Riapre il Centro per l’Impiego di Vallo della Lucania

31946421782_8559e01b2b_c

A seguito della decisa e ferma protesta dell’Amministrazione di Vallo
della Lucania, il Centro per l’Impiego di Vallo della Lucania riapre i
battenti dopo che i locali erano stati chiusi per carenze dei
requisiti di sicurezza sui luoghi di lavoro.

Il Dirigente dott. Maurizio Coppola, preso atto degli interventi
eseguiti, ha disposto “l’immediata riapertura della sede con il
rientro del personale e la ripresa delle attività d’istituto”

“Il ripristino delle condizioni di agibilità in tempi rapidi era un
atto dovuto e necessario – afferma il Sindaco di Vallo della Lucania,
Antonio Aloia – per cui esprimo tutta la mia soddisfazione perché il
Centro torna ad essere fruibile per il personale e per l’utenza, in
gran parte costituita da persone in condizioni di disagio
socio-economico”.

C.S.

Annunci

Vallo della Lucania, arrestato un nigeriano per minaccia a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato

carabinieri-2

I carabinieri della Compagnia di Vallo della Lucania diretti dal Capitano Mennato MALGIERI, hanno tratto in arresto L.O. classe 1986 Nigeriano, pregiudicato, perché accusato di resistenza, minaccia a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato.
Dopo essersi reso responsabile di alcune aggressioni nel comune di Agropoli, era stato portato presso l’ Ospedale San Luca di Vallo della Lucania da dove aveva fatto perdere le proprie tracce. Alle prime luci dell’alba L.O. è stato notato mentre danneggiava tre veicoli parcheggiati lungo via Angelo Rubino in Vallo della Lucania, l’intervento dei carabinieri dell’aliquota operativa e radiomobile nonché della locale stazione, ha permesso dopo un tentativo di fuga di bloccarlo. L’arrestato, che già aveva precedenti di polizia per minaccia, resistenza e traffico di sostanze stupefacenti, dopo le formalità di rito è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Vallo della Lucania a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

C.S.

Vallo della Lucania, trasferimento del personale del CPI, il disappunto del sindaco Aloia per mancata comunicazione istituzionale

 

aloia
“Nella mia qualità di sindaco del comune di Vallo della Lucania, resto sconcertato nell’apprendere per vie assolutamente non ufficiali che, a partire da oggi e per un periodo imprecisato, il Centro per l’impiego di Vallo della Lucania resterà chiuso e il relativo personale sarà costretto a trasferirsi al Centro per l’Impiego di Sapri-spiega in una nota stampa il sindaco del comune di Vallo della Lucania Antonio Aloia- ciò per causa carenze nei requisiti di sicurezza sui luoghi di lavoro dell’attuale ufficio sito in via Passarelli, accertate nel corso di ispezioni effettuate da ufficiali di P.G. inviati dal Dipartimento di Prevenzione dell’Asl Salerno in data 7 Marzo 2018- continua Aloia- da colloqui telefonici intercorsi con dipendenti del Centro per l’Impiego di Vallo della Lucania, vengo a sapere che solo oggi gli utenti vengono informati della chiusura tramite volantini affissi alla porta di ingresso e che per eventuali necessità ed urgenze si dovranno recare ai Centri per l’Impiego di Agropoli e Sapri. Sono fin troppo evidenti i disagi che saranno creati al personale e al vasto bacino di utenza del Centro per l’Impiego di Vallo della Lucania riguardante il territorio di ben 23 Comuni della fascia costiera, collinare e montana, oltre ai vari Enti ed Organi Pubblici che vi afferiscono. Non posso non esprimere tutto il mio disappunto per la mancata comunicazione istituzionale e per il fatto che la situazione di criticità dei locali ospitanti il Centro per l’Impiego era nota al Datore di Lavoro competente almeno dal 7 Marzo ed avrebbe potuto essere affrontata e risolta in tempi brevissimi, così da evitare di creare difficoltà all’utenza, in gran parte costituita da soggetti in condizioni di disagio socio economico”. Infine il sindaco Aloia dichiara di avere già dato disponibilità ad ospitare temporaneamente il Centro per l’Impiego presso i locali del Comune in attesa dei lavori di ripristino delle condizioni di agibilità della sede di via Passarelli che dovrebbero essere eseguiti nel giro di pochi giorni. Inoltre il primo cittadino invita gli organi competenti a non effettuare lo spostamento del Centro per l’Impiego di Vallo della Lucania e ad attivare in tempi rapidissimi le operazioni di manutenzione della attuale sede.

REDAZIONE

Sanità, lavori di ristrutturazione della Tanatologia dell’ospedale San Luca di Vallo: predisposto bando di gara

vallo-della-lucania-ospedale-san-luca

“Più volte abbiamo segnalato agli organi competenti e a più riprese, lo stato in cui versa la Tanatologia dell’Ospedale S. Luca – inizia così in una nota stampa il sindaco del comune di Vallo della Lucania Antonio Aloia in merito alle condizioni in cui si presenta allo stato attuale la Tanatologia del presidio ospedaliero vallese. “Su sollecitazione della nostra Amministrazione Comunale e del dott. Vincenzo Paesano, referente dell’Asl per il territorio a sud della provincia di Salerno, l’allora Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Locale Salerno, dott. Antonio Giordano, ha approvato il progetto preliminare che prevede lavori di ristrutturazione e ampliamento della Tanatologia dell’Ospedale S. Luca per l’importo di circa 600.000,00 euro-spiega il sindaco e precisa – è stato, intanto, predisposto ed è in corso di approvazione il progetto esecutivo con annesso bando di gara”. Infatti nel 2013 veniva approvato il progetto preliminare riguardante i lavori di adeguamento e sistemazione generale del P.O. di Vallo della Lucania. Nello specifico, uno dei progetti era l’adeguamento della Tanatologia dell’ospedale San Luca. Il quadro economico prevedeva una spesa complessiva di circa 200.000,00 euro e l’intervento veniva collocato tra quelli da eseguire nel 2017. Ma l’Ufficio Tecnico Centrale ambito Sud, a seguito di nuove subentrate esigenze, ha dovuto rivedere la progettazione preliminare che conteneva il solo adeguamento e non già l’ampliamento. Considerato che vi è la necessità di effettuare complessivi lavori di demolizione e ricostruzione delle tramezzature dei locali e inglobare anche una parte della lavanderia attigua oltre alla realizzazione totale della sala settoria la quale, come i locali annessi e connessi, non risulta a norma, si ritiene opportuno approvare il progetto di fattibilità relativo all’adeguamento e all’ampliamento della Tanatologia del P.O. di Vallo della Lucania. Si tratta di un progetto redatto dal Dirigente dell’ufficio tecnico Centrale ambito sud arch. maurizio Pilerci e dal geom. Raffaele Epifania del presidio vallese.

REDAZIONE

Vallo della Lucania, Rete Emergenza Cardiologica in Campania, Aloia:”depotenziato il Cilento e il ruolo dell’ospedale vallese”

 

vallo-della-lucania-ospedale-san-luca

“Nei giorni scorsi ho incontrato il Commissario dell’ASL Salerno, alla presenza della dott.ssa Gerarda Montella e del dott. Giovanni D’Angelo, per discutere del Decreto Regionale avente ad oggetto il Piano Regionale della Rete dell’Emergenza Cardiologica Campana (Rete IMA)- inizia così in una nota stampa il primo cittadino del comune di Vallo della Lucania Antonio Aloia che esprime il proprio disappunto per quanto deliberato dalla Regione Campania, in particolare sulla costruzione della Rete Cardiologica dove si è penalizzato fortemente il Cilento e il ruolo dell’ospedale San Luca di Vallo della Lucania, “sottolineando che così si rischia di non garantire nel tempo una risposta adeguata ai pazienti che vengono colpiti da un’emergenza cardiovascolare nel nostro territorio” ha precisato nella nota Aloia. “Come sappiamo da molto tempo-continua- le numerose Leggi e Decreti regionali, e i Piani Ospedalieri elaborati nel corso degli anni, hanno riconosciuto all’Ospedale San Luca di Vallo della Lucania un ruolo indiscusso di struttura sanitaria di riferimento a sud di Salerno, in particolare nella gestione delle emergenze; infatti, proprio per le sue caratteristiche, è stato identificato come DEA di I° livello, cioè ospedale di riferimento di alta specialità. I documenti di consenso delle Società scientifiche e la Società Europea di Cardiologia sottolineano come oggi, per la gestione ottimale del paziente con infarto miocardico acuto, sia necessario un modello organizzativo coordinato di assistenza territoriale in rete. La rete cardiologica, nello specifico, ha lo scopo di garantire a tutti i pazienti colpiti da infarto, a prescindere dal luogo di residenza, pari opportunità di accesso alle procedure salvavita di riperfusione coronarica, adottando strategie diagnostico-terapeutiche condivise e modulate. Orbene alcuni Paesi del Nostro Cilento (Laurino, Magliano Vetere, Monteforte Cilento, Piaggine, Sacco, Trentinara, Valle dell’Angelo, Buonabitacolo, Sanza, Paestum, Castel San Lorenzo, Felitto) come indicato nel Decreto Regionale n°64-sottolinea Aloia- non avranno più come ospedale di riferimento quello di Vallo della Lucania, nonostante i tempi di percorrenza siano più brevi per raggiungerlo, ma l’ospedale di Eboli. In altre parole il bacino di utenza dell’Ospedale di Vallo della Lucania è stato sensibilmente ridotto. Si rischia tra qualche anno di non avere nel Cilento le risposte sanitarie più adeguate in particolare in corso di un’emergenza. Per tale ragione ho chiesto al Commissario dell’ASL Salerno di farsi promotore di un’azione urgente presso gli organismi regionali perché al più presto si possa arrivare ad una correzione del Decreto in questione, che rispetti il territorio Cilentano e la salute dei suoi abitanti” ha concluso così il sindaco Antonio Aloia.

REDAZIONE

Vallo della Lucania, festeggiamenti in onore di San Pantaleone: ecco il programma degli eventi

san-pantaleone
Dal 26 al 29 luglio 2018 come ogni anno Vallo della Lucania festeggerá San Pantaleone Medico e Martire, protettore della città e della diocesi Vallese. Il programma religioso e civile prevede numerosi appuntamenti. Il 26 Luglio alle ore 19:00 le statue dei santi provenienti dalle cappelle gentilizie della cittadina saranno accolte in cattedrale. Alle ore 20:00, dopo l’esposizione alla venerazione dei fedeli della reliquia contente il sangue del santo martire, il vescovo di Vallo della Lucania Mons. CIRO MINIERO presiederà i solenni vespri. Alle ore 21:15 inaugurazione della sesta edizione di “Luci d’autore”, con l’accensione in piazza Santa Caterina dell’artistica illuminazione curata dalla ditta LUMINARIE DE FILIPPO da Mercato San Severino. Il 27 Luglio, giorno della festa, alle ore 11:00 in Cattedrale il vescovo presiederà il solenne pontificale. Alle ore 19:00 avrà luogo la caratteristica e maestosa processione che vedrà tradizionalmente sfilare le numerose statue dei santi per le vie principali della città. Alle ore 24:00 spettacolo pirotecnico curato dalla premiata DITTA CARLO DI MUOIO da Vatolla. Il 28 Luglio l’appuntamento è alle ore 22:00 in piazza Vittorio Emanuele con “CANTA NAPOLI” : spettacolo musicale con VITO MARIANI e L’ORCHESTRA ALL’ITALIANA, con la partecipazione di LUCIO BASTOLLA. Il 29 Luglio alle ore 22:30 in Piazza Vittorio Emanuele i festeggiamenti si concluderanno con LUCHÈ e ENZO AVITABILE e I BOTTARI in concerto. Per informazioni e per il programma completo si può consultare la pagina Facebook “Comitato Festa San Pantaleone”.

C.S.

Vallo della Lucania, “E-LaborVallo: dai Talenti all’Impresa”: progetti imprenditoriali per i giovani

 

foto_vallo_lucania_1-650x412
Il comune di Vallo della Lucania ha in progetto di coinvolgere i giovani in laboratori per percorsi di sostegno e di accompagnamento alla creazione di impresa e al lavoro autonomo. I percorsi consisteranno in attività di assistenza, quali azioni di informazione, orientamento, consulenza specialistica, assistenza alla predisposizione del business plan/piano di attività ed eventuali strumenti agevolativi. L’obiettivo è innanzitutto la verifica della potenziale fattibilità dell’idea imprenditoriale, dopodiché il servizio di accompagnamento proseguirà con il supporto alla definizione di un progetto imprenditoriale completo e, infine, si favorirà la completa redazione del business plan/piano di attività. In termini generali i servizi di accompagnamento dei potenziali imprenditori o lavoratori autonomi saranno caratterizzati da uno o più incontri di consulenza per ogni progetto imprenditoriale. Le attività organizzate alla base del laboratorio, che prevedono sei fasi, intendono offrire ai giovani selezionati un concreto supporto che li possa aiutare a realizzare una propria impresa o un proprio lavoro autonomo. Tutto ciò nell’ambito dell’avviso pubblico della Regione Campania denominato “Benessere giovani – Organizziamoci” manifestazione di interesse per la realizzazione di attività polivalenti che mira a sensibilizzare i giovani dai 16 ai 35 anni alla cultura d’impresa e all’acquisizione di esperienze utili a favorire la loro crescita personale. Il progetto denominato “E-LaborVallo: dai Talenti all’Impresa” ha una durata di 24 mesi ed è rivolto prioriatamente a giovani NEET con età inferiore a 35 anni. Le attività verranno svolte presso la struttura “Mediterranean Factory” collocata nell’ex Monastero di Santa Caterina. E’ di 80.000,00 euro l’importo per il quale il progetto è stato ammesso a finanziamento.

REDAZIONE

Sanità, emergenza infermieri al “San Luca” di Vallo della Lucania: la denuncia della SNALV/Confsal Sanità Salerno

vallo-della-lucania-ospedale-san-luca
Il sindacato SNALV/Confsal Sanità Salerno interviene sulla questione inerente l’emergenza infermieri presso il presidio ospedaliero “San Luca” di Vallo della Lucania inviando una lettera al Direttore Sanitario. In particolare il sindacato chiede di conoscere urgentemente se vi sono risposte dall’Asl sulla disponibilità chiesta con i telegrammi ad Infermieri da assumere a tempo determinato dal 1 Agosto e se è stata verificata la fattibilità per reperire unità Infermieristiche dai Servizi, Laboratorio Analisi, Centro Trasfusionale e dalle Sale operatorie centrali, per destinarli per il mese di Agosto nei reparti ove vi è maggiore necessità. “Riteniamo e lo sosterremo con forza, che per “tamponare” anche ad Agosto, le problematiche relative alla mancanza di infermieri nei reparti, in attesa di nuove assunzioni di Infermieri a tempo determinato e poi di quelli per mobilità, si possono condividere soluzioni pratiche, come già proposte-si legge nell lettera- Inoltre si può immediatamente effettuare un’ottimizzazione delle Risorse umane del comparto del presidio San Luca, per consentire anche con l’aiuto dell’ausiliariato una buona programmazione della turnistica per Agosto. Ad estate inoltrata, con estrema franchezza, pensare ancora a fatidici accorpamenti di reparti, andando a creare degli agglomerati di pazienti, con tutti i rischi connessi, sarebbe la prova provata di una gestione dell’Ospedale San Luca, fallimentare- fanno sapere dal sindacato- siamo contrari a scelte fatte da persone che conoscono solo la scrivania, che andrebbero a penalizzare l’assistenza, con il rischio secondario di accorpamenti “permanenti”e a scelte a tutela di Infermieri che sono dietro una scrivania a discapito di chi sgobba tutto l’anno”. Intanto questa mattina alle ore 11.00 si terrà la riunione con il Direttore Sanitario per discutere della problematica e trovare delle soluzioni.

REDAZIONE