Auletta, Tanagro Opportunità Giovane, al via i laboratori

panorama auletta

Tanagro Opportunità Giovane è una iniziativa a titolarità del Comune diAuletta che vede il coinvolgimento di una rete di partner costituita dal Comune di Teggiano, Associazione diPromozione Sociale Avalon, Associazione Lo Stare Insieme,  Consorzio Imprese Diano,  Demo Active di De Paola Massimiliano,  Fondazione MIdA  e  dallaQ S & Partners di V. Quagliano & C. SNC.

Valorizzare il patrimonio naturalisticoe culturale delle aree interne del Tanagro  e del Vallo di Diano a fini economici eoccupazionali è l’obiettivo prioritario del progetto Tanagro OpportunitàGiovane  in coerenza con le politicheadottate dai G.A.L.  dei comprensori delTanagro e del Diano, dalle Strategie di Sviluppo delle Aree Interne del Vallodi Diano e dalle amministrazioni dei Comuni di Auletta e Teggiano che potranno, così, sperimentare concretamentenuove forme di cooperazione Istituzionale tra Enti e comprensori in materia dipolitiche giovanili, di sviluppo locale e di lavoro.

Giovedì17 gennaio ad Auletta, alle ore 15,  c’èl’avvio dei laboratori  “Sostegno e accompagnamento alla creazione diimpresa” e  “Sostegno e sostenibilitàambientale.

Venerdì18 gennaio, alle ore 16:00 presso il Centro Sociale Dianum a San Marco di Teggianosarà attivato il laboratorio di “Sostegnoe accompagnamento alla creazione di impresa”  .

A regime i laboratori progettati dalteam di Tanagro Opportunità Giovane vedranno il coinvolgimento di circa 100iscritti  proveniente da tutti i comunidei comprensori del Vallo di Diano e del Tanagro a testimonianza dell’interessedei under 35 a creare attività e lavoro.

I Sindaci  di TeggianoMichele Di Candia e di Auletta Pietro Pessolano hanno seguito costantementel’articolata fase di sviluppo del progetto finanziato dalla Regione Campania  per sostenere l’attuazione di “..azioni capacidi capitalizzare il patrimonio culturale locale sia a fini economici che  occupazionali dando una nuova centralità aigiovani e alle relative politiche giovanili da attuare..

Obiettivo strategico delle azionipianificate risiede nella definizione di un modello innovativo di politicheinclusive che guardano con rinnovato interesse ai giovani, agli ambienti, alletecnologie e ai luoghi; un mix vincente di sviluppo  e appeal territoriale replicabile in tutti icomuni del Vallo di Diano e del Tanagro.

C.S.

Annunci

Regione, opportunità e strumenti per l’occupazione e l’imprenditorialità

regione-campania

Si è tenuta Sabato scorso presso il Complesso Universitario Federico II di San Giovanni a Teduccio, Youth Village 2018, iniziativa dedicata alle competenze e agli ambienti per lo sviluppo, con speciale focus su giovani e imprenditorialità innovativa.Temi portanti dell’iniziativa, gli strumenti e i nuovi bandi dedicati ai giovani, oltre a un’azione di networking verso le startup innovative con l’obiettivo di facilitare la relazione con il mondo della finanza, e la conoscenza delle opportunità derivanti dai programmi di accelerazione europei e internazionali.Ad aprire la giornata, il convegno “Strategie e Strumenti per stimolare la scoperta imprenditoriale in Campania”, con gli assessori regionali Valeria Fascione, Chiara Marciani, Sonia Palmeri e l’onorevole Andrea Cozzolino, vice presidente Commissione Sviluppo Regionale del Parlamento europeo e con la partecipazione di Gian Paolo Manzella, assessore allo Sviluppo Economico della Regione Lazio, in visita agli spazi del Polo Universitario di Napoli.“La valorizzazione del capitale umano è il nostro primo obiettivo. La Regione ha predisposto numerose opportunità per i giovani. Il tema delle startup è attuale, abbiamo già investito risorse importanti e ci stiamo preparando all’apertura di nuovi bandi, nel 2019, per favorire la nascita e il consolidamento delle startup. Dunque un supporto a 360 gradi che trova il suo completamento nella piattaforma di Open Innovation che vuole essere una vetrina per innovatori.” Così ha commentato durante i lavori, l’assessore all’Innovazione, Startup e Internazionalizzazione, Valeria Fascione.“In tema di lavoro” è intervenuto l’assessore al Lavoro e alle Risorse Umane, Sonia Palmeri “la Regione Campania ha creato misure per tutti: giovani, disoccupati, donne, disabili, categorie protette. Abbiamo dotato ciascuno dei target di uno zainetto di opportunità per essere appetibili al mercato del lavoro. Allo stesso tempo, lavoriamo sulle infrastrutture, mettendo in piedi servizi sempre migliori: sono pronti 16 milioni e mezzo per il miglioramento dei 46 Centri per l’Impiego sul territorio regionale. Con la misura europea di Garanzia giovani, ad esempio, abbiamo avuto un elevato successo: oltre 31 mila assunzioni, 13 mila giovani formati, ma soprattutto sono nate circa 500 piccole imprese grazie all’auto imprenditorialità. Giovani che restano nella loro terra e si mettono in gioco con grande entusiasmo.Focus su nuovi strumenti per imprenditrici da parte di Chiara Marciani, assessore alla Formazione e alle Pari Opportunità: “La Regione mette a disposizione di tutte le donne un finanziamento di oltre 10 milioni di euro per creare un’attività imprenditoriale al femminile. L’elemento nuovo è che vogliamo essere presenti in tutte le fasi, dall’idea progetto fino alla nascita dell’impresa. Inoltre, c’è la possibilità di avere un voucher di 5 mila euro per essere formati su una determinata attività che venga ritenuta utile per la crescita dell’azienda”.Positivo il commento di Gian Paolo Manzella, assessore allo sviluppo economico della Regione Lazio “Si deve sempre più accelerare sulla collaborazione fra regioni nel campo delle politiche per le startup, la creatività e l’innovazione. Siamo due regioni con centri universitari d’eccellenza, con un capitale umano con doti uniche di creatività, con risorse europee a disposizione per finanziare programmi e iniziative legate all’innovazione. Tutte condizioni che dicono che tra Campania e Lazio vanno trovate forme di collaborazione e valorizzazione che ci permettano di stare in Europa e nel mondo come ‘sistemi’. Costruire sempre più un ecosistema comune, questo deve essere l’obiettivo dei prossimi anni. Nel segno di un’Europa che vuole collaborazione tra gli enti territoriali e concentrazione delle risorse su progetti innovativi e di sistema”.Oltre ai lavori in plenaria, l’iniziativa ha offerto ai giovani presenti diversi momenti di approfondimento, grazie ai corner informativi di Sviluppo Campania, società in-house della Regione Campania, dell’incubatore certificato Campania NewSteel, di SellaLab, di EIT – Health e di altri soggetti che operano per supportare la creazione di impresa e il trasferimento tecnologico.A chiudere la giornata, la conferenza stampa che ha annunciato il primo Innovation Village Award, sostenuto in collaborazione con l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (AsviS), che premierà le esperienze di innovazione che possono contribuire al raggiungimento dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile fissati dall’ONU nel corso di Innovation Village che si terrà dal 4 al 6 aprile 2019 al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa.

C.S.

Campania, formazione e lavoro: dalla Regione oltre 4 milioni a sostegno dei giovani campani

 

download
Con Decreto Dirigenziale n. 1094 del 12/09/2018, di prossima pubblicazione, è stato approvato l’Avviso pubblico per il sostegno e l’implementazione dei contratti di apprendistato professionalizzante con una dotazione di 4,2 milioni di euro. A partire dal 15° giorno successivo alla pubblicazione del Decreto sul BURC, si potranno inoltrare le domande di partecipazione all’Avviso. Le imprese interessate, prima di inoltrare la domanda, devono effettuare la comunicazione del contratto di Apprendistato, sull’apposito ed unico sito dedicato http://www.apprendistatoregionecampania.itLe notevoli risorse, che la Giunta regionale ha voluto destinare per promuovere la crescita professionale e incentivare la buona e durevole occupazione, segnano un ulteriore e concreto impegno a sostegno del lavoro. Formazione e lavoro – la loro integrazione con i contratti di apprendistato – sono fattori determinanti nella capacità di intercettare, valorizzare e fruire delle notevoli risorse umane presenti nel territorio per implementare la crescita e la competitività del sistema produttivo della Campania, affermano gli assessori, alla Formazione Chiara Marciani e al Lavoro Sonia Palmeri, che nel contempo annunciano la prossima pubblicazione degli Avvisi inerenti i contratti di Apprendistato per la Qualifica e il Diploma Professionale (giovani 15 – 25 anni) e di Alta Formazione e Ricerca (18 – 29 anni post diploma – post laurea).“L’obiettivo principale – chiarisce l’assessore Marciani, – è quello di valorizzare l’istituto dell’apprendistato quale strumento di promozione dell’occupazione dei giovani e della loro crescita personale e professionale, garantendo qualità dell’offerta formativa sul territorio regionale. Con questo avviso riusciremo a coinvolgere più di 500 giovani che non solo saranno formati sul campo, ma avranno anche l’opportunità di usufruire di un bonus occupazionale”.

C.S.

Vallo della Lucania, “E-LaborVallo: dai Talenti all’Impresa”: progetti imprenditoriali per i giovani

 

foto_vallo_lucania_1-650x412
Il comune di Vallo della Lucania ha in progetto di coinvolgere i giovani in laboratori per percorsi di sostegno e di accompagnamento alla creazione di impresa e al lavoro autonomo. I percorsi consisteranno in attività di assistenza, quali azioni di informazione, orientamento, consulenza specialistica, assistenza alla predisposizione del business plan/piano di attività ed eventuali strumenti agevolativi. L’obiettivo è innanzitutto la verifica della potenziale fattibilità dell’idea imprenditoriale, dopodiché il servizio di accompagnamento proseguirà con il supporto alla definizione di un progetto imprenditoriale completo e, infine, si favorirà la completa redazione del business plan/piano di attività. In termini generali i servizi di accompagnamento dei potenziali imprenditori o lavoratori autonomi saranno caratterizzati da uno o più incontri di consulenza per ogni progetto imprenditoriale. Le attività organizzate alla base del laboratorio, che prevedono sei fasi, intendono offrire ai giovani selezionati un concreto supporto che li possa aiutare a realizzare una propria impresa o un proprio lavoro autonomo. Tutto ciò nell’ambito dell’avviso pubblico della Regione Campania denominato “Benessere giovani – Organizziamoci” manifestazione di interesse per la realizzazione di attività polivalenti che mira a sensibilizzare i giovani dai 16 ai 35 anni alla cultura d’impresa e all’acquisizione di esperienze utili a favorire la loro crescita personale. Il progetto denominato “E-LaborVallo: dai Talenti all’Impresa” ha una durata di 24 mesi ed è rivolto prioriatamente a giovani NEET con età inferiore a 35 anni. Le attività verranno svolte presso la struttura “Mediterranean Factory” collocata nell’ex Monastero di Santa Caterina. E’ di 80.000,00 euro l’importo per il quale il progetto è stato ammesso a finanziamento.

REDAZIONE

Campania, via alla seconda fase di “Garanzia Giovani” con 222 milioni

Campania: Via alla seconda fase di "Garanzia Giovani" con 222 milioni

La Giunta Regionale della Campania, su proposta dell’assessore Sonia Palmeri,  ha approvato oggi la delibera che prende atto del rifinanziamento del Programma di Garanzia Giovani, disposto dalla Commissione Europea con Decisione del 18.12.2017 e del Decreto ANPAL, che assegna alla Regione Campania 221.767.282,00 milioni di euro per l’attuazione delle Misure della Nuova Fase. Dopo il successo registrato in soli 2 anni nella precedente edizione, con oltre 33mila tirocini, 13mila giovani formati, 21mila assunzioni, con la nascita di 325 piccole aziende, grazie anche ad una efficiente e virtuosa attività di rendicontazione e certificazione della spesa, la dotazione finanziaria campana è passata dai 191milioni del 2014 ai circa 222 milioni per il biennio 2018/2020.

La nuova programmazione proporrà un insieme di misure innovative volte alla valorizzazione delle capacità dei giovani N.E.T.T. ( cioè giovani che non studiano e non lavorano), nonché all’inserimento occupazionale e allo sviluppo dello spirito imprenditoriale.

Uno spazio particolare tra gli interventi sarà dedicato al raccordo con la misura nazionale di contrasto alla povertà (REI), che attraverso percorsi mirati, contribuirà ad accompagnare i processi di riqualificazione e reinserimento dei giovani N.E.E.T.

Indirizzo strategico prioritario della governance del Programma è permettere a ciascun giovane campano tra i 15 ed i 29 anni, iscritto a Garanzia Giovani, di esprimere al meglio il proprio potenziale, trovando nella nostra regione le migliori opportunità  di lavoro.

“Il provvedimento approvato oggi – dichiara l’Assessore Palmeri- si inquadra in un rilancio straordinario dell’intera infrastruttura dei Servizi per il lavoro, che in sinergia tra attori pubblici e privati, costituiscono l’asse portante di uno sviluppo complessivo delle politiche attive per l’occupazione”.

C.S.

Resto al Sud, la nuova iniziativa per i giovani della BCC Comuni Cilentani

Stampa

Resto al sud è l’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali avviate da giovani nelle regioni del Mezzogiorno. La BCC Comuni Cilentani si pone come partner finanziario.
Il regime di aiuto è gestito da Invitalia, per conto della Presidenza del Consiglio dei Ministri e copre i costi di un’iniziativa imprenditoriale per importo massimo di € 50.000,00. Si articola in: a) Un contributo a fondo perduto pari al 35% delle spese ammissibili b) Un contributo a totale copertura degli interessi su finanziamento bancario di ammontare pari alla rimanente quota del 65% delle spese ammissibili. Le risorse stanziate per la misura sono pari a 1 miliardo e 250 milioni di euro, a valere sul Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2014-2020 ripartite negli anni 2017-2025.  Per Giovani imprenditori di età compresa tra i 18 e i 35 anni.   Spese ammissibili • Opere edili relative a interventi di ristrutturazione e/o manutenzione straordinaria nel limite massimo del 30% del programma di spesa; • Macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica; • Programmi informatici e servizi per le ICT connessi alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa: • Spese relative al capitale circolante inerente l’attività di impresa nel limite massimo del 20% del programma di spesa; sono ammissibili le spese per materie prime, materiali di consumo, semilavorati e prodotti finiti.
Scopri di più sul sito www.bcccomunicilentani.it
e consulta il sito www.invitalia.it

Confagricoltura Campania ”Bene le proroghe sulla misura 4.1.1 del Psr e sul bando “Progetto integrato giovani”

confagricoltura-campania

“La proroga dei bandi del Programma di sviluppo rurale della Campania 2014 – 2020 emanata con il decreto dirigenziale dell’assessorato agricoltura del 12 gennaio consentirà alle imprese agricole – impegnate a presentare progetti d’investimento per quasi 300 milioni di euro – di superare i problemi tecnici avuti con il portale Sian e a definire meglio le domande di aiuto per le progettualità ancora in fase di sviluppo, pertanto a nome dell’organizzazione che rappresento ringrazio il consigliere delegato Franco Alfieri e la struttura dell’assessorato che hanno celermente provveduto”. Così Rosario Rago, presidente di Confagricoltura Campania alla notizia delle proroghe per la compilazione ed il rilascio della domanda di sostegno sul portale Sian per due bandi del Psr Campania 2014/2020 che arrivano grazie al decreto n.14 del 12 gennaio 2018 a firma del direttore generale dell’assessorato agricoltura, Filippo Diasco.

Le proroghe per presentare domanda di aiuto riguardano il bando di misura 4.1.1 “Sostegno a investimenti nelle aziende agricole”, dotazione finanziaria da 64 milioni di euro, emanato ad agosto e già in scadenza il 24 gennaio e per il quale ci sarà tempo fino al 29 marzo 2018, e del bando per il Progetto integrato giovani – tipologie d’intervento 4.1.2 “Investimenti per il ricambio generazionale nelle aziende agricole” con dotazione finanziaria da 90 milioni di euro e 6.1.1, il premio per il primo insediamento del giovane imprenditore in azienda agricola, da 50 milioni. Su quest’ultimo bando, emanato lo scorso ottobre ed in scadenza il 28 febbraio sarà possibile presentare domanda di aiuto fino al 27 aprile prossimo.

Come già deciso nell’ultimo Comitato di sorveglianza, su entrambi i bandi e solo per le imprese agricole che hanno già prodotto manifestazione di interessi a seguito di problemi di natura tecnica che non consentivano la compilazione ed il rilascio della relativa domanda di sostegno sul portale Sian, il termine per il completamento delle operazioni sul portale è ora fissato al 28 febbraio 2018.

La proroga della misura 4.1.1 era stata richiesta durante il periodo natalizio da Rosario Rago, presidente di Confagricoltura Campania, dopo che numerosi erano stati i problemi di natura tecnica con il portale Sian e le correzioni dell’assessorato al bandi, oltre alle complicazioni dovute alla nuova legislazione sulla certificazione antimafia.

C.S.

Capaccio Paestum, Italo Voza: “Creare opportunità per i giovani meritevoli è la mia priorità”

 

municipioCapoluogonuovo

Creare opportunità per i giovani meritevoli rappresenta una delle priorità in cima all’agenda politica del Sindaco Italo Voza, che intende fare di essi i protagonisti dello sviluppo e della crescita di Capaccio Paestum.

Troppo spesso i nostri giovani – dichiara Italo Voza – si vedono costretti a lasciare il territorio in cui sono nati e cresciuti, e troppo spesso ad andare via sono proprio coloro che hanno investito sulla propria formazione, studiando con sacrificio, portando via con sé il proprio sogno di vita e quanto di bello ed innovativo possono consegnare alla nostra Città.

Le famiglie di questi giovani hanno fatto enormi sacrifici per far studiare i propri figli, tra lauree, corsi di formazione e master, e meritano di vederli ripagati, di ricevere la giusta soddisfazione e tranquillità per il loro futuro.

La fuga dei cervelli dal nostro territorio è una triste realtà, che va contrastata con azioni concrete, capaci di creare opportunità che spingano i giovani a restare, a costruire qui il proprio futuro, a mettere la propria professionalità e le loro idee al servizio del proprio territorio per determinarne la crescita e lo sviluppo.

E’ per questo che il Comune dovrà avere una lista di esperti e procedure assolutamente trasparenti per avvalersi delle competenze di giovani professionisti del territorio, che ci aiuteranno a realizzare il nostro progetto di una città smart, digitale ed ecosostenibile: la Capaccio Paestum del 2022.

Saranno parte – conclude Voza – del vasto progetto di marketing territoriale che mira a valorizzare al meglio ogni brand legato alla Città, a realizzare quella ‘bolla emozionale’ che unisce il turismo del mare, archeologico e  culturale, e che consentirà a Capaccio Paestum di giungere al milione di visitatori all’anno”.

C.S.