile, in concorso con altri tre soggetti in corso di identificazione, dei reati di resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato, ricettazione e possesso di arnesi atti allo scasso.

Continua a leggere

VALLE DEL CALORE – FURTI E MICROCRIMINALITA’ IN AUMENTO: CHIESTA L’ISTITUZIONE DI UN CORPO DI POLIZIA INTERCOMUNALE

17_valle_calore_montella

Il tema della sicurezza torna alla ribalta della cronaca nel territorio della Val Calore. Molti sono i comuni dell’entroterra che nei giorni scorsi sono stati vittime di furti o tentativi tali, in diverse abitazioni. L’urgenza della situazione è determinata dalla frequenza e dalla alta capillarità territoriale con cui reati di microcriminalità si sono susseguiti nel breve periodo: rapine, truffe ad anziani, furti nelle masserie e nelle case di campagna.
A tal proposito il comune di Piaggine ha richiesto apertamente, attraverso una lettera inviata ai sindaci dell’Unione dei Comuni Alto Calore, che venga istituito un Corpo di Polizia Intercomunale al fine di garantire la tutela e il controllo dell’intera area. Alla luce degli ultimi eventi che si stanno verificando sempre con maggiore frequenza nelle piccole comunità di Piaggine, Corleto Monforte, Sant’Angelo a Fasanella, Aquara e molte altre, è stato richiesto un incontro costituzionale con il Prefetto.
L’obiettivo è quello di creare una copertura del servizio di polizia comunale 24 ore su 24 e per tutto l’anno, affiancando gli altri Organi di tutela Carabinieri e Corpo Forestale.

Carmen Fiorito