Agropoli, ok all’istituzione di uno sportello per il contrasto alla violenza di genere

Domestic violence
L’istituzione di uno sportello finalizzato al contrasto della violenza di genere presso il Comune di Agropoli: è tra i prossimi obiettivi dell’Amministrazione Comunale per far fronte ad una delle problematiche diffuse nella nostra società. Quella della violenza contro le donne è infatti un fenomeno globale presente in tutti i Paesi e che nega il diritto delle donne all’uguaglianza, alla sicurezza, all’autostima e il loro diritto alle libertà fondamentali. Più nello specifico si intende per violenza quella compiuta da un genere contro un altro genere, ovvero da uomini contro le donne con danni o sofferenze di natura fisica, sessuale, psicologica o economica, comprese le minacce di compiere tali atti, la coercizione o la privazione arbitraria della libertà, sia nella vita pubblica che nella vita privata, all’interno della famiglia o del nucleo familiare o tra attuali o precedenti coniugi o partner. Considerato che l’Osservatorio per le Politiche sociali e Giovanili del comune di Agropoli svolge un servizio di sostegno alla famiglia ed è chiamato a svolgere compiti di supporto alla genitorialità, consulenza, rilevazione dei bisogni e mediazione familiare, l’Amministrazione Comunale ha intenzione di attivare sul territorio iniziative di contrasto al fenomeno della violenza contro le donne, sia con fondi propri che nazionali e comunitari. Ciò anche in ragione del fatto che nell’ultimo anno di attività lo Spazio Famiglia dell’Osservatorio ha registrato un numero cospicuo di richieste relative ad abusi e maltrattamenti familiari e a reati di violenza e stalking perpetrati in particolare contro le donne e i minori, rilevando un bisogno urgente di interventi in tal senso. Nello specifico lo sportello offrirebbe ascolto, accompagnamento e sostegno alle donne in difficoltà che subiscono abusi o violenza, proponendo anche interventi di recupero a favore degliuomini maltrattanti.

ANNA LAURITO

Castellabate, incontri sulla violenza di genere dal 12 al 16 marzo presso l’IC Castellabate

 

CASTELLABATE INCONTRI SU VIOLENZA DI GENERE

Informarsi e riflettere sulla violenza di genere per capire cos’è e come si manifesta, ma anche per sapere quali aiuti si hanno a disposizione sul territorio. È l’obiettivo della serie di incontri di informazione e sensibilizzazione che si svolgeranno dal 12 al 16 marzo 2018 in vari plessi dell’Istituto Comprensivo Castellabate con la partecipazione degli studenti della scuola secondaria di I grado.
L’iniziativa, a cui ha aderito l’Istituto cilentano, è promossa dal Centro antiviolenza “Il volo delle farfalle” che opera in sinergia con il Piano di zona S/8 attraverso un’équipe multidisciplinare costituita da assistenti sociali, psicologi ed educatori.

«La nostra scuola non vuole sottrarsi al delicato compito che ricopre nel contesto sociale – spiega la Dirigente scolastica Gina Amoriello – Siamo convinti che il nostro compito principale è quello di concorrere alla trasmissione di modelli educativi positivi. Cogliamo, perciò, questa opportunità con entusiasmo, perché consapevoli della necessità di attivare percorsi di prevenzione e di costruzione di una cultura della non violenza».

Gli incontri si terranno secondo questo calendario: lunedì 12 marzo alle ore 9,30 presso la Scuola Secondaria di I grado di San Marco di Castellabate, giovedì 15 marzo sempre alle ore 9,30 presso la sede di Castellabate dove saranno presenti anche gli studenti del plesso di Perdifumo, venerdì 16 marzo allo stesso orario presso la scuola di Santa Maria.

Ai ragazzi sarà offerta l’opportunità di riflettere e di informarsi rispetto alle varie forme con cui la violenza di genere può manifestarsi, con la proiezione di slide esplicative e di cortometraggi interpretati da coetanei sul tema dell’amore come possesso e sui comportamenti sbagliati di chi sceglie la violenza come prassi e come strumento di controllo.
Nel corso degli incontri sarà somministrato un questionario anonimo finalizzato a rilevare il punto di vista dei ragazzi su alcuni ruoli codificati dell’uomo e della donna nella nostra società per analizzare la percezione degli adolescenti rispetto alle asimmetrie di genere, ma anche capire se c’è la consapevolezza della presenza di una rete di risorse che possono sostenere le donne vittime di maltrattamenti.

C.S.

CAPACCIO PAESTUM, DOMENICA 26 NOVEMBRE LO SPETTACOLO TEATRALE “DONNA” PER DIRE NO ALLA VIOLENZA SULLE DONNE

 

CAPACCIO PAESTUM NO ALLA VIOLENZA SULLE DONNE
L’Associazione ‘La Resilienza’, presieduta da Marta Santoro in collaborazione con il Comune di Capaccio Paestum – Assessorato alle Politiche Sociali, presenta la prima edizione di ‘Non una di meno’, giornata internazionale contro la violenza sulle donne. L’appuntamento è per domenica 26 Novembre presso il ‘Villaggio Oasis’ sito in località Laura a Capaccio Paestum. Si comincia alle ore 9.00 con sfilata presso i piazzali antistanti le chiese di Capaccio Paestum. Lancio di palloncini rossi legati con un filo bianco. Alle ore 15.00 è previsto un incontro dibattito nel corso del quale sono previsti diversi interventi. A seguire alle ore 17.00 si terrà il Premio concorso letterario ‘Violenza e società civile: analisi del fenomeno, proposte risolutive’. L’associazione culturale ‘Mineia’ presenta “Donna” un monologo scritto e interpretato da Biancarosa di Ruocco. Per finire alle ore 18.15 teatro musica Kintsugi di Giampietro Marra, Carmen Amoroso e Carmine Maria Pinto. Musical dal vivo di Angelo Marino. Si esibiranno le scuole di danza: Mary Dance – “Quello che le donne non dicono” di Fiorella Mannoia; Associazione ‘Cordace’ di Maria Grazia Lettieri con danze popolari del sud Italia e danze del mondo. La manifestazione si concluderà con la partecipazione canora di Emanuela Fuiani.

REDAZIONE

GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE: CASTELLABATE NON E’ INDIFFERENTE

locandina Castellabate contro la violenza sulle donne_evento.jpg

Venerdì 25 novembre si celebra la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, promossa dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite: Castellabate non è indifferente. L’Assessorato alle Pari Opportunità del comune ha programmato un incontro volto a sensibilizzare la società su questa piaga. L’evento si terrà venerdì 25 novembre alle ore 17 presso la Sala Don Felice Fierro a San Marco di Castellabate, in collaborazione con le professionalità presenti sul territorio, e vuole essere un momento di riflessione per sensibilizzare le future generazioni sul tema. All’incontro dal titolo “Non restare indifferente – vittima e carnefice” interverranno il Sindaco Costabile Spinelli e l’Assessore alle Pari Opportunità Elisabetta Martuscelli, la Psicologa e Psicoterapeuta Familiare Ursula Russo, che fornirà degli strumenti conoscitivi per comprendere le dinamiche e sapere come affrontare la problematica, la Psicologa e Operatrice Clinico di Training Autogeno Cinzia Guariglia, che spiegherà le tecniche di auto distensione per poter contenere ansia e paure e interverrà il Personal Trainer Andrea Aiuto. La cittadinanza è invitata a partecipare. «Dire no alla violenza sulle donne vuol dire battersi in nome della dignità umana e portare avanti una battaglia in nome della civiltà, e di quei principi e valori che nella nostra società vengono spesso calpestati», dichiara l’Assessore delegato alle Pari Opportunità Elisabetta Martuscelli: «Castellabate non è indifferente e, attraverso il lavoro sul territorio svolto dal segretariato sociale, intende essere sempre vicino alle donne e a coloro che sono purtroppo vittima di violenza».

C.S.

Vallo della Lucania, il 25 Novembre il convegno “La casa di vetro a distanza di un anno. Esperienze e ricerche a confronto”

15126291_10207740050158738_444947642_o.jpg
In occasione della Giornata Mondiale contro la violenza di genere, il 25 Novembre si terrà un convegno organizzato dal Centro Anti Violenza dal titolo “La casa di vetro a distanza di un anno: esperienze e ricerche a confronto”. L’evento è previsto alle ore 17.00 presso il Polo Tecnologico Universitario (1° piano ex convento dei Domenicani) a Vallo della Lucania. Grazie alla collaborazione dell’ATI (Associazione Temporanea d’Impresa) il Centro Anti Violenza opera nell’ Ambito Territoriale Salerno 8 e ha quali obiettivi principali l’aiuto e la protezione di donne sottoposte a violenza reiterata e di tutti coloro che subiscono maltrattamenti in maniera gratuita.

REDAZIONE

VIOLENZA SULLE DONNE: “UN MESSAGGIO ASSORDANTE CONTRO OGNI BARBARIE”, IL CORO DEI “A TOYS ORCHESTRA”

533838613_640

Oggi 25 novembre è la Giornata internazionale per combattere la violenza contro le donne. Non è una giornata qualunque, perchè è il ricordo di un atroce assassinio avvenuto nel 1960 nella Repubblica Dominicana quando tre sorelle, considerate rivoluzionarie, furone torturate, massacrate e strangolate. Purtroppo nulla è cambiato da quel giorno perchè è un tema che ricorre spesso, troppe volte e dev’essere una volta per tutte eliminato. Questa violenza non è altro che una spirale avvolgente attraverso cui l’uomo violento raggiunge il suo scopo di sottomissione della donna facendola sentire incapace, debole, impotente, totalmente dipendente da lui.
Da un post pubblicato su Facebook del noto gruppo Agropolese “A Toys Orchestra” molto apprezzato in tutto il mondo per i messaggi che attraverso la musica riescono a colpire l’animo umano, hanno ricordato questa giornata attraverso l’ultimo singolo intitolato “Wake Me Up”. Ma non solo, in aggiunta al video hanno speso un messaggio davvero apprezzabile: “Il 25 novembre non è solo un “promemoria” contro la violenza sulle donne, ma il simbolo di una dichiarazione di intenti e di un impegno che va perpetrato nel quotidiano.
Il 25 novembre non è solo un giorno preposto a rammentare la barbarie maschilista, ma una data che contiene un’appartenenza e un’intenzione che vanno messe in loop.
Il 25 novembre è un messaggio che va urlato in coro. Il cui eco dovrà protrarsi in eterno fino sfondare i timpani dell’abuso e assordare la brutalità che ogni giorno sporca le cronache.
Il 25 novembre è 365 giorni all’anno.
Ogni minuto.. ogni frazione di secondo.
Noi Toys (ci fosse ancora bisogno di dirlo) siamo stati, siamo e saremo sempre contro ogni violenza, razzismo, sessismo e discriminazione di sorta.. e il 25 novembre è a tutti gli effetti un giorno che ci appartiene. Love!”

Antonio Maria Ungaro

Di seguito vi proponiamo il singolo: “Wake Me Up