Agropoli, sopralluogo del sindaco sul cantiere di via Alighieri: «i lavori termineranno in anticipo»

AGROPOLI VIA DANTE ALIGHIERI
Il sindaco del Comune di Agropoli, Adamo Coppola, ha operato questa mattina un sopralluogo sul cantiere in essere in via Dante Alighieri. «Gli interventi sono a buon punto – afferma il primo cittadino – e si concluderanno con anticipo rispetto ai venti giorni previsti inizialmente (con molta probabilità a metà della prossima settimana)». Ricordiamo che via Alighieri è chiusa al traffico veicolare (tratto Caldo Casa2 – rotatoria località Madonna del Carmine esclusa) dallo scorso 8 ottobre, per compiere lavori alle opere fognarie, al fine di prevenire allagamenti, in caso di pioggia. La chiusura completa al traffico veicolare si è resa necessaria in quanto la zona di cantiere si trova in un punto molto delicato, in prossimità della centrale Enel, con relativa diramazione dei cavi dell’alta tensione verso i diversi punti della città. Non poche le difficoltà incontrate dagli operai nelle operazioni di scavo e messa in opera delle tubature, vista la presenza di altri sottoservizi. In ogni caso, complice anche il bel tempo, si procede speditamente al fine di ultimare il prima possibile, al fine di riaprire l’arteria e ripristinare il traffico veicolare nella zona.

C.S.

Annunci

Agropoli, gara d’appalto per lavori di completamento della nuova sede della Guardia di Finanza 

AGROPOLI NUOVA SEDE GUARDIA DI FINANZA

Al via una gara d’appalto per l’affidamento dei lavori di completamento della nuova sede Comando Compagnia Guardia di Finanza nel comune di Agropoli. Gli interventi prevedono un importo complessivo pari a circa 230.000,00 euro e sono finanziati con fonte di finanziamento: diverso utilizzo per devoluzione mutuo Cassa DD.PP. La durata dei lavori è prevista in 45 giorni, decorrenti dalla data del verbale di consegna dei lavori. Sono ammessi a presentare l’offerta gli operatori economici che non devono trovarsi in nessun’altra ipotesi di incapacità a contrattare con la Pubblica Amministrazione e di non aver avuto l’applicazione di alcuna delle sanzioni o misure cautelari che impediscono di contrarre con la stessa.L’operatore economico deve possedere una attestazione, essere iscritto nel registro delle imprese presso la camera di commercio industria agricoltura ed artigianato, mentre al l cittadino di altro Stato membro non residente in Italia è richiesta la prova dell’iscrizione. L’operatore economico quindi deve dimostrare il possesso dei requisiti di qualificazione attraverso attestazione in corso di validità, per categoria e classifica adeguate ai lavori da assumere, rilasciata dagli appositi organismi di diritto privato autorizzati a questo fine dall’ANAC. L’appalto sarà affidato con il criterio del minor prezzo e in ogni caso, nell’offerta economica l’operatore deve indicare l’importo dei propri costi della manodopera e l’importo degli oneri aziendali concernenti l’adempimento delle disposizioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.L’offerta e la documentazione richiesta dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 14 Novembre 2018 direttamente all’Ufficio Protocollo mezzo servizio postale con raccomandata A.R., corriere o direttamente a mano in un unico plico sigillato e siglato sui lembi di chiusura. L’orario di apertura dell’Ufficio Protocollo è dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00. L’inizio delle operazioni di gara, con l’apertura dei plichi avverrà alle ore 18.15 del giorno 22 Novembre 2018.

REDAZIONE

Castellabate, lavori di realizzazione di un terminal bus in Piazza Mondelli a Santa Maria

castellabate
Tra i prossimi obiettivi dell’amministrazione comunale di Castellabate retta dal sindaco Costabile Spinelli rientra la realizzazione di aree di manovra e sosta temporanea per autobus di linea e turistici a servizio in Piazza Mondelli in località Santa Maria. Ciò per porre rimedio al congestionamento del traffico sul territorio comunale nonché al miglioramento dei servizi offerti alla popolazione residente ed ai visitatori. A tal proposito si è dato mandato all’U.T.C. di effettuare una ricognizione sul territorio comunale volta al perseguimento di diversi obiettivi: il decongestionamento del traffico su Piazza Izzo e su Piazza Mondelli, utilizzando tale aree solo come fermata sali-scendi e non più come “terminal o spazio di sosta”; la revisione del piano di mobilità urbana per il raggiungimento di obiettivi di sostenibilità ambientale, sociale ed economica attraverso la definizione di azioni orientate a migliorare l’efficacia e l’efficienza del sistema della mobilità e la sua integrazione con l’assetto e gli sviluppi urbanistici e territoriali; individuare un’ area del territorio comunale baricentrica rispetto ai flussi di traffico veicolare e dei bus di linea e turistici. Il progetto ha un costo pari a 378.000,00 euro circa e il suddetto intervento sarà inserito nel Programma Triennale dei Lavori Pubblici 2018/2020. Per la relizzazione del progetto verrà nominato in qualità di Responsabile del Procedimento l’Arch. Adelio Nicoletta Responsabile dell’U.T.C. Area IV Governo del Territorio.

REDAZIONE

Santa Marina, banda ultralarga: lavori previsti anche per il comune di Santa Marina

banda_ultralarga_1
Il 19 luglio scorso si è svolto a Napoli, presso la Sala Riunioni dell’Isola A6 del Centro Direzionale, l’incontro relativo al progetto della Regione Campania per la realizzazione della rete a banda ultralarga. I lavori di posa della fibra ottica prevedono, per il 2018, l’apertura dei cantieri in 53 Comuni, sui 546 Comuni Campani interessati dal programma. Il Comune di Santa Marina rientra tra i Comuni che hanno partecipato al convegno di Napoli e che vedranno realizzare, nel 2018, i cantieri di posa della banda ultralarga.
“Sono molto soddisfatto per questo nuovo risultato – ha dichiarato il Sindaco di Santa Marina Giovanni Fortunato- la realizzazione di questo progetto fornirà un servizio importante all’intero Golfo di Policastro. L’introduzione della banda larga nel nostro territorio, rappresenta, in particolare per il Comune di Santa Marina, un fattore di crescita economica e occupazionale, in quanto una velocità minima di connessione permette la diffusione di alcuni servizi quali: telelavoro, telemedicina, teleconferenza, videochiamata e l’avvio di un’attività a distanza. Tutto questo comporterà un notevole sviluppo non solo per le attività commerciali ma per tutti i cittadini residenti nel Comune”.
La copertura della rete a banda ultralarga sul territorio regionale è un progetto della Regione Campania, a valere sulle risorse della programmazione Europea 2014-2020, un investimento pubblico di circa 135 milioni di euro di fondi FESR e 20 milioni di fondi FEASR.

C.S.

Trentinara, lavori di ampliamento per l’edificio scolastico “Aldo Moro”: approvato il progetto

260px-Trentinara_view
Approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica presentato dall’U.T.C. per i lavori di ampliamento con adeguamento sismico, adeguamento funzionale, efficientamento energetico ed impiantistico, opere di adeguamento antincendio e sistemazione dell’edificio scolastico “Aldo Moro” nel comune di Trentinara. Gli interventi avranno un costo pari a 800.000.00 euro circa. Infatti, con decreto del Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, di concerto con il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare e del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, sono stati definiti i contenuti della progettazione in tre livelli progettuali. A tal proposito sono stati anche acquisiti i pareri favorevoli espressi dal responsabile del Servizio competente, in ordine alla regolarità tecnica, attestante la regolarità e la correttezza dell’azione amministrativa, nonchè in ordine alla regolarità contabile, poichè l’atto comporta riflessi diretti o indiretti sulla situazione economico finanziaria o sul patrimonio dell’ente.

REDAZIONE

Albanella, finanziamenti per i lavori di adeguamento dell’impianto di depurazione situato in località Matinella

 

1200px-Albanella_Panorama
Finanziati, dalla Regione Campania, i lavori di adeguamento dell’impianto di depurazione situato in località Matinella. L’importo previsto per le opere, nell’ambito delle risorse Por Fesr 2014/2020, è di 1.000.000 di euro. L’impianto venne sequestrato dal Noe nel marzo del 2016 insieme con quello di Albanella capoluogo. Il Comune, guidato dal sindaco Renato Josca, dopo il provvedimento ha proceduto con l’affidamento di lavori urgenti, per circa 136.000 euro, per fare fronte alle importanti carenze strutturali dei due depuratori. Ora i fondi stanziati dalla Regione Campania permetteranno il completo adeguamento. “L’ente regionale – spiega il sindaco Renato Josca – ha stanziato a favore del nostro Comune 1 milione di euro che utilizzeremo per il rifacimento del depuratore. L’adeguamento è necessario, in considerazione soprattutto del forte aumento degli abitanti del centro urbano, passato dai 1.500 del progetto originario ai 4.000 attuali. La struttura sarà resa anche autonoma dal punto di vista energetico e la sua riqualificazione sarà un primo passo importante anche per la riqualificazione della rete fognaria. Proprio a questo proposito, lo scorso 21 febbraio si è conclusa la Conferenza di servizi tra i Comuni per l’approvazione dell’accordo di programma per la rete fognaria dell’intero territorio, per la quale abbiamo già avanzato richiesta di finanziamento”. Presso il depuratore di Matinella sarà realizzata una stazione di sollevamento, sfruttando la vasca di uno dei due sedimentatori esistenti e permettendo l’aumento del volume della vasca di ossidazione mediante l’innalzamento della quota di arrivo del refluo in vasca e, quindi, del battente d’acqua. Sarà aumentato il volume del sedimentatore, passando dai 20 metri quadri attuali a circa 80, e quello del comparto di ossidazione, che passa da 300 a 380 metri cubi, oltre a quello del comparto di disinfezione. Messa in opera di: due pompe per il sollevamento delle acque in arrivo, del sistema di ossidazione con compressore a lobi, completi di tubazioni di acciaio di collettamento aria e un tappeto di diffusori; due pompe di ricircolo fanghi e una per il sollevamento schiume; un ponte raschiatore a trazione periferica; canalette in acciaio zincato per il sedimentatore circolare; un mixer per l’aumento della miscelazione nel comparto di disinfezione; due pompe dosatrici; un quadro elettrico con nuovi circuiti. Previsti interventi anche per il depuratore di Albanella, con l’assegnazione di nuovi fondi dalla Regione Campania. “Per la struttura del capoluogo – spiega Josca – ci saranno assegnati altri 500.000 euro. Procederemo poi con l’affidamento dei lavori e la realizzazione delle opere”. Il Comune di Albanella ha già presentato il progetto che prevede migliorie strutturali relative alla sedimentazione secondaria, allo sfiorare di piena, i letti di essiccamento e la strada di accesso. A breve saranno affidati i lavori.

C.S.

Camerota, via i vecchi «panettoni» dal porto: partono i lavori per il restyling

porto_camerota_2

Una gru ha rimosso i vecchi «panettoni» in cemento. Ora sono pronti per essere trasportati in un deposito comunale. Via anche i cestini per la spazzatura e alcune fioriere. L’Amministrazione Comunale di Camerota, guidata dal Sindaco Mario Salvatore Scarpitta, ha dato il via ai lavori di restyling sul porto turistico della frazione Marina. Grazie al contributo della società che gestisce il porto, la Camerota Yachting Service, e il lavoro dell’Assessore Teresa Esposito, delegata al Porto, del Consigliere delegato all’Ambiente, Josè Saturno, e della delegata al Decoro Urbano, Mariateresa Reda, si sta provvedendo a sostituire le vecchie opere con arredi nuovi di zecca.

Un design molto più moderno, che si sposa bene con la passeggiata, una delle più frequentate nel periodo estivo, ma non solo. Cestini e fioriere, poi paletti e barriere: l’inizio dei lavori ha già destato curiosità in paese. La società portuale, oltre a fornire l’arredo, ha già incrementato i servizi del Porto con l’installazione di una linea wifi, la meccanizzazione dei cancelli d’accesso ai pontili, la creazione di un’app dalla quale è possibile prenotare il posto barca e conoscere il porto, e tante altre novità.

«Il processo di risistemazione del porto di Marina di Camerota parte da lontano – fa sapere il Sindaco Mario Salvatore Scarpitta – con l’organizzazione degli ormeggi per dare la possibilità ad ogni imbarcazione di avere il proprio posto, con l’inaugurazione del circolo dedicato agli anziani pescatori, con la messa in sicurezza del molo di sottoflutto e l’installazione della sbarra per vietare l’ingresso alle auto e consentire l’accesso solo agli addetti ai lavori e ai pescatori. Abbiamo incontrato tante volte gli operatori del mare e i pescatori, come non si era mai fatto prima. Con l’Assessore Esposito, delegata al Porto, ci siamo impegnati anche per sistemare la situazione dei locali del mercato ittico, che presto verranno destinati, in modo regolare e trasparente, ai vari pescatori che li utilizzeranno come magazzino. Siamo andati tante volte in Regione Campania – continua Scarpitta – riuscendo ad ottenere risultati importanti che sveleremo a breve. Si è proceduto ad affidare i pontili ad una società che sta dimostrando impegno e senso del dovere verso la nostra cittadina».

«Il porto deve diventare il salotto di Marina di Camerota – afferma Teresa Esposito, Assessore delegata al Porto, alla Cultura e all’Area Marina Protetta – ringrazio la società ‘Camerota Yachting Service’ per il lavoro che sta portando avanti a 360 gradi. La nostra collaborazione è sinonimo di grande senso di responsabilità. Nei prossimi giorni, oltre a tutto quello elencato dal Sindaco, apriremo i battenti dell’ufficio turistico, un gioiellino a disposizione dei turisti che vorranno conoscere meglio il nostro meraviglioso territorio attraverso gite in barca, escursioni lungo la costa, passeggiate trekking e visite nei centri storici delle frazioni interne. Il restyling era necessario, dopo tanto tempo qualcosa andava fatta».

C.S.

Agropoli, lavori in corso presso l’ospedale: entro fine giugno saranno pronte le sale operatorie. Il 1 settembre al via i primi interventi di piccola chirurgia

Riapertura-PS-ospedale-Agropoli-4
Sono in corso i lavori edili ed impiantistici presso il presidio ospedaliero di Agropoli. Nell’apposita lista, redatta dall’Asl Salerno, risultano una serie di interventi, alcuni operati; altri da operare, necessari per la riattivazione delle sale operatorie, le quali, essendo state chiuse per anni, sono rimaste prive di manutenzione. In particolare, quelli affidati, sono: lavori di sistemazione degli impianti elettrici (3.500 euro); sistemazione della catena filtrante (24.000 euro); gruppo ascensori (5.000 euro). Saranno presto dati in affidamento: sistemazione del pavimento e del rivestimento (12.000 euro); sostituzione vetri degli infissi esterni (1.400 euro); sostituzione batterie UPS (8.000 euro); sistemazione gomme porte scorrevoli (2.000 euro); sistemazione copertura e infissi esterni, per risolvere problemi di infiltrazioni (35.000 euro); revisione della rete dell’aria condizionata (12.000 euro). Sono stati inoltre operati sopralluoghi per la sterilizzatrice. Risultano ultimati: i lavori per l’adattamento di un reparto per destinarlo alla cura dei Disturbi Alimentari (25.000 euro); l’adeguamento del reparto di Neuroscienze (40.000 euro). Figurano, nella medesima lista, ulteriori 250.000 euro, impiegati lo scorso anno per la riattivazione del pronto soccorso, il reparto di Medicina generale con 20 posti letto e i servizi generali dell’ospedale civile. Sono infine, in via di ultimazione, i lavori al reparto SUAP (Speciale Unità di Accoglienza Permanente), che permetteranno di implementare i posti letto da 5 ad 11, per i malati in stato vegetativo. «Nelle scorse ore – spiegano il Sindaco Adamo Coppola ed il consigliere delegato alla Sanità, Emidio Cianciola – abbiamo avuto un incontro con il d.g. dell’Asl Salerno, Antonio Giordano. E’ stato previsto un potenziamento estivo del presidio ospedaliero (luglio – settembre) di Agropoli, con servizi h 24 per laboratorio analisi e radiologia, con la figura del rianimatore. Ci auguriamo – precisano – che tale potenziamento possa proseguire per l’intero anno. Le sale operatorie saranno pronte entro fine giugno e a partire dal 1 settembre si potranno avviare i primi interventi di piccola chirurgia. Ci è stata confermata la volontà di fare in modo di far crescere gradualmente l’attività chirurgica, avviando la chirurgia specialistica tiroidea e/o della mammella. Inoltre è stata prevista l’integrazione con il trattamento oncologico-chemioterapico, che andrebbe ad integrarsi appunto con quello radioterapico, la Stereotassica, già presente presso il Radiosurgery Center. In questo modo il paziente oncologico potrebbe venire gestito in loco. L’Asl si sta anche adoperando – concludono – per reperire nuovo personale da destinare al presidio ospedaliero di Agropoli».

C.S.