VALLO DELLA LUCANIA, SEQUESTRATI 50 KG DI “FUOCHI D’ARTIFICIO” ALL’INTERNO DI UN FURGONE: DENUNCIATO IL TRASPORTATORE

 

vallo

La Guardia di Finanza di Vallo della Lucania, nel corso di un controllo sulla strada
provinciale “cilentana”, ha individuato un furgone che trasportava manufatti pirotecnici e
diversi mortai, in assenza delle prescritte autorizzazioni rilasciate dalla competente
Autorità di P.S..
Il materiale esplodente trasportato, pari a circa 50 Kg., è stato sottoposto a sequestro dai
Finanzieri e il trasportatore è stato denunciato.
L’attività di servizio svolta conferma la presenza delle Fiamme Gialle sul territorio a
contrasto dei fenomeni illeciti.

C.S.

Vallo della Lucania, colpito da aneurisma, trentenne salvato al San Luca

 

download
Torna a casa il giovane trentenne del Vallo di Diano, salvato grazie a un intervento innovativo eseguito presso l’ospedale San Luca di Vallo della Lucania dall’equipe del reparto di neurochirurgia, diretto dal dott. Giovanni Parbonetti. Il giovane è giunto nel nosocomio vallese in gravissime condizioni una ventina di giorni fa a seguito di un’emorragia cerebrale dovuta alla rottura di un aneurisma. Dopo un esame neuroradiologico che permetteva di individuare la fonte del sanguinamento, è stato sottoposto ad un delicatissimo intervento di clipping dell’aneurisma, cioè alla chiusura della fonte di sanguinamento. Alla riuscita dell’intervento hanno contribuito la neuroradiologia, la rianimazione e il blocco operatorio. Un caso di buona sanità, uno dei tanti che conferma la qualità delle prestazioni eseguite nel presidio ospedaliero San Luca e la presenza di personale altamente qualificato. Il direttore sanitario, Adriano De Vita, esprime soddisfazione per la vicenda conclusasi in modo ottimale, ricordando che non è la prima volta che nel reparto di neurochirurgia si affrontano patologie così complesse, non solo in urgenza, anche in elezione. Il reparto di Neurochirurgia, afferma De Vita, sta dando seguito ad un nuovo corso con una vasta gamma di offerte terapeutiche ad un’utenza che spesso è fuori dei confini regionali e provinciali. Questo episodio, ribadisce il Direttore Sanitario, è un esempio virtuoso di come professionalità e competenze concorrono in uno sforzo comune, la salvaguardia della salute dei cittadini cilentani.

C.S.

Vallo della Lucania, un Protocollo d’Intesa per la costituzione della Rete Territoriale contro la Violenza di Genere

 

31886508_10211814092687255_1604091528240693248_n
E’ prevista per domani Venerdì 11 Maggio alle ore 11.30 presso l’aula consiliare del comune di Vallo della Lucania la Sottoscrizione del Protocollo d’Intesa per la costituzione della Rete Territoriale contro la Violenza di Genere. A moderare l’incontro sarà il Dott. Mario Ogliaruso, Coordinatore del Piano Sociale di Zona S8. Introdurranno invece la Dott.sa Monia Monzo, Responsabile del Centro Antiviolenza “Il Volo delle Farfalle” e l’Avv. Antonella Palladino, Legale del medesimo Centro. A firmare la sottoscrizione il sindaco del comune di Vallo della Lucania Antonio Aloia, il Procuratore dott. Antonio Ricci, il Presidente del tribunale di Vallo della Lucania dott. Gaetano De Luca e il Direttore Generale dott. Antonio Giordano. Per l’occasione sarà presente anche l’Assessore alla Formazione e alle Pari Opportunità della Regione Campania On. Chiara Marciani.

REDAZIONE

Vallo della Lucania, posizione del Direttore Sanitario al San Luca, il sindaco di Gioi risponde all’on. Ricchiuti

 

vallo-della-lucania-ospedale-san-luca

La risposta del Sindaco di Gioi, Andrea Salati, Presidente del Comitato dei Sindaci del Distretto Sanitario di Vallo della Lucania, alla segnalazione dell’On. Maria Ricchiuti al DG ASLSalerno sulle criticità e sulla posizione del Direttore Sanitario dell’Ospedale S. Luca di Vallo della Lucania, non si è fatta attendere.

“Che tristezza! Leggere segnalazioni a cavallo di una competizione politico amministrativa paesana sul presidio Ospedaliero vallese da parte dei soliti politici cilentani che si ergono a tribuni della Plebe e non mancano l’ occasione per evidenziare situazioni critiche da risolvere, di certo senza conoscere fatti e circostanze, a cui non hanno partecipato, che hanno preceduto il loro intervento”, afferma Andrea Salati.

Ed ancora: “Intervengo per amor di verità lungi dal voler fare polemica. I Sindaci dei Comuni cilentani afferenti al Distretto Sanitario di Vallo della Lucania hanno dato vita ad una sequela di Comitati di Distretto – Novi Velia è stato assente, anche se invitato, perché commissariato – per sottoscrivere i documenti che segnalavano le criticità nei servizi dell’Ospedale S. Luca di Vallo della Lucania per carenza di personale e di strumentario, sottolineando il sacrificio e l’abnegazione del personale attualmente operante, al Direttore Generale dell’ASL Salerno e ai vertici Regionali, affiancando così le forze sindacali e dando voce alle richiesta delle popolazioni amministrate che fanno riferimento al presidio vallese. Un recente documento inviato circa un mese fa ancora attende risposta. Dove era l’on. Ricchiuti, membro della maggioranza De Luca, quando una delegazione di Sindaci cilentani si è recata in Regione perché convocata, su esplicita richiesta dei primi cittadini, dal Governatore, che anziché incontrare di persona la delegazione , come la sua provenienza salernitana imponeva, l’ha fatta ricevere dal suo consigliere alla sanità tal dott. Coscioni, che ha iniziato uno scaricabarile con il Direttore Generale senza dar seguito alle promesse fatte in Regione riconfermando di fatto il critico status quo. Ma davvero una problematica così importante per il territorio può essere usata per finalità politico-amministrative localistiche, laddove è da evidenziare che il Direttore Sanitario ha operato sempre al di sopra delle parti gestendo con diligenza e qualità il particolare momento critico del Presidio ospedaliero vallese? Vecchi politici con la “P” ammonivano che – i panni sporchi si lavano in famiglia-”, conclude Andrea Salati.

C.S.

Vallo della Lucania, a breve nuovo autovelox sulla Cilentana nei pressi della clinica Cobellis

autovelox
A breve un nuovo autovelox sarà installato sulla Cilentana. In particolare l’apparecchio sarà attivato nei pressi della clinica Cobellis a pochi metri dell’uscita per il comune di Vallo della Lucania, tra la galleria “Starze” e lo svincolo del comune vallese. A darne l’autorizzazione è stata la Provincia di Salerno a seguito della richiesta fatta dal comune di Vallo della Lucania retto dal primo cittadino Antonio Aloia. E’ pari a circa 5 milioni di euro la somma stimata che l’ente comunale prevede di incassare fino al 2020 derivante dalle sanzioni al codice della strada. Ciò in ragione anche dei numerosi incidenti che si sono verificati nel tratto di strada interessato, molti dei quali mortali. Così con questo nuovo provvedimento si spera di ridurre il fenomeno. Il servizio della nuova apparecchiatura di prossima installazione sarà affidato per i successivi tre anni ad una società esterna.

REDAZIONE

Vallo della Lucania, la consigliera regionale Maria Ricchiuti segnala le criticità del “San Luca” e la posizione illegittima del Direttore Sanitario

vallo-della-lucania-ospedale-san-luca
Il consigliere regionale Maria Ricchiuti attraverso una lettera ha segnalato agli organi di competenza dell’ Asl Salerno lo stato di difficoltà in cui versa il presidio ospedaliero “San Luca” di Vallo della Lucania mettendo in evidenza la situazione di illegittimità a carico dell’attuale Direttore Sanitario. “Mi sento in dovere di manifestarle tutta la mia preoccupazione sulla qualità dei servizi erogati e sul clima di disaffezione da parte di utenti,dipendenti e collaboratori- scrive così nella lettera la consigliera Ricchiuti- più volte ho avuto modo di segnalare l’esigenza di una profonda riqualificazione delle attività svolte dal presidio vallese, ma non risultano ad oggi tangibili miglioramenti nella qualità complessiva dei servizi erogati-sottolinea la Ricchiuti mettendo in evidenza criticità quali la gestione di un personale carente, l’organizzazione e il funzionamento del pronto soccorso, l’inosservanza di alcune norme di sicurezza, la mancata attivazione dei posti letto previsti dall’atto aziendale, nonchè le sempre più palesi difficoltà a programmare in modo efficiente i servizi in occasione della stagione estiva. La consigliera regionale evidenzia anche la posizione illegittima ricoperta dal dott. Adriano De Vita nella veste di Direttore Sanitario poichè quest’ultimo insieme alla figura del direttore generale e il direttore amministrativo, non sono eleggibili nei collegi elettorali nei quali sia ricompreso il territorio dell’azienda sanitaria locale o ospedaliera presso la quale abbiano esercitato le proprie funzioni in un periodo compreso nei sei mesi antecedenti la data di accettazione della candidatura. Quindi la Ricchiuti fa presente che il dott. De Vita, aveva presentato la propria candidatura a sindaco del comune di Novi Velia- rientrante nell’ambito territoriale del San Luca- nelle elezioni svoltesi in data 25 maggio 2014 uscitone poi sconfitto e risultato eletto consigliere comunale ruolo dal quale si è poi dimesso. In ragione di ciò, la consigliera regionale fa richiesta di un effettivo rilancio delle attività esercitate dal presidio ospedaliero di Vallo della Lucania nonchè la rimozione tempestiva della situazione di illegittimità associata alla posizione del dott. Adriano De Vita.

REDAZIONE

VALLO DELLA LUCANIA, LOTTA ALL’EVASIONE FISCALE: SEQUESTRO DI BENI PER 1 MILIONE DI EURO

 

FINANZA
All’esito delle risultanze investigative di una verifica fiscale svolta dai Finanzieri della
Tenenza di Vallo della Lucania nei confronti di un’azienda operante sul territorio, il
Tribunale a quella sede ha disposto il sequestro per equivalente di beni per un valore pari
a circa 1 milione di euro.
Il provvedimento cautelare, promosso dalla Procura della Repubblica di Vallo della
Lucania ed eseguito nei confronti di una società operante nel settore dell’installazione di
impianti idraulici e di condizionamento, è giunto al termine di una complessa attività di
polizia economico-finanziaria che ha visto i Finanzieri salernitani impegnati a ricostruire la
reale contabilità aziendale e ad accertare un’evasione fiscale pari a 960 mila euro.
A fronte del provvedimento dell’Autorità Giudiziaria, le Fiamme Gialle hanno sequestrato,
a tutela degli interessi dell’Erario, diversi beni immobili intestati al  legale
dell’azienda, tra cui terreni e n. 4 fabbricati (magazzini e locali commerciali).

C.S.

Vallo della Lucania, installazione di stazioni per veicoli a trazione elettrica

VALLO DELLA LUCANIA PROTOCOLLO
Stazioni di ricarica elettrica anche per il comune di Vallo della Lucania: è tra i prossimi obiettivi dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Antonio Aloia per il quale la Società Convergenze S.p.A. con sede in Capaccio Paestum ha fatto richiesta di vedersi concedere a titolo gratuito la disponibilità di piccole porzioni di suolo pubblico, per un periodo di durata di almeno 5 anni, su cui installare le suddette stazioni. La realizzazione del progetto avrebbe un impatto positivo in termini di visibilità e promozione del territorio, oltre a promuovere azioni legate alla diffusione di una mobilità sostenibile, meno vincolata al consumo dei combustibili più inquinanti. Per tali ragioni l’amministrazione comunale vallese ha accolto con favore il progetto, considerato che salvaguardia dell’ambiente e valorizzazione del territorio sono elementi indispensabili per la crescita e lo sviluppo ecosostenibile del sistema socio-economico. Le porzioni di suolo pubblico da concedere alla società Convergenze S.p.A. avrebbero dimensioni pari a 25/30 mq da destinare alla installazione di colonnine “EVO” per la ricarica di autoveicoli elettrici in diversi punti strategici della città. Tutte le spese per i lavori necessari alla posa in opera e all’esercizio della stazione di ricarica, dell’allaccio alla rete elettrica e di telecomunicazione, della segnaletica orizzontale e verticale, di montaggio, installazione della colonnina di ricarico e di ripristino sono tutte a carico della ditta Convergenze S.p.A.

REDAZIONE

Vallo della Lucania, ben 1500 liceali per la X ed. del Festival della filosofia in Magna Grecia

festival filosofia

Ieri la Città di Vallo ha visto la sua magnifica Piazza Vittorio Emanuele riempirsi di 1500 liceali provenienti da tutt’Italia per la decima edizione del Festival della filosofia in Magna Grecia, organizzato dal Comune di Vallo della Lucania e dall’Associazione del Festival.
Entusiasta l’assessore Genny De Cesare che così commenta: “Grazie al lavoro dell’Associazione del Festival, della Presidente Giuseppina Russo e della vicepresidente Iriana Marini e di tutto lo staff; questo significa investire nella cultura: trasformare la nostra Agorà nel luogo dell’incontro di giovani che vengono a conoscere il nostro Cilento, le nostre bellezze, la nostra cultura. Desidero ringraziare tutti i nostri funzionari ed impiegati che hanno collaborato alla realizzazione della manifestazione, tutti i volontari che sono stati presenti oggi per sorvegliare sull’ottima riuscita della giornata: Protezione Civile Cilento gruppo Lucano, Misericordia di Vallo della Lucania e Croce Rossa di Agropoli e Cilento”.
Soddisfatto anche il Sindaco Antonio Aloia che tiene a “ringraziare il Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano ed Alburni, il Presidente Tommaso Pellegrino, il Vicepresidente Cono D’Elia, che insieme a noi credono in questo progetto ed in ciò che rappresenta per la crescita del nostro territorio; il Parco ha posto le basi per consentire la partecipazione di 45 alunni del Liceo Classico Parmenide della nostra Città ai laboratori che si terranno dal 16 al 20 aprile”.
“Proseguiamo nel lavoro incessante per rendere Vallo una moderna ed accogliente Città di Studi e di Cultura, volano di sviluppo e di crescita per il nostro Cilento” ha concluso Aloia.

C.S.