Trasporti, riparte il Metrò del Mare: da Giugno 3 le linee attive

metrocc80-del-mare
Riparte anche quest’anno in vista della prossima stagione estiva il Metrò del Mare. A garantire il servizio sarà sempre la compagnia marittima Alicost. Si parte già il 26 Marzo alle ore 8.40 dal Molo Manfredi di Salerno per navigare lungo la costiera amalfitana e raggiungere poi l’isola di Capri. Le biglietterie sono attive sia presso la nuova Stazione Marittima di Salerno e ai porti di Amalfi e Positano che sul sito internet http://www.alicost.it. Dalla metà del mese di Giugno invece tre saranno le vie attive: Salerno- Costa del Cilento che sarà attiva il Sabato e la Domenica e collegherà i porti di Agropoli, Acciaroli, Casal Velino, San Marco di Castellabate, Palinuro, Pisciotta e Camerota con Salerno. Dal Lunedì al Venerdì invece sarà attiva la seconda linea che metterà in collegamento i porti di Agropoli e San Marco di Castellabate con Salerno, Positano e Amalfi. La terza ed ultima linea invece prevede due opzioni: la prima prevede dal Martedì al Giovedì un collegamento tra Agropoli, Camerota, Sapri, Casal Velino e Pisciotta con Capri e Napoli, mentre la seconda collegherà nei giorni di Lunedì e Venerdì Agropoli, Palinuro, Sapri, San Marco di Castellabate e Acciaroli con Capri e Napoli. Orari e tariffe resteranno invariati.

REDAZIONE

Campania, Trasporto pubblico: la Regione presenta un piano da 6 miliardi di euro

trasporto pubblico
6 miliardi per il trasporto pubblico, 510 nuovi autobus, 40 nuovi treni. “Abbiamo cambiato il volto del trasporto locale attraverso uno sforzo gigantesco in termini di investimenti, realizzazione di opere e impegno finanziario – ha dichiarato il presidente Vincenzo De Luca nel corso di una conferenza stampa stamane a Palazzo Santa Lucia.“Per il secondo anno consecutivo garantiamo il trasporto gratuito agli studenti della Regione, per un importo di 25,5 milioni di euro per oltre 103mila abbonamenti nell’anno in corso. Abbiamo fatto ripartire i cantieri bloccati da anni e inaugurato nuove stazioni, abbiamo riattivato Cilentoblu e Archeolinea, abbiamo riaperto la funivia del Faito e la funicolare di Montevergine. Abbiamo ripristinato il Pronto Soccorso alla stazione centrale di Napoli che era stato chiuso. Abbiamo risolto tutte le situazioni debitorie a partire da Ferrovie dello Stato, acquistato nuovi treni Jazz e stipulato il nuovo contratto di servizi. Per non parlare di EAV, azienda per la quale abbiamo compiuto un vero e proprio miracolo: abbiamo pagato 600 milioni di debiti ed oggi il bilancio di EAV conta 30 milioni in attivo”.“Dopo aver ripristinato i conti delle passate gestioni – continua il presidente – proponiamo ora un importante piano di investimento per 6 miliardi di euro che riguarda i servizi, i mezzi e la gestione. Un piano che prevede, tra l’altro, 510 nuovi autobus e 40 treni. Se aggiungiamo a queste cifre i finanziamenti derivanti dai fondi europei possiamo offrire alla nostra comunità una prospettiva straordinaria di sviluppo e creazione di lavoro, al netto delle criticità nazionali”.“Grazie al lavoro svolto dalle strutture regionali, ai consiglieri regionali per il lavoro congiunto e grazie anche alle imprese per averci dato fiducia. Dal canto nostro abbiamo mantenuto la parola data effettuando tutti i pagamenti entro lo scorso novembre” ha concluso De Luca.

C.S.

Regione, Trasporti: via libera ai fondi per le metropolitane

Trasporti, via libera ai fondi per le metropolitane

Il decreto di riparto del fondo che potenzierà le linee metropolitane, firmato dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, conferma i finanziamenti e il completamento dei progetti avviati.

Tra questi quelli che riguardano la Metropolitana di Napoli (267 milioni) per la Linea 6. Inoltre l’ampliamento del Deposito Officina di Piscinola della Linea 1 (1,46 milioni) in aggiunta ai 13,14 milioni di finanziamento esistenti, il Progetto Pompei (66 milioni), e la Metropolitana di Salerno (125 milioni per il prolungamento della tratta Arechi-Aeroporto Costa d’Amalfi).

“Il riparto e quindi il via libera definitivo ai finanziamenti – ha dichiarato il Presidente Vincenzo De Luca – confermano le intese e l’impegno comune con il Governo nazionale.

La Campania è diventata punto di riferimento per investimenti destinati a migliorare la qualità della vita dei nostri concittadini ed al tempo stesso ad aumentare le potenzialità economiche dell’intero territorio regionale con beneficio evidenti per il comparto turistico, il commercio e il sistema produttivo della regione. Si tratta di interventi di grande rilievo, anche nella prospettiva del sistema aeroportuale regionale grazie al prolungamento del collegamento ferroviario Arechi-Aeroporto. Continuiamo il nostro quotidiano impegno per restituire ai cittadini della Campania un servizio di trasporto pubblico adeguato ed efficiente”.

 C.S.

Campania, Trasporto pubblico su gomma: dalla Regione arrivano fondi per un milione e 247 mila euro

TRASPORTI SU GOMMA

La Provincia di Salerno ha ottenuto dalla Regione Campania un finanziamento di un milione e 247 mila euro per il trasporto pubblico su gomma sull’intero territorio provinciale, da Sapri a Scafati. “Con questi fondi – ha dichiarato il presidente della Provincia, Giuseppe Canfora – manteniamo l’impegno che avevamo assunto con i sindaci e gli amministratori locali in favore di un aumento delle risorse a disposizione per la mobilità e di quanti utilizzano ogni giorno i mezzi pubblici di trasporto. Questi trasferimenti consentono alla Provincia di Salerno una maggiore disponibilità e certezza delle risorse da impiegare per migliorare la qualità e la quantità del servizio di trasporto pubblico. Un obiettivo importante per la nostra Provincia, raggiunto grazie alla sensibilità del governatore Vincenzo De Luca, del presidente della commissione regionale ai trasporti, Luca Cascone, e all’impegno del consigliere provinciale delegato ai trasporti, Paolo Imparato”.

C.S.

Trasporti, FS Italiane: rafforzato piano anti aggressioni

Trenitalia.jpg
Incrementare tutte le azioni utili per salvaguardare l’incolumità del personale e dei clienti contrastando il fenomeno delle aggressioni a bordo dei treni e nelle stazioni.Questo l’obiettivo dell’accordo siglato oggi da Ferrovie dello Stato Italiane, Trenitalia, Rete Ferroviaria Italiana e le Segreterie nazionali delle Organizzazioni sindacali FILT/CGIL, FIT/CISL, UILTRASPORTI, UGL TAF, FAST Mobilità e ORSA.L’accordo prevede di potenziare le misure già in atto e introdurne ulteriori in grado di arginare le aggressioni in modo ancora più efficace: tra le principali, l’installazione di impianti di video sorveglianza a bordo dei treni e nelle principali stazioni ; la formazione del personale di front line per la gestione delle situazioni critiche; l’implementazione dei controlli preventivi a terra di antievasione, con lo scopo di ridurre al minimo le possibili situazioni “a rischio” per il personale ferroviario e la clientela; l’utilizzo del personale delle squadre antievasione, con il supporto della Protezione Aziendale FS, sulle tratte ad alto rischio; l’individuazione, in base alle segnalazioni pervenute e alla Convenzione con il Ministero degli Interni, delle linee percorse da treni considerati più critici dal punto di vista della sicurezza.“Il tema della sicurezza – si legge nel documento congiunto – riguarda l’intero settore dei trasporti e il Gruppo FS Italiane si impegna a farsi promotore verso le Associazioni datoriali di categoria affinché si attivi un confronto di settore anche con il coinvolgimento dei soggetti istituzionali”.Per salvaguardare la sicurezza e l’incolumità del personale ferroviario e della clientela, Trenitalia ha rinnovato la richiesta ai Prefetti dei Capoluoghi di regione di istituire appositi tavoli con il coinvolgimento di tutti i soggetti interessati (Parti sociali, Forze dell’ordine, eccetera) che coordinandosi tra di loro possano mettere in campo ulteriori azioni volte a mitigare il fenomeno. La messa in sicurezza delle stazioni è uno dei punti chiave e in questa prospettiva prosegue il progetto “Tornelli 2.0” che prevede, nell’arco del Piano industriale 2017-2026, l’installazione di tornelli in 620 stazioni. Entro il primo trimestre del 2018 è programmata l’implementazione di tornelli in 29 stazioni con annesso sistema di videosorveglianza. Infine, è in fase di allestimento anche una Sala operativa centrale per la sicurezza, l’attivazione è prevista entro il primo semestre 2018.La sala operativa avrà la possibilità di visualizzare da remoto le immagini trasmesse da tutte le telecamere digitali allo scopo di rendere più rapidi ed efficaci gli interventi di sicurezza anche in raccordo con le forze dell’ordine.L’attenzione specifica verso i lavoratori vittime di aggressione è testimoniata dall’assistenza legale e tutela psicologica che il Gruppo FS Italiane fornisce ai propri dipendenti. Il Gruppo, solidale con le vittime e rispettivi familiari, perseguirà gli aggressori con ogni azione prevista dalla legge: sono già numerose le sentenze di condanna per aggressioni che, si ricorderà, sono aggravate perché portate nei confronti di pubblici ufficiali.

C.S.

REGIONE, TRASPORTO E ASSISTENZA ALUNNI DISABILI: RISORSE PER OLTRE 7 MILIONI 

TRASPORTO DISABILI.jpg
La Regione Campania ha liquidato una somma per oltre 7 milioni di euro in favore degli Ambiti territoriali, a valere sulle risorse del Fondo Sociale Regionale, a titolo di anticipazione in attesa dell’assegnazione dei Fondi Ministeriali, per garantire il trasporto scolastico e l’assistenza specialistica agli alunni disabili delle scuole secondarie di secondo grado della regione. “Si tratta di una liquidazione molto importante, approvata dalla Giunta regionale, che consente ai Comuni di disporre per tempo delle risorse necessarie per garantire servizi indispensabili agli studenti disabili per il prossimo anno scolastico 2017/2018, onde evitare i ritardi e i disservizi verificatesi negli anni precedenti in attesa del riparto dei fondi governativi” dichiara l’assessore all’Istruzione e Politiche Sociali Lucia Fortini. “L’anticipazione di queste risorse non è un atto dovuto di competenza della Regione ma scaturisce dal forte senso di responsabilità che questa amministrazione nutre nei confronti delle fasce più deboli per garantirne l’inclusione sociale” precisa l’assessore Fortini. Tra i comuni della provincia di Salerno e in particolare del Cilento beneficiari dei fondi ci sono Agropoli, Capaccio, Castellabate, Castelnuovo Cilento, Laurino, Padula, Piaggine, Polla, Roccadaspide, Sala Consilina, Sant’arsenio, Teggiano, Torre Orsaia e Vallo della Lucania.

C.S.

Trasporti, Metrò del Mare, collegamenti fino al 2020: pubblicato bando di gara

amalfi-traghetto-volaviamare.jpg

È stato pubblicato sul Burc della Regione Campania il bando di gara, per un importo di circa 3 milioni di euro, per il Metrò del Mare. Il servizio verrà garantito da questa estate e fino a quella del 2020 e collegherà il Cilento con la Costiera Amalfitana e Capri. Le linee attive, che partiranno nei primi giorni di luglio, saranno tre: Salerno-Costa del Cilento, Cilento-Costa d’Amalfi, Sapri-Capri-Napoli. La prima linea, attiva il sabato e la domenica, collegherà i porti di Agropoli, San Marco di Castellabate, Acciaroli, Casal Velino, Pisciotta, Palinuro e Camerota con Salerno. La seconda linea, attiva dal lunedì al venerdì, metterà in rete i porti di Agropoli e San Marco di Castellabate con Salerno, Amalfi e Positano. Infine, la terza linea, offre due soluzioni: dal martedì al giovedì collegherà Sapri, Camerota, Pisciotta, Casal Velino e Agropoli con Capri e con Napoli, mentre il lunedì e il venerdì collegherà Sapri, Palinuro, Acciaroli, San Marco di Castellabate e Agropoli con Capri e con Napoli. Resteranno invariate le tariffe che oscilleranno dai 3,50 euro ai 16,20 euro. Su tutte le linee non pagheranno i bambini fino a 3 anni, e fino ai 12 anni si pagherà la tariffa fissa di 3 euro.

C.S.

Regione, presentate le azioni per la stagione turistica 2017

regione

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, e l’Assessore al Turismo della Regione Campania, Corrado Matera, stamane hanno presentato le azioni messe in campo per la stagione turistica 2017. Il programma di mobilità turistica è finalizzato alla promozione e allo sviluppo turistico attraverso un potenziamento dei collegamenti terresti e via mare di accesso alle aree di interesse turistico regionali. Esprime soddisfazione l’Assessore Corrado Matera per i risultati raggiunti ma in particolare per il nuovo metodo di lavoro che la Giunta guidata da Vincenzo De Luca sta perseguendo: integrazione delle risorse e raggiungimento di obiettivi orientati allo sviluppo dei territori. Essere riusciti a portare il treno “Frecciarossa” a Sapri con una coppia di collegamenti da/per Milano, aver assicurato stabilità alla Vie del Mare, aver avviato il servizio Intermodale (Treno Alta Velocita e Bus)  per consentire l’accessibilità anche alle aree interne, l’avvio dei collegamenti dei luoghi più suggestivi della Campania (Reggia di Caserta, le aree archeologiche di Ercolano, Pompei, Torre Annunziata, Pietrelcina, Rocchetta, Paestum e Velia) con i treni storici sono risultati eccezionali e soprattutto raggiungibili con un lavoro di squadra.

C.S.