AGROPOLI, “NEL NOME DI FRANCESCO”, DOMANI 5 GENNAIO 2019 PRESENTAZIONE DEL LIBRO “FRANCESCO IL RIBELLE”

invito facebook (3)
“Nel nome di Francesco” è così chiamato l’incontro che si terrà domani Sabato 5 Gennaio 2019 alle ore 17.00 presso l’aula consiliare del comune di Agropoli. Per l’occasione verrano ripercorse le celebrazioni degli 800 anni dalla “Presenza” di Frate Francesco ad Agropoli e del suo incontro con San Daniele Fasanella. Inoltre nel corso dell’evento Padre Enzo Fortunato Responsabile della Comunicazione del Sacro Convento di Assisi presenterà il libro “Francesco il Ribelle”. Partecipano alla manifestazione per i saluti Germano Rizzo Presidente dell’ Associazione Spirito Francescano, il sindaco della città di Agropoli Adamo Coppola, l’Avv. Franco Alfieri Presidente Onorario dell’Associazione Spirito Francescano e Francesco Crispino Delegato alla Cultura del comune di Agropoli. Interverranno anche Don Carlo Pisani, Parroco della chiesa Madre SS. Pietro e Paolo e della chiesa di San Francesco, Padre Emanuele Bochicchio Storico dell’Ordine Francescano, Don Bruno Lancuba Responsabile Culturale della Diocesi di Vallo della Lucania, Padre Antonello Arundine Padre Guardiano del Convento Francescano di Lustra Cilento. Modera il Dott. Antonio Capano, Archeologo e Saggista Associazione Spirito Francescano.

REDAZIONE

Annunci

AGROPOLI, 15 DICEMBRE PRESENTAZIONE DEL LIBRO “FRANCESCO-ANIMUS LOCI” 

LOCANDINA VITO FARE SERVIZIO

Sabato 15 Dicembre alle ore 19.30 presso l’ Oratorio Santa Maria delle Grazie ad Agropoli si terrà la presentazione del libro “Francesco- Animus Loci” edito da L’Argolibro a cura degli autori Rosa Cianciulli e Vito Rizzo. Si tratta di un itinerario artistico che mira a risaltare al meglio le opere grafiche di Rosa Cianciulli dedicate alla figura complessa e sempre attuale del “poverello di Assisi”. Stimolato dalle opere, Vito Rizzo ha scritto alcuni versi che offrono al lettore ulteriori spunti di riflessione: le parole e le immagini diventano un tutt’uno che oggi, nel 2018, ci fa rendere conto di quanto sia ancora attuale un messaggio lontanissimo da un punto di vista temporale. Una voce terrena “immersa” nell’età medievale può parlare agli uomini di oggi solo se portatrice di valori davvero universali. Francesco parla ai cuori e alla mente di tutti, ieri come oggi. La sua è una visione scomoda, difficile da far propria, a cominciare dall’aspetto riguardante la necessità della povertà materiale. Nei luoghi della costa cilentana alcune fonti del XVI secolo attestano la presenza di San Francesco nel Lunedì di Pasqua del 1222, e negli stessi luoghi altri documenti attestano l’ordinazione di San Daniele. Agli storici, naturalmente, il compito di verificare la validità delle fonti; agli artisti, invece, il compito di richiamare il senso di una presenza che, se non fisica, è stata certamente altrettanto tangibile, ancora percepibile dopo secoli. Rosa Cianciulli si occupa anche della traduzione in inglese dei versi di Vito Rizzo, affinché il messaggio lanciato dai versi possa essere “ancora più universale”.

REDAZIONE

Licosa, “Sotto la pelle di Leucosia”: presentazione del libro di Marco Reginelli Sabato 4 Agosto 

 

LOCANDINA LIBRO LICOSA
“Sotto la pelle di Leucosia” è così denominato il libro di Marco Reginelli che verrà presentato Sabato 4 Agosto 2018 alle ore 19.00 in Piazza S.Maria del Soccorso a Licosa. Nel corso dell’incontro interverranno insieme all’autore lo scrittore Silvio Perrella, l’assessore alla cultura e al turismo del comune di Castellabate Luisa Miauri, lo zoologo e antropologo Domenico Fulgione e Franco Pascale Licosano DOC. A seguire ci sarà la degustazione del vino LICOSA – Doc Cilento Fiano dell’azienda agricola Il Colle del Corsicano Vignaioli in Castellabate. Il romanzo è ambientato a Punta Licosa dove nell’ estate del 1987 si incrociano i destini di due famiglie. Quella del “professore”, proveniente dal Trentino, e quella del “pescatore”, presso il cui casolare i forestieri trascorreranno le vacanze. Tra il ragazzo del nord e la figlia del pescatore scatta subito un’intimità che rassomiglia sempre più a un riconoscimento. Leucosia prende per mano il suo nuovo amico e lo conduce per avventure, fino a insegnargli come dietro le apparenze si nasconda sempre una verità che vale la pena inseguire. Mentre la vita al borgo scorre serena, tra le cene e le chiacchierate alla luce intermittente del faro, e le passeggiate del professore e del pescatore lungo il viale dei carrubi, la verità, incalzata da Leucosia, inizia a premere per venire alla luce. Presente e passato si fronteggiano, lungo tutto il romanzo, fino alla rivelazione finale, dove un segreto antico rimetterà in gioco le apparenze per ricomporre la vita in tutta la sua autenticità. Licosa è una località che si estende prevalentemente lungo il mare con l’area marina protetta Santa Maria di Castellabate e una costa variegata, dove si alternano scogli, baie e calette naturali, contraddistinta dalla tranquillità del luogo. Per lo splendore delle sue coste, Licosa è stata inserita dal 2005 fra le 11 più belle spiagge d’Italia, secondo il concorso di Legambiente “La più bella sei tu” ed è insignita dal riconoscimento della bandiera blu per la qualità delle acque.

REDAZIONE

Torraca, seconda tappa della Book’s day Itinerante: 23 Luglio la presentazione del libro ‘I cundi re ‘na vota di Nello Amato

 

i cundi re na vota4

 

Si continua con la Seconda tappa della Book’s day Itinerante: iniziativa dello Staff del Castello Baronale Palamolla di Torraca per l’estate 2018 che prevede un libro diverso in scorci diversi del borgo medievale valorizzato da momenti gastronomici, culturali, storici, musicali e artistici.

“Da piccolo mi incantavano le persone anziane, che per ogni occasione avevano “la parola pronta”, come si dice, un proverbio, un detto, che mostrava una verità inconfutabile. Quando si recita un proverbio è come guardare la scena di un teatro, veder calare il sipario e applaudire per l’emozione l’autenticità che ci ha trasmesso. Un proverbio è una frase semplice, adatta a tutti, specie i poveri, è la cultura stessa del povero, quella che trae origine, non dei libri polverosi e sovente rispettivi, ma dalla vita, vissuta e costellata di sacrifici e passioni.”
(dall’introduzione dell’autore)

Lunedi 23 luglio avverrà la presentazione del libro ‘I cundi re ‘na vota di Nello Amato alle ore 19.30 in località Elci di Cristo Torraca(Sa).

PROGRAMMA:
Testimonianza della tradizione popolare dei nonni torrachesi.
Moderatore: Marco Costanzo
Interventi:
Nello Amato (autore e collaboratore set TV) Alberico Sorrentino (Avvocato e Direttore Pyros)
Carlo Palumbo (contastorie del Cilento)

Recital dei bambini torrachesi

A seguire “Menù Come ‘Na Vota” su prenotazione presso L’Osteria del Sergente ed esibizioni all’organetto di Alessandro Bruno e Antonio Loguercio.

Per info Staff del Castello Baronale Palamolla di Torraca (pagina Facebook e Instagram)

Email: castellobaronale@libero.it

Cell: 3476432024

C.S.

PAESTUM, GIOVEDI’ 28 GIUGNO PRESENTAZIONE DEL NUOVO LIBRO DI PAUL CARTER

 

La Tomba del Tuffatore continua a far discutere… questa volta a parlarne è Paul Carter: scrittore, storico ed artista residente a Melbourne, in Australia, dove insegna urbanistica alla Royal Melbourne Institute of Technology (RMIT) University.
Uno degli scopi del suo nuovo libro, Metabolism: the exhibition of the unseen, è di attirare l’attenzione sulle supposizioni che noi facciamo riguardo al vedere, all’osservare – come se l’osservare fosse un’attività innocente mentre, in realtà, come nella conservazione e nell’esposizione della Tomba del Tuffatore, è un atto consapevole di costruzione di un punto di vista.
Con l’autore saranno presenti Gabriel Zuchtriegel (direttore del Parco archeologico di Paestum) e Iain Chambers (docente di Studi culturali e postcoloniali del Mediterraneo all’Università di Napoli “L’Orientale”) che dichiara: “In questo saggio elegante Paul Carter ci invita a pensare con il Tuffatore;

a tuffarci nel passato inquadrato dalle nostre preoccupazioni contemporanee con l’arte moderna, il colonialismo e la migrazione. Il tempo è piegato in una mappa emergente. Qui registriamo le storie invisibili e nascoste del presente. Seguendo l’arco del Tuffatore entriamo in un altro spazio dove il passato sopravvive e continua a interrogarci.”

I libri di Paul Carter comprendono studi postcoloniali, saggi sulla ricerca creativa e sulla produzione dello spazio pubblico, riflessioni sulle condizioni contemporanee della sociabilità ed anche una collezione di poesia.

informazioni bibliografiche
Metabolism: The Exhibition of the Unseen
Autore: Paul Carter
Collaboratori: Lyon HouseMuseum, Yanni Florence
Editore: Lyon HouseMuseum, 2015
ISBN 0987132040, 9780987132048
Lunghezza: 68 pagine

INFO
Museo di Paestum, 28 giugno ore 18:30
L’iniziativa è inclusa nel biglietto d’ingresso, nell’abbonamento PaestumMIA e nella card Adotta un blocco

Come ogni giovedì – fino al 31 agosto – grazie al Piano di Valorizzazione MiBACT – apertura straordinaria serale del Museo e dell’area archeologica di Paestum (limitatamente al tempio di Nettuno e alla Basilica) fino alle 22:30, ultimo biglietto 21:50.
Nel Museo sarà possibile visitare anche la mostra “L’immagine invisibile. La tomba del Tuffatore” con visite guidate ogni giovedì alle ore 19:30 e 20:30.
Tutte le info sulla mostra: http://www.limmagineinvisibile.it

C.S.

Martedì 26 Giugno al Profagri di Salerno presentazione del libro su storia, produzione e utilizzo del Carciofo di Paestum IGP

Libro sul carciofo di Paestum IGP

Martedi 26 giugno alle ore 17:30, presso il Profagri di Salerno, verrà presentato un volume a carattere storico e scientifico sulle origini e la diffusione della coltivazione del Carciofo di Paestum IGP, intitolato “Il Carciofo di Paestum IGP, storia, produzione e utilizzo in cucina”, al cui interno sono contenute ricette, sia popolari che di grandi cuochi, con questo prodotto di eccellenza della Campania.

All’incontro parteciperanno, tra gli altri, Alessandro Turchi (Dirigente Profagri di Salerno), Filippo Diasco (Direttore Generale Agricoltura Regione Campania), Alfonso Esposito (Presidente O.P. Terra Orti), Emilio Ferrara (Direttore O.P. Terra Orti).

Nella Piana del Sele il Carciofo di Paestum IGP rappresenta una delle principali colture, contraddistinte da avanzate tecniche di coltivazione, costituisce un elemento essenziale della dieta mediterranea, e proprio in virtù di questo è una delle pietanze più presenti ed apprezzate nella gastronomia locale.

Il volume si rivolge agli appassionati di storia dell’agricoltura, ai consumatori consapevoli desiderosi di apprendere, aumentando così la conoscenza del Carciofo di Paestum IGP, ovvero “Il principe degli ortaggi”, attraverso un valido strumento di approfondimento che fornisce un quadro completo, organizzato e sintetico di tutte le conoscenze relative a questo ortaggio.

La pubblicazione del volume è parte della campagna realizzata dalla O.P. Terra Orti con il contributo dell’Unione Europea FEASR – PSR Regione Campania 14-20 Misura 03 – Intervento 3.2.1

C.S.

Roccagloriosa, 16 Giugno presentazione dell’ultimo libro della scrittrice Patrizia Rinaldi, La figlia maschio

 

 

La storia di un viaggio in Cina, verso la fine degli anni Novanta, che spoglia e cambia quattro esistenze, raccontate da quattro voci narranti. L’ultimo libro di Patrizia Rinaldi, ‘La figlia maschio’, E/O edizioni, sarà presentato sabato 16 giugno, alle ore 18:00, presso l’Aula consiliare del comune di Roccagloriosa. L’incontro, organizzato dall’associazione culturale onlus Effetto Donna, rappresenta un’anteprima della Settimana Letteraria che si terrà dal 7 al 14 luglio nelle piazze del borgo cilentano. La Rinaldi torna a Roccagloriosa a distanza di tre anni, quando in occasione dell’Incontro con l’autore nel 2015, aveva presentato ‘Ma già prima di giugno’ e si era raccontata al pubblico presente. Alla presentazione del romanzo, interverranno Cristina Finamore, dell’associazione Effetto Donna, Pasquale Avallone, presidente dell’associazione ‘Leggimi forte’ e l’autrice. Conduce la giornalista Marianna Vallone. L’incontro sarà accompagnato dalle letture del libro e da intermezzi musicali a cura di Giovanna La Neve (al pianoforte) e Mariafrancesca Fimiani (alla voce).

 

Sinossi Una vacanza in apparenza convenzionale cambia per sempre la vita di quattro persone. Al ritorno da un viaggio in Cina, Marino, un imprenditore controverso con il gusto per la scorciatoia illegale, tornerà con un bottino che per lui somiglia all’amore. Sua moglie, Felicita, non riuscirà più a restare nella noia e nelle menzogne, analizzerà con cinismo il suo matrimonio bianco e con la risorsa dell’autoironia sceglierà di dirsi quello che è diventata, e soprattutto quello che non vuole essere più. Sergio, un inetto e affascinante dipendente di Marino, scoprirà di saper combattere per quello che riconosce come il suo ultimo amore di carne e mistero. Infine, una ragazza cinese senza identità, che non è stata dichiarata al momento della nascita come circa venticinque milioni di neonate connazionali, sceglierà di non essere più vittima della politica del figlio unico e di molto altro: da martire si farà predatrice e userà senza pudore il suo corpo, la sua intelligenza, la sua determinazione e tutte le armi in suo possesso per riconquistarsi e far cambiare direzione alla propria vita. Quattro punti di vista, quattro voci diversissime straordinariamente individuate, quattro vite che si intrecciano in una vicenda magistralmente orchestrata di amori e tradimenti, sterminio e assoluzione.

L’autore Patrizia Rinaldi vive e lavora a Napoli. È laureata in Filosofia e ha studiato scrittura teatrale. Partecipa dal 2010 a progetti letterari presso l’Istituto Penale Minorile di Nisida. Per le Edizioni E/O ha scritto Ma già prima di giugno, e la serie di gialli Tre numero imperfetto, Blanca e Rosso caldo aventi come protagonista la sovrintendente Blanca Occhiuzzi. È anche scrittrice per ragazzi e nel 2016 ha vinto il prestigiosissimo Premio Andersen.

Per info associazioneeffettodonna@gmail.com

C.S.

Ogliastro C.to, “I segni del territorio – I nonni raccontano…tra natura e tradizione”: presentato il libro scritto da bambini e anziani

 

 

Un lavoro certosino, durato più di due anni, che ha visto bambini e persone della terza età del piccolo borgo collinare del Cilento impegnati in un viaggio nel mondo delle piante officinali per poter scoprire le radici della nostra cultura, tra testimonianze, descrizioni e ricette.
Tutto è stato raccolto nel volume “I segni del territorio – I nonni raccontano…tra natura e tradizione”, voluto fortemente dalla Fondazione “Matteo e Claudina de Stefano” e presentato ieri pomeriggio presso la sede della Fondazione a Ogliastro Cilento.
«L’intento della Fondazione è stato sempre quello di creare un rapporto intergenerazionale, svolgendo attività geriatrica e allo stesso tempo sostenendo i giovani attraverso varie iniziative. – ha detto Barbara Riccio de Stefano, presidente della Fondazione “Matteo e Claudina de Stefano” – Abbiamo tantissime eccellenze e peculiarità nel nostro territorio, come le piante officinali, e sono convinta che se sproniamo i nostri giovani e meno giovani a continuare a fare, si può avviare un processo virtuoso e anche un’economia che spinga i ragazzi a restare e a non andare via».
«Passato e presente, esperienze di vita, – ha aggiunto Michele Apolito, Sindaco di Ogliastro Cilento – si fondono, portando alla luce un lavoro eccezionale, questo volume, che è una riscoperta di una parte delle nostre radi e che, quindi, rappresenta anche un invito a non disperdere questo grande patrimonio che può essere anche una risorsa economica per il territorio».
A illustrare nel dettaglio il progetti “I segni del territorio” che ha coinvolto giovani e meno giovani in uno scambio intergenerazionale quotidiano sono state le coordinatrici Lucrezia Araneo e Giovanna Aulisio.
«Quest’opera è un invito all’ascolto – hanno sottolineato le due coordinatrici – perché ogni pianta, attraverso la voce delle nonne della Fondazione si presenta e ci parla di una civiltà scomparsa, quella contadina, ancora presente nella memoria degli anziani e capace di svelarci la nostra vera identità».
Sono intervenuti, inoltre, Rosa Rombone, dirigente scolastico dell’I.C. “Visconti” di Ogliastro Cilento; don Damiano Modena, parroco di Ogliastro Cilento; Rita Maria Grazia De Rosa, dirigente scolastico; Nicola Rizzo, esperto del territorio; Alfonso Sarno, scrittore giornalista enogastronomico. La presentazione è stata moderata da Milena Esposito.
Al termine della presentazione, gli ospiti hanno potuto assaggiare alcune pietanze preparate con le erbe officinali.

C.S.