PIAGGINE, FIRMATA LA CONVENZIONE TRA REGIONE E COMUNE PER L’AVVIO DEL COMPOSTAGGIO DI COMUNITA’


Il Comune di Piaggine ha sottoscritto la Convenzione con la Regione Campania per “l’avvio del progetto di sviluppo e incentivazione del compostaggio di comunità per il trattamento della frazione organica di rifiuti”.La convenzione prevede la dotazione di una compostiera capace di smaltire il rifiuto organico di 200/250 famiglie e una casetta in legno in cui alloggiare l’impianto. “E’ da precisare che l’impianto, già in funzione presso altri Comuni, non produce alcun odore, né altro genere di scarto che non sia “compost”, utilizzabile come fertilizzante in agricoltura e nel giardinaggio-fanno sapere dall’amministrazione comunale- L’impianto prevede: un’area ammendante, un’area gestazione, una zona di maturazione, il biotrituratore, la compostiera, il biofiltro a carboni attivi, un areatore per la maturazione del compost ed un vagliatore. Si precisa inoltre che-sottolineano-per la gestione del piccolo impianto, verrà utilizzato personale già impiegato nel Consorzio rifiuti di competenza, retribuito dalla Regione Campania. Il progetto, approvato dal Comune di Piaggine con Delibera di Giunta del 28.3.2017, è stato accolto dalla Regione. Dopo anni di discorsi astratti su “compostaggio di comunità”, la Regione Campania, con un provvedimento concreto, si muove verso la risoluzione “virtuosa” di un problema annoso che grava sui cittadini di un piccolo comune come il nostro circa 30.000 euro anno”.

REDAZIONE

Annunci

Piaggine, aperte le iscrizioni per aderire al Gruppo Comunale di Protezione Civile

 

1200px-Piaggine_View
Sono aperte le iscrizioni per aderire al Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile del Comune di Piaggine. L’ammissione dovrà essere comprovata dal possesso di diversi requisiti: avere conseguito la maggiore età; essere idoneo all’attività ed esente da difetti che possano influire negativamente sul servizio; essere esenti da condanne penali ovvero da procedimenti penali che siano pregiudizievoli per il servizio; svolgere attività non contrastanti con le finalità previste dal presente regolamento ed essere disponibili a partecipare alle attività di addestramento organizzate dal gruppo, nonché alle attività ordinarie e straordinarie di protezione civile. Per assicurare la più ampia partecipazione dei cittadini, l’Amministrazione Comunale retta dal sindaco Guglielmo Vairo auspica la costituzione di un folto “GRUPPO” di volontari, ben organizzato e coordinato, opportunamente addestrato per le molteplici attività in cui sarà coinvolto. I cittadini di ambo i sessi, residenti nel Comune di Piaggine, che intendono aderire al “Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile” possono presentare domanda di ammissione mediante compilazione di apposito modulo prestampato disponibile, in formato cartaceo, presso gli uffici del Municipio. Le domande potranno essere consegnate direttamente all’Ufficio di Protocollo del Comune di Piaggine in Piazza Umberto I° o a mezzo del servizio postale entro le ore 13.00 del giorno 2 Febbraio 2018. In alternativa la domanda potrà essere inviata all’ indirizzo di posta elettronica: francocavallo@piaggine.gov.it.

REDAZIONE

Cilento, sistema di mobilità alternativa: un protocollo d’intesa tra 12 comuni con Piaggine capofila 

 

CILENTO PROGETTO MOBILITA ALTERNATIVA PIAGGINE
Un sistema di mobilità alternativa e sostenibile diversa da quella tradizionale su gomma: si tratta del nuovo progetto dal titolo “Un’altra mobilità” che vede Piaggine come comune capofila e l’adesione di 12 comuni: Roccadaspide, Sacco, Roscigno, Aquara, Bellosguardo, Castel San Lorenzo, Felitto, San Rufo, Corleto Monforte, Laurino, Roscigno e Valle dell’Angelo che a tal proposito hanno stilato un protocollo d’intesa. Per poter avviare le azioni necessarie allo studio e all’implementazione del sistema di mobilità, le amministrazioni coinvolte nel progetto attiveranno canali di finanziamento. Ciò consentirà di avviare un processo di crescita e sviluppo dei territori che troppo spesso sono oggetto di spopolamento, marginalità dei servizi e mancanza di lavoro. Problematiche dovute essenzialmente all’isolamento della comunità derivante anche da una rete stradale inadeguata, che spesso si presenta dissestata e tortuosa con conseguenti chiusure al traffico veicolare. Sostenibilità ambientale, efficienza e innovazione sono quindi i principi cardine su cui si vuole puntare, attraverso questo nuovo progetto, per risolvere le varie problematiche che interessano le località più interne del Cilento e della Valle del Calore.

REDAZIONE

Piaggine, “Il Festival della Fotografia Sociale-Winter Edition”: in programma il 27, 28 e 29 Dicembre

PIAGGINE FESTIVAL FOTOGRAFIA
“Il Festival della Fotografia Sociale-Winter Edition” è quanto proposto dal sing. Angelo Domini in veste di rappresentante dell’Associazione Culturale “Focus” con sede in Piaggine. Per la realizzazione della manifestazione, prevista nei giorni 27, 28 e 29 Dicembre 2017, è stata fatta richiesta di ottenere la concessione della sala comunale (ex-refettorio scolastico) in via Sayalonga e della Sala Polifunzionale “G.Vertullo”. Considerato che si tratta di un’iniziativa volta alla promozione delle attività culturali, è intenzione dell’Amministrazione Comunale concedere il patrocinio per l’organizzazione della suddetta manifestazione poichè risponde pienamente sia a quelli che sono i principi fondamentali tipici dello Statuto Comunale, sia alle esigenze crescenti nelle giovani generazioni di riscoperta delle proprie radici culturali. Inoltre si tratta di un’iniziativa che valorizza ulteriormente il territorio attraverso la Fotografia Sociale in questo caso che rappresenta un mezzo di riflessione, comunicazione, denuncia e presa di coscienza sulle problematiche che attanagliano l’attuale società. La fotografia sociale è utile per raccontare delle storie troppo spesso sconosciute, ma che hanno davvero bisogno d’essere considerate e portate alla luce del Sole, magari condividendole con altri. Ciò spinge coloro che osservano una determinata fotografia sociale a riflettere sulla necessità di effettuare un cambiamento nell’attuale società stretta nella morsa di più problematiche.

ANNA LAURITO

PIAGGINE, AL VIA LA REALIZZAZIONE DI UNA PISCINA COMUNALE 


L’Amministrazione comunale di Piaggine, ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica relativo a lavori di “Realizzazione impianto piscina comunale”. L’area interessata all’intervento è ubicata in Via Madonna delle Grazie su una superficie di circa 1.900 mq che si trova all’ingresso del centro abitato, in una posizione particolarmente suggestiva dalla quale si gode un ampio panorama. Le opere in progetto si sostanziano in: a) realizzazione piscina; b) realizzazione fabbricato da destinare a servizi di supporto per atleti, addetti ed ospiti della struttura; c) sistemazione area esterna. In progetto è prevista una vasca per nuotatori con 4 corsie avente dimensioni di mt 25 di lunghezza, mt 8,50 di larghezza e mt 1,60 di profondità. Inoltre è prevista la realizzazione di un fabbricato per ospitare i servizi di supporto per atleti ed addetti ai lavori, nel rispetto della normativa CONI ed alla normativa a tutela dei diversamente abili. I locali sono suddivisi in: “spogliatoio A”, “spogliatoio B”, “spogliatoio/infermeria”, “Direzione” , “deposito” e “bar”. La pavimentazione esterna sul bordo vasca sarà industriale antisdrucciolo, così come i camminamenti esterni di collegamento. Il piazzale di ingresso sarà in conglomerato bituminoso, mentre il solarium e le restanti aree esterne saranno a verde tipo prato con piante della flora mediterranea. E’ prevista la sistemazione di un’area parcheggio con posti auto anche per i diversamente abili. Il progetto prevede un importo di euro 517.000 e sarà finanziato con un mutuo a tasso zero da stipulare con l’Istituto Credito Sportivo che, attraverso l’avviso “Sport Missione Comune”, ha dato la possibilità a tutti i Comuni di Italia di partecipare al bando per ottenere contributi per lavori di costruzione, ampliamento, miglioramento, efficientamento energetico e messa in sicurezza di impianti sportivi.

REDAZIONE

PIAGGINE, EDIFICIO EX COMANDO STAZIONE CASERMA FORESTALE INSERITO TRA GLI INTERVENTI DA FINANZIARE

 

CASERMA 1.jpg
Sul BURC del 24 aprile 2017, è stato pubblicato il Decreto Dirigenziale del 13.04.2017 avente ad oggetto “Avviso pubblico per la concessione di contributi per interventi di riduzione del rischio sismico su edifici e infrastrutture di proprietà pubblica – Approvazione graduatoria”. Con tale provvedimento, la Regione Campania, ha inserito l’edificio destinato al Comando Stazione di Piaggine del Corpo Forestale dello Stato, tra gli interventi da finanziare con fondi del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile che verranno incrementati ulteriormente entro la fine dell’anno. Dopo decenni di discussioni e denunce l’immobile di proprietà del Comune di Piaggine verrà riqualificato e messo in sicurezza grazie al progetto approvato con Delibera di Giunta del Comune di Piaggine del 13.12.2016. Ironia della sorte, il Decreto viene pubblicato nei giorni in cui l’Amministrazione Vairo è oggetto di critiche per l’inaugurazione, a Valle dell’Angelo di un’altra sede dei Carabinieri Forestali che ospiterà la Stazione del CorpoForestale di Piaggine. “Ferma restando la volontà di restituire al Corpo Forestale la sua sede “storica”, non si esclude a conclusione dei lavori di ristrutturazione – spiega il sindaco Guglielmo Vairo- di mettere l’immobile a disposizione della collettività garantendo concrete opportunità di lavoro ai nostri Concittadini”.

REDAZIONE

Piaggine, via libera ad una compostiera per il trattamento dei rifiuti organici

progetto_compostaggio_milano_composter_compostaggio_milano_verde_pubblico_compostaggio_spazi_verdi_pubblici_compostaggio_5.jpg
L’Amministrazione Comunale di Piaggine ha in programma di partecipare al Bando Regionale relativo al compostaggio di comunità che va a collocarsi tra il grande impianto industriale e quello domestico (compostiera). Si tratta di piccole macchine utilizzate per accelerare il naturale processo di compostaggio a cui vengono sottoposti i rifiuti organici. Con tale iniziativa il Comune di Piaggine conta di ottenere un contributo per l’acquisto di una compostiera traendone notevoli benefici: abbattimento dei costi di gestione del rifiuto organico; abbattimento emissioni di CO2, visto che non prevede trasporti a distanza; notevole riduzione in volume del rifiuto pari a circa il 90%; possibilità di far conferire direttamente all’utente; ottenimento di un #compost di alta qualità riutilizzabile, a titolo gratuito, sul territorio; aumento immediato della percentuale di raccolta differenziata; educazione e coinvolgimento sociale della Comunità. La compostiera prevista nel progetto, infatti, ha una notevole capacità di trattamento di rifiuto organico e potrà servire 275-650 famiglie. Inoltre avrà una capacità di riduzione in volume del rifiuto organico di circa 90% con un tempo di attivazione del processo di compostaggio da 8 a 12 settimane a seconda delle stagioni e relative temperature esterne e consumi energetici.

REDAZIONE

Piaggine, il comune ha aderito al progetto SPRAR

 

451_piaggine.jpg
Il comune di Piaggine ha aderito al progetto Sprar (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) per il triennio 2017-2018-2019. Per tale arco di tempo infatti è prevista l’ospitalità di un numero di migranti pari a 14 beneficiari componenti di nuclei familiari richiedenti asilo o rifugiati accedendo ai finanziamenti del fondo nazionale per la sua realizzazione. Il fine è quello di scongiurare arrivi non controllati sul territorio del comune di Piaggine e quindi di tenere sotto controllo l’arrivo indiscrimiato di cittadini extracomunitari. Infatti l’aumento progressivo di sbarchi di profughi sulle coste italiane ha acuito le problematiche connesse al flusso migratorio e a tal proposito la Prefettura di Salerno ha segnalato il problema pervenendo ad una soluzione di accoglienza attraverso una distribuzione equa sul territorio. Lo Sprar prevede che ciascun comune non superi 2,5 migranti ogni mille abitanti e permette di accedere ad una quota pari ad euro 500 per ciscun migrante che il comune interessato dal progetto può impiegare per attività sociali a beneficio dei propri cittadini.

REDAZIONE