Agropoli, la Corte d’Appello dà ragione al Comune sulle indennità dell’affittuario dell’area di Trentova

agropoli-trentova-riqualificazione1

La Corte d’Appello di Salerno – sezione Civile, con sentenza del 24 gennaio 2019, ha respinto la domanda di revisione dell’indennità spettante al conduttore dell’area di Trentova, ad Agropoli, confermando di fatto quella operata dal Comune di Agropoli. Il coltivatore diretto, gestendo il fondo rustico sito in località Trentova, in forza di un contratto agrario con la società “Italia Turismo” (precedente titolare dell’area), aveva chiesto la determinazione dell’indennità a lui spettante quale affittuario, in seguito all’esproprio del terreno in questione operato dal Comune di Agropoli, che lo acquisì al patrimonio pubblico nel 2016. Il conduttore propose, quindi, un primo ricorso per chiedere che l’Ente procedesse alla determinazione dell’indennità a lui spettante. L’Ente comunale operò la stima, che si basava sulla valutazione delle colture effettivamente praticate sul fondo. A quel punto, il ricorrente, una volta ottenuta la liquidazione dell’indennità, presentò un secondo ricorso di opposizione a tale stima. Ma i giudici della Corte d’Appello, con sentenza pronunciata giovedì scorso, hanno confermato la correttezza della valutazione compiuta dall’Ente, che evidenziava sull’area una coltivazione di foraggio, hanno respinto il ricorso ed hanno condannato il ricorrente anche a pagare le spese di giudizio.

C.S.

Agropoli, i volontari del circolo Legambiente Stella Maris di Agropoli ripuliscono il sentiero da Trentova al Sauco

agropoli-trentova-riqualificazione
Ieri i volontari di Legambiente Agropoli insieme a Danilo Palmieri hanno pulito per l’ennesima volta il sentiero da Trentova al Saùco, raccogliendo cinque sacchi grandi contenenti: bottiglie di plastica e di vetro, un materassino, una coperta, bidoni e contenitori di plastica, cartoni e materiale vario di plastica. “Senza l’intervento periodico dei volontari il sentiero rischia di diventare una discarica a cielo aperto-fanno sapere dal Circolo Legambiente Stella Mari di Agropoli- L’area naturalistica Trentova-Tresino è la porta del Parco nazionale Cilento Vallo di Diano Alburni ed è Sito di Importanza Comunitaria, quindi un luogo di notevole pregio naturalistico e paesaggistico, per cui ha bisogno di una cura per l’ambiente che non può essere affidata solo al volontariato, ma richiede un investimento economico costante da parte degli Enti preposti-sottolineano-Per questo chiediamo all’Amministrazione Comunale di Agropoli di prevedere nel prossimo bilancio preventivo risorse adeguate per la pulizia e manutenzione del sentiero, in particolare quando saranno finiti i lavori di riqualificazione dei sentieri. Chiediamo, inoltre, al Presidente del Parco e al Comandante dei carabinieri forestali di intensificare i controlli per evitare i frequenti abusi che vengono perpetrati da incivili: transito con fuoristrada e quad, tagli indiscriminati di alberi, deposito di immondizia” concludono così i componenti del circolo di Legambiente.

REDAZIONE

Agropoli, si cercano operatori economici per attività di sfalcio ed asporto della biomassa verde nell’area di Trentova 

agropoli-trentova-riqualificazione

Si cercano eventuali operatori economici interessati a svolgere le attività di sfalcio ed asporto della biomassa verde nell’area del compendio di Trentova ad Agropoli. La prestazione richiesta viene compensata dalla biomassa derivante dagli sfalci ed utilizzabile come foraggio per il bestiame e quindi avviene senza oneri a carico dell’ente comunale. Considerato che al fine di rendere economicamnete sostenibile lo sfalcio e il raccolto della prossima stagione vegetativa, occorre procedere nel periodo autunnale alla semina della relativa coltura. Pertanto è previsto uno schema di avviso pubblico per manifestazione di interesse a svolgere le attività di semina e sfalcio, predisposto dall’ufficio patrimonio, con indicazione dei criteri di selezione per procedere alla selezione dell’operatore economico. Le attività di semina e di sfalcio della biomassa verde verranno effettuate in aree aventi un’estensione di circa 50 ettari. Ciò in ragione del fatto che la condizione di non utilizzo della suddetta area ha favorito l’insediamento del prato magro polifita, con loietto italico da foraggio e quindi, al fine di migliorare le condizioni del suolo per la conservazione del prato magro, il foraggio verde prodotto dalla suddetta coltura deve essere asportato mediante sfalci ripetuti. Se la biomassa verde non venisse prelevata nei tempi indicati, diventerebbe un onere a carico del comune con conseguente deterioramento e impossibilità di un suo successivo collocamento. Per chi fosse interessato allo sfalcio e asporto del foraggio verde, può far pervenire la propria disponibilità entro le ore 12.00 del 5 Ottobre 2018 via pec all’indirizzo protocollo@pec.comune.agropoli.sa.it. La manifestazione d’interesse va presentata in busta chiusa che riporta all’esterno la seguente dicitura:”Manifestazione interesse sfalcio e asporto – compendio Trentova”. Inoltre i soggetti interessati dovranno dichiarare di essere un operatore economico e che non sussistano le condizioni di esclusione a sottoscrivere contratti con la pubblica amministrazione.

REDAZIONE

Agropoli, baia di Trentova: tra riqualificazione e smottamenti stradali 

 

20861969_10210418231794217_3993894543593426363_o

 
La splendida baia di Trentova, sita nel comune di Agropoli, attraverso progetti di riqualificazione, sistemazione dei luoghi di maggiore rilievo naturalistico, ripristino e messa in sicurezza della scala che porta a uno dei luoghi più suggestivi e incontaminati della città accoglierà anche per l’estate 2018 residenti e turisti che la sceglieranno per le proprie vacanze estive. Regolamentato infatti nei giorni scorsi l’accesso alla spiaggia libera di Trentova con l’apposizione di una sbarra per evitare la sosta selvaggia delle auto non autorizzate . Troppo spesso, in particolare durante i fine settimana, le auto venivano parcheggiate in maniera disordinata e impedivano, talvolta, anche il transito delle persone dirette a mare o di ritorno dalla spiaggia. Così grazie alla messa in opera di una sbarra all’apice della carreggiata che dà accesso alla discesa a mare della baia di Trentova e Cala Pastena, sarà garantito solo il passaggio pedonale all’area. Altro intervento effettuato in questi ultimi tempi in città di notevole importanza e richiesto più volte dai cittadini di Agropoli è stato il ripristino della scaletta che porta alla spiaggietta di San Francesco dove nello specchio antistante vi è lo scoglio presso il quale il santo di Assisi predicò ai pesci nel 1222. Altro importante accorgimento adottato al fine di consentire ai bagnanti di accedere con maggiore facilità ad un altro degli angoli più incantevoli e suggestivi di Agropoli, contrassegnato dal mare cristallino e da un contesto paesaggistico di assoluta bellezza. Infatti fino a poco tempo fa, senza una adeguata gradinata, non poche erano le difficoltà che si riscontravano per arrivare alla spiaggetta con il rischio di scivolare o addirittura cadere. L’apposizione della sbarra e il ripristrino della scaletta rappresentano due provvedimenti di non poco conto che garantiscono maggiore ordine e sicurezza, considerato che si tratta di luoghi particolarmente affollati durante la stagione balneare. Ma proprio tra la baia di Trentova e la spiaggetta di San Francesco compare una problematica: sulla strada provinciale 184 che collega le due località infatti la ringhiera che corre lungo il marciapiede in un punto risulta divelta a causa di una crepa formatasi nell’asfalto. Un punto panoramico che presenta smottamenti e degrado, ma anche pericolsità per i tanti pedoni che ogni giorno la attraversano a piedi. Considerato che si tratta di una zona soggetta a frane, occorrerebbe intervenire . Nello scorso mese di settembre 2017 il tratto di strada fu interdetto al transito a causa del distacco dal costone roccioso che sovrasta la baia di Trentova di un grosso masso che finì sulla carreggiata. Ad oggi sull’arteria vi sono ancora diversi massi di cemento e nulla è stato fatto per mettere in sicurezza il tratto di strada. Già in passato la zona è stata più volte interessata da smottamenti e caduta massi sulla carreggiata proprio a causa del terreno di natura franabile. Ecco perchè un intervento che miri a consolidare quella parte di strada garantirebbe una maggiore sicurezza e ridarebbe ulteriore dignità e bellezza all’area naturalistica di Trentova.

Agropoli, foraggio gratuito per attività di sfalcio in area Trentova: il comune cerca operatori

agropoli-trentova-riqualificazione
L’Amministrazione Comunale di Agropoli prevede di mantenere le superfici a prato del compendio di “Trentova” con periodici sfalci e senza uso di erbicidi e fertilizzanti. Ciò in ragione del fatto che la condizione di non utilizzo dell’area, ora di proprietà comunale, ha favorito l’insediamento del prato magro polifita, con loietto italico da foraggio che di fatto riduce il carico di elementi nutritivi presenti nel suolo e lo sviluppo delle infestanti. Così al fine di migliorare le condizioni del suolo per la conservazione del prato magro, il foraggio verde prodotto dalla suddetta coltura deve essere necessariamente asportato. Pertanto il loietto sfalciato allo stato verde e opportunamente trattato, può essere utilizzato da aziende zootecniche locali come foraggio. In alternativa, se la biomassa verde non venisse prelevata nei tempi indicati, diventerebbe un onere a carico del Comune con conseguente deterioramento e impossibilità di un suo successivo collocamento. A tal proposito l’Amministrazione Comunale ha manifestato la volontà di individuare mediante avviso pubblico uno o più operatori economici interessati a svolgere le attività di sfalcio ed asporto della biomassa nelle aree individuate. Tale prestazione viene compensata dalla biomassa derivante dagli sfalci ed utilizzabile come foraggio per il bestiame. I soggetti interessati devono far pervenire la propria disponibilità via pec entro le ore 12,00 del giorno 18.06.2018 all’indirizzo protocollo@pec.comune.agropoli.sa.it. Inoltre, per poter partecipare alla selezione in oggetto, gli stessi dovranno dichiarare di essere un operatore economico e che non sussistano le condizioni di esclusione a sottoscrivere contratti con la pubblica amministrazione. Dopodichè verrà redatta una graduatoria dalla quale saranno individuati i soggetti con il punteggio maggiore a cui affidare le attività di sfalcio e di asporto del foraggio per il periodo Giugno 2018 – Settembre 2018.Per ogni ulteriore utile informazione contattare l’Ufficio Tecnico Comunale al n. 0974/827434 o posta elettronica urbanistica@pec.comune.agropoli.sa.it. Il presente avviso, è pubblicato all’Albo Pretorio on line del Comune di Agropoli e sul profilo del committente http://www.comune.agropoli.sa.it nella sezione “Amministrazione trasparente”.

REDAZIONE

Agropoli, valorizzazione della baia di Trentova: approvato il progetto per 500.000 euro 

AGROPOLI TRENTOVA PROGETTO
Valorizzazione di miglioramento ambientale e degli ecosistemi forestali della baia di Trentova ad Agropoli: si tratta del nuovo progetto approvato dall’amministrazione comunale retta dal sindaco Adamo Coppola che interesserà uno dei luoghi di punta della città che ogni anno attira tantissimi visitatori grazie alle sue bellezze paesaggistiche e naturalistiche. Il progetto rientra nell’ambito del Psr 2014-2020 ed ha un costo complessivo di circa 500.000 euro. Obiettivo degli interventi è la tutela dell’ambiente e l’adattamento ai cambiamenti climatici. Ciò attraverso la realizzazione di diversi interventi: terrazzamenti e ciglionamenti, fasce tampone, siepi, filari e boschetti nei terreni agricoli ad eccezione delle superfici boschive, creazione di una serie di passerelle di 100 m sospese tra le chiome degli alberi, realizzazione di un percorso ciclopedonale, sistemazione di via delle Barre e del tratto meridionale di via Mandrolla, creazione di un sistema di specchi d’acqua collegati al sistema idrografico consistente in un laghetto di circa 900 mq e in 5 peschiere, realizzazione parcheggio e di un palco per spettacoli all’aperto, area attrezzata con giochi di diverso tipo e bar.

REDAZIONE

Agropoli, un progetto per valorizzare la baia naturale di Trentova 

 

AGROPOLI TRENTOVA RIQUALIFICAZIONE
Dopo il progetto volto alla realizzazione di un centro socio-culturale polivalente previsto al secondo piano della palazzina (ex pretura) sita in via C. Pisacane ad Agropoli, l’Amministrazione comunale retta dal sindaco Adamo Coppola mira alla valorizzazione dell’habitat naturale che caratterizza la baia di Trentova e quindi alla piantumazione della stessa. Ciò attraverso la realizzazione di tre interventi: a) terrazzamenti e ciglionamenti; b fasce tampone; c) siepi, filari, boschetti nei terreni agricoli ad eccezione delle superfici boschive. Ciò consentirà di riqualificare ulteriormente un’area che ogni anno è affollata da numerosi turisti in particolare durante la stagione estiva.Si tratta di un progetto inserito nella Programmazione Triennale dei lavori pubblici 2017-2019 e nell’elenco annuale 2017. Tra l’altro il comune di Agropoli ha fatto richiesta di fondi in collaborazione con il comune di Cicerale per mettere concretamente in atto gli interventi previsti. Nel caso in cui il finanziamento dovesse essere approvato, sarebbe pari ad una cifra di 500.000 euro. Il progetto previsto per la baia di Trentova, insieme al centro socio-culturale polivalente previsto nell’ex pretura e ad un altro che prevede l’apertura di infopoint turistici altamente tecnologici poichè comprensivi di un touchscreen turistico, rientra tra quelli finanziabili con fondi del PSR 2014-2020 per una somma di oltre 700.000 euro.

REDAZIONE

Agropoli, divieto di circolazione per bus e camion in via Pisacane e via S.Francesco

 

baiatrentovastrada.png

Il comandante della polizia municipale di Agropoli Maurizio Crispino, per mezzo di un’ordinanza, ha precluso la circolazione veicolare di mezzi pesanti quali autobus e autocarri lungo due principali arterie stradali della cittadina: sul tratto di via San Francesco e in via Pisacane. Causa di tale provvedimento i movimenti franosi che interessano le zone in questione e quindi il rischio della conseguente formazione di frane. Dunque tali categorie di mezzi non potranno circolare nelle aree che dal porto turistico conducono verso la baia di Trentova e nei pressi del Museo Civico delle Arti. Alcuni tratti di via Pisacane infatti presentano diverse spaccature e cedimenti dell’asfalto e la strada su cui sorge il Palazzo Civico delle Arti risulta essere pendente verso il mare con possibile pericolo di cedimento. Anche la scaletta che si trova in prossimità della Caserma della Guardia Costiera che collega via San Francesco con il porto turistico è a rischio crollo così come altri tratti della strada che conduce alla baia di Trentova. Intanto il comune ha approvato il progetto volto alla riqualificazione di via Pisacane in attesa della pubblicazione del bando di gara.

REDAZIONE