CASTELLABATE, AL VIA LE ATTIVITA’ DI EDUCAZIONE AMBIENTALE NELLE SCUOLE

foto_edificio_comune-castellabate
Il Comune di Castellabate, in collaborazione con l’Azienda responsabile del servizio di igiene urbana Sarim, nell’ambito delle attività di sensibilizzazione e comunicazione ambientale rivolte alla cittadinanza per la promozione del nuovo servizio di raccolta differenziata “porta a porta”, ha previsto un’iniziativa di educazione ambientale per gli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado cittadine. Da lunedì 11 febbraio, infatti, partiranno azioni mirate di educazione ambientale, al fine di coinvolgere anche le future generazioni ai temi “raccolta differenziata” e “responsabilità sociale”. L’obiettivo è coinvolgere in maniera divertente i più piccoli sul tema della salvaguardia dell’Ambiente, con l’auspicio di far percepire l’importanza di fare la raccolta differenziata all’interno del proprio contesto familiare, favorendo dunque il successo dell’iniziativa in atto. Oltre alla visita di “Capitan Eco” – eroe buono della raccolta differenziata che effettuerà una serie di incontri di animazione ed educazione ambientale ed intratterrà gli alunni con un intervento che coniuga didattica e divertimento, spiegando loro l’importanza della raccolta differenziata e del riciclo dei rifiuti – gli alunni avranno a disposizione del materiale didattico che gli consentirà, insieme alle loro insegnanti, di approfondire, anche in classe, queste importanti tematiche. L’assessore all’ambiente Domenico Di Luccia sull’attività informativa in atto: «Prosegue la nostra campagna di sensibilizzazione che, oltre agli incontri con la cittadinanza, estende il suo raggio d’azione coinvolgendo le scuole con tre incontri nelle primarie e nelle secondarie, un’attività che si concluderà con un ulteriore incontro dedicato a tutte le attività alberghiere per dare ufficialmente inizio, il 24 febbraio, a questo innovativo sistema di gestione ambientale». L’assessore alla pubblica istruzione, Elisabetta Martuscelli, commenta così l’iniziativa: «È fondamentale sensibilizzare quelli che saranno i nostri cittadini del domani per preservare una risorsa che va protetta e custodita e farlo a scuola, attraverso attività ludiche e didattiche, rende l’iniziativa ancora più efficace». Dello stesso avviso anche la dirigente scolastica dell’I.C. Castellabate, Gina Amoriello, che dichiara in merito agli incontri: «Il nostro istituto è molto sensibile alla tematica ambientale, un argomento ricorrente nelle nostre attività curricolari ed extra-curricolari vista l’importanza di trasmettere ai ragazzi il rispetto dell’ambiente che li circonda, partendo dalle aule scolastiche ed allargando il concetto alla tutela più ampia del nostro territorio».

C.S.

Annunci

Provincia, interventi di adeguamento alla normativa antincendio degli edifici scolastici

antincendio

Con decreto del Presidente Michele Strianese, n 151 del 30 novembre us, la Provincia di Salerno, su proposta del Settore Patrimonio ed Edilizia scolastica, diretto da Angelo Michele Lizio, approva i progetti di fattibilità tecnica ed economica di messa a norma antincendio, riferiti agli istituti scolastici di seguito elencati, ai fini della candidatura all’Avviso pubblico della Regione Campania, approvato con decreto dirigenziale n. 620 del 04/06/21018, finalizzato alla formazione di una graduatoria per la concessione di contributi straordinari per la messa a norma antincendio degli immobili scolastici.
Gli istituti scolastici interessati dai suddetti interventi sono i seguenti:
1. Liceo Scientifico Statale “Gallotta” di Eboli
2. Liceo Scientifico Statale “G. Da Procida” di Salerno – sede centrale
3. Liceo Scientifico Statale “G. Da Procida” di Salerno – succursale in via Urbano II
4. Istituto Professionale “F. Trani” di Salerno – sede centrale
5. Istituto Professionale “F. Trani” di Salerno – succursale in via Urbano II
6. IPSSEOA “Virtuoso” di Salerno
7. IPSSEOA “Virtuoso” di Salerno succursale in via Pertini
8. IIS “Galilei-Di Palo” di Salerno
9. ITIS “Focaccia” di Salerno
10. ITIS “Focaccia” di Salerno – succursale di via Pio XI
11. ITIS “Focaccia” di Salerno – succursale di via Monticelli alto
12. IPAA ProfAgri di Salerno
13. IIS “Vico-De Vivo” di Agropoli
14. IIS “Confalonieri” di Campagna
15. Liceo Statale “Alfano I” di Salerno
16. Liceo Statale “Parmenide” di Vallo della Lucania
17. IIS “Perito-Levi” via Pescara di Eboli
18. Liceo Scientifico “Da Vinci” di Vallo della Lucania
19. Liceo Statale “P. V. Marone” di Mercato San Severino – succursale ex tribunale in via Mercato
20. Liceo Statale “P. V. Marone” di Mercato San Severino – succursale località Pandola
21. Liceo Scientifico di Padula
22. ITC “Sacco” di Sant’Arsenio
23. IIS “P. Leto” di Teggiano
24. IIS “P. Leto” di Teggiano – succursale
25. IPSSEOA “Sacco” di Sant’Arsenio
26. Liceo Scientifico Statale “Genoino” di Cava dè Tirreni
27. IIS “della Corte” di Cava de’ Tirreni
28. Liceo Statale “Perito-Levi” di Eboli
29. Liceo Statale “Medi” di Battipaglia
30. IIS “Piranesi” sez. associata di Capaccio
31. Liceo Statale “T. L. Caro” di Sarno – succursale località Episcopio
32. IIS “Gatta” di Sala Consilina
33. IPSS di Sarno – succursale località Lavorate
34. IIS “De Petrinis” di Sala Consilina
35. Liceo Scientifico “Rescigno” di Roccapiemonte
36. IIS “Filangieri” di Siano – sez. associata
37. ProfAgri di Castel San Giorgio – sez. associata
38. ProfAgri di Angri – sez. associata
39. IIS “Fortunato” Angri
40. Liceo Statale “La Mura” di Angri
41. IIS “Pacinotti” di Scafati
42. Liceo Statale “Caccioppoli di Scafati
43. Liceo Scientifico Statale “N. Sensale” di Nocera Inferiore
44. Istituto via de Curtis di Nocera Inferiore
45. IPSSEOA “Rea” di Nocera Inferiore
46. ITC “Pucci” di Nocera Inferiore
47. ITIS “Marconi” di Nocera Inferiore
48. Liceo Classico “G. B. Vico” di Nocera Inferiore
49. IIS “Cuomo-Milone” di Nocera Inferiore
50. Liceo Statale “Galizia” di Nocera Inferiore
51. Liceo Statale “Galizia” sez. Associata di Nocera Superiore
52. Liceo Classico “Cicerone” di Sala Consilina
53. Liceo Scientifico Statale “Mangino” di Pagani
54. IPSSEOA “Ancel Keys” di Castelnuovo Cilento
55. IIS “ASSTEASS” di Buccino
56. IIS “Corbino” di Contursi terme
57. Liceo Statale “Gatto” sez. associata di via Pio XI di Agropoli
58. Liceo Statale “De Sanctis” di Salerno
59. IIS “Santa Caterina-Amendola” di Salerno
60. IIS “Genovesi-Da Vinci” di Salerno
61. Liceo Statale “Regina Margherita” di Salerno
62. Liceo Scientifico Statale “F. Severi” di Salerno
63. Liceo Classico “T. Tasso” di Salerno

“L’adeguamento alla normativa antincendio degli edifici scolastici – dichiara il Presidente Strianese – è strettamente legata alla messa in sicurezza dei suoi utilizzatori, studenti, insegnanti, personale non docente, famiglie, per cui per noi è elemento prioritario nell’attività dell’Ente Provincia. È urgente provvedere all’adeguamento normativo degli immobili, anche a seguito delle numerose segnalazioni e richieste da parte dei dirigenti scolastici relativamente a interventi di messa in sicurezza e di attestazioni circa lo stato di “salute” degli edifici scolastici. Abbiamo deciso quindi di partecipare all’Avviso pubblico della Regione Campania, con interventi che vanno a coprire tutto il nostro territorio provinciale”.

C.S.

CASTELLABATE, MAURANO:”CHE IL SINDACO TIRI FUORI I CERTIFICATI DI AGIBILITA’ DEGLI EDIFICI SCOLASTICI”

1497733_10202097358028764_1281364706_n-e1530031216356
DOVE SONO I CERTIFICATI DI AGIBILITA’ STATICO/SISMICA E DI VULNERABILITA’? Le risposte del Sindaco alle nostre interrogazioni, richieste e proposte sono sempre così fumose, volutamente fuorvianti e artatamente false- inizia così in una nota stampa il consigliere di minoranza del comune di Castellabate Luigi Maurano replicando a quanto sostenuto dall’Amministrazione comunale sui lavori già effettuati e su quelli in programma nell’ambito dell’edilizia scolastica. “Non potendo smentire le nostre dichiarazioni si cerca di indirizzarle in un contesto non reale ma costruito al momento solo per arginare, nel breve tempo, le critiche e i malumori dei tanti cittadini che sono stanchi della politica dell’annuncio e dell’immagine senza sostanza- spiega il consigliere- se per esempio prendete la cifra citata per la manutenzione ordinaria e per l’arredo scolastico fatta negli ultimi tre anni e la dividete per i vari edifici scolastici vi accorgerete che, in media, non si arriva nemmeno a 9.000 euro l’anno ad edificio-continua- il Comune di Castellabate ha scuole che cadono letteralmente a pezzi, palestre dove ci piove dentro, piani senza via di fuga, aule senza tende e arredi primari e il Sindaco ha anche il coraggio di rispondere? Tenta, disperatamente, di non assimilare le altre spese a quelle inerenti l’edilizia scolastica. Ma anche in questo caso fa volutamente confusione per disorientare i cittadini. Infatti le spese delle aiuole della costruende e orrenda Casa Comunale, le spese pazze per il carburante e le spese per la numerazione civica sono tutte finanziate con soldi dei cittadini di Castellabate. Quindi la constatazione elementare, semplice e chiara è che i soldi per queste voci si trovano sempre mentre quelli per la scuola e la sicurezza NO!- e conclude- il Sindaco vuole rispondere alla Minoranza in maniera seria, credibile e utile alla collettività? Bene, inizi a tirar fuori i certificati di agibilità statico/sismica e di vulnerabilità degli edifici scolastici del Comune di Castellabate, in quanto sono tre anni che questi certificati non ci sono”.

REDAZIONE

Castellabate, manutenzione delle scuole, Maurano:”per questa amministrazione i ragazzi non sono la priorità”

1497733_10202097358028764_1281364706_n-e1530031216356

“Inizia il nuovo anno scolastico. E proprio per questo due settimane fa abbiamo presentato un’interrogazione per sapere se gli edifici scolastici fossero sicuri, agibili, confortevoli e per avere copia dei certificati di attestazione di tali caratteristiche-inizia così in una nota stampa il consigliere di minoranza del comune di Castellabate Luigi Maurano- Come ormai da due anni, nessuna risposta è arrivata da parte dell’Amministrazione-continua il consigliere- era stato segnalato anche un singolare problema di via di fuga all’edificio scolastico di Castellabate, in quanto la scala antincendio non comprende il piano della scuola materna.
Corre voce di un repentino cambio di collocazione degli alunni: in pratica i bambini dell’asilo saliranno al piano superiore e quelli delle medie scenderanno al piano senza via di fuga. Ma se il piano non è agibile per i bambini dell’asilo come può esserlo per i ragazzi delle medie?-spiega Maurano- inoltre, si dice che la motivazione data dal Sindaco per giustificare il mancato adeguamento alle norme di sicurezza e la mancata manutenzione delle scuole è sempre la stessa: << non ci sono soldi>>. Ma come, per i palchi, per le aiuole della Casa Comunale, per gli affidamenti agli amici degli amici i soldi ci sono e per la sicurezza dei bambini e dei ragazzi no? Quindi qui non è un problema di soldi ma di priorità. Per questa Amministrazione la manutenzione delle scuole, la sicurezza, i ragazzi non sono la priorità. Qui, ripeto, non è un problema di fondi o di risorse ma solo un problema di gestione, organizzazione, priorità e interesse. Tutto il resto so pezze a colore di vecchi mercanti!” ha concluso così il consigliere di minoranza Luigi Maurano.

REDAZIONE

SALA CONSILINA, NEGLI ISTITUTI COMPRENSIVI I “DIALOGHI DI EDUCAZIONE CIVICA” DEI VOLONTARI CIVILI ISCRITTI ALL’ALBO COMUNALE

VOLONTARI CIVILI SALA CONSILINA

 

Si intitola “Dialoghi di Educazione Civica” il Progetto che vede protagonisti a Sala Consilina i Volontari Civili iscritti all’Albo Comunale ed i due Istituti Comprensivi salesi. Il relativo Protocollo d’Intesa è stato firmato nei giorni scorsi presso l’Aula Consiliare del Comune, alla presenza tra gli altri del sindaco Francesco Cavallone e del Presidente del Consiglio Maria Stabile, dei rappresentanti dell’Istituto Comprensivo “G. Camera” e “Sala Consilina – Viscigliete” e dei Volontari Civili. Destinatari dell’iniziativa sono i bambini delle Scuole Primarie ed i ragazzi delle Scuole Secondarie di Primo Grado salesi, ai quali nel corso dell’anno scolastico 2018/19 sarà dedicata una serie di incontri, definiti appunto “Dialoghi”, finalizzati ad ampliare la tradizionale offerta formativa scolastica attraverso l’apporto e il contributo dei Volontari Civili.
Diversi i temi previsti: dalla persona, con i suoi diritti e doveri, alla tutela e salvaguardia dell’Ambiente, alle regole di comportamento verso sé stessi e gli altri. Ma si parlerà anche di salute, moneta, media e social network, tradizioni e storia locale. Tutto ciò grazie alla variegata esperienza e alla grande disponibilità che i Volontari Civili di Sala Consilina vogliono mettere a disposizione dei più giovani, in modo assolutamente e totalmente gratuito.
“Il Gruppo di Volontari Civili – ha spiegato il Presidente del Consiglio Maria Stabile, che ha fortemente voluto l’iniziativa- nasce da una sintonia che si è creata tra l’Amministrazione Comunale e i Volontari Civili, cittadini che hanno messo a disposizione la loro professionalità e le loro competenze. Lo scopo finale non è soltanto quello di arricchire le conoscenze dei ragazzi, ma anche quello di contribuire a rafforzare la rete tra Scuola, Famiglia e Comunità”. A questo proposito la Stabile ha voluto ringraziare i dirigenti scolastici Pietro Mandia e Salvatore Gallo, alla guida nell’anno scolastico 2017/2018 dei due Istituti Comprensivi di Sala Consilina, per l’approvazione nei rispettivi Consiglio d’Istituto del Progetto.
Il Sindaco Francesco Cavallone ha evidenziato come l’iniziativa vada a colmare il vuoto lasciato dalla materia Educazione Civica nelle scuole: “Speriamo che sia reintrodotta -ha sottolineato- perché si tratta di argomenti che devono essere affrontati fin dai primi anni scolastici dagli studenti. Noi ringraziamo i Volontari che hanno voluto collaborare con il Comune di Sala Consilina e che crediamo, sulla base della loro esperienza, potranno dare consigli molto utili ai ragazzi”.
Alfonso D’Arco, in rappresentanza dei Volontari Civili, ha evidenziato l’aspetto del “dialogo” che si intende instaurare con i ragazzi: “L’idea alla base del Progetto -ha confermato- è proprio quella di dialogare gli studenti sui principi generali che sono alla base della Costituzione Italiana. In modo da effettuare una semina positiva e produttiva su un terreno molto fertile, quello della mente dei giovani di Sala Consilina”
“La scuola opera sul territorio – ha detto il dirigente scolastico Pietro Mandia- e in questo territorio deve trovare tutte le occasioni di dialogo utili, per gli studenti, per le nuove generazioni e per la popolazione locale. Questo Protocollo d’Intesa è un accordo di massima su temi universali, che costituiscono un elemento importantissimo del cittadino del futuro”.
Anche per il dirigente Scolastico Salvatore Gallo aprire la scuola al territorio e al volontariato è un aspetto molto positivo: “Ringrazio il Comune ed i Volontari Civili di Sala Consilina -ha evidenziato Gallo- che mettono a disposizione il loro tempo e le loro competenze per incamminare i ragazzi in attività molto importanti per la loro formazione e crescita”.

C.S.

Agropoli, in arrivo fondi per lavori di ristrutturazione a favore di alcuni istituti scolastici della città

 

scuola_mozzillo_anna
Sono previsti fondi per lavori di ampliamento e ristrutturazione a favore di alcuni istituti scolastici della città di Agropoli: tra questi la scuola elementare e materna in località Cannetiello, la scuola dell’infanzia “A.Mozzillo” sita in Piazza Mediterraneo e la scuola elementare “Cafarelli” in località Moio. Per la prima, il progetto avrà un costo pari a 2.500.000,00 euro, per la scuola dell’infanzia “Mozzillo” sono previsti fondi per l’importo di 1.413.000,00 euro e per la scuola elementare in località Moio saranno utilizzati 2.953.600,00 euro. Ciò in ragione del fatto che il POR Campania FESR 2014/2020 prevede, nell’ambito dell’Asse 9 “Infrastrutture per il Sistema di Istruzione Regionale”, l’Obiettivo Specifico corrispondente alla priorità di investimento che mira allo sviluppo delle infrastrutture scolastiche e al miglioramento e innovazione del percorso formativo. Inoltre, attraverso l’azione equivalente ad interventi di riqualificazione degli edifici scolastici (come efficientamento energetico, sicurezza, attrattività e innovatività, accessibilità, impianti sportivi, connettività), anche per facilitare l’accessibilità delle persone con disabilità, si vuole raggiungere e migliorare la qualità complessiva degli edifici scolastici in termini di sicurezza e di efficienza energetica anche come misura di contrasto al fenomeno dell’abbandono e della dispersione scolastica.Visto che la Regione Campania, ha disposto l’avvio della Programmazione regionale in materia di edilizia scolastica per il triennio “2018-2020” e ha approvato l’Avviso pubblico per la formazione di una graduatoria volta alla concessione di contributi straordinari per la messa a norma antincendio, l’Amministrazione Comunale di Agropoli in tale ottica ha aderito al medesimo Avviso e avviato una adeguata programmazione che prevede interventi di ricostruzione e ampliamento per i suddetti edifici scolastici.

REDAZIONE

Agropoli, Scuole chiuse ad Agropoli in occasione del passaggio del Giro d’Italia

locandina Giro d'Italia 2018 (1)
Con apposita ordinanza, il Sindaco del Comune di Agropoli, Adamo Coppola, in occasione del passaggio in Città della 101^ edizione del Giro d’Italia, in programma sabato 12 maggio 2018, ha disposto la sospensione delle attività didattiche e la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, presenti sul territorio comunale. Il provvedimento è stato compiuto al fine di evitare problemi al rientro a casa dei discenti, considerato che il passaggio dei ciclisti, con conseguente sospensione della circolazione veicolare, coincide con quello dell’uscita delle scuole. L’operazione si pone anche il fine di favorire la più ampia partecipazione possibile anche da parte degli alunni frequentanti le scuole cittadine, alla manifestazione sportiva, di rilevanza nazionale, per una giornata che sia una grande festa di sport e sano divertimento. La Città di Agropoli è inclusa nell’ottava tappa del Giro d’Italia che prevede un percorso di 209 km, da Praia a Mare a Montevergine di Mercogliano. Le strade cittadine che saranno percorse dagli atleti sono le seguenti: svincolo Agropoli Sud, via Sandro Pertini, rotatoria via Madonna del Carmine, via Dante Alighieri, via Alcide De Gasperi, via Risorgimento, via San Marco, via Litoranea di Paestum (S.P. 278). La sosta della carovana del Giro sul lungomare San Marco, è prevista intorno alle ore 12.30. Il Comando della Polizia Municipale ha istituito, con altro provvedimento, il divieto di sosta e fermata su tutte le arterie indicate, disponendo percorsi alternativi. Le arterie stradali dovranno essere completamente sgombre a partire dalla prima mattinata (ore 8.00) e fino al termine della manifestazione. I veicoli che, nonostante le disposizioni, dovessero venire trovati sul percorso, verranno sanzionati e rimossi a mezzo carro attrezzi. Si raccomanda la massima collaborazione da parte di tutti i cittadini al fine di una buona riuscita della manifestazione.

C.S.

Regione, Edilizia scolastica: 170 milioni per le scuole della Campania

 

scuola
Entra nella fase attuativa il programma per l’edilizia scolastica della Regione Campania destinato ai Comuni. Con le delibere approvate dalla Giunta Regionale, vengono destinati circa 170 milioni di euro per finanziare interventi di messa in sicurezza, adeguamento antisismico e nuova costruzione di edifici scolastici. Si tratta di investimenti destinati ad opere immediatamente cantierabili o ad uno stato avanzato della progettazione.“Su un tema così importante e delicato per la Campania come quello dell’edilizia scolastica, stiamo accelerando al massimo le procedure, sia sotto il profilo della programmazione, sia sul piano della esecutività dei provvedimenti”, afferma l’assessore regionale all’Istruzione Lucia Fortini. “In poco più di due settimane, da quando il Ministero dell’Istruzione ha effettuato il secondo riparto nazionale delle risorse per l’edilizia scolastica, destinando alla Campania la quota di investimenti più importante, abbiamo sbloccato e reso operativi i finanziamenti, aggiungendo ulteriori risorse attraverso il fondo Bei, per opere che si possono completare in tempi relativamente brevi. Dopo i 48 milioni della scorsa estate, destinati alle province e alla Città Metropolitana, i 20 milioni del FSC e i 4 dell’OPCM, con i quasi 170 milioni di oggi a favore dei Comuni, siamo finalmente nelle condizioni di mettere in sicurezza le nostre scuole, a cui questa amministrazione sta destinando grandi investimenti. Andiamo avanti senza sosta per portare a casa questo importante traguardo”, conclude Fortini.Dopo gli impegni e i finanziamenti strappati ai tavoli tecnici nazionali e con la qualità della nostra programmazione, si aprono i cantieri in un settore importante come la scuola, con un grande piano di messa in sicurezza degli istituti per prevenire il rischio sismico recuperando ritardi storici.

C.S.