Agropoli, individuati, grazie alle telecamere di videosorveglianza, gli autori degli atti vandalici in Piazza Vittorio Veneto

agropoli-cilento-servizi

Credevano di passarla liscia, i due soggetti che questa notte si sono impossessati degli estintori presenti all’interno della capanna della Natività, allestita in Piazza Vittorio Veneto. Li hanno svuotati, in parte tra l’albero e la stessa opera preparata dai ragazzi dell’associazione “Il Carro”; un’altra parte su un’auto parcheggiata in via Carmine Rossi, per poi darsi alla fuga. Ma non avevano fatto i conti con le telecamere di videosorveglianza, presenti nel centro cittadino e nei punti sensibili della città, grazie alle quali la Polizia municipale, diretta dal maggiore Carmine Di Biasi, li ha individuati. Uno di loro indossava un giubbotto bianco; l’altro uno nero. Dalle immagini si evincono bene anche i loro volti. Saranno deferiti all’Autorità giudiziaria. «Purtroppo – spiega il sindaco Adamo Coppola – dei balordi, per ammazzare la noia, si sono messi a compiere atti vandalici nella notte appena trascorsa, sporcando l’area prossima alla Natività e un’auto in sosta, nel centro cittadino. Atti che condanniamo senza appello, in quanto il senso civico che dovrebbe animare ognuno di noi, per qualcuno è un contenuto astratto. Gli autori sono stati individuati e pagheranno sia penalmente che civilmente il gesto compiuto».

C.S.

CAPACCIO PAESTUM, ATTI VANDALICI ALLA LAPIDE DI SALVATURE APADULA, IL COMMENTO DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE  

            76be3f71-eef8-4ff2-8fb2-7f99d8e743f9-e1531480415614                                                                                                          

In merito all’atto vandalico commesso ai danni della lapide raffigurante l’indimenticato Salvatore Apadula, a Gromola, nei pressi del campo sportivo, arriva la ferma condanna del gesto da parte dell’Amministrazione comunale.

«È un gesto vile che offende la memoria di un grande uomo, esempio di vita per i suoi valori morali e sportivi, che sicuramente non appartengono a chi ha sfregiato la lapide con un pennarello. – commentano l’assessore allo Sport, Franco Sica, e il consigliere comunale delegato ai Rapporti con le Contrade, Giovanni Piano – È assurdo solamente immaginare che qualcuno possa compiere gesti così brutti, per di più nei confronti di chi ha dato tanto per i giovani e per lo sport nella nostra comunità. Dal nostro canto, già ci siamo attivati insieme all’associazione che organizza il premio Salvatore Apadula, contattando una ditta specializzata che provvederà già nelle prossime ore a rimuovere tale scempio»

 C.S.

Agropoli, ancora vandali al Pala Impastato: squarciata la tendo-struttura 


Preso di mira ancora una volta il Pala Impastato di Agropoli, il palazzetto dello sport sito nella frazione Moio della cittadina agropolese. Infatti dei vandali nella notte tra Sabato e Domenica hanno lacerato la tendo-struttura provocando uno squarcio di quasi un metro. A segnalare quanto accaduto sulla sua pagina Facebook un cittadino agropolese:“L’atto più vile, più infame-si legge nel post- un taglio di quasi un metro sulla parte esterna. Non possiamo lasciare Agropoli in mano a questi infami- continua – scusate lo sfogo, non é da me, ma abbiamo toccato il fondo- e conclude- una cosa schifosa quanto è stato fatto dai vandali,incivili nella città di Agropoli.Ci sono sempre stati gli atti di vandalismo ma violentare una struttura pubblica è uno squallore esagerato.Questa è l’ennesima vergogna”. Già nei mesi scorsi l’impianto sportivo era stato preso più volte di mira. L’ultimo episodio risale a pochi mesi fa quando dei vandali entrarono all’interno del palazzetto e con gli estintori presenti all’interno rovinarono il parquet spargendo l’agente estinguente su tutta la superfice del pavimento. Già allora le associazioni sportive che lo frequentano fecero richiesta di mettere in sicurezza la struttura, magari attraverso un impianto di video sorveglianza che consentirebbe di ridurre tali fenomeni. Ma al momento ancora nulla è stato fatto.

REDAZIONE

Agropoli, ancora atti vandalici per il palazzetto dello sport Pala Impastato

 

 

 

Ancora un atto vandalico per il pala Impastato il palazzetto dello sport della frazione Moio di Agropoli. I Vandali sono entrati con facilita’ all’interno del palazzetto, non protetto da nessuna recinzione di sicurezza nè da videosorveglianza e con gli estintori presenti all’interno hanno rovinato il parquet spargendo l’agente estinguente su tutta la superfice. Già qualche mese fa il palazzetto era stato interessato dai malviventi con ingenti danni alla struttura. “E’ giunto il momento di mettere in sicurezza il pala impastato prima che sia troppo tardi” è quanto dichiarano a voce alta le associazioni sportive che lo frequentano.

REDAZIONE

Agropoli, imbrattate le mura del Cineteatro “De Filippo”

CINETEATRO 1.jpgCINETEATRO 2.jpgCINETEATRO 3.jpg

Dopo la sala dei Francesi nel Castello Angioino-Aragonese della città di Agropoli, un altro atto vandalico è stato compiuto da parte di ignoti ai danni del cineteatro Eduardo De Filippo della città di Agropoli le cui mura sono state deturpate da diversi graffiti realizzati con bombolette spray. Le incisioni di cattivo gusto compaiono proprio sotto la firma di Eduardo De Filippo sul lato del Palazzetto dello Sport. Una vera offesa ad un simbolo della cultura e all’arte causata da una assoluta mancanza di senso civico. Indignati il gestore del Cineteatro Sergio Di Fiore e il direttore artistico Pierluigi Iorio che sfoga il proprio sdegno sulla propria pagina Facebook “Io sono favorevole a qualsiasi forma di arte, e sono certo che alcuni graffiti, creati da veri e propri artisti, diano bellezza ai muri sui quali sono dipinti e al contesto urbanistico – spiega Pierluigi Iorio – Qui, però, siamo di fronte a un deficiente che ha voluto semplicemente sporcare un teatro, simbolo dell’arte e della cultura – e conclude rivolgendo un appello all’autore di questa inciviltà – Se tu, deficiente, stai leggendo questo post, ti prego di soffermarti sulla terza fotografia: ti sarà subito chiaro il senso della tua esistenza”. Si spera di poter risalire al responsabile o ai responsabili del gesto attraverso le videocamere di sorveglianza poste nella zona e assicurargli la giusta punizione.

REDAZIONE

AGROPOLI – VANDALI SUL LUNGOMARE SAN MARCO RUBANO E DANNEGGIANO PIANTE ORNAMENTALI

DSC_0148 DSC_0149 DSC_0150 DSC_0154
Atti di vandalismo sul Lungomare San Marco di Agropoli, dove nella notte di domenica ignoti hanno estirpato delle piante ornamentali dalle fioriere, posizionate solo da pochi giorni. Alcune sono state rubate e portate via, altre sono state ritrovate sulla spiaggia sottostante. A denunciarlo il sindaco di Agropoli Franco Alfieri che sporgerà formale querela per danneggiamento e furto.

«E’ un episodio che mortifica l’impegno ed il lavoro quotidiano messo in campo dall’amministrazione comunale per rendere Agropoli più bella, gradevole ed accogliente – dice il primo cittadino agropolese – Gli autori del gesto sono sicuramente dei delinquenti che non hanno a cuore la nostra città e verso i quali spero non ci sia alcuna pietà. Invito tutti i cittadini alla collaborazione e a segnalare tempestivamente in futuro tali gesti, per salvaguardare il patrimonio pubblico da episodi di deturpazione e vandalismoa volta individuati siai siano ti siano punti quenti
anno a cuore gliente – dice il primo cittadino agopolese le sulla spiaggia».