SANITA’, NUOVO PIANO OSPEDALIERO: SALVO L’OSPEDALE DI ROCCADASPIDE

OSPEDALE-ROCCADASPIDE-1
E’ in via di pubblicazione ufficiale il nuovo piano ospedaliero della Regione Campania, che dopo aver incassato il parere favorevole dei Ministeri dell’Economia e della Salute sarà appunto pubblicato sul BURC nei prossimi giorni.
Si consolida e si stabilizza definitivamente il presidio ospedaliero di Roccadaspide, che viene funzionalmente aggregato ai presidi di Eboli e Battipaglia, per costituire insieme il nuovo DEA di I° livello della provincia di Salerno.
In questo modo il presidio ospedaliero di Roccadaspide viene definitivamente inserito nella rete dell’emergenza urgenza con pronto soccorso ordinario e non più in deroga, con la previsione di 50 posti letto e il mantenimento di tutti i servizi sanitari che attualmente eroga (medicina generale, chirurgia, ortopedia e lungodegenza-riabilitazione funzionale), e con la previsione della riabilitazione cardiologica che rappresenterà un elemento fondamentale ed importante della nuova configurazione del presidio. Un presidio che assicurerà, così, servizi sanitari sempre più ottimali, con un miglioramento dei livelli essenziali di assistenza sanitaria per tutta la popolazione della Valle del Calore, degli Alburni e dell’Alento.
A queste attività saranno aggiunti anche ulteriori ed importantissimi servizi sanitari, rientranti nella rete dell’assistenza sanitaria territoriale di cui al D.M. 99/16, con la previsione di un ospedale di Comunità con 10 posti letto, di una UCCP e di una RSA.
Si chiude così nel migliore dei modi una vicenda che tanto aveva tenuto in apprensione un intero territorio e che tante polemiche aveva innescato tra la popolazione.
“Si tratta di un risultato straordinario – commenta il sindaco Gabriele Iuliano – che premia il grandissimo lavoro svolto dai Sindaci in questo anno e mezzo, dall’intera struttura commissariale, dal Direttore Generale dell’ASL di Salerno e, in particolar modo, dal Governatore della Campania e commissario straordinario, On.le Vincenzo De Luca, che ancora una volta ha dato dimostrazione della grandissima serietà istituzionale e della straordinaria capacità di analisi, di governo e di soluzione dei problemi e criticità della regione Campania, portando a soluzione una vicenda delicatissima in una condizione oggettivamente proibitiva, a causa degli stringenti vincoli legati al commissariamento ministeriale”. “Rispetto all’impegno e alla sensibilità dimostrata – continua – non posso che esprimere tutto il mio apprezzamento per l’ottimo lavoro svolto, oltre che il sentimento di profonda riconoscenza, mio personale e dell’intero territorio”.
“Un grandissimo ringraziamento, altrettanto convinto e doveroso – conclude Iuliano – va rivolto a tutti i Sindaci e agli Amministratori locali, che in maniera compatta e con grande senso di responsabilità hanno profuso un impegno massimo ed offerto una piena condivisione in questa giusta rivendicazione portata all’attenzione dei vertici regionali, che premia un territorio a sud di Salerno fortemente disagiato e che presenta gravi criticità, ma che da questo buon risultato può trovare quello slancio e quell’entusiasmo necessario per innescare un definitivo processo di crescita e di sviluppo, indispensabile ed auspicato”.

C.S.

Roccadaspide, a breve la sistemazione della strada di Carretiello

dav
È diventata ormai da molto tempo pressoché impercorribile, ma potrebbe essere sistemata a breve, la strada che attraversa Carretiello, popolosa frazione di Roccadaspide.La Provincia di Salerno, infatti, su forte sollecitazione dell’Amministrazione comunale di Roccadaspide, ha inserito alcuni tratti di due strade provinciali che attraversano il territorio comunale alla contrada Carretiello, nella graduatoria delle arterie salernitane da manutenere e sistemare, per le quali saranno investiti complessivamente circa 4 milioni di euro proprio per lavori di manutenzione straordinaria. La strada di Carretiello, fortemente dissestata in molti punti, sarà a breve interessata da lavori di consolidamento e di rinforzo della sovrastruttura stradale e di rifacimento della segnaletica orizzontale.Gli interventi riguarderanno le strade provinciali 419 e 258: in particolare, per quanto riguarda la SP 419, i lavori interesseranno il tratto compreso tra l’innesto alla SP 88 e l’innesto alla SP 258, e richiederanno una spesa circa di 31.300 euro. Per quanto riguarda la SP 258, l’intervento interesserà il tratto compreso tra l’innesto alla SP 11 e l’innesto alla SR 488, per un importo di quasi 31 mila euro. I lavori programmati dalla Provincia consentiranno così di risolvere una situazione ormai insostenibile, causata dal grave dissesto che riguarda la strada, che molto spesso crea danni forti disagi alla circolazione per la notevole presenza di buche ed avvallamenti in più punti.L’amministrazione comunale retta da Gabriele Iuliano, da sempre interessata alla questione, ha più volte sollecitato la Provincia di Salerno affinché risolvesse il problema, che ha generato anche forte malcontento tra i residenti, stanchi di dover percorrere quotidianamente una strada divenuta in alcuni tratti impraticabile. Con la pubblicazione della graduatoria dei progetti che riguardano le strade provinciali, e grazie alla disponibilità dell’ente provinciale, in particolare all’interessamento del vicepresidente Luca Cerretani, che si è occupato con gli uffici tecnici personalmente della situazione, il problema potrà essere molto presto portato a definitiva soluzione.

C.S.

Roccadaspide, questa mattina il “Mercatino” dei bambini dell’infanzia

 

 

Roccadaspide
È un appuntamento molto importante quello che attende i bambini della scuola dell’infanzia di Roccadaspide, che questa mattina a partire dalle 10 accoglieranno nella loro scuola i potenziali acquirenti dei propri lavoretti scolastici. Per salutare il Natale, infatti, le maestre hanno organizzato un “Mercatino di Natale” di solidarietà: i piccoli oggetti che i bambini hanno realizzato negli ultimi giorni saranno messi in vendita in occasione del mercatino, e il ricavato sarà devoluto in parte per l’acquisto di materiale didattico per la scuola stessa, e in parte per il Bambino Gesù. Gli scopi del progetto, che coinvolge gli alunni del plesso di Roccadaspide, e quelli dei plessi di Serra, Doglie, Monteforte e Fonte, sono, dunque, diversi: impegnare e rendere consapevoli i bambini dell’importanza di un oggetto realizzato con le loro mani; insegnare loro l’importanza della condivisione e dell’altruismo, facendo crescere in loro il desiderio di aiutare, nel loro piccolo, i bambini meno fortunati. Una scuola che quindi si conferma sempre più preziosa nell’educare i bambini, inculcando loro i valori fondamentali, e insegnando loro a dare importanza alle cose e soprattutto alle persone.Sarà presente tra gli altri, la Dirigente dell’Istituto Comprensivo, la dottoressa Rita Brenca.

C.S.

Roccadaspide, dal 21 al 23 la festa della castagna

Roccadaspide, dal 21 al 23 la festa della castagna

Tutto pronto a Roccadaspide per l’evento “Festa della castagna – vrole a Natale”, che si terrà in Piazza XX Settembre dal 21 al 23 dicembre per iniziativa dell’Amministrazione Comunale.

L’evento, la cui organizzazione è affidata all’associazione “Liberamente donne” di Roccadaspide, prenderà il via domani 21 dicembre alle 10.30 con la manifestazione “Arriva Babbo Natale”, che prevede la consegna dei doni ai bambini della scuole dell’infanzia, Primaria e Secondaria di I grado dell’Istituto Comprensivo di Roccadaspide; la prima giornata proseguirà dalle 19 con il musical “Notre Dame de Paris” a cura della scuola di danza Giselle diretta da Angela De Rosa; in serata, dalle 21 il concerto di musica popolare del “Trio tarante”.

La seconda giornata prevede dalle 21 lo spettacolo di Simone Schettino e a seguire, alle 22, il concerto della cantautrice cilentana Piera Lombardi.

La sera del 23 dicembre si aprirà alle 20.30 con il concerto di musica popolare della “Compagnia Sole e Luna”, e si chiuderà con lo spettacolo dei “Sibbenga sunamu”, che inizierà alle 22.30.

Le tre serate saranno contraddistinte da dj set, mercatini, baby parking, mostre, artisti di strada, zampognari, street band e mostre di presepi.

C.S.

A Napoli firma del protocollo di intesa con il Ministro Minniti per migliorare lo Sprar: presente anche il sindaco di Roccadaspide

gabriele iuliano
C’era anche il Sindaco di Roccadaspide Gabriele Iuliano tra i 265 sindaci campani aderenti allo Sprar che ieri mattina, presso il Maschio Angioino di Napoli, hanno sottoscritto con il Ministero dell’Interno, alla presenza del Ministro Marco Minniti, un protocollo d’intesa per il miglioramento del sistema di accoglienza dei richiedenti protezione internazionale. Scopi del protocollo d’intesa, innanzitutto quello di gestire la problematica superando l’approccio di tipo emergenziale utilizzato in questi anni e ricondurre l’accoglienza ad una fase “ordinaria”; migliorare attraverso criteri di equità la distribuzione dei migranti richiedenti asilo sul territorio dell’intera regione, nonché favorire al meglio l’impiego degli stessi in un programma sperimentale che ne preveda l’utilizzo nei servizi sociali; prevedere un sistema di accoglienza che coniughi senso di solidarietà e di tutela con forme di sempre maggiore rigore e controllo anche da parte delle forze di polizia, al fine di garantire la totale sicurezza alle comunità accoglienti.Un importante appuntamento, che consolida l’attività che molti comuni salernitani stanno portando avanti, e che va nella direzione di facilitare il percorso di piena integrazione dei richiedenti asilo e protezione internazionale. Un percorso avviato con entusiasmo – non senza difficoltà e perplessità da parte delle comunità ospitanti – anche dalla Città di Roccadaspide, che, grazie ad un progetto condiviso con i comuni di Sacco e Bellosguardo, ospita da qualche mese parte dei 79 migranti ospiti dell’intero territorio della Valle del Calore.Fino ad oggi l’obiettivo del progetto registra un risultato più che soddisfacente, perché parte dei migranti ospitati – nuclei familiari al completo con bimbi piccoli – si stanno gradualmente integrando con la comunità locale, diventando a tutti gli effetti cittadini di Roccadaspide, con la prospettiva di poter svolgere gratuitamente sul territorio anche lavori socialmente utili alla comunità stessa. Una situazione – quella che si è creata a Roccadaspide – che ieri ha trovato pieno riscontro nelle parole del Ministro Minniti, che ha voluto ricordare e sottolineare come “l’obiettivo del protocollo è quello della piena integrazione. Una sempre più forte accoglienza diffusa permetterà di superare i grandi centri di accoglienza: se ogni comune accoglie, già nei prossimi mesi possiamo superare tutti i grandi CAS esistenti”, perseguendo così un importante risultato sul piano della coesione sociale.

C.S.

Roccadaspide, al via i lavori per la realizzazione della rete del gas metano

 

Roccadaspide
Sono iniziati dal centro storico di Roccadaspide i lavori per la realizzazione della rete del gas metano, che interesseranno sia il centro cittadino che le varie frazioni rurali di Roccadaspide. I lavori sono stati affidati alla concessionaria ATI Metaedil s.r.l. di Avellino, che si occuperà anche della manutenzione ordinaria e straordinaria della rete e degli impianti di distribuzione.Si avvia così l’importante progetto di metanizzazione dell’intero territorio comunale che l’amministrazione e i cittadini attendono da tempo, e che sarà realizzata a costo zero per l’Ente. Al termine dei lavori, che seguono quelli altrettanto importanti relativi alla rete idrica, sarà eseguita la pavimentazione delle strade, rimandata proprio in vista dell’avvio dei lavori per la rete del metano.Il progetto, finanziato interamente con fondi CIPE e in parte dalla Regione Campania per oltre 10 milioni di euro, è destinato a cambiare radicalmente il sistema di approvvigionamento del gas per gli oltre 2.500 nuclei familiari e per le attività commerciali di Roccadaspide, che ne potranno così finalmente beneficiare. I cittadini possono già richiedere di sottoscrivere il contratto di allacciamento alla rete, fornendo alla Metaedil un documento di riconoscimento ed una bolletta dell’energia elettrica relativa all’utenza da attivare, beneficiando in questa fase di una significativa percentuale di sconto sulla spesa per l’allaccio alla rete, il cui costo è fissato nella presente fase di realizzazione della rete in 60 euro, iva compresa, a fronte della somma di 440 euro, oltre iva che sarà invece necessaria per chi provvederà a fare la richiesta di allaccio dopo la realizzazione dei lavori ed entro il limite di 5 metri dalla linea principale. Per informazioni ed appuntamenti si può contattare il numero verde 800 031 906 tutti i giorni dalle ore 9.30 alle 14,00 e dalle 15,00 alle 17,00, ovvero recandosi presso l’ufficio sito al piano terra del comune di Roccadaspide, aperto tutti i giovedì, dalle ore 10,00 alle ore 12,00.Quella che interesserà la Città di Roccadaspide è una vera rivoluzione rappresentata dall’importanza del metano, che è un gas a basso impatto ambientale, essendo quello più ecologico tra i combustibili fossili; i cittadini potranno ottenere anche benefici di natura economica, dal momento che l’utilizzo del metano comporta un significativo risparmio, come testimonia l’utilizzo sempre più diffuso di questo gas, e alla luce del fatto che il metano negli ultimi anni si sta confermando la principale fonte energetica di alimentazione degli impianti di riscaldamento delle abitazioni.

C.S.

Roccadaspide, il comune attiva la Carta di Identità Elettronica

 

Carta-didentità-elettronica-1
Innovativa, moderna e versatile: sono solo alcuni degli aggettivi che denotano la nuova carta d’identità elettronica, che entro il 2018 è destinata a sostituire gradualmente ma definitivamente la vecchia tessera cartacea. Anche i comuni salernitani si stanno attivando per adeguarsi alla normativa che prevede, entro l’inizio del prossimo anno, l’entrata in vigore del nuovo documento, che sarà obbligatorio. Tra i pochi che hanno già attivato le procedure per il rilascio, adeguandosi in tempi rapidi alle norme in materia, c’è anche Roccadaspide, tra i primi in provincia di Salerno, e il primo nella zona compresa tra Valle del Calore, Alburni e Alento. Dal 1 gennaio 2018 quindi, i cittadini di Roccadaspide potranno richiedere il rilascio della nuova tessera. Sul sito ufficiale del comune (www.comune.roccadaspide.sa.it) sarà abilitato un fronte office per dare supporto ai cittadini. I dettagli, le opportunità e ogni informazione utile ai cittadini di Roccadaspide sulla CIE saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa in programma sabato 9 dicembre alle 10, al primo piano della casa comunale.La Carta d’Identità Elettronica è un documento di riconoscimento in policarbonato, valido dieci anni, simile ad una carta di credito, che certifica l’identità della persona e consente di accedere ai servizi telematici messi a disposizione dalla Pubblica Amministrazione. Sulla tessera sono riportati i dati della persona titolare della tessera, che vengono memorizzati anche nel microchip e nella banda ottica presenti sulla carta, per garantire l’inalterabilità dei dati stessi: nome e cognome, data e luogo di nascita; codice fiscale; residenza e cittadinanza; codice numerico del comune; data di rilascio e scadenza; firma digitale del titolare; impronta digitale; fotografia digitalizzata; eventuale indicazione di non validità ai fini dell’espatrio; dati amministrativi del Servizio Sanitario Nazionale.Per richiedere il rilascio della nuova tessera occorre recarsi all’ufficio anagrafe del Comune esibendo la carta di identità scaduta o in scadenza, l’eventuale denuncia di furto o smarrimento, un documento di riconoscimento: l’amministrazione comunale di Roccadaspide incaricherà un dipendente che accompagnerà l’utente nell’iter per il rilascio della tessera, che potrà essere consegnata entro 6 giorni, dall’acquisizione dei dati da parte del comune. Per i cittadini, il monitoraggio dello stato di spedizione delle CIE è possibile registrandosi al sito “Agenda CIE”. Dopo la registrazione al sito sarà possibile monitorare lo stato di lavorazione della carta d’identità elettronica.La CIE potrà esse utilizzata per viaggiare nei Paesi dell’Unione Europea e in quelli con cui lo Stato Italiano ha firmato specifici accordi. Quindi sarà valida per l’espatrio, ossia permetterà di entrare senza passaporto in vari Paesi: Austria, Belgio, Bosnia, Repubblica Ceca, Cipro, Croazia, Danimarca, Egitto, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gibilterra, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Macedonia, Marocco, Malta, Monaco, Repubblica di Montenegro, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Tunisia e Turchia, Ungheria.Il prezzo della carta d’identità elettronica per il primo rilascio o rinnovo è di 22 euro. La CIE potrà essere rilasciata anche a minorenni accompagnati da un genitore munito di documento di riconoscimento, mentre per la richiesta di rilascio del documento valido per l’espatrio è necessario l’assenso di entrambi i genitori. Se i minori sono extracomunitari occorre presentare specifica documentazione.Tra le innovazioni della nuova tessera, vi è quella relativa alla propria volontà di donare gli organi; insieme alla digitalizzazione anagrafica, sarà possibile dichiarare la propria volontà sulla donazione degli organi chiedendone la registrazione nel Sistema Informativo Trapianti.Su questo importante aspetto, l’Associazione Italiana Donatori di Organi ha dato la propria disponibilità a organizzare incontri con i docenti delle scuole di Roccadaspide, per consentire loro di sensibilizzare gli studenti sul tema della donazione degli organi.

C.S.

La città di Roccadaspide tra le “100 mete d’Italia”

 

Roccadaspide
La città di Roccadaspide conferma la sua crescente vitalità e capacità d’attrazione, non soltanto per i molteplici servizi destinati ai residenti – dalla sanità, all’offerta scolastica – ma anche per l’abilità di puntare sulle proprie risorse artistiche, paesaggistiche e culturali. Risorse che ne fanno sempre più meta di riferimento di turisti in cerca di luoghi ricchi di peculiarità, lontani dai grandi centri turistici ma non per questo meno affascinanti.La conferma della capacità dell’Amministrazione comunale di essere sulla strada giusta per valorizzare e rendere fruibile il patrimonio della città, arriva da un importante riconoscimento conquistato recentemente: il comune della Valle del Calore è uno dei 100 in Italia ad avere ottenuto il premio “Mete d’Italia”, legato al progetto editoriale della Riccardo Dell’Anna Editore che, attraverso dieci categorie d’eccellenza, valorizza l’italianità premiando l’originalità e l’impegno.Roccadaspide ha conseguito il premio nella sezione “Agrifoglio” per la capacità di valorizzare, tra le varie risorse, la ricchezza agroalimentare.In provincia di Salerno, solo altri 4 comuni hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento: Buccino, Ravello, Cava de’ Tirreni e Giungano. La cerimonia di conferimento del premio si è svolta presso la Sala Koch del Senato.La città di Roccadaspide sarà protagonista, insieme agli altri comuni premiati, del volume “100 Mete d’Italia” Limited Edition.Una grande soddisfazione per l’amministrazione retta da Gabriele Iuliano, impegnata costantemente per tutelare tutte le sue ricchezze, e soprattutto per valorizzare i suoi prodotti, in primis il rinomato Marrone IGP, con un lavoro quotidiano ma anche con eventi di successo, quali il Festival dell’Aspide che deve la sua fortuna anche all’esaltazione della gastronomia locale, e la “Festa della Castagna – vrole a Natale” che si terrà dal 21 al 23 dicembre.

C.S.