CASTELLABATE, NUOVA SEDE PER IL GRUPPO LOCALE DI PROTEZIONE CIVILE: IL COMUNE ASSEGNA GLI UFFICI DELL’EX FORESTALE

CASTELLABATE SEDE PROTEZIONE CIVILE
L’Amministrazione del Comune di Castellabate ha deciso, con Delibera di Giunta n. 40 del 9 marzo 2018, di consegnare in uso gratuito alla sezione comunale del Gruppo Lucano di Protezione Civile i locali dell’ex Forestale, adiacenti alle scuole secondarie di I grado, in via Federico Coppola a Santa Maria. Dopo il trasferimento del corpo dei Carabinieri Forestali presso il nuovo Comando in Villa Matarazzo, l’Amministrazione comunale – in linea con la volontà di valorizzare le forze locali che operano in settori legati alla pubblica utilità e di incentivare, attraverso la creazione sul territorio di una rete operativa di tutela della collettività, lo sviluppo di queste utili realtà – ha deciso di destinare gli uffici all’ONLUS Gruppo Lucano fino al 2020, in una sede che sorge inoltre in prossimità del Comando di Polizia Municipale che è appunto l’organo locale responsabile della Protezione Civile.Il Sindaco Costabile Spinelli dichiara in merito alla decisione: «La nuova centrale operativa darà ancora più consistenza al ruolo svolto dai volontari e favorirà uno sviluppo sinergico delle loro lodevoli attività al servizio dei cittadini, grazie della funzione sempre più specifica che hanno dimostrato di avere, soprattutto in situazioni di emergenza, con interventi tempestivi e risolutivi».
Soddisfatto il Consigliere con delega alla Protezione Civile, Salvatore Marinelli, che commenta: «Il volontariato di protezione civile è tra le più alte espressioni di partecipazione e solidarietà con attività complementari e svolte in sinergia con le forze dell’ordine in circostanze di rischio e la risposta sul nostro territorio è data della sezione di Castellabate del Gruppo Lucano che abbiamo sempre supportato per l’impegno e l’efficacia operativa dimostrata».

C.S.

Annunci

Piaggine, aperte le iscrizioni per aderire al Gruppo Comunale di Protezione Civile

 

1200px-Piaggine_View
Sono aperte le iscrizioni per aderire al Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile del Comune di Piaggine. L’ammissione dovrà essere comprovata dal possesso di diversi requisiti: avere conseguito la maggiore età; essere idoneo all’attività ed esente da difetti che possano influire negativamente sul servizio; essere esenti da condanne penali ovvero da procedimenti penali che siano pregiudizievoli per il servizio; svolgere attività non contrastanti con le finalità previste dal presente regolamento ed essere disponibili a partecipare alle attività di addestramento organizzate dal gruppo, nonché alle attività ordinarie e straordinarie di protezione civile. Per assicurare la più ampia partecipazione dei cittadini, l’Amministrazione Comunale retta dal sindaco Guglielmo Vairo auspica la costituzione di un folto “GRUPPO” di volontari, ben organizzato e coordinato, opportunamente addestrato per le molteplici attività in cui sarà coinvolto. I cittadini di ambo i sessi, residenti nel Comune di Piaggine, che intendono aderire al “Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile” possono presentare domanda di ammissione mediante compilazione di apposito modulo prestampato disponibile, in formato cartaceo, presso gli uffici del Municipio. Le domande potranno essere consegnate direttamente all’Ufficio di Protocollo del Comune di Piaggine in Piazza Umberto I° o a mezzo del servizio postale entro le ore 13.00 del giorno 2 Febbraio 2018. In alternativa la domanda potrà essere inviata all’ indirizzo di posta elettronica: francocavallo@piaggine.gov.it.

REDAZIONE

Agropoli, nuovo regolamento per i volontari di protezione civile: ecco le nuove regole 

AGROPOLI PROTEZIONE CIVILE NUOVE REGOLE
Nuovo regolamento approvato dalla giunta comunale per i volontari del gruppo di protezione civile della città di Agropoli. Si tratta di una serie di regole a cui gli stessi dovranno attenersi che disciplinano i loro doveri. Sono previsti anche richiami, sospensioni ed espulsioni qualora ce ne fosse bisogno. E’ vietato utilizzare il telefono ripetutamente, i selfie e per si esprime in maniera volgare e offensiva è previsto un provvedimento disciplinare. Inoltre non bisogna utilizzare materiali e mezzi per interessi personali o accettare remunerazione per i servizi prestati. Il rimprovero è previsto per quei volontari che non rispondono alle comunicazioni; per chi utilizza i canali del gruppo in modo improprio, si auto attribuisce ruoli, compiti e incarichi non di sua competenza oppure se mostra atteggiamenti di vanità o esibizionismo. Il volontario verrà rimproverato anche nel caso in cui opera in divisa senza autorizzazione o se diffonde notizie diffamatorie nei confronti di altri volontari. Gli stessi non possono utilizzare per interessi personali e senza autorizzazione il materiale in dotazione. E’ vietato anche prelevare senza mandato la posta dalla cassetta presso il Comune o fomentare malumori. Inoltre corsi di aggiornamento ed esercitazioni sono obbligatorie. L’espulsione invece si applica per recidive plurime almeno tre volte l’anno per mancanze che abbiano comportato sospensione per 10 giorni. Infine il volontario può essere espulso anche per violazione dei doveri di comportamento che determinano la non prosecuzione del rapporto di volontariato.

REDAZIONE

Salerno, “Io non rischio”: i volontari di Protezione Civile dell’Associazione Misericordia di Vallo della Lucania in piazza a Salerno

 

12102016_io-non-rischio_03
Il volontariato di protezione civile, le istituzioni e il mondo della ricerca scientifica si impegnano
insieme per comunicare sui rischi naturali che interessano il nostro Paese. Il 14 ottobre volontari e
volontarie di protezione civile allestiranno punti informativi “Io non rischio” nelle piazze dei
capoluoghi di provincia italiani, per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i propri
concittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto.
Il cuore dell’iniziativa – giunta quest’anno alla settima edizione – è il momento dell’incontro in piazza
tra i volontari formati e la cittadinanza. Ma l’edizione 2017 sarà un’occasione speciale, perché le
piazze si arricchiranno di iniziative ed eventi: i volontari, infatti, accompagneranno la cittadinanza in
un percorso legato alla conoscenza dei rischi specifici del territorio e alla memoria dei luoghi.
Sabato 14 ottobre, in contemporanea con le altre città in tutta Italia, anche SALERNO partecipa alla
campagna “Io non rischio”.
Per scoprire cosa ciascuno di noi può fare per ridurre il rischio terremoto, maremoto e alluvione,
l’appuntamento è in piazza Mazzini, Piazza Portanova, Lungo Corso Vittorio Emanuele II e lungo il
Lungomare Trieste. Oltre al punto informativo, quest’anno i volontari invitano i salernitani ad un
appuntamento speciale: attività ludiche di intrattenimento per i più piccoli mentre i grandi si
informano ascoltando i “comunicatori”, caccia al tesoro e percorso di trekking urbano nel centro di
Salerno per i punti più significativi emblema dei rischi naturali trascorsi.
L’edizione 2017 coinvolge volontari e volontarie appartenenti a 26 realtà associative della provincia,
tra sezioni locali delle organizzazioni nazionali di volontariato, gruppi comunali e associazioni locali.
L’ Associazione Misericordia di Vallo della Lucania, col suo gruppo di protezione civile, per
il quinto anno consecutivo, sarà presente a Salerno con 10 volontari comunicatori per
diffondere la cultura della prevenzione sui rischi terremoto, maremoto ed alluvione,
insieme alle altre 25 organizzazioni di volontariato della provincia.
“Io non rischio” – campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico – è
promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche
Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori
Universitari di Ingegneria Sismica.
L’inserimento del rischio maremoto e del rischio alluvione ha visto il coinvolgimento di Ispra-Istituto
superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Istituto Nazionale di Oceanografia e di
Geofisica Sperimentale, AiPo-Agenzia Interregionale per il fiume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autorità
di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima e Irpi-Istituto di
ricerca per la Protezione idro-geologica.
Sul sito ufficiale della campagna, http://www.iononrischio.it, è possibile consultare il dettaglio dei singoli
eventi provinciali, scaricare i materiali informativi su cosa sapere e cosa fare prima, durante e dopo
un terremoto o un maremoto e sui social è possibile consultare l’evento di Salerno io non rischio
2017 con i dettagli e gli aggiornamenti sulle singole attività che si attueranno.

C.S.

AGROPOLI,CONSEGNATI GLI ATTESTATI AI VOLONTARI DEL PRIMO CORSO BASE DI PROTEZIONE CIVILE

photo_2017-05-15_09-21-25.jpg
Presso l’aula consiliare del Comune di Agropoli sono stati consegnati gli attestati a 23 volontari della Protezione Civile che hanno appena concluso il corso base assumendo così l’idoneità per essere un volontario. Dopodichè seguirà un tirocino che durerà almeno 3 mesi con un minimo di 30 ore di volontariato. A termine del tirocino, coloro che saranno considerati idonei, entreranno a far parte del Gruppo Comunale di Protezione Civile che attualmente comprende 44 volontari. Grande orgoglio e soddisfazione per l’Assessore delegato alla Protezione Civile, Massimo La Porta, che così ha commentato “Dal 2016 abbiamo dei dati fenomenali: 3300 ore di servizi di volontariato- spiega- Nei primi 4 mesi del 2017 siamo già a 850 ore. Dati importanti che fanno capire quanto efficace ed efficiente è questo gruppo”.”Quando abbiamo deciso con fermezza di isituire il gruppo di protezioen civile-spiega incvece il sindaco Franco Alfieri- lo abbiamo fatto mettendo in campo passione ed energia-e continua-finalmente ci sarà consegnato il presidio di protezione civile sito alle mattine quindi anche un luogo raggiungibile per tutto il territorio e che sarà anche presidio dei vigili del fuoco”.

REDAZIONE

Capaccio Paestum, la Regione assegna un fuoristrada al Gruppo Comunale di Protezione Civile 

Sindaco Voza firma in Regione.JPG

Il Comune di Capaccio Paestum, a seguito della partecipazione al bando regionale per l’assegnazione in comodato d’uso gratuito di mezzi ed attrezzature ad organizzazioni di volontariato di Protezione Civile della Campania, ha ottenuto, con Decreto Dirigenziale n. 1499 del 28.11.2016 del Dipartimento 53 – Politiche Territoriali Regione Campania, un fuoristrada tipo pick-up doppia cabina con aria condizionata che sarà a disposizione del Gruppo Comunale di Protezione Civile di Capaccio Paestum. Il 3 maggio 2017, su apposita convocazione, il Sindaco di Capaccio Paestum, dottor Italo Voza, si è recato presso gli uffici della Regione Campania – Direzione Generale Lavori Pubblici e Protezione Civile – per firmare, in qualità di legale rappresentante dell’ente comunale, il contratto di assegnazione del mezzo. “Ci siamo impegnati – dichiara il Sindaco Italo Voza congiuntamente al consigliere comunale delegato Maurizio Paolillo – per dotare il nostro Gruppo Comunale di Protezione Civile di attrezzature sempre più funzionali e all’avanguardia considerato il compito e le numerose attività da svolgere di volta in volta. Oggi, grazie al lavoro fatto in questi anni, abbiamo un nucleo comunale di Protezione Civile numeroso e dotato di mezzi ed attrezzature per rispondere alle esigenze e alle emergenze del territorio”.

C.S.

Capaccio Paestum, Sede Protezione Civile: fornitura gratuita linea Adsl e telefonica

 

comune-capaccio

Il Sindaco di Capaccio Paestum dottor Italo Voza, l’Amministrazione Comunale, e in particolare il consigliere comunale delegato alla Protezione Civile Maurizio Paolillo, ringraziano l’azienda Convergenze Spa per aver fornito gratuitamente la linea Adsl e telefonica alla nuova sede della Protezione Civile ubicata in via Galileo Galilei in località Rettifilo di Capaccio Paestum.

C.S.

Regione, protezione civile: pubblicata graduatoria definitiva per l’assegnazione mezzi a organizzazioni volontariato

 

Protezione-civile-ok-800x555.jpg
E’ stato pubblicato sul Burc numero 20 di oggi il decreto numero 45 del 27 febbraio scorso che approva la graduatoria definitiva del Bando per l’assegnazione in comodato d’uso gratuito di mezzi e attrezzature della protezione civile della Regione Campania alle organizzazioni di volontariato e ai nuclei comunali. Si tratta di fuoristrada, pickup, carrelli con idrovore, minidumper, runner e attrezzature varie che rientrano nella dotazione della colonna mobile regionale. I mezzi vengono assegnati per un periodo di tempo definito: dieci anni per le organizzazioni di volontariato che hanno ottenuto l’assegnazione definitiva e di quattro mesi per i Nuclei comunali che hanno avuto l’aggiudicazione con riserva, nelle more dell’approvazione dei Piani comunali di protezione civile. Obiettivo del provvedimento della Direzione generale Lavori pubblici e Protezione civile è quello di garantire una più capillare copertura territoriale per una sollecita azione a tutela della popolazione.

C.S.