Castellabate, lavori di realizzazione di un terminal bus in Piazza Mondelli a Santa Maria

castellabate
Tra i prossimi obiettivi dell’amministrazione comunale di Castellabate retta dal sindaco Costabile Spinelli rientra la realizzazione di aree di manovra e sosta temporanea per autobus di linea e turistici a servizio in Piazza Mondelli in località Santa Maria. Ciò per porre rimedio al congestionamento del traffico sul territorio comunale nonché al miglioramento dei servizi offerti alla popolazione residente ed ai visitatori. A tal proposito si è dato mandato all’U.T.C. di effettuare una ricognizione sul territorio comunale volta al perseguimento di diversi obiettivi: il decongestionamento del traffico su Piazza Izzo e su Piazza Mondelli, utilizzando tale aree solo come fermata sali-scendi e non più come “terminal o spazio di sosta”; la revisione del piano di mobilità urbana per il raggiungimento di obiettivi di sostenibilità ambientale, sociale ed economica attraverso la definizione di azioni orientate a migliorare l’efficacia e l’efficienza del sistema della mobilità e la sua integrazione con l’assetto e gli sviluppi urbanistici e territoriali; individuare un’ area del territorio comunale baricentrica rispetto ai flussi di traffico veicolare e dei bus di linea e turistici. Il progetto ha un costo pari a 378.000,00 euro circa e il suddetto intervento sarà inserito nel Programma Triennale dei Lavori Pubblici 2018/2020. Per la relizzazione del progetto verrà nominato in qualità di Responsabile del Procedimento l’Arch. Adelio Nicoletta Responsabile dell’U.T.C. Area IV Governo del Territorio.

REDAZIONE

Santa Marina, banda ultralarga: lavori previsti anche per il comune di Santa Marina

banda_ultralarga_1
Il 19 luglio scorso si è svolto a Napoli, presso la Sala Riunioni dell’Isola A6 del Centro Direzionale, l’incontro relativo al progetto della Regione Campania per la realizzazione della rete a banda ultralarga. I lavori di posa della fibra ottica prevedono, per il 2018, l’apertura dei cantieri in 53 Comuni, sui 546 Comuni Campani interessati dal programma. Il Comune di Santa Marina rientra tra i Comuni che hanno partecipato al convegno di Napoli e che vedranno realizzare, nel 2018, i cantieri di posa della banda ultralarga.
“Sono molto soddisfatto per questo nuovo risultato – ha dichiarato il Sindaco di Santa Marina Giovanni Fortunato- la realizzazione di questo progetto fornirà un servizio importante all’intero Golfo di Policastro. L’introduzione della banda larga nel nostro territorio, rappresenta, in particolare per il Comune di Santa Marina, un fattore di crescita economica e occupazionale, in quanto una velocità minima di connessione permette la diffusione di alcuni servizi quali: telelavoro, telemedicina, teleconferenza, videochiamata e l’avvio di un’attività a distanza. Tutto questo comporterà un notevole sviluppo non solo per le attività commerciali ma per tutti i cittadini residenti nel Comune”.
La copertura della rete a banda ultralarga sul territorio regionale è un progetto della Regione Campania, a valere sulle risorse della programmazione Europea 2014-2020, un investimento pubblico di circa 135 milioni di euro di fondi FESR e 20 milioni di fondi FEASR.

C.S.

Trentinara, lavori di ampliamento per l’edificio scolastico “Aldo Moro”: approvato il progetto

260px-Trentinara_view
Approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica presentato dall’U.T.C. per i lavori di ampliamento con adeguamento sismico, adeguamento funzionale, efficientamento energetico ed impiantistico, opere di adeguamento antincendio e sistemazione dell’edificio scolastico “Aldo Moro” nel comune di Trentinara. Gli interventi avranno un costo pari a 800.000.00 euro circa. Infatti, con decreto del Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, di concerto con il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare e del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, sono stati definiti i contenuti della progettazione in tre livelli progettuali. A tal proposito sono stati anche acquisiti i pareri favorevoli espressi dal responsabile del Servizio competente, in ordine alla regolarità tecnica, attestante la regolarità e la correttezza dell’azione amministrativa, nonchè in ordine alla regolarità contabile, poichè l’atto comporta riflessi diretti o indiretti sulla situazione economico finanziaria o sul patrimonio dell’ente.

REDAZIONE

Albanella, finanziamenti per i lavori di adeguamento dell’impianto di depurazione situato in località Matinella

 

1200px-Albanella_Panorama
Finanziati, dalla Regione Campania, i lavori di adeguamento dell’impianto di depurazione situato in località Matinella. L’importo previsto per le opere, nell’ambito delle risorse Por Fesr 2014/2020, è di 1.000.000 di euro. L’impianto venne sequestrato dal Noe nel marzo del 2016 insieme con quello di Albanella capoluogo. Il Comune, guidato dal sindaco Renato Josca, dopo il provvedimento ha proceduto con l’affidamento di lavori urgenti, per circa 136.000 euro, per fare fronte alle importanti carenze strutturali dei due depuratori. Ora i fondi stanziati dalla Regione Campania permetteranno il completo adeguamento. “L’ente regionale – spiega il sindaco Renato Josca – ha stanziato a favore del nostro Comune 1 milione di euro che utilizzeremo per il rifacimento del depuratore. L’adeguamento è necessario, in considerazione soprattutto del forte aumento degli abitanti del centro urbano, passato dai 1.500 del progetto originario ai 4.000 attuali. La struttura sarà resa anche autonoma dal punto di vista energetico e la sua riqualificazione sarà un primo passo importante anche per la riqualificazione della rete fognaria. Proprio a questo proposito, lo scorso 21 febbraio si è conclusa la Conferenza di servizi tra i Comuni per l’approvazione dell’accordo di programma per la rete fognaria dell’intero territorio, per la quale abbiamo già avanzato richiesta di finanziamento”. Presso il depuratore di Matinella sarà realizzata una stazione di sollevamento, sfruttando la vasca di uno dei due sedimentatori esistenti e permettendo l’aumento del volume della vasca di ossidazione mediante l’innalzamento della quota di arrivo del refluo in vasca e, quindi, del battente d’acqua. Sarà aumentato il volume del sedimentatore, passando dai 20 metri quadri attuali a circa 80, e quello del comparto di ossidazione, che passa da 300 a 380 metri cubi, oltre a quello del comparto di disinfezione. Messa in opera di: due pompe per il sollevamento delle acque in arrivo, del sistema di ossidazione con compressore a lobi, completi di tubazioni di acciaio di collettamento aria e un tappeto di diffusori; due pompe di ricircolo fanghi e una per il sollevamento schiume; un ponte raschiatore a trazione periferica; canalette in acciaio zincato per il sedimentatore circolare; un mixer per l’aumento della miscelazione nel comparto di disinfezione; due pompe dosatrici; un quadro elettrico con nuovi circuiti. Previsti interventi anche per il depuratore di Albanella, con l’assegnazione di nuovi fondi dalla Regione Campania. “Per la struttura del capoluogo – spiega Josca – ci saranno assegnati altri 500.000 euro. Procederemo poi con l’affidamento dei lavori e la realizzazione delle opere”. Il Comune di Albanella ha già presentato il progetto che prevede migliorie strutturali relative alla sedimentazione secondaria, allo sfiorare di piena, i letti di essiccamento e la strada di accesso. A breve saranno affidati i lavori.

C.S.

Camerota, via i vecchi «panettoni» dal porto: partono i lavori per il restyling

porto_camerota_2

Una gru ha rimosso i vecchi «panettoni» in cemento. Ora sono pronti per essere trasportati in un deposito comunale. Via anche i cestini per la spazzatura e alcune fioriere. L’Amministrazione Comunale di Camerota, guidata dal Sindaco Mario Salvatore Scarpitta, ha dato il via ai lavori di restyling sul porto turistico della frazione Marina. Grazie al contributo della società che gestisce il porto, la Camerota Yachting Service, e il lavoro dell’Assessore Teresa Esposito, delegata al Porto, del Consigliere delegato all’Ambiente, Josè Saturno, e della delegata al Decoro Urbano, Mariateresa Reda, si sta provvedendo a sostituire le vecchie opere con arredi nuovi di zecca.

Un design molto più moderno, che si sposa bene con la passeggiata, una delle più frequentate nel periodo estivo, ma non solo. Cestini e fioriere, poi paletti e barriere: l’inizio dei lavori ha già destato curiosità in paese. La società portuale, oltre a fornire l’arredo, ha già incrementato i servizi del Porto con l’installazione di una linea wifi, la meccanizzazione dei cancelli d’accesso ai pontili, la creazione di un’app dalla quale è possibile prenotare il posto barca e conoscere il porto, e tante altre novità.

«Il processo di risistemazione del porto di Marina di Camerota parte da lontano – fa sapere il Sindaco Mario Salvatore Scarpitta – con l’organizzazione degli ormeggi per dare la possibilità ad ogni imbarcazione di avere il proprio posto, con l’inaugurazione del circolo dedicato agli anziani pescatori, con la messa in sicurezza del molo di sottoflutto e l’installazione della sbarra per vietare l’ingresso alle auto e consentire l’accesso solo agli addetti ai lavori e ai pescatori. Abbiamo incontrato tante volte gli operatori del mare e i pescatori, come non si era mai fatto prima. Con l’Assessore Esposito, delegata al Porto, ci siamo impegnati anche per sistemare la situazione dei locali del mercato ittico, che presto verranno destinati, in modo regolare e trasparente, ai vari pescatori che li utilizzeranno come magazzino. Siamo andati tante volte in Regione Campania – continua Scarpitta – riuscendo ad ottenere risultati importanti che sveleremo a breve. Si è proceduto ad affidare i pontili ad una società che sta dimostrando impegno e senso del dovere verso la nostra cittadina».

«Il porto deve diventare il salotto di Marina di Camerota – afferma Teresa Esposito, Assessore delegata al Porto, alla Cultura e all’Area Marina Protetta – ringrazio la società ‘Camerota Yachting Service’ per il lavoro che sta portando avanti a 360 gradi. La nostra collaborazione è sinonimo di grande senso di responsabilità. Nei prossimi giorni, oltre a tutto quello elencato dal Sindaco, apriremo i battenti dell’ufficio turistico, un gioiellino a disposizione dei turisti che vorranno conoscere meglio il nostro meraviglioso territorio attraverso gite in barca, escursioni lungo la costa, passeggiate trekking e visite nei centri storici delle frazioni interne. Il restyling era necessario, dopo tanto tempo qualcosa andava fatta».

C.S.

Agropoli, lavori in corso presso l’ospedale: entro fine giugno saranno pronte le sale operatorie. Il 1 settembre al via i primi interventi di piccola chirurgia

Riapertura-PS-ospedale-Agropoli-4
Sono in corso i lavori edili ed impiantistici presso il presidio ospedaliero di Agropoli. Nell’apposita lista, redatta dall’Asl Salerno, risultano una serie di interventi, alcuni operati; altri da operare, necessari per la riattivazione delle sale operatorie, le quali, essendo state chiuse per anni, sono rimaste prive di manutenzione. In particolare, quelli affidati, sono: lavori di sistemazione degli impianti elettrici (3.500 euro); sistemazione della catena filtrante (24.000 euro); gruppo ascensori (5.000 euro). Saranno presto dati in affidamento: sistemazione del pavimento e del rivestimento (12.000 euro); sostituzione vetri degli infissi esterni (1.400 euro); sostituzione batterie UPS (8.000 euro); sistemazione gomme porte scorrevoli (2.000 euro); sistemazione copertura e infissi esterni, per risolvere problemi di infiltrazioni (35.000 euro); revisione della rete dell’aria condizionata (12.000 euro). Sono stati inoltre operati sopralluoghi per la sterilizzatrice. Risultano ultimati: i lavori per l’adattamento di un reparto per destinarlo alla cura dei Disturbi Alimentari (25.000 euro); l’adeguamento del reparto di Neuroscienze (40.000 euro). Figurano, nella medesima lista, ulteriori 250.000 euro, impiegati lo scorso anno per la riattivazione del pronto soccorso, il reparto di Medicina generale con 20 posti letto e i servizi generali dell’ospedale civile. Sono infine, in via di ultimazione, i lavori al reparto SUAP (Speciale Unità di Accoglienza Permanente), che permetteranno di implementare i posti letto da 5 ad 11, per i malati in stato vegetativo. «Nelle scorse ore – spiegano il Sindaco Adamo Coppola ed il consigliere delegato alla Sanità, Emidio Cianciola – abbiamo avuto un incontro con il d.g. dell’Asl Salerno, Antonio Giordano. E’ stato previsto un potenziamento estivo del presidio ospedaliero (luglio – settembre) di Agropoli, con servizi h 24 per laboratorio analisi e radiologia, con la figura del rianimatore. Ci auguriamo – precisano – che tale potenziamento possa proseguire per l’intero anno. Le sale operatorie saranno pronte entro fine giugno e a partire dal 1 settembre si potranno avviare i primi interventi di piccola chirurgia. Ci è stata confermata la volontà di fare in modo di far crescere gradualmente l’attività chirurgica, avviando la chirurgia specialistica tiroidea e/o della mammella. Inoltre è stata prevista l’integrazione con il trattamento oncologico-chemioterapico, che andrebbe ad integrarsi appunto con quello radioterapico, la Stereotassica, già presente presso il Radiosurgery Center. In questo modo il paziente oncologico potrebbe venire gestito in loco. L’Asl si sta anche adoperando – concludono – per reperire nuovo personale da destinare al presidio ospedaliero di Agropoli».

C.S.

Camerota, cantieri e inaugurazioni. Scarpitta: «Via le chiacchiere, lasciamo il posto ai fatti»

 

parco giochi licusaticigliotocondotta lentiscosa

 

A Camerota ci sono cantieri che aprono altri che chiudono con i lavori portati a termine mentre le inaugurazioni si susseguono. Il popolo è travolto da un’ondata di rinnovamento. «Tante volte non abbiamo nemmeno il tempo di rispondere al chiacchiericcio dei fomentatori da social però, purtroppo, ogni tanto dobbiamo fermarci e smentire tutte le notizie infondate e le inesattezze che qualcuno usa con il semplice scopo di attaccare questa Amministrazione che non fa altro che lavorare per il bene di Camerota – spiega il Sindaco, Mario Salvatore Scarpitta -. La verità non si può nascondere. Non ci riesce nemmeno chi tenta di gettare fango in modo subdolo su di una squadra che riceve attestati di stima anche fuori dal nostro Comune». In paese c’è chi sostiene addirittura che «da oltre 40 anni un’Amministrazione non riservava questa attenzione per il nostro territorio».

Intanto il calendario si riempie di notizie buone per la cittadinanza. L’11 maggio 2018, alle ore 18.00, l’Amministrazione inaugura il Palazzetto dello Sport. «E’ un’opera che custodisce il lavoro di tutte le Amministrazioni che in questi anni si sono succedute alla guida del governo di Camerota – sottolinea il primo cittadino – io la sento molto mia perchè nel 2012 con l’associazione Tuttinsieme, della quale ero presidente, ho dato inizio ad una battaglia con manifestazioni, sit-in e iniziative per velocizzare e permettere l’ultimazione dei lavori. Una volta divenuto Sindaco sono stato diverse volte in Regione per ottenere documentazioni, pareri e per sbloccare una trance importante di fondi. Ora il sogno di tante persone di Camerota sta per divenire realtà».

Ieri, martedì, tutta l’Amministrazione ha incontrato le associazioni del territorio per organizzare insieme la giornata inaugurale tra benedizione, taglio del nastro, buffet e brindisi inaugurale, esibizioni sportive, la grande parata dei bambini, il talk show di Sebino Nela e Vincenzo D’Amico e tantissime altre sorprese. «Sarà una bellissima giornata di festa e di sport per tutta Camerota» chiosano Vincenza Perazzo, Assessore allo Sport e Manfredo D’Alessandro, delegato al rapporto con le Associazioni.

Mentre ci si avvia a donare una grande opera alla cittadinanza, questa mattina, mercoledì 2 maggio, sono state ritirate le tubature che serviranno a sostituire la condotta idrica in cemento-amianto che attraversa il centro di Lentiscosa, ritenuta da molti cittadini dannosa alla salute. E’ un intervento che il popolo di Lentiscosa attende da 30 anni. I lavori partiranno a breve dopo l’incontro che l’Amministrazione ha tenuto qualche settimana fa a Lentiscosa insieme ai tecnici e ai vertici del Consac.

Ultimi accorgimenti, invece, lungo la strada provinciale 66 ‘Ciglioto’. Gli operai della Provincia, seguiti dall’Assessore Giovanni Saturno, stanno ripristinando i muretti a bordo strada distrutti dalla frana di gennaio che ha causato anche la chiusura dell’arteria. L’Amministrazione nei giorni scorsi è riuscita ad ottenere l’intervento dei rocciatori e la pulizia delle cunette e della carreggiata, dopo una riunione sul posto con il Genio Civile, la Regione Campania, la Provincia di Salerno e la Comunità Montana Lambro, Bussento e Mingardo. Per il fine settimana la strada, che collega la Mingardina con la frazione di Licusati, dovrebbe essere riaperta.

Proseguono invece i lavori presso l’Ufficio Turistico sul porto di Marina di Camerota. L’Assessore all’Area Marina Protetta e al Porto, Teresa Esposito, insieme al delegato al Turismo, Domingo Ciccarino, seguono passo dopo passo gli interventi degli operai del Comune. L’intenzione dell’Amministrazione è quella di donare al paese un infopoint dove i turisti possono capire cosa visitare e, in subito dopo, acquistare anche i biglietti o prenotare gite in barca lungo la costa ed escursioni lungo le vie dell’Olio di Licusati, il percorso delle Chiesa di Lentiscosa e la visita del meraviglioso centro storico di Camerota capoluogo. «Sarà un ufficio innovativo e multimediale, accessibile a tutti, dove cercheremo di promuovere le nostre straordinarie bellezze di tutte e quattro le frazioni del Comune di Camerota» affermano Esposito e Ciccarino.

Sempre sul Porto è partita la riorganizzazione dei posti barca. Tra poco le cooperative avranno un ormeggio dedicato e una numerazione delle imbarcazioni. Banchina dedicata anche per i la piccola e la grande pesca. Nei prossimi giorni partirà anche il restyling dell’arredo «ma su questo – fa sapere l’Assessore Esposito – non vogliamo svelare molto. Sarà una piacevole sorpresa».

Lavori ultimati anche presso il Seggio di Licusati. In piazza San Marco sorgerà una bellissima biblioteca e un internet point a disposizione degli studenti e di tutti i cittadini che hanno bisogno di un computer per effettuare ricerche o navigare in internet. La biblioteca sarà inaugurata a breve mentre proseguono piccoli lavoretti di manutenzione tra le strade del paese ed in particolare nelle zone frequentate dai bambini, come il parco giochi.

Domani, mercoledì, partono i lavori per il rifacimento del manto stradale a Camerota capoluogo e alla frazione Marina. A Camerota i lavori verranno seguiti dal vicesindaco Francesco Calicchio, a Marina, invece, dal delegato all’Ambiente Josè Saturno. I lavori interesseranno le seguenti arterie:

Via Sirene (altezza supermercato Conad);
Via Sirene (dall’incrocio del Conad alla Fermmenta Leo);
Via Oberdan;
Via Diaz (dal negozio di ceramiche Raku alla fontanella nei pressi della Bottega dei Fiori);
Via Nazario Sauro (alle spalle della trattoria ‘Da Valentone’);
Variante Castello (all’altezza dell’incrocio nella zona alta);
Via Bolivar (dall’ex Despar alla Banca Carime);
Via Lungomare Trieste (altezza Fashion Bar);
Zona San Vito (fino all’incrocio con via Pasterola);
Strada che collega la fraz. Marina con Camerota cap. (alcuni tratti rovinati)
Sr 562 (piccolo tratto altezza chiesa Santa Maria di Lentiscosa)

«Preghiamo i cittadini di collaborare con noi in questi giorni – chiede il delegato alla Viabilità e alla Polizia Municipale Manfredo D’Alessandro – non lasciamo le auto in divieto di sosta e, soprattutto, prestiamo attenzione a non parcheggiare lungo le strade appena elencate. Vi ringrazio fin da subito per la disponibilità».

C.S,

CAPACCIO PAESTUM, LAVORI DI SOMMA URGENZA PER LA RIATTIVAZIONE DELL’IMPIANTO DI VAROLATO

 

LETTA CAPACCIO PAESTUM
Il Comune di Capaccio Paestum ha approvato il Piano dei lavori, da realizzare in somma urgenza, per il ripristino delle vasche dell’impianto di depurazione in località Varolato.Tale intervento è necessario a seguito degli eventi occorsi al depuratore nello scorso mese di febbraio tanto da provocare il fuori esercizio dell’ impianto stesso con bypass delle principali unità di trattamento, per cui le acque reflue provenienti dalla rete fognaria subiscono di fatto solo i trattamenti primari.«A seguito degli eventi verificatisi nel mese di febbraio, l’Amministrazione si è attivata per rimettere il prima possibile in funzione il depuratore. – evidenzia il nuovo responsabile dell’Area Lavori Pubblici, l’ingegnere Giovanni Vito Bello – Con la delibera odierna, abbiamo approvato un piano d’azione che consentirà nel giro di trenta giorni di riattivare la prima vasca, e successivamente anche la seconda, del depuratore. Si tratta di un nuovo procedimento teso alla riattivazione dell’impianto, che non ha nulla a che vedere con il vecchio procedimento che riguardava i lavori di adeguamento e di completamento dell’impianto, tra l’altro non ultimati e non consegnati ancora al Comune. Con questa soluzione, che è anche più veloce rispetto a quella immaginata dalla società esecutrice, riusciremo così a tornare in tempi brevi alla normalità. Per questo, oltre alla tempestività con cui a Palazzo di Città è stata affrontata la problematica, mi preme sottolineare anche la sinergia che c’è stata con la Procura e con il Ctu per giungere in tempi brevi, vista anche la stagione estiva alle porte, alla riattivazione del depuratore. Nel contempo, stiamo avviando anche le procedure di gare per l’intervento di ripristino della condotta sottomarina».Gli interventi si articolano in due fasi, ripristino linea A e linea B, così da consentire di poter avviare l’impianto nel più breve tempo possibile.

C.S.

Castellabate, lavori di completamento per il centro di Villa Matarazzo 

 

CASTELLABATE VILLA MATARAZZO
Lavori di completamento per il Centro di promozione di riserve marine e del paesaggio mediterraneo in Villa Matarazzo: è quanto previsto per l’immobile di proprietà dell’Ente Parco sito nella frazione Santa Maria del comune di Castellabate e per il quale sono stati finzanziati degli interventi da parte della Giunta Regionale della Campania. I suddetti lavori sono necessari al funzionamento ottimale del sistema costituito dalla Villa, dal Parco e dai Padiglioni (museo, villa, acquario e parco). La proposta progettuale degli stessi è stata redatta dall’arch. Ernesto Alfano. Pertanto, oltre alla realizzazione di un acquario, è prevista anche la fornitura in opera degli impianti presso il Museo della Flora per un importo di 65.000,00 euro. Ora si provvederà alla pubblicazione del bando di gara con il criterio di aggiudicazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Era lo Giugno dello scorso anno quando fu inaugurato il centro, restituendo alla comunità la storica dimora ottocentesca con l’annesso parco urbano. I lavori, iniziati nel 2012 sono ripresi un anno e mezzo dopo a causa di una serie di lungaggini burocratici. La realizzazione di un Centro studi delle Riserve Marine Italiane, con uffici ed area congressuale, rientrava nell’ ambito del progetto di riqualificazione di Villa Matarazzo, acquisita dal Parco del Cilento nel 1990. La prima parte dei lavori si è conclusa nel mese di Dicembre del 2016. Ora si procederà alla realizzazione dei suddetti lavori, che non erano previsti nella precedente progettazione. Dopo vari rallentamenti si potrà finalmente dare nuova luce al parco che rappresenterà il fiore all’ occhiello del territorio di Castellabate.

REDAZIONE

CASTELLABATE, VIA ADOLFO CILENTO: SI PROCEDE AI LAVORI PER IL RIPRISTINO DEL MURO DI CONTENIMENTO

 

VIA ADOLFO CILENTO

Il Comune di Castellabate ha affidato i lavori per il completare la messa in sicurezza lungo la SP 61 in via Adolfo Cilento, una delle arterie principali del capoluogo. Il cantiere, che è partito proprio in questi giorni, sta lavorando per ridurre le situazioni di pericolo e di congestione della viabilità in un tratto di strada che da molto tempo necessitava di una sistemazione. L’intervento si concentrerà soprattutto sul lato a valle dove i vecchi muri di contenimento in pietrame a secco non garantiscono più un’adeguata sicurezza per pedoni e gli automobilisti. Verranno inoltre colmate alcune criticità quali l’attuale assenza di parapetti, lo sfaldamento del manto stradale, l’interruzione del marciapiede e il restringimento della carreggiata in curva.
L’Assessore ai Lavori Pubblici Costabile Nicoletti sull’intervento: «Stiamo lavorando al miglioramento di Via Adolfo Cilento completando un intervento che era partito con il potenziamento della rete idrica e fognaria e che si sta concludendo con il miglioramento dell’arteria in termini funzionali e di sicurezza».

C.S.