Paestum, €13.306.976,11 per la riqualificazione del Museo e dell’area archeologica di Paestum

Area archeologica (1).jpgMuseo di Paestum.JPG

Al via le procedure per i lavori di riqualificazione, restauro, adeguamento funzionale, contenimento del fabbisogno energetico, miglioramento della fruizione e dell’accessibilità dell’area archeologica e del Museo: pubblicati due bandi di gara per un totale di €13.306.976,11 finanziati dal programma operativo “Cultura e Sviluppo” 2014 – 2020 cofinanziato dai fondi comunitari (FESR) e nazionali e che vede il MiBACT nel ruolo di amministrazione proponente e Autorità di gestione.

Oggetto dei bandi sono:

  1. il Museo archeologico Nazionale di Paestum, per un totale di € 6.562.096,79 con scadenza il 25 settembre

  2. l’area archeologica, per un totale di €6.744.879,32 con scadenza il 27 settembre

Nel 2015 pioveva dentro al museo, il percorso museale era in parte da riqualificare e risistemare. Abbiamo usato l’autonomia gestionale e finanziaria per fare un primo intervento, anche grazie a sostenitori privati che ci hanno dato una mano. Il progetto PON ci permetterà di arrivare allo standard altissimo che il sito e le collezioni meritano per importanza e cospicuità. Quello che è importante è il rispetto del patrimonio, anche moderno, che abbiamo a Paestum. Il Museo non è solo un contenitore ma anche un gioiello della storia dell’architettura italiana del ‘900, che va conservato e valorizzato. Anche per i territorio è una buona notizia: attraverso il Parco anche la collettività riceverà benefici indotti ”

Entrambe le procedure sono state indette da Invitalia, che opera in qualità di Centrale di Committenza per il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

Per consultare i bandi e la documentazione completa oppure per richieste di informazioni è possibile consultare il sito http://gareappalti.invitalia.it

C.S.

Roccadaspide, Parco della Concordia: concorso di idee per la riqualificazione

ROCCADASPIDE PARCO DELLA CONCORDIA

Il comune di Roccadaspide riaccende nuovamente i riflettori sul progetto per la riqualificazione del Parco della Concordia, destinato a subire una vera metamorfosi che lo renderà assolutamente centrale nella vita dei rocchesi. Un intervento che dovrà trasformare totalmente quello che può essere considerato il cuore della Roccadaspide moderna, che ha da sempre avuto un ruolo importante, soprattutto negli ultimi tempi, diventando la location di diverse attività sportive, sede ideale del mercato settimanale, sede di un parco giochi ben tenuto e all’occorrenza ampio parcheggio.  Per raggiungere questo ambizioso scopo l’amministrazione chiama a raccolta i professionisti intenzionati ad essere partecipi di questo cambiamento. E lo fa bandendo un concorso di idee per procedere all’intervento; sarà anche riconosciuto un premio al vincitore di 3 mila euro, di 1500 euro al secondo classificato e di 500 al terzo. L’iniziativa prevede la possibilità di affidare i successivi incarichi di progettazione, direzione dei lavori e coordinamento della sicurezza al vincitore del concorso. L’importo complessivo dei premi, dei rimborsi spese del concorso e dei corrispettivi per il conferimento degli eventuali incarichi successivi ammonta ad € 939.718,76. Il progetto di riqualificazione a cui punta l’amministrazione retta da Gabriele Iuliano cambierà radicalmente il volto del Parco Pubblico, affinché possa diventare sempre di più sede di attività, location di eventi, e perché possa anche diventare lo strumento più efficace per riportare maggiore attenzione al vicino centro storico, verso il quale cresce l’interesse di turisti stranieri sempre più interessati ad acquistare immobili.

C.S.

Vallo della Lucania, un progetto per la riqualificazione del centro storico di piazza Santa Caterina 

VALLO DELLA LUCANIA RIQUALIFICAZIONE CENTRO STORICO
E’ in programma prossimamente un progetto che prevede la riqualificazione del centro storico di piazza Santa Caterina del comune di Vallo della Lucania con rispettiva riqualificazione della piazza, costruzione di un parcheggio interrato e realizzazione di viabilità strategica. I lavori avranno un costo pari ad una somma di euro 3.300.000,00 di cui euro 2.436.000,00 per lavori compresi oneri della sicurezza. Il progetto di fattibilità tecnica ed economica è redatto internamente a firma dell’arch. Massimo Sansone. Tutto ciò in considerazione del fatto che la Regione Campania, con l’intento di operare una ricognizione delle proposte progettuali e dei fabbisogni dei vari soggetti pubblici, ha emanato un decreto dirigenziale del 27 Dicembre 2017 pubblicato sul BURCampania. Così l’amministrazione comunale di Vallo della Lucania, in ragione di ciò, ha intenzione di intercettare tali finanziamenti per la realizzazione di interventi di trasformazione urbana, nello specifico appunto la riqualificazione del centro storico di Piazza Santa Caterina.

REDAZIONE

Cannalonga, approvato progetto per la riqualificazione di Piazza del Popolo

 

CANNALONGA RIQUALIFICAZIONE PIAZZA DEL POPOLO
La Giunta comunale di Cannalonga riunitasi il 27 0ttobre 2017 alle ore 18,00 nella sala delle adunanze della Sede Municipale, sotto la presidenza del Sindaco Dr. Carmine Laurito, ha approvato il progetto per la riqualificazione di Piazza del Popolo. Tale progetto verrà candidato ai bandi per accedere ai fondi regionali previsti dal Programma di Sviluppo Rurale Campania 2014/2020 misura 7.6.1.- Riqualificazione del patrimonio architettonico dei borghi rurali. Tale Piazza rappresenta il cuore del paese, su cui si affacciano la chiesa di S. Maria Assunta, il Municipio ed il Palazzo Ducale che fu della famiglia dei duchi di Cannalonga Falletti e della famiglia dei Duchi Mogrovejo, discendenti dalla famiglia del più famoso S. Toribio de Mogrovejo, che è tutt’oggi il santo patrono di Cannalonga. Lo scopo e’ quello di favorire il miglioramento e la valorizzazione delle aree rurali interne attraverso azioni di riqualificazione del patrimonio culturale e naturale dei villaggi, del paesaggio rurale e dei siti ad alto valore naturalistico. La tipologia agisce anche sugli aspetti socio-economici in quanto è tesa a migliorare sia le condizioni di vita delle popolazioni rurali, per contenere lo spopolamento, sia l’attrattività e la conservazione dei luoghi per incrementare i livelli di occupazione.

Albanella, Lavori e riqualificazione urbanistica: ecco tutte le opere in corso

scuola borgo san cesareo

 In arrivo i fondi per il completamento della scuola materna
di San Cesareo. La giunta regionale della Campania ha infatti deliberato
l’approvazione dell’elenco degli interventi esecutivi per l’edilizia
scolastica per il triennio 2015/2017. Per la scuola albanellese sono
stati stanziati 451.071,80 euro. “Si tratta di un finanziamento –
spiega il sindaco Renato Josca – che ci era stato assegnato in
precedenza, ma l’erogazione era stata sospesa per mancanza di
disponibilità di fondi ministeriali. In provincia di Salerno siamo
stati uno dei pochi Comuni ad ottenere questa tipologia di finanziamento
e ora, finalmente, non appena la Regione avrà provveduto a pubblicare
il decreto faremo partire l’iter per l’appalto dei lavori, per dotare
anche Borgo San Cesareo di una scuola nuova e sicura”. Il plesso
scolastico sarà interessato da lavori di messa in sicurezza sismica e
di efficientamento energetico con l’installazione di un impianto
fotovoltaico. I lavori prevedono anche il rifacimento del tetto, la
ristrutturazione strutturale delle pareti, l’installazione di nuovi
infissi, la messa in opera della nuova pavimentazione, il rifacimento
degli impianti. L’area esterna sarà delimitata per consentire
l’entrata e l’uscita in sicurezza dei bambini, con l’installazione di
una pensilina protettiva in prossimità della fermata dello scuolabus. I
lavori dovranno essere completati entro 365 giorni dalla data di stipula
del contratto con la ditta, individuata con gara ad evidenza pubblica. E
sempre per la riqualificazione urbanistica di Borgo S. Cesareo è stato
affidato l’incarico professionale per i lavori di ammodernamento del
fondo di gioco con manto in erba naturale e realizzazione degli
impianti presso il campo sportivo, all’ingegnere Antonio D’Angelo. E’
un ulteriore passo avanti verso il completamento della struttura, che
nel 2018, grazie ad una convenzione tra il Comune di Albanella, la
struttura “Persano Country Club” e la società sportiva, ospiterà il
ritiro della U.S. Salernitana, squadra di calcio che milita in serie B.
I lavori di completamento saranno eseguiti dalla ditta “Costruzioni
generali CV” di Vincenzo Cammarota, di Casal Velino, per un importo di
289.907,68 euro (Iva esclusa). “Il completamento del campo sportivo di
San Cesareo – spiega il sindaco Josca – è un ulteriore tassello a
completamento del quadro delle opere pubbliche prospettate all’inizio
del mandato. La nostra amministrazione sta proseguendo il suo percorso
secondo gli obiettivi prefissati, nonostante le difficoltà riscontrate
lungo il percorso. Entro qualche settimana, completeremo il
trasferimento degli uffici nella storica sede comunale completamente
ammodernata. Abbiamo già avviato il trasferimento delle apparecchiature
elettroniche. Il trasferimento consentirà al Comune un notevole
risparmio in termini di affitto>>.

c.s.

Albanella, al via la riqualificazione del mattatoio comunale

VISTA_2.jpgVISTA-6.jpg

Riqualificazione del mattatoio comunale da adibire a frantoio
oleario, museo dell’olio e area di degustazione di tipicità: il Comune,
guidato dal sindaco Renato Josca, avvia la ricerca di manifestazioni di
interesse da parte di operatori economici, cooperative, società,
consorzi, associazioni. L’immobile e l’area contigua saranno concessi in
comodato d’uso per 30 anni. I soggetti partecipanti dovranno comprovare
la propria disponibilità di mezzi produttivi adeguati e capitale sociale
non inferiore a 1.999.200 euro, il costo del progetto. La realizzazione
delle opere dovrà essere terminata in 18 mesi. Sono richieste, inoltre,
precedenti esperienze nel settore della gestione di impianti oleari e
delle strutture ricettive annesse. Le manifestazioni di interesse
dovranno pervenire all’Ufficio Protocollo del Comune di Albanella entro
le 12 del 26 gennaio. Il plico, come specificato nell’avviso reperibile
online sul sito dell’ente comunale all’indirizzo
http://www.comune.albanella.sa.it , dovrà contenere tutti i dati necessari
all’identificazione del candidato e il recapito per ulteriore
corrispondenza. L’avviso non rappresenta un’offerta al pubblico ma è un
procedimento preselettivo finalizzato alla raccolta di manifestazioni di
interesse. Queste non comporteranno nessun obbligo o impegno per
l’amministrazione comunale, che si riserva, a suo insindacabile
giudizio, di non bandire la gara, modificare, sospendere o revocare
termini e condizioni.

Il progetto
L’immobile che ospiterà il frantoio è stato realizzato negli anni
Ottanta e ha cessato la sua funzionalità nel 1995. Da tempo dismesso, è
stato utilizzato negli anni solo per il ricovero di materiali e mezzi
comunali. L’obiettivo principale del progetto è di fornire ai cittadini
nuovi servizi, ristrutturandolo e destinandolo ad un centro per la
lavorazione dell’olio d’oliva, una delle risorse principali del
territorio albanellese. La struttura accoglierà un’area di
trasformazione dei prodotti, di imbottigliamento e commercializzazione.
Sarà realizzato anche un percorso museale dedicato all’olio
d’oliva,un’area degustazioni con la promozione dei prodotti tipici del
territorio albanellese e un’area congressi. Il Comune potrà usufruire
della struttura per tutte le attività istituzionali ed eventi di
promozione e informazione. Il progetto, sostenuto in prima persona dal
sindaco Renato Josca, punta soprattutto a dare un input al settore
agricolo e ravvivare quella che è l’economia locale.

C.S.

CASTELLABATE. CONSEGNATI I LAVORI CONTRO L’EROSIONE COSTIERA

erosione costiera 

Sono stati consegnati ieri i lavori per la mitigazione dei fenomeni di erosione costiera e dei rischi connessi sul litorale del Comune di Castellabate.

I lavori al netto del ribasso d’asta costeranno circa 1,7 milioni di euro. La copertura finanziaria è garantita da un finanziamento concesso dal Ministero dell’ambiente attraverso l’Autorità di Bacino Campania Sud-Sele, nell’ambito dell’accordo di programma con il Comune che ha il ruolo di stazione appaltante.

L’intervento punta a proteggere il litorale antistante l’abitato di Santa Maria dall’azione diretta del mare grazie a un sistema di barriere sommerse che prevede la riorganizzazione e sostituzione di quelle attuali con l’utilizzo di massi naturali accostati, perfettamente compatibili con l’ambiente circostante secondo le più avanzate tecniche di ingegneria naturalistica. Queste opere ridurranno l’energia del moto ondoso incidente la costa e contribuiranno alla riqualificazione dell’area.
”È un intervento che l’Amministrazione comunale ha voluto e seguito con determinazione, dopo la complessa fase progettuale e le procedure di gara siamo riusciti a dare avvio ai lavori.- spiega il sindaco Costabile Spinelli – Pertanto esprimo la legittima soddisfazione per l’apertura di questo cantiere che per non arrecare danno alcuno, inizieranno subito dopo il periodo estivo”

 C.S.

 

 

 

ROCCADASPIDE – 55 MILA EURO PER RIQUALIFICARE IL CIMITERO

2013031146587618334265319552736083459599373466482436573
Nuovo intervento di riqualificazione al cimitero di Roccadaspide. Dopo i lavori precedenti voluti dall’amministrazione comunale che solo due anni fa consentirono la realizzazione di nuove cappelle e loculi e restituirono decoro ad un’area che sta molto a cuore a tutti i cittadini, in questi giorni sono in corso altri lavori per un importo di 55mila euro, finalizzati a proseguire sulla scia della riqualificazione solcata anni fa, ma anche ad arricchire il cimitero di una zona in cui i cittadini venuti a rendere omaggio ai propri defunti possano trovare riparo in caso di avversità atmosferiche.Infatti l’intervento prevede la realizzazione di un porticato lungo il viale principale con pilastri e travi in legno lamellare con una leggera copertura in pannelli isolanti, oltre alla sistemazione generale dell’area, che è collocata dopo l’ingresso, sulla sinistra: uno spazio attualmente anonimo, senza alcuna identità funzionale, dove manca anche una idonea pavimentazione. Continua a leggere