FRANCO ALFIERI CANDIDATO A SINDACO DI CAPACCIO PAESTUM

Franco Alfieri (1).jpg

Con una lettera aperta alla Comunità locale Franco Alfieri annuncia di aver accettato la candidatura a Sindaco di Capaccio Paestum. Di seguito, il testo della lettera

 Annuncio ufficialmente la mia candidatura a sindaco di Capaccio Paestum. La notizia era nell’aria da qualche settimana. Da parte mia c’è stata però la necessità di riflettere, con attenzione e serenità, sulla proposta d’impegno diretto che mi è stata avanzata da tanti amici. So bene quanto i Cittadini di Capaccio Paestum desiderino una nuova stagione di cambiamento e di sviluppo: a questo progetto sono oggi pronto a contribuire con la capacità amministrativa che tutti, senza distinguo, mi riconoscono.Ho ricoperto diversi ruoli istituzionali, ma, soprattutto in tempi di difficoltà economica, il Sindaco diviene punto di riferimento imprescindibile per tante persone e tante famiglie. Deve perciò essere in grado di svolgere i propri compiti con determinazione ed efficienza. Quella di ‘sindaco capace’ è un’etichetta che molti tendono ad auto-attribuirsi, anche di fronte ad esperienze non proprio esaltanti. Nel mio caso, invece, possono parlare i fatti: frutto di un percorso fatto di competenza, concretezza e vicinanza ai Cittadini. Oggi mi si chiede di impegnarmi in un nuovo progetto amministrativo, in un Comune che è il cuore storico, identitario e produttivo di una terra che conosco alla perfezione. Davanti a me vedo un territorio comunale ricco di persone che lavorano duramente, fervido di energie imprenditoriali, caratterizzato dalla straordinaria ricchezza di risorse storiche e culturali. Toccherà a noi tutti trasformare questo patrimonio in quell’esperienza amministrativa d’eccellenza che la Comunità di Capaccio Paestum attende da decenni. E state pur certi che, uniti, ce la faremo.

Guiderò una compagine ampia, composta esclusivamente da liste civiche, che vedranno in campo tanti giovani, tanti imprenditori, tanti esponenti delle associazioni. Insieme presenteremo alla Comunità un programma elettorale chiaro e snello, con dieci punti da realizzare in un periodo di tempo certo e breve. Per i prossimi giorni la mia priorità sarà però quella di moltiplicare gli appuntamenti sul territorio. Le richieste d’incontro sono già numerose; posso però assicurarvi che cercherò di rispondere positivamente a ogni invito. Ci aspetta un grande lavoro ed è perciò necessario che impariamo a conoscerci sempre meglio. Non mi resta che ribadire che sto per lanciarmi in questa nuova avventura elettorale, che pure non avevo in nessun modo cercato, con tutto l’entusiasmo e con tutta la determinazione di cui sono capace. Se vorrete concedermi la Vostra fiducia, per i prossimi cinque anni sarò al servizio della Comunità di Capaccio Paestum. Lavorando con passione per dare forza alle Vostre energie.”

c.s.

Annunci

Prima domenica di primavera a Paestum con tante iniziative per tutti

locandina slow food_24 marzo

Finalmente è arrivata la primavera anche al Parco Archeologico di Paestum!

Domenica 24 marzo vi aspettiamo con tante iniziative per tutti: laboratori per famiglie dedicati ai suoni dell’antichità e al cibo, visite guidate ai depositi del Museo e passeggiate al buio tra i templi. Nella giornata di domenica chi vorrà raggiungere Paestum in treno potrà farlo utilizzando l’Archeotreno, viaggiando a bordo di un treno storico con “Centoporte”, carrozze degli anni ’30, e “Corbellini”, carrozze degli anni ’50, trainate da una locomotiva elettrica degli anni ’60 in livrea d’origine.

Ecco il PROGRAMMA:

ore 11:00 nel Museo laboratori dedicati ai suoni e alla musica dell’antichità

Un viaggio dalla preistoria (con pietre sonore, fischietti di semi, in canna, in osso, il flauto di osso d’aquila, trombe e sonagliere di conchiglie, sonagli, raschiatori, legni sonori, archi musicali) agli strumenti dell’antichità: i cymbala, i crotala, i tympana, i sistri, i flauti, gli auloi e la mitica cithara. Un incontro per tutta la famiglia in cui bambini e ragazzi potranno sperimentare gli antichi strumenti sonori per scoprire le proprie attitudini mentre adulti ed anziani potranno verificare i poteri terapeutici degli antichi suoni.

Il laboratorio, a cura di Walter Maioli e Melissa Costanzi del Centro del Suono, si ripete dal giovedì alla domenica.

L’iniziativa è inclusa nel biglietto d’ingresso al Parco, nel biglietto annuale Paestum Mia e nella card Adotta un blocco.

Per info: +39 3289050792 / waltermaioli@soundcenter.it

ore 10:00 e 11:30 Laboratori del Gusto con Slow Food Cilento

L’argomento del laboratorio di questa domenica sono i legumi.

Fagioli, piselli, lenticchie, fave, cicerchie e lupini presentano una grande varietà di tipologie, coltivate in piccole realtà che rappresentano una grande ricchezza.

Guidati da Carmela Baglivi, Chef della cultura Mediterranea, verremo trasportati nel racconto delle ricette tradizionali tra piccoli aneddoti e una degustazione di un grande classico contadino: i cicci maritati.

Vi aspettiamo per riscoprire nei legumi gli alleati di sempre: per l’ambiente e per la nostra salute!

L’appuntamento è al Museo. La prenotazione è obbligatoria entro le ore 12:00 di sabato 23 marzo, per gruppi di massimo 20 partecipanti.

Costo del laboratorio: € 3,00 da aggiungere al biglietto d’ingresso al Parco, al biglietto annuale Paestum Mia e alla card Adotta un blocco.

Info e prenotazioni: info@slowfoodcilento.it – tel 3394758553

I laboratori si ripetono ogni quarta domenica del mese.

ore 15:00, 16:00, 17:00 e 18:00 “Il Museo dietro le quinte” – Visite ai depositi

Il museo si è arricchito di un nuovo percorso di visita che, in forma stabile, è entrato a far parte dell’offerta culturale del Parco. Con le visite ai depositi, il visitatore prende parte a un’esperienza davvero unica: il racconto di una tomba lucana e del suo corredo saranno l’occasione per comprendere cosa si nasconde dietro un “bel vaso” esposto in una vetrina del museo. Un dietro le quinte fatto di persone, professionalità, scelte ed emozioni, viaggi in giro per il mondo, recuperi da parte delle forze dell’ordine e molto altro ancora. L’appuntamento è al museo, ogni pomeriggio!

Info: tutti i pomeriggi, tranne il lunedì, alle 15:00, 16:00, 17:00 e 18:00, visite in italiano, inglese, tedesco, francese e spagnolo. Costo del biglietto € 1 da aggiungere al biglietto di ingresso al Parco, al biglietto annuale Paestum Mia e alla card Adotta un Blocco. I bambini fino a 6 anni non pagano.

Su prenotazione, possibilità di visita anche la mattina (e-mail: pae.fruizione@beniculturali.it).

Ore 18:00 Paestum al chiaro di luna – Visite al buio con lanterne al Santuario Meridionale

Una passeggiata unica tra i templi al chiaro di luna. Dopo il tramonto, al calar della sera, i visitatori potranno accedere all’area archeologica di Paestum per l’occorrenza lasciata al buio, utilizzando delle lanterne.

Info: tutti i giorni, quando le condizioni atmosferiche lo permettono, a partire dall’imbrunire fino alle ore 19:00. Iniziativa inclusa nel biglietto di ingresso al Parco, nel biglietto annuale Paestum Mia e alla card Adotta un Blocco

Archeotreno a Paestum

Da domenica 24 marzo, ritorna in Campania l’Archeotreno, il treno storico che consentirà di andare comodamente dal centro di Napoli a Pompei e in tante altre località archeologiche come Paestum. Viaggi per tutta la famiglia a bordo di un treno storico con le Centoporte, le carrozze degli anni ’30, e Corbellini, carrozze degli anni ’50, che per l’occasione verranno trainate da una locomotiva elettrica degli anni ’60 in livrea d’origine.

Costo del biglietto per l’Archeotreno: Adulto, andata e ritorno € 20,00 Ragazzo, andata e ritorno € 10,00. La tariffa ragazzo è destinata ai viaggiatori tra 4 e 12 anni non compiuti. E’ prevista la gratuità per la fascia di età tra 0 e 4 anni non compiuti, accompagnati da almeno un adulto pagante e senza garanzia di posto a sedere. Per i viaggiatori che effettuano la sola corsa di andata o ritorno si applica lo sconto del 50% sulle tariffe indicate. Presso le biglietterie del Parco Archeologico di Paestum è ubicata una cassa “salta fila” dedicata all’emissione dei biglietti per tutti coloro che sono in possesso del ticket Archeotreno.

c.s.