Ente Parco, a breve un importante servizio di mobilità

parco

Si è tenuto a Napoli, presso gli uffici della Regione, l’incontro sulla problematica della sospensione di alcuni servizi di linea nell’ambito del territorio a sud di Salerno, ed in particolare nei comuni di Casaletto Spartano, Caselle in Pittari, Morigerati, Torraca e Tortorella.

La vicenda è stata sottoposta dal Vice Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, Cono D’Elia,  al Presidente De Luca che ne ha subito interessato il Presidente della IV Commissione Regionale Urbanistica, Lavori Pubblici e Trasporti, on. Luca Cascone.

Presenti all’incontro, in rappresentanza della Regione, l’on. Cascone e  la dott. Sofia Di Grado, responsabile dell’ UOD Trasporto su gomma, il consigliere provinciale delegato Paolo Imparato e Domenico Ranesi, Responsabile del Settore Viabilità e Trasporti della Provincia di Salerno, il Vice Presidente dell’Ente Parco, Cono D’Elia, e Arturo Lamanna, responsabile delle omonime Autolinee.

Grazie alle garanzie fornite dall’on. Luca Cascone riguardo la disponibilità della Regione al reperimento delle risorse economiche necessarie, l’incontro si è concluso con  l’impegno da parte di tutti i soggetti interessati al ripristino del servizio nel tempo massimo di una settimana.

Grande soddisfazione ha espresso il Vice Presidente, Cono D’Elia, per il ruolo attivo svolto ancora una volta dall’Ente Parco nell’individuazione e  rappresentazione dei bisogni della collettività locale agli organi politico-amministrativi preposti.

“Sono grato al Presidente Vincenzo De Luca e all’on. Luca Cascone per la loro immediata disponibilità per la soluzione della questione. Una ennesima testimonianza della sensibilità e dell’attenzione che la Regione Campania riserva a tutto il territorio del Parco”, ha dichiarato il Vice Presidente Cono D’Elia.

Task force volontari scendono in campo per pulire Marina di Camerota, Scarpitta: «Chiaro segnale»

Come da programma è in azione da questa mattina, venerdì, alle 9, la task force per la pulizia di Marina di Camerota. In campo è scesa una vera e propria macchina da «guerra» per ripulire dalla trafficata via provinciale che costeggia l’Happy Village e il Touring Club Italiano, fino alla località Calanca e zona Porto. Il sindaco di Camerota, Mario Scarpitta, ha incontrato nei giorni scorsi, insieme al consigliere delegato all’Ambiente Josè Saturno, gli imprenditori delle varie strutture ricettive della zona. Insieme a loro hanno organizzato questa sorta di giornata ecologica che ha riscosso grande successo in paese. Ha riscosso successo non solo per i risultati ottenuti, ma anche per la grande manovra di sensibilizzazione che ha smosso le coscienze di tanti cittadini che spontaneamente sono scesi di casa e hanno rassettato i violetti e le stradine del centro storico.

L’operazione è ancora in corso e fino a questo momento sono stati riempiti camion e cassoni di rifiuti. C’è chi lavora con il decespugliatore, chi invece raccoglie rifiuti di vario genere. C’è chi taglia le siepi e chi adorna con qualche vaso fiorito il proprio balcone. Un’operazione trasversale che ha coinvolto imprenditori, politici, semplici cittadini ma anche tanti lavoratori di strutture turistiche e del consorzio dei rifiuti Yele. «Ci auguriamo che ci possano essere altre giornate come questa – ha detto Saturno – ci appelliamo al senso civico di ogni cittadino, cerchiamo di tenere pulito nei pressi di ogni nostra abitazione e di ogni attività commerciale. Partiamo dalle piccole cose. Possiamo aiutare gli operatori ecologici anche non gettando il mozzicone di sigaretta a terra o il fazzolettino. Questi gesti fanno la differenza». Della stessa idea il primo cittadino Mario Scarpitta: «Una grande risposta della cittadinanza attiva del Comune di Camerota che dimostra di essere più folta e sensibile di ogni nostra più rosea aspettativa – ha sottolineato soddisfatto il sindaco -. E’ un risultato che è un punto di partenza ed è un chiaro segnale di responsabilità e vicinanza a questa amministrazione. Qui ogni cittadino ha capito il momento difficile che sta attraversando l’ente. Momento ereditato, purtroppo, da chi ci ha preceduti».

Ci sono state strutture questa mattina che hanno messo a disposizione i propri operai e altre che hanno partecipato attivamente coinvolgendo anche i turisti. E’ il caso del Touring Club che è sceso in strada con una bella squadra coordinata dal direttore, Francesco Quinto, e da Biagio Mazzeo. «Il coinvolgimento di tutte queste persone è fondamentale in questo momento – ha continuato Scarpitta -. Noi prendiamo atto di questo straordinario risultato. Non sarà sicuramente la prima né tantomeno l’ultima giornata, questa deve diventare normalità. Anzi, più passa il tempo e più noi dobbiamo fare a meno delle giornate ecologiche perchè vorrà dire che la giornata ecologica la facciamo tutti i giorni, differenziando di più, sporcando di meno, avendo più cura delle nostre strade, dei nostri centri ed educando cittadini e turisti a rispettare l’ambiente. Ringrazio il consigliere Saturno che sta facendo tanto bene in questi giorni e ha preso tanto a cuore questa situazione con grande professionalità – ha concluso Scarpitta – ringrazio anche gli uomini della Yele e i lavoratori che si occupano della differenziata, proprio quest’ultimi in questi giorni stanno facendo un ‘tour de force’ e noi li vediamo più motivati, più dinamici e speriamo di potergli dare presto un segnale di vicinanza pagando qualche arretrato».

C.S.