Agropoli, pronto soccorso: consiglieri di opposizione interrogano il sindaco

 

Ospedale-civile-di-Agropoli-940x3641

 

La nuova previsione da parte dei vertici ASL, nel nuovo piano di rientro, definisce l’ospedale di Agropoli “ Struttura in zona particolarmente disagiata” con funzioni chirurgiche non prettamente di emergenza, integrati nella rete ospedaliera di area disagiata. “Questa previsione – secondo i consiglieri di minoranza Emilio Malandrino, Vito Rizzo e Agostino Abate – risulta una soluzione che potrebbe diventare un pericolo e non una tutela per i pazienti. La “Chirurgia ridotta” , prevede – continuano -, possibilità di punti di sutura per l’escoriazione, interventi pseudo-ambulatoriali di microchirurgia in anestesia locale, medicazioni da piccole ferite. Un Presidio senza una Rianimazione, senza sala operatoria con i requisiti essenziali , senza Unità di terapia intensiva Cardiologia ed annessa Cardiologia, senza un laboratorio di analisi e d una radiologia in funzione H 24, non può considerarsi Pronto Soccorso e/o Plesso di Emergenza una struttura non in grado di intervenire su vittime di ferite importanti e/o traumi vascolari , di politraumi da incidente stradale, di ipotetici infarti in corso, di verosimili ischemie cerebrali, di edemi polmonari e/o broncopatie ostruttive , e di tante altre, dubbie , patologie similari”. Per queste ragioni i consiglieri di opposizione interrogano ed interpellano il sindaco per sapere se questa previsione è a tempo determinato o , come per gli scorsi anni, periodica e limitata al periodo GIUGNO/SETTEMBRE. Inoltre chiedono di sapere quali atti ha prodotto l’intera Amministrazione per sollecitare la riapertura di un EFFETTIVO Pronto Soccorso Attivo e/o la modifica del Piano Ospedaliero Regionale attualmente previsto.

REDAZIONE

NEI COMUNI DI SAPRI E CASELLE IN PITTARI SEQUESTRATI DUE INTERNET POINT ABUSIVI

guardia-di-finanza

Nel corso di un’operazione volta al contrasto dell’illecita raccolta delle scommesse i Militari della Tenenza di Sapri hanno individuato e sottoposto a controllo due internet point operanti nei Comuni di Sapri e di Caselle in Pittari. Dalle indagini è emerso che gli internet points, in realtà, agivano come centri di raccolta scommesse abusivi, perché privi delle prescritte autorizzazioni, interponendosi fra la clientela e il sistema di gioco. L’immediato l’intervento dei Finanzieri ha fatto scattare il sequestro di schede di gioco, palinsesti, computer e altro materiale attinente l’attività di raccolta scommesse abusivamente esercitata. Le specifiche operazioni di sequestro sono solo le ultime in ordine di tempo e si inquadrano in una più ampia azione di controllo che le Fiamme Gialle salernitane hanno condotto in questi mesi nei confronti di diversi internet point del cilento, all’interno dei quali era esercitata, di fatto, un attività di raccolta illecita di scommesse che avveniva al di fuori del circuito legale.

C.S.

AGROPOLI, CONTINUA A PERSEGUITARE L’EX CONIUGE. ARRESTATO DAI CARABINIERI

 

wp-1478247105951

I Carabinieri della Compagnia di Agropoli, diretti dal Capitano Francesco Manna, nella giornata del 27 marzo 2017 hanno tratto in arresto un 49enne pregiudicato di Agropoli, responsabile di non aver ottemperato alla prescrizione imposta dal Tribunale di Vallo della Lucania che gli intimava di non avvicinarsi all’ex coniuge.
Lo stesso, nell’anno 2016, si era reso responsabile di minacce, molestie e lesioni nei confronti dell’ex moglie, la cui denuncia fece scattare le indagini dei Carabinieri e la successiva decisione del Giudice di emettere un’ordinanza di divieto di avvicinamento alla persona offesa, poi eseguita ad ottobre dello stesso anno dai Carabinieri della Stazione di Agropoli.
Ulteriori investigazioni recentemente eseguite dagli stessi militari, hanno però consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico del destinatario della misura che, non rispettando il citato precetto, ha indotto la competente Autorità Giudiziaria a sostituire la precedente misura con una più afflittiva.
Il prevenuto, che risultava già sottoposto alla medesima misura cautelare per una rapina commessa ad Agropoli nel mese di maggio 2016, è quindi stato nuovamente sottoposto al regime degli arresti domiciliari, a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

C.S.

Roscigno, lavori di messa in sicurezza sulla SP3428 in località S.Andrea

roscigno.jpg
Domenico Ranesi, dirigente del settore “Viabilità e Trasporti” della Provincia di Salerno ha convocato su proposta del RUP dott. Mario de Rosa la seconda riunione della conferenza di servizi prevista per domani Giovedì 30 Marzo alle ore 11.00 presso Palazzo Sant’Agostino sede della provincia di Salerno. Finalità dell’incontro è quello di esaminare il progetto definitivo relativo ai lavori di messa in sicurezza, ripristino e consolidamento, nonchè interventi urgenti di protezione civile e di mitigazione del rischio idrogeologico sulla SP3428 in località S.Andrea tra Roscigno e Corleto Monforte. Causa degli interventi diversi dissesti e movimenti franosi che interessano il tratto in questione. Il soggetto attuatore è l’Amministrazione Provinciale di Salerno presso cui sono depositati gli atti del procedimento che possono essere consultati anche sul sito web della Provincia di Salerno http://www.provincia.salerno.it

Ambiente, campagna contro l’abbandono dei rifiuti: tappe anche nel Cilento

 

 

Un appuntamento che rappresenta l’evento centrale italiano di “Let’s Clean Up Europe”, campagna europea contro l’abbandono dei rifiuti che si terrà in tutto il continente dal 1 marzo al 30 giugno 2017. La corsa è promossa da AICA – Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. L’eco-trail partirà dalla cima del Vesuvio sabato 1 aprile e si concluderà venerdì 7 aprile alle pendici dell’Etna. Le tappe dell’eco-trail saranno, nell’ordine: Parco del Vesuvio, Amalfi, Paestum , Pollica, Maratea, Rotonda, Parco della Sila, Catanzaro, Taurianova, Riace, Reggio Calabria, Messina e Parco dell’Etna. Il rifiutologo Roberto Cavallo correrà in ognuna delle sette tappe raccogliendo i rifiuti abbandonati che troverà lungo il percorso, fotografando e mappando quelli che non riuscirà a raccogliere. Obiettivo è quello di sensibilizzare la popolazione e i media contro l’abbandono dei rifiuti. Per quanto riguarda il Cilento Domenica 2 aprile, il rifiutologo Roberto Cavallo e l’eco-runner Roberto Menicucci, correranno lungo i 50 km che dividono Paestum da Pioppi. Previste lungo il percorso, alcune iniziative di pulizia di piccole aree boschive e strade interne del Cilento. Il regista Mimmo Calopresti seguirà la tappa per farne un docufilm che racconta il viaggio di Roberto Cavallo lungo le strade del sud Italia. L’evento si concluderà con una breve conferenza a Pioppi, presso il Museo Vivente della Dieta mediterranea.Per chi vorrà sarà possibile affiancare a piedi o in bici, anche solo per brevi tratti, i due eco-corridori.

REDAZIONE

Cilento, occultava arma clandestina: arrestato dai carabinieri un 71enne di Padula

revolver.jpg

I Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, coordinati dal Tenente Davide Acquaviva, al termine di un servizio a largo raggio finalizzato al controllo delle armi detenute da privati, hanno arrestato in flagranza di reato un settantenne di Padula per ricettazione e detenzione di arma clandestina.
I militari della Stazione di Sassano (SA) rinvenivano nell’abitazione dell’uomo, occultata in una cassapanca per la biancheria, una pistola revolver marca Iver Johnson cal. 38 SW, con matricola abrasa, risalente agli anni ‘20 novecento, perfettamente funzionante nonché 48 proiettili di vario calibro, compatibili con tale arma corta.
Curiosità: il modello del revolver sequestrato fu lo stesso utilizzato dal palestinese, ora ergastolano, Sirhan Sirhan per assassinare il senatore Robert “Bobby” Kennedy (fratello di John) il 5 giugno del 1968.
L’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

C.S.