Campania, Innovazione tecnologica, dalla Regione 45 milioni per le imprese campane

Innovazione tecnologica, dalla Regione 45 milioni per le imprese campane

Disponibili finanziamenti per le attività di innovazione tecnologica delle imprese: studi di fattibilità (fase 1) e progetti di trasferimento tecnologico (fase 2) coerenti con la RIS3 Research & Innovation Smart Specialisation Strategy, Strategia di Specializzazione Intelligente.

L’avviso pubblico è stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 36 del 21 Maggio 2018. Le risorse disponibili ammontano complessivamente a 45 milioni di euro di fondi FESR 2014-2020.

  • Spese e costi ammissibili: non inferiori a 50mila euro e non superiori a 120mila euro per la fase 1, non inferiori a 500mila euro e non superiori a 2 milioni di euro per la fase 2
  • Avvio attività: successivamente alla presentazione della domanda di agevolazione e, comunque, pena la revoca, non oltre 30 giorni dalla data di notifica del provvedimento di concessione
  • Durata degli interventi: non superiore a 6 mesi per la fase 1; non inferiore a 6 mesi e non superiore a 18 mesi per la fase 2.
  • Presentazione delle domande: a mezzo PEC (firma certificata) all’indirizzo avvisotrasferimentotecnologico@pec.regione.campania.it a partire dalle 12 del 45° giorno dalla pubblicazione dell’avviso nel BURC
  • Procedura di selezione: a “sportello valutativo”, durerà di regola 30 giorni dal termine di presentazione delle stesse. Le proposte che hanno superato la Fase 1 dello “SME INSTRUMENT” ottenendo un “Seal of Excellence” saranno sottoposte alla sola verifica amministrativo-formale e, in caso di esito positivo, saranno automaticamente finanziate.

C.S.

La Provincia di Salerno ammessa al finanziamento del Grande Progetto di difesa e ripascimento del litorale

provincia

La Provincia di Salerno è stata ammessa dalla Regione Campania al finanziamento del Grande Progetto di difesa e ripascimento del litorale del Golfo di Salerno tra la foce del fiume Picentino ed il litorale del Magazzeno. Il decreto dirigenziale regionale n. 241, a firma del dirigente Michele Palmieri, ha ammesso a finanziamento il primo lotto del progetto della Provincia di Salerno per un importo complessivo di 28 milioni di euro nell’ambito dei fondi POR-FESR 2014-2020 per la riduzione dei rischi naturali e antropici.
Il Grande Progetto “Interventi di difesa e ripascimento del litorale del golfo di Salerno” si propone il risanamento e la messa in sicurezza di un tratto di litorale che si estende tra la foce del fiume Picentino ed il litorale del Magazzeno.
L’intervento di risanamento prevede opere di difesa e di ripascimento per contrastare il costante e progressivo arretramento della linea di costa a causa di fenomeni di erosione e per tutelare gli abitati e le infrastrutture costiere.
Il Grande Progetto si propone inoltre di proteggere, valorizzare e ripristinare gli habitat costieri consentendo una fruizione sostenibile della fascia litoranea.
Attraverso innovative tecniche di ingegneria naturalistica, il Grande Progetto realizza interventi di ricomposizione ambientale, come ripascimenti artificiali e ricostituzioni del cordone dunale, insieme all’installazione di barriere sommerse, pennelli semi-sommersi e scogliere sottomarine distaccate dalla costa, ma intervallate da varchi utili a garantire il necessario ricambio di acqua e ad evitare fenomeni di stagnazione.
Tutti gli interventi sono progettati per minimizzare l’impatto visivo-paesaggistico sull’ambiente circostante.

C.S.

Campania, Studenti universitari: le iniziative della Regione Campania

regione studenti
“A soli tre mesi dalla costituzione dell’Azienda per il Diritto allo Studio Universitario della Regione Campania (ADISURC) sono stati recuperati anni di ritardi e messe in campo importanti azioni per garantire il diritto allo studio e il welfare universitario”, così il Presidente Vincenzo De Luca, nel corso di una conferenza questa mattina a Palazzo Santa Lucia.Per la prima volta sono stata pagate nell’anno accademico in corso il cento per cento delle borse di studio per studenti meritevoli delle università campane, e in più, quelle dell’Accademia delle Belle Arti di Napoli, del Conservatorio di San Pietro a Maiella, dell’Accademia della Moda, dei Conservatori di Avellino, Benevento e Salerno. Nello specifico sono state pagate 16.502 borse di studio (tutte quelle le cui domande erano idonee) per un totale di 54 milioni di euro. Inoltre, nell’ultima riunione di giunta sono stati stanziati 70 milioni di euro destinati alle borse di studio per i prossimi anni accademici 2018/2019 e 2019/2020.Per quanto riguarda i servizi di ristorazione sono state attivate 18 convenzioni e, a partire dal 5 aprile scorso, è stata eliminata la soglia massima di pasti giornalieri, consentendo a tutti gli studenti di poter consumare un pasto durante gli orari previsti dalle convenzioni.Inoltre, In tempi record e con una procedura semplice e trasparente, gli uffici regionali hanno completato l’iter per il bando #IoStudioRegioneCampania. Sono state ammesse a finanziamento 12.830 borse di studio, da 400 euro ciascuna, riservate a studenti delle scuole Superiori di secondo grado campane, provenienti da famiglie bisognose. Nelle prossime settimane gli studenti vincitori della borsa di studio avranno accreditata sulla loro carta elettronica la borsa di studio, sotto forma di voucher, per poter acquistare o fruire di prodotti educativi o culturali (per esempio un tablet, un computer, un libro, biglietti per cinema e teatro).

C.S.

Regione, Agevolazioni attività imprenditoriali, al via il Bando

Agevolazioni attività imprenditoriali, al via il Bando

Aperto il bando per le agevolazioni previste dall’Accordo di programma sottoscritto a dicembre 2017 tra Regione Campania, Ministero dello Sviluppo economico e Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa Spa – Invitalia, finalizzato al rilancio delle attività imprenditoriali, alla salvaguardia dei livelli occupazionali, al sostegno dei programmi di investimento nel territorio dei Comuni della regione Campania tra cui anche quelli compresi nell’area di crisi industriale di Acerra individuata ai sensi della legge 14 maggio 2005, n. 80 e del DPCM 7 luglio 2005, non rientranti nell’elenco delle aree di crisi industriale non complessa.

Con la circolare direttoriale 24 aprile 2018 n. 186934 del Ministero dello Sviluppo Economico è stato infatti attivato l’intervento che libera risorse pari a 6.300.000 euro.

Le domande di accesso alle agevolazioni potranno essere presentate all’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa – Invitalia, secondo le modalità e i modelli indicati nell’apposita sezione dedicata alla legge n° 181/1989 del sito internet dell’Agenzia (www.invitalia.it) a partire dalle ore 12.00 del 15 giugno 2018.

C.S.

Campania, Forestazione e bonifica montana: approvato piano di riparto da 82,3 milioni

Forestazione e bonifica montana: approvato piano di riparto da 82,3 milioni

Con decreto dirigenziale n. 121 del 19 aprile 2018, la Regione Campania ha approvato – in conformità con il Documento Esecutivo di Programmazione Forestale (DEPF) 2018-2020 –  il riparto definitivo delle risorse, dell’importo complessivo pari a 82,3 milioni di euro, a favore degli enti delegati (comunità montane ed amministrazioni provinciali) per l’annualità 2018.

Grazie a queste risorse, la Regione Campania garantisce la piena occupazione degli operai idraulico-forestali a tempo indeterminato in forza agli enti delegati e, soprattutto, assicura  agli operai a tempo determinato un significativo incremento del numero delle giornate lavorative che, nel 2018, saranno in media pari a 151 giornate per unità a fronte delle 130 dello scorso anno.

In tal modo, si rafforza anche la capacità di rispondere, in maniera tempestiva ed incisiva, all’emergenza incendi sul territorio regionale che, di anno in anno, diventa sempre più insidiosa.

C.S.

Regione, finanziamenti per i Centri Antiviolenza della Campania

Donne vittime di Violenza

E’ stata pubblicata sul Burc di oggi la graduatoria dei progetti ammessi a finanziamento, presentati dai Centri Antiviolenza nell’ambito dell’Avviso pubblico #SVOLTE – Superare la Violenza tramite l’Orientamento, il Lavoro, i Tirocini e le Esperienze formative”.

Si tratta in totale di 38 centri antiviolenza che potranno offrire supporto alle donne in difficoltà, di cui 12 ricadenti nella provincia di Napoli, 11 in quella di Salerno, 7 nel casertano, 6 nella provincia di Avellino e 2 in quella di Benevento, che otterranno complessivamente un finanziamento pari a euro 2.424.000, a valere sul POR Campania FSE 2014-2020.

Le risorse, in particolare, saranno utilizzate per l’offerta integrata di servizi di accoglienza, orientamento al lavoro ed inserimento in percorsi di tirocini formativi, finalizzati all’inclusione socio-lavorativa delle donne vittime di violenza e di tratta, individuate tra le utenti prese in carico dalla Rete regionale dei Centri Antiviolenza.

“I progetti ammessi a finanziamento – spiega l’Assessore alla Formazione e Pari opportunità Chiara Marciani – consentiranno di dare una concreta risposta ai tanti casi di abusi e maltrattamenti contro le donne, offrendo loro la possibilità di reinserirsi nel tessuto sociale, oltre all’ascolto, la protezione e la tutela. Chi è stata vittima di violenza, infatti, potrà da oggi rivolgersi alle strutture destinatarie dei finanziamenti per un valido sostegno psicologico e legale, ma anche per una prospettiva di indipendenza economica”.

C.S.

I fiori della Regione Campania ad “Euroflora 2018”

I fiori della Regione Campania ad "Euroflora 2018"

I migliori fiori campani sono stati selezionati per partecipare ad una delle più prestigiose fiere internazionali del florovivaismo: Euroflora 2018.

L’evento si è aperto a Genova sabato 21 Aprile e proseguirà fino a Domenica 6 Maggio, all’interno della location suggestiva ed affascinante dei Parchi di Nervi con i suoi ben 86 mila metri quadri di giardini, sentieri e ville d’epoca. Nello specifico i fiori dei Consorziati e degli altri operatori del settore saranno esposti all’interno della storica Villa Grimaldi.

Il Consorzio Produttori Florovivaisti Campani gareggerà ai vari concorsi in vaso con ben 8 tipologie di fiori recisi: Chrysanthemum indicum varietà Euro; Anthurium varietà Lucardi; Iris varietà Saturno; Lilium orientali varietà Nashville; Limonium varietà Rossi Sun Birds; Ranunculus Success varietà Hanoi; Dianthus Standard varietà Elly Rosa ed infine Sterlitzia Reginae. Inoltre il Consorzio è stato ben lieto di fornire tutti i fiori recisi necessari alla realizzazione di una composizione all’esterno di Villa Grimaldi da parte di Eleonora Poggi.

La partecipazione è stata resa possibile grazie ad un intenso lavoro di partenariato tra tutti gli operatori del settore e l’assessorato all’Agricoltura della Regione Campania, impegnato a sostenere lo sviluppo commerciale ed economico della floricultura della Campania che vanta il primato, come regione, nella produzione di fiori recisi.

Il CPFC, nonostante la sua giovane età, ha unito ed aggregato ad oggi ben 370 aziende florovivaiste campane; ciò ha reso possibile il raggiungimento di importanti obiettivi vitali per l’intero settore, come la partecipazione ad Euroflora 2018, partecipazione fondamentale per continuare a valorizzare ancor più i prodotti floricoli campani.

C.S.

Regione, Protocollo d’intesa Confindustria Campania e Sindacati

 

CONFINDUSTRIA

“Il Protocollo d’Intesa firmato tra Confindustria Campania e Cgil, Cisl e Uil della Campania è una novità di grande importanza per le relazioni industriali e rappresenta un indubbio passo in avanti nel percorso di coesione tra le principali forze produttive della Regione. Il protocollo propone un nuovo modello di rapporti tra le parti sociali che rafforza la collaborazione con la Regione e le istituzioni locali.La Regione ha già avviato un ampio confronto di merito con Confindustria e con i Sindacati sulle scelte strategiche e sui provvedimenti più significativi per lo sviluppo industriale e l’occupazione produttiva nella nostra Regione. L’intesa sottoscritta con le Organizzazioni Confederali dal Presidente della Regione e il tavolo di confronto, avviato nelle scorse settimane insieme con Confindustria e Sindacati a livello regionale è l’attuazione concreta di una volontà di condivisione delle strategie e di piena interazione con i rappresentanti dei lavoratori e delle imprese campane.In questo quadro la Giunta Regionale è pronta a entrare nel merito dei temi contenuti nel Protocollo, completando la mappatura delle aree industriali dismesse; approvando la norma di esonero dall’Irap per le Zes; procedendo in un’ulteriore opera di semplificazione amministrativa con tempi brevi e certi; accelerando gli interventi e la spesa per lo sviluppo, la ricollocazione dei lavoratori espulsi dai processi produttivi e la nuova occupazione (sia sul versante della formazione e delle politiche attive che sul versante della crescita strutturale della produzione e del lavoro).Il Piano Straordinario per il Lavoro, legato a una profonda innovazione della Pubblica Amministrazione, è l’iniziativa che la Regione intende mettere a disposizione per sostenere l’accesso, soprattutto, di migliaia di giovani qualificati nelle Pubbliche Amministrazioni e per avere strutture pubbliche adeguate all’esigenza di semplificazione e di rapidità delle risposte amministrative richieste dalla quarta rivoluzione industriale.Con questi impegni e con la determinazione a intensificare il confronto con le parti sociali, l’amministrazione regionale accoglie con estremo favore la firma del Protocollo d’intesa tra Confindustria, Cgil , Cisl e Uil“ .

C.S.

La Regione Campania istituisce il comitato regionale contro bullismo e cyberbullismo

La Regione Campania istituisce il comitato regionale contro bullismo e cyberbullismo

Contrastare le discriminazioni e tutelare l’integrità psico-fisica di bambini e giovani, anche nell’utilizzo degli strumenti informatici e della rete. La Regione Campania istituisce il Comitato regionale per la lotta al bullismo ed al cyberbullismo, presieduto dall’Assessore alla Formazione e alle Pari Opportunità, Chiara Marciani, su delega del Presidente Vincenzo De Luca.

Il Comitato, in particolare, è previsto dalla Legge n.11 del 22 maggio 2017 (“Disposizioni per la prevenzione ed il contrasto dei fenomeni del bullismo e del cyberbullismo nella Regione Campania”), con cui l’Amministrazione regionale si è dotata di uno strumento per diffondere la cultura della legalità e prevenire e contrastare episodi di violenza o di sopruso verso ragazzi considerati bersagli facili o incapaci di difendersi.

Il Comitato svolgerà diverse funzioni. Innanzitutto si occuperà di tracciare una mappatura del fenomeno, raccogliendo e aggiornando i dati provenienti dal territorio regionale. L’obiettivo è di predisporre un piano di azione integrato per il contrasto e la prevenzione del bullismo e del cyberbullismo e creare una sinergia tra tutti gli attori coinvolti, attraverso protocolli di collaborazione con gli enti statali, locali e con le istituzioni nonchè convenzioni tra le scuole e le ASL. Saranno coinvolti gli operatori sul territorio per avviare iniziative volte alla diffusione della conoscenza delle norme di buon comportamento e di sicurezza in rete.

“Riconoscere il bullismo non è sempre facile – dichiara Chiara Marciani, Assessore alla Formazione e alle Pari Opportunità – soprattutto quando questo fenomeno si sviluppa in rete e attraverso il web. Con il Comitato saranno  avviate iniziative sinergiche e sarà messo in rete il lavoro già avviato per coinvolgere tutto il territorio regionale ed ottenere risultati più efficaci; scuola, famiglia, associazioni  ed istituzioni sono  determinanti nella diffusione di un atteggiamento anche culturale che educhi al rispetto dell’altro e della diversità, al senso della comunità e della responsabilità collettiva”.

C.S.

Regione, la Campania al Vinitaly 2018

vinitaly
Inaugurata ieri mattina la 52° edizione del Vinitaly, l’appuntamento più importante in ambito internazionale dedicato al mondo del vino.
“La presenza della Regione Campania al Vinitaly testimonia la volontà dell’amministrazione di valorizzare il comparto del vino, settore decisivo per l’economia della nostra Regione – ha dichiarato il presidente Vincenzo De Luca nel corso della conferenza stampa presso lo spazio istituzionale della Regione Campania
“Quest’anno finalmente si respira un’identità campana, i territori uniti possono essere più competitivi. L’export della Campania è in continua crescita ma possiamo fare ancora meglio: dobbiamo puntare sui tanti giovani appassionati al settore e intercettare le opportunità offerte dalle politiche comunitarie”.

C.S.