Agropoli, sabbia dura e acqua torbida del litorale San Marco: la spiegazione del prof. Ortolani

19532755_10209979723151775_848553152_o.jpg

Per diverse settimane a cavallo della stagione estiva sono stati effettuati dei lavori di ripascimento che hanno interessato il litorale San Marco di Agropoli. Ciò mediante il prelievo di sedimenti prelevati a varie centinaia di metri dalla spiaggia. Al termine degli interventi il litorale è stato ampliato consentendo così maggiore spazio a bagnanti e turisti. Però non sono tardate ad arrivare le polemiche poichè secondo i turisti la sabbia sembra mista a fango rendendola così più dura. Ad intervenire sulla questione è il prof. Franco Ortolani che ne dà una spiegazione :”I sedimenti prelevati ad alcune centinaia di metri dalla spiaggia hanno una granulometria inferiore a quelli che naturalmente costistuiscono la spiaggia – spiega- su quest’ultima i granuli sono in prevalenza della stessa dimensione e non si trovano i granuli di dimensioni piccole, più simili a quelle dei granuli che costituiscono il “fango”- continua- la sabbia della spiaggia “naturale” è molto permeabile e anche quando si bagna tende ad asciugarsi rapidamente. La sabbia usata per il ripascimento, evidentemente, contiene molti granuli di dimensioni inferiori che trattengono l’acqua che per capillarità risale verso la superficie.Il fatto che l’acqua del mare si intorbidisca quando ci sono le onde o con il semplice movimento del fondale causato dai bagnanti evidenzia proprio che vi è una buona percentuale di sabbia molto fine che facilmente viene messa in sospensione nell’acqua rimanendovi a lungo e facendo così apparire torbida l’acqua marina. Lo spessore della sabbia ripasciuta avrebbe dovuto essere maggiore in modo da favorire il prosciugamento della sabbia- e conclude- quello che si può prevedere è che le prime mareggiate asporteranno la sabbia molto fine usata per il ripascimento causando una riduzione della spiaggia post-ripascimento e favorendo il “lavaggio della sabbia”.

REDAZIONE

Castellabate, corso Matarazzo in pessime condizioni: lamentele da parte dei cittadini

corso_villa_ingresso_31.jpgpavimento.jpg
Pessime le condizioni in cui versa Corso Matarazzo a Santa Maria di Castellabate il corso pedonale che attraversa una delle località costiere più conosciute nel Cilento grazie anche ai numerosi turisti che giungono sul territorio, in particolare nella stagione estiva. A lamentare il cattivo stato della via sono gli stessi cittadini e i residenti del posto poichè si tratta di una situazione che deturpa l’immagine della città a discapito del settore turistico ma anche dei commercianti che esercitano le proprie attività lungo il corso pedonale in questione. Causa di tutto ciò anche la sospensione del servizio di pulizia e lavaggio delle arterie principali del comune di Castellabate per via dell’emergenza idrica che sta affliggendo il nostro territorio. Sembra che la situazione peggiori sempre di più e al momento nessuno prende provvedimenti. Ad intervenire sulla questione è l’assessore del comune di Castellabate Domenico Di Luccia:”Per chi fa finta di non sapere o vedere – spiega – dico semplicemente: dal 1 giugno al 30 Settembre è attivo un servizio aggiuntivo di pulizia e lavaggio di tutte le arterie principali del nostro comune tra cui il corso Matarazzo con cadenza due volte a settimana martedì e sabato. A causa della grave emergenza idrica che attanaglia il nostro comune soprattutto nei fine settimana, abbiamo sospeso momentaneamente tale servizio. Per cui situazioni di questo genere soprattutto in un’area pedonale sono molto evidenti” conclude così l’assessore Di Luccia.

REDAZIONE

Agropoli, un ponte pedonale per collegare l’impianto sportivo “Guariglia” con il liceo scientifico “A. Gatto”

 

FOTO MAPPA.PNG
Un ponte pedonale sul fiume Testene che metta in collegamento diretto l’impianto sportivo “R. Guariglia” con l’istituto scolastico “A. Gatto”: è questo il prossimo intervento che l’Amministrazione Comunale della Città di Agropoli intende realizzare. Ciò consentirebbe senza dubbio una maggiore fruibilità dell’impianto sportivo “R. Guariglia” da parte degli studenti degli istituti scolastici, in particolare di quelli del liceo scientifico “A. Gatto” ma anche per tutti i cittadini che intendono usufruirne. Considerato che l’impianto sportivo è, in linea d’aria confinante con la sede del liceo scientifico ma è fisicamente da questo separato dal fiume Testene, un percorso pedonale in tutta sicurezza tra le due attività rappresenterebbe un’ottima opportunità per avvicinare ancor di più i giovani alle attività sportive all’aperto permettendo di raggiungere e fruire dell’impianto sportivo in tutta sicurezza senza l’uso di mezzi di trasporto. Valorizzare ancora di più le strutture sportive presenti sul territorio significa dare maggior risalto ad Agropoli che, grazie alle numerose manifestazioni organizzate di volta in volta, è sempre più conosciuta come città dello sport. Quello sportivo è un settore sempre in crescita che rappresenta per la nostra cittadina un importante motore di sviluppo economico nonchè attrattore turistico.

ANNA LAURITO

Cuccaro Vetere, solenni festeggiamenti in onore di San Pietro Apostolo

19549732_10212046216424741_2145976528_o.jpg

La festa piú importante e per questo più sentita dalla comunità di Cuccaro Vetere è quella di San Pietro Apostolo, patrono del paese, che si celebra il 28 ed il 29 Giugno. Quest’anno tra l’altro ricade il 50° centenario dei solenni festeggiamenti in onore di San Pietro Apostolo. Domani 28 Giugno giorno della Vigilia si celebra la Santa Messa alle ore 19.00 mentre alle ore 22.00 è previsto lo spettacolo di Musica Revival. Giovedì 29 alle 11.00 invece si terrà la solenne concelebrazione in onore di San Pietro Apostolo presieduta da Mons Emanuele Ferro parroco della cattedrale di Taranto. A seguire Omaggio al Monumento ai Caduti con deposizione della corona d’alloro e la pocessione con la statua del Santo Patrono. Il tutto sarà allietato da musica e spettacoli pirotecnici. Per finire Venerdì 30 Giugno si celebra la Giornata della comunità cuccarese nel mondo con la Santa Messa di ringraziamento in piazza Umberto e la tradizionale benedizione delle auto. A seguire la Processione e l’omaggio ad Adriano Celentano con la Cover Band.

REDAZIONE

SAN GREGORIO MAGNO, APERTURA DELLO SPORTELLO BCC DI AQUARA

sgrm.jpg

 

La forte vocazione territoriale della Bcc di Aquara parte dalla tutela del territorio stesso. Consapevole dell’importanza delle tematiche relative alla salvaguardia ambientale, la Bcc di Aquara,  in vista della prossima apertura di sportello a San Gregorio Magno, ha adottato per questa sede l’installazione di pannelli solari fotovoltaici, soluzione volta ad ottimizzare l’uso dell’energia nel rispetto del territorio, confermandosi un’azienda sempre più green.

Grazie alla professionalità del team GECO RENEW GROUP Srl di Capaccio e all’attenzione del responsabile commerciale Francesco Mazza, così come dei restanti operatori, l’impianto solare è stato installato in tempi rapidi e con alta professionalità. La GECO RENEW è difatti un’azienda certificata secondo la norma tecnica italiana UNI CEI 11352 e pertanto in grado di assicurare il rispetto dei requisiti previsti in termini di alta qualità  per i servizi energetici (ESCO). Già in passato la suddetta azienda ha collaborato con la Bcc di Aquara, sottoscrivendo con il credito cooperativo aquarese e Legambiente un’importante convenzione: “Spinta Verde” per promuovere insieme la diffusione delle energie rinnovabili presso famiglie, imprese e Comuni. Grazie a dei tassi agevolati volti a ridurre i costi energetici, si è pensato di arginare l’emorragia finanziaria mensile dovuta al pagamento delle utenze, con l’intento di mettere in moto un circolo virtuoso di crescita economica locale e promozione del rispetto per l’ambiente e per il territorio in cui si vive. “Il settore green all’interno della nostra banca è molto presente. Già da tempo abbiamo messo in campo un mutuo particolare per l’ambiente e per l’energia che ha dato ottimi riscontri” commenta Antonio Marino, Direttore Generale del credito cooperativo aquarese.

 

Cresce inoltre l’attesa per l’apertura dello sportello a San Gregorio Magno. Testimonianza sono le tante attestazioni di stima presenti anche sulla pagina sociale facebook Bcc di Aquara. Riportiamo di seguito la dichiarazioni di un utente della rete: “Mentre i grandi istituti, le grandi quotate di piazza d’affari, chiudono i battenti su scala nazionale, tagliando tanti sportelli, la vostra banca rappresenta una grande realtà per il territorio, per i soci, imprese e tutti i clienti. L’apertura di questo nuovo sportello sarà una nuova opportunità per tutta la comunità sociale e imprenditoriale, volano per una  crescita economia e sociale. Complimenti Direttore Marino, complimenti a tutta la Bcc di Aquara!

 

Commenta il dg Antonio Marino: “Non possiamo che essere felici delle tante attestazioni di stima che quotidianamente riceviamo in merito a questa prossima apertura. Il credito cooperativo, in questi territori, diviene ancor più un’ancora di salvezza per le famiglie così come per le pmi”.

Privilegiare le zone interne in questo periodo di decrescita economica è sicuramente una scelta atipica, che rimarca la diversificazione insita nella Bcc di Aquara.  “Abbiamo sempre diviso a metà i nostri insediamenti tra costa e zone interne dove vi sono due economie differenti – continua Marino –  Riteniamo che una banca di credito cooperativo debba saper mediare tra queste due diverse economie, in quanto è importante presidiare ambedue le realtà (…) Aprire due filiali significa credere nella propria missione e continuare ad investire sul futuro”.

C.S.

 

Camerota, barcaioli abbandonano rifiuti sul porto: il sindaco li fa multare

Camerota.jpg
Lezione del sindaco Scarpitta ad una cooperativa di barcaioli che di ritorno da una cena in spiaggia ha pensato di abbandonare sul porto turistico di Marina di Camerota un cumulo di rifiuti. Domenica un agente della polizia locale ha sorpreso alcuni membri della cooperativa, che si occupa tra l’altro di gite in barca, mentre lasciavano alcuni sacchi di spazzatura sul molo di sopraflutto. Il vigile ha comunicato subito al sindaco quanto registrato e ha convocato lunedì mattina il proprietario delle imbarcazioni negli uffici. Scarpitta, insieme al delegato all’Ambiente Josè Saturno, ha provveduto a far emettere un verbale nei confronti della cooperativa ammonendola, inoltre, in modo deciso. Continua la linea dura del primo cittadino di Camerota contro chi non tutela il territorio e commette atti come quello dell’abbandono di rifiuti. «Su queste cose saremo intransigenti – commenta Scarpitta – il paese deve essere salvaguardato prima dai cittadini e dalle persone che ci lavorano e ne traggono anche dei benefici, poi dagli ospiti».

C.S.

ALTAVILLA SILENTINA,”TIRO ALLA FUNE INTERCOMUNALE” LA BCC DI AQUARA SOSTIENE L’INIZIATIVA

Si è tenuto ieri sera presso il Comune di Altavilla Silentina il “Tiro alla fune intercomunale” organizzato da il Comitato Festa in onore di S.Antonio da Padova, i Padri Vocazionisti e l’Associazione Palio delle Cente di Altavilla Silentina. La goliardica sfida ha visto scendere in campo le squadre di Roccadaspide, Giovi, Contursi Terme e la locale squadra Altavillese. A spuntarla sono stati i padroni di casa che si sono aggiudicati un gustoso premio messo a disposizione proprio dalla Bcc di Aquara da sempre vicina a questo appuntamento e da sempre vocata alla promozione del territorio attraverso il sostegno agli eventi locali.
Commenta Edi Cembalo, Presidente dell’Associazione Palio delle Cente: “Il Credito Cooperativo di Aquara è il solo che ci sostiene concretamente da anni. Il rapporto diretto che siamo riusciti ad instaurare con il direttore Marino e con i dipendenti ha fatto si che ci sentissimo parte di un’unica squadra. Il supporto della Bcc di Aquara è fondamentale per la realizzazione di questo evento che da anni ormai si succede. Il tiro alla fune intercomunale è solo un assaggio del ben più noto evento del Palio delle Cente, appuntamento decennale su Altavilla atto a richiamare turisti da tutta la Regione e non solo. Quest’anno sarà ancora più ricco grazie proprio al supporto della Bcc di Aquara che ci ha permesso di avere la presenza delle emittenti locali LiraTv e Cilento Channel per la ripresa integrale dell’evento. Non possiamo dunque che essere immensamente grati alla Bcc di Aquara, al Direttore Antonio Marino e a tutta la bellissima squadra che ha costruito intorno a se perché senza il loro aiuto gran parte di questi eventi non sarebbe possibile realizzarli

C.S.