Agropoli, il sindaco Coppola interviene in merito ai lavori di messa in opera dei contatori del metano

agropoli-centro-storico-4

Il Sindaco Adamo Coppola interviene in merito alla segnalazione dei cittadini sulla situazione dei lavori di metanizzazione del centro storico, svolti in maniera non adeguata. «Voglio rassicurare tutti – afferma il primo cittadino – che adotteremo una linea durissima nei confronti della ditta responsabile. Abbiamo, in passato, presentato note e diffide: le situazioni più critiche, quelle che avrebbero potuto mettere in pericolo i cittadini, sono state risolte immediatamente, e abbiamo programmato, per la fine dell’estate, il ripristino dei lavori di pavimentazione operati in maniera non adeguata. La nostra attenzione al centro storico, fiore all’occhiello della città di Agropoli – precisa – è massima, e domani mattina, 18 settembre, sarò sul posto per verificare di persona la situazione. Invito tutti voi – conclude – a segnalare sempre i problemi che riscontrate nel nostro paese, così che io possa mettermi al lavoro per risolverli al meglio».

C.S.

Annunci

Ascea, finanziata la realizzazione della rete urbana di distribuzione del gas metano e le opere di allacciamento dei contatori

metano

Raggiunto un traguardo storico da parte dei comuni del Cilento, che ottengono il risultato di veder distribuito, con l’inizio dei lavori fra circa un anno, il gas metano presso le abitazioni dei propri cittadini.
In seguito alla realizzazione del progetto da parte del comune di Celle di Bulgheria, comune capofila in virtù di un protocollo d’intesa fra vari comuni cilentani (nell’ambito del “Patto per lo Sviluppo della Regione Campania”, finanziato con delibera CIPE n.26 del 10 agosto 2016), la Regione Campania ha finanziato l’intervento denominato “Intervento di metanizzazione del Cilento” dell’importo di € 50.000.000,00”, il cui accordo di programma è stato sottoscritto tra il Ministero dello Sviluppo Economico e la Regione Campania il 21.12.2017.
Il comune di Ascea ha raggiunto un ulteriore obiettivo ottenendo il finanziamento, con decreto n.73 e n. 76 del 20.7.2018 della Giunta Regionale della Campania, della realizzazione della rete urbana di distribuzione del gas metano e delle opere di allacciamento ed installazione dei contatori.

“Un traguardo storico e un’altra sfida vinta per il nostro comune –afferma il sindaco di Ascea Pietro D’Angiolillo- che nell’arco di circa un anno porterà il gas metano ai cittadini di Ascea e del Cilento, fornendo un nuovo ed essenziale servizio con evidenti risparmi per la collettività. Ascea volta pagina, guarda al futuro e recupera, giorno dopo giorno, l’enorme ritardo in tema di servizi a vantaggio dei cittadini e degli ospiti del nostro territorio”.
“Un sentito ringraziamento al sindaco di Celle di Bulgheria (comune capofila) Gino Marotta -prosegue il sindaco di Ascea- per l’impegno profuso e per il risultato raggiunto. Tutto ciò dimostra, ancora una volta, che il Cilento ha le risorse umane e professionali per assicurare migliore condizioni di vita ai propri cittadini nonché maggiore attrattività ai propri territori e che uniti si vince”.

C.S.

CAPACCIO PAESTUM, METANO, DECRETO DI FINANZIAMENTO DALLA REGIONE CAMPANIA

 

6952b390-33b6-4999-94e2-6c0bdde65f95
Si potrà procedere a realizzare gli allacci delle utenze private alla rete del metano senza alcun aggravio per le tasche dei cittadini. A riferirlo, decreto regionale alla mano con tanto di iban della tesoreria comunale e cifra del bonifico, è il sindaco Franco Palumbo al rientro ieri pomeriggio da Palazzo Santa Lucia dopo l’incontro con il presidente Vincenzo De Luca.
La prima tranche di finanziamento è di 430milaeuro, come anticipo sui 530 assegnati complessivi assegnati dalla Regione Campania nella cornice del piano progettuale legato alla Metanizzazione del Cilento.

«Lo sviluppo del Sud passa anche attraverso la realizzazione di quelle infrastrutture che sono indispensabili per assicurare i servizi essenziali ai cittadini e consentire alle aziende di investire sul territorio – sottolinea il primo cittadino – nel nostro caso vi è anche un altro aspetto, e cioè l’accrescimento, attraverso i servizi, dell’appeal turistico perché per una città balneare come Capaccio Paestum avere in dotazione un portfolio di servizi quanto più ampio e competitivo possibile rispetto ad altre località a vocazione turistica si traduce in un solo risultato: economia per il territorio».

Il finanziamento assegnato rientra in un Accordo di Programma Quadro (APQ) fra Regione, Ministero dello Sviluppo Economico e Ministero della Coesione Territoriale e del Mezzogiorno a valle di un Patto per il Sud strutturato per dotare anche i più piccoli Comuni delle infrastrutture necessarie per la crescita complessive delle cosiddette aree vaste.

«Come siamo abituati a fare – aggiunge Palumbo – abbiamo subito avviato l’iter procedurale propedeutico all’inizio dei lavori e procedere, così, ad una roadmap che possa scandire tempistiche e modalità di esecuzione dell’intervento. Ai cittadini vanno date risposte – conclude – che molto spesso non sono figlie dell’immediatezza ma della determinazione e della testardaggine di chi crede che fare bene le cose conviene. E noi crediamo che senza bacchetta magica, stiamo portando avanti, con progettazioni e consegne, interventi lasciati appesi nel limbo dell’inefficienza. Non ultima, via Torricelle che inaugureremo sabato 5 agosto: realizzata in un anno di lavoro a cospetto dei 10 che altri ci hanno messo per non farla mai».

C.S.

Cilento, avanti col piano di metanizzazione dei Comuni da 50 milioni

Cilento, avanti col piano di metanizzazione dei Comuni da 50 milioni

L’intervento di metanizzazione del Cilento, per un importo di 50 milioni di euro, finanziato con risorse del Fondo di Sviluppo e Coesione 2014/2020 e compreso nel “Patto per lo Sviluppo della Regione Campania”, procede con la consegna dei decreti di liquidazione ai Comuni i cui progetti sono stati già approvati dal Ministero per lo Sviluppo Economico.

Sono 64 i comuni interessati dagli interventi di cui 7 già liquidati, 15 in fase di liquidazione e il restante in ammissione a finanziamento.

L’obiettivo è consentire all’intera area di superare un gap con il resto della regione decisamente penalizzante. Lo sviluppo del Cilento passa anche attraverso la realizzazione di quelle infrastrutture che sono indispensabili per assicurare i servizi essenziali ai cittadini e consentire alle aziende di investire sul territorio.

“Con tanta fatica stiamo facendo ripartire i territori dando una svolta decisiva al progetto”, afferma Luca Cascone, presidente della IV Commissione trasporti, urbanistica e lavori pubblici consegnando i decreti di liquidazione ai comuni interessati.

La Regione Campania si è impegnata per il Cilento anche con un programma di interventi infrastrutturali sulla rete stradale e negli ultimi anni promuovendo progetti di promozione turistica come il Cilento Blu che porta la Freccia di Trenitalia direttamente sulle coste cilentane, così il Presidente Vincenzo De Luca che ha aggiunto: “la firma di questi decreti di liquidazione avviene il giorno dopo l’approvazione del collegato alla legge di stabilità regionale nel quale si sbloccano gli investimenti per le opere pubbliche negli enti locali dando attuazione alla legge 51 sui piccoli comuni, una manovra molto attesa dai sindaci che avrà un effetto concreto e reale per la vita dei cittadini e delle loro comunità”.

C.S.

Cilento, costruzione di una rete di distribuzione del gas naturale nel territorio del Bussento, Alento e Cervati

Metano-520x245
Previsti lavori inerenti la costruzione di una rete di distribuzione del gas naturale nel territorio del Bussento, Lambro e Mingardo, Gelbison e Cervati, Alento e Monte Stella. Il progetto, redatto dal professionista incaricato dal concessionario società Cilento reti Gas s.r.l. ing. Massimo Bellucci Sessa e riferito all’ambito territoriale del comune di Vallo della Lucania, prevede un costo pari a circa 13.000.000,00 euro. Il sindaco del comune vallese Antonio Aloia si impegna a prestare la massima collaborazione con il primo cittadino del comune di Celle di Bulgheria in qualità di Comune Capofila dell’Accordo di Programma e con il Concessionario per compiere tutti gli atti previsti, anche di trattativa con tutti gli Enti pubblici competenti, per l’erogazione dei finanziamenti dei contributi pubblici essenziali per l’attuazione delle finalità dell’Accordo di cui fanno parte diversi comuni. La realizzazione e la gestione della metanizzazione oggetto della Concessione sarà realizzata con il concorso dei finanziamenti privati e con l’apporto di finanziamenti pubblici. Inoltre la Regione Campania ha inserito tra le iniziative prioritarie da attuare l’Intervento per la metanizzazione del Cilento, stanziando risorse di 50 milioni di euro a valere sui FSC 2014-2020. La Regione può dunque concedere a ciascun Comune del Cilento da metanizzare almeno un contributo integrativo che, commato anche a quello individuato dal Mise, consenta di conseguire la soglia di cofinanziamento pubblico.

REDAZIONE

CASTELLABATE, RETE DISTRIBUZIONE METANO: RICHIESTI NUOVI INCENTIVI

Assessore ai lavori pubblici_comune di Castellabate_Costabile Nicoletti

L’Amministrazione di Castellabate ha inviato alla Regione Campania un’istanza di finanziamento e la relativa progettazione per il co-finanziamento della realizzazione degli allacci alla rete di distribuzione del gas metano. Lo scopo del progetto è quello di incentivare la realizzazione di tutte le opere impiantistiche che recapiteranno il gas alle abitazioni e l’installazione dei relativi contatori, per un importo di circa € 620.000. Castellabate ha già usufruito delle agevolazioni economiche del Ministero Economia e Finanza, nell’ambito della Programmazione pubblica con fondi strutturali comunitari 2014/2020 di cui sono destinatari i Comuni del Cilento, per la realizzazione della rete di metanizzazione all’interno del territorio comunale. L’Amministrazione di Castellabate, per agevolare e velocizzare ulteriormente la distribuzione dell’infrastruttura, ha richiesto l’integrazione del finanziamento concesso dal MiSE a seguito di quanto stabilito dalla Giunta Regionale della Campania con propria deliberazione n. 100 del 20/02/2018. Il co-finanziamento delle spese di allaccio è destinato direttamente ai cittadini in forma di agevolazione finanziaria fino ad un massimo di 450 € a contatore installato. «Dopo aver avviato e quasi concluso i lavori per la metanizzazione del nostro territorio ci siamo subito attivati, tramite l’Ufficio Tecnico, per cogliere l’opportunità della misura di sostegno alle famiglie che intendono collegare la propria abitazione alla rete del metano appena realizzata – dichiara l’Assessore ai Lavori Pubblici Costabile Nicoletti – Tale intervento, grazie all’istanza da noi inviata, verrà effettuato con l’aiuto economico dei fondi strutturali comunitari riducendo al minimo le spese di allaccio».

C.S.

 

Cilento, completamento del Programma di metanizzazione: l’on. Valiante scrive a De Luca

Simone_Valiante_daticamera.jpg

L’Onorevole Simone Valiante ha scritto e inviato una lettera al Presidente della Giunta Regionale della Campania Vincenzo De Luca in merito al completamento del programma di metanizzazione del Cilento. “Caro Presidente, il programma di metanizzazione del Cilento rappresenta per il nostro territorio e la nostra comunità un’opera dal grande valore che interessa complessivamente 64 Comuni nella Valle del Calore ed è articolato in 4 fasi operative – fa presente l’on. Valiante- sono disponibili i fondi per assicurare la metanizzazione a 10 comuni per i quali però debbono essere realizzate le infrastrutture necessarie per assicurare l’approvvigionamento del gas attraverso la costruzione di un metanodotto che partendo da Padula dovrebbe giungere nel cuore del Cilento. L’opera è stata finanziata dalla Regione con una somma pari a 50 milioni di euro-si legge nella lettera- stante il lentissimo incedere nella realizzazione dei lavori, in data 6 Giugno ho presentato un’interrogazione urgente al Ministro dello Sviluppo Economico per conoscere i tempi per la realizzazizone del metanodotto per il trasporto del materiale gassoso sino nel Cilento. Il Ministero, con nota del 13 Luglio, mi ha informato di aver avviato da tempo contatti con la Regione per la sottoscrizione di un apposito Accordo di Programma Quadro che dovrebbe includere il finanziamento dell’infrastruttura di trasporto del gas, ma di essere ancora in attesa che la Regione Campania assuma le determinazioni necessarie per la sottoscrizione dello stesso.”Infine Valiante conclude invitando De Luca ad utilizzare la sua autorevolezza e capacità amministrativa per portare a termine la realizzazione dell’opera nel minor tempo possibile, già interamente finanziata da Stato e Regione.

REDAZIONE

Castellabate, nuova energia per il borgo cilentano: al via i lavori per la distribuzione del metano

CASTELLABATE METANO.jpg
Anche il comune di Castellabate avrà il metano. Nuova energia dunque per il piccolo borgo cilentano. L’intervento avrà un costo di circa 6 milioni di euro, finanziato in parte dal Ministero delle Economie e Finanze con un Decreto del 3 Agosto 2016 e in parte della società Amalfitana Gas s.r.l. che realizzerà i lavori. Dopo un lungo percorso articolato e difficile per la cantierabilità, i lavori partiti oggi Lunedì 8 Maggio interesseranno in una prima fase le frazioni San Pietro e Alano per poi proseguire lungo tutto il territorio. Il tempo stimato per la realizzazione dell’intervento è di tre anni. Si tratta di un’infrastruttura fondamentale e molto attesa da famiglie, imprese e attività commerciali, che porterà risparmio in bolletta e benefici per l’ambiente. Continuando a migliorare i servizi offerti, Castellabate diventa sempre più all’avanguardia per efficienza e produttività.

REDAZIONE