AD AGROPOLI L’APERTURA DI UN CENTRO DI ASCOLTO

chiesa-madonna-delle-grazie-agropoli

 

La comunità parrocchiale di Santa Maria delle Grazie in Agropoli ha da tempo accolto l’invito e raccolto la sfida a divenire “Chiesa in uscita”, invito e sfida che papa Francesco ha lanciato con la sua esortazione apostolica Evangelii Gaudium.
D’altronde, la Chiesa, “nasce in uscita”:

«Voi uscite per le strade e andate ai crocicchi: tutti quelli che troverete, chiamateli, nessuno escluso (cfr Mt 22,9).

Soprattutto accompagnate chi è rimasto al bordo della strada, «zoppi, storpi, ciechi, sordi» (Mt 15,30).

Alle diverse declinazioni dell’ambito della carità già operative (Centro Aiuto alla Vita, Caritas, Sportello famiglia, Sportello lavoro, U.N.I.T.A.L.S.I.) si aggiunge una nuova ed auspicata realtà per Agropoli: il Centro di Ascolto.

Di Cosa si tratta.

Il Centro di Ascolto è un luogo dove si realizza la Grazia mediante la quale tutta la comunità cristiana esprime e vive la dimensione dell’ascolto e la testimonianza della carità. E’ altresì il punto di riferimento per le persone e per le famiglie in difficoltà in cui i loro bisogni trovano ascolto e considerazione. E’ un punto di osservazione privilegiato per la conoscenza delle situazioni di emarginazione e difficoltà presenti sul territorio.

Gli obiettivi del Centro di Ascolto si possono sintetizzare nei seguenti punti:
– Accogliere, ascoltare, orientare, farsi carico delle persone in difficoltà, ed in situazioni di povertà attraverso progetti di aiuto personalizzati;

– Accompagnare la persona che vive lo stato di disagio in un processo di liberazione dalle cause che hanno provocato la domanda di aiuto;

– Individuare i bisogni espressi e latenti sul territorio;

– Sensibilizzare la comunità cristiana e la società civile affinché conoscano e si prendano cura delle situazioni di povertà;

– Promuovere una cultura della solidarietà.

Il Centro di Ascolto si rivolge a coloro che, per diversi motivi, possono avere bisogno di un aiuto particolare, di qualche informazione oppure, semplicemente, di un consiglio.

La sede dove rivolgersi è l’oratorio Giovanni Paolo II presso la parrocchia Santa Maria delle Grazie, in piazza della Repubblica in Agropoli.

Questi i giorni di apertura:

mercoledì e venerdì dalle 16,30 alle 18,30

COMUNICATO STAMPA

 

ALLUVIONE 2015, IL SINDACO PALUMBO: <>

esondazione-sele-foto-piano-12
<<Con chi credono di avere a che fare? Nonostante la gente li ha mandati a casa sei mesi fa, ancora pretendono di fare i maestrini della situazione, prendendo in giro i cittadini>>. Il Sindaco di Capaccio Paestum, Franco Palumbo, risponde così alle ultime esternazioni di alcuni esponenti dell’ex Amministrazione Voza fatte pubblicamente in merito al risarcimento dei danni cagionati dall’esondazione del fiume Sele nel 2015.

 

<<Dal punto di vista giuridico, non è assolutamente vero quanto da loro asserito perché la legge in materia è chiarissima: le domande di risarcimento devono essere presentate, tramite il Comune, alla Regione Campania entro e non oltre il decimo giorno lavorativo. – sottolinea Palumbo – Chi sostiene l’opposto, cercando di scaricare su altri le proprie responsabilità, lo fa in malafede e prendendo due volte in giro famiglie e aziende che, oltre al danno materiale dell’alluvione del 2015, hanno ricevuto anche la beffa di sapere che quelle domande non furono presentate entro i termini giusti>>.

<<Emerge ancora una volta la scorrettezza istituzionale di chi cerca di arrampicarsi sugli specchi, creando false aspettative nei cittadini. – conclude il Sindaco – Bisognerebbe essere corretti nei confronti della comunità e assumersi le proprie responsabilità. Qui, invece, stiamo assistendo al fenomeno opposto perché chi è gravemente responsabile per un danno causato ai cittadini, si erge a maestrino e a fenomeno cercando di dare le soluzioni su come fare. Se proprio hanno così a cuore la vicenda, inizino a spiegare ai cittadini perché non sono stati informati due anni fa, ossia quando è giunta l’archiviazione. Se ne stessero lì dove sono stati spediti con il voto dai cittadini di Capaccio Paestum, a casa. Non ce lo devono dire loro che è auspicabile trovare una soluzione al problema, perché è quando ci siamo insediati che stiamo combattendo quotidianamente per porre rimedio si loro disastri>>.

C.S.

 

Salento, “Jazz sotto le stelle… e non solo” Domani il concerto di Tosca

Tosca-2.jpg

Secondo appuntamento per “Jazz sotto le stelle… E non solo”, in programma in questi giorni a Salento, in provincia di Salerno. Domani, domenica 10 dicembre 2017, alle ore 20:30 nella Chiesa di Santa Barbara in piazza Europa, ci sarà il concerto di Tosca, dal titolo “Appunti musicali dal mondo”.

Artista poliedrica di fama nazionale, da sempre affascinata dalla tradizione e dalla cultura popolare, Tosca ha saputo fare sue quelle radici sonore che ogni cultura da lei approcciata le ha donato. Rimettendo insieme tutti questi frammenti, è nato un viaggio in acustico attorno alla Terra.

Uno spettacolo di suoni e parole che conduce l’artista e lo spettatore attraverso un percorso poetico ed emozionante, anche grazie al sapiente utilizzo di lingue molto lontane fra loro. Un “racconto in musica” che passa da un fado portoghese a una ninna nanna russa, da un canto sciamano a uno tradizionale dei matrimoni Yiddish, fino ad approdare alle nostre sponde popolari napoletane, romane e siciliane, inframmezzando il tutto con le parole di grandi poeti del mondo.

Insieme a Tosca sul palco due grandi maestri polistrumentisti: Giovanna Famulari al pianoforte e violoncello e Massimo De Lorenzi alle Chitarre.

La rassegna “Jazz sotto le stelle”, ideata dall’amministrazione comunale e realizzata grazie ai fondi del Programma Operativo Complementare (POC) Campania 2014-2020, si concluderà sabato 16 dicembre con il concerto di Gino da Vinci, accompagnato dall’Orchestra Fiscale diretta dal maestro Ettore Gatta.

NATALE VALLESE 2017/2018: ECCO IL PROGRAMMA DEGLI EVENTI

VALLO DELLA LUCANIA SI ACCENDE PER IL NATALE
Un calendario  ricco di eventi e importanti novità
Il programma  del “Natale Vallese”, promosso e organizzato dall’amministrazione comunale per le imminenti festività natalizie, presenta numerosi eventi che, iniziati già il 5 di dicembre, si susseguiranno poi in tutto l’arco del mese per concludersi il 7 gennaio 2018.
il 5 dicembre si è partiti con “Vallo accende il Natale”, alla presenza di due testimonial di eccezione: Giuseppe Filpi, medaglia d’argento all’European Youth Olympic Festival di Gyoer 2017, e Vienna Cammarota, guida Gae, prima donna al mondo a fare a piedi il viaggio compiuto dallo scrittore tedesco Wolfgang Goethe.
L’allestimento delle tradizionali luminarie ha interessato le principali vie cittadine con particolare risalto dei giardini comunali di P.zza Dei Martiri e con l’installazione di un bellissimo albero natalizio di 17 metri in p.zza Santa Caterina.
Tutte le sere su Palazzo di Città saranno proiettate immagini natalizie con gli auguri in tutte le lingue del mondo e filodifussione di brani natalizi.
Per il secondo anno consecutivo e per tutti i weekend a partire dall’8/12, in piazza Vittorio Emanuele saranno allestiti i tradizionali mercatini natalizi con una novità: la casetta di Babbo Natale in cui è presente un laboratorio didattico sulle tartarughe.
É da sottolineare la grande coesione e il senso di comunità che anche quest’anno caratterizza il Natale Vallese; la fattiva collaborazione e l’apporto economico delle categorie creditizie ed imprenditoriali ha consentito la realizzazione del programma cui hanno preso parte varie associazioni cittadine: la Pro-Loco, la “Misericordia”, i cori Parrocchiali di San Pantaleone e della Madonna delle Grazie, il coro Diocesano, le associazioni sportive, il Conservatorio Martucci di Salerno e l’Istituto Musicale Goitre.

Calendario degli eventi:
Venerdì 8 dicembre
Ore 9,45 Apertura Mercatini Natalizi in piazza Vittorio Emanuele;
Ore 11,00 Inaugurazione casetta di Babbo Natale alla presenza del Sindaco dott. Antonio Aloia. A seguire animazione per bambini con il magico mondo delle tartarughe.
Ore 19,00 La Pro loco di Vallo offre alla cittadinanza, presso Palazzo di Città, cioccolata calda e biscotti.
Ore 19,00 Da Palazzo di Città: “Note di Natale” ;
Ore 20,00 Palazzo di Città si illuminerà con proiezioni natalizie

Sabato 9 dicembre
Mercatini Natalizi a partire dalle ore 9,45.
Intera giornata dedicata a laboratori didattici presso la casetta di Babbo Natale sul Mondo delle tartarughe.

Domenica 10 dicembre
Ore 9,45 Apertura Mercatini Natalizi.
Ore 10,00 P.zza Vittorio Emanuele Manifestazione della Col Diretti “Campagna Amica”.
Ore 11,30 Animazione per bambini presso la casetta di Babbo Natale con spettacolo di Magia e Musica a cura dei “I Borealis” .
Ore 12,00 Animazione con il magico mondo delle tartarughe
Ore 12,15 Da Palazzo di Città: “Note di Natale“ con le Fisarmoniche Diatoniche .

Sabato 16 dicembre
Ore 9,45 Apertura Mercatini Natalizi.
Ore 11,30 Animazione per bambini presso la casetta di Babbo Natale . Intera giornata dedicata all’animazione con “Il magico mondo delle tartarughe”.
Ore 18,30 Aula Consiliare Palazzo della Cultura Concerto del Conservatorio “Martucci” di Salerno” dal Flamenco al Jazz”.

Domenica 17 dicembre
Ore 9,45 Apertura Mercatini Natalizi.
Ore 11,00 P.zza Vittorio Emanuele Esibizione danza Free Style allievi scuola ASD Serenity Dance.
Ore 11,30 Animazione presso la casetta di Babbo Natale con il magico mondo delle tartarughe.
Ore 12,00 Da Palazzo di Città: “Note di Natale “.
Ore 19,15 Cappella di San Biagio Canti Natalizi a cura del Coro della Parrocchia Madonna delle Grazie

Lunedì 18 dicembre
Ore 19,00 Chiesa Santa Maria delle Grazie concerto di Natale del Maestro Espedito De Marino.

Giovedì 21 dicembre
Intera giornata dedicata ai Mercatini Natalizi a partire dalle ore 9,45.
Ore 18,00 Aula Consiliare Palazzo della Cultura Convegno : L’Arte Presepiale:Il Presepe Napoletano del ‘700.

Venerdì 22 dicembre
Intera giornata dedicata ai Mercatini Natalizi a partire dalle ore 9,45.
Ore 20,30 Cattedrale di San Pantaleone Concerto di Natale con la straordinaria partecipazione del maestro Paolo Di Iorio 1° contrabassista del Teatro San Carlo di Napoli.

Sabato 23 dicembre
Intera giornata dedicata ai Mercatini Natalizi a partire dalle ore 9,45.
Ore 19,00 Fraz. Angellara Chiesa di Santa Veneranda “……è nato un Bambino”

Domenica 24 dicembre
Ore 11,30 Da Palazzo di Città :” Note di Natale” Canto Lirico

Martedì 26 dicembre
Ore 19,00 fraz. Angellara Chiesa di Santa Veneranda Concerto di Natale a cura degli allievi del conservatorio Martucci e dell’istituto Musicale Goitre.

Sabato 30 dicembre
Ore 20,00 Cappella del Seminario Concerto di Natale a cura del Coro Diocesano.

Domenica 31 dicembre
Ore 11,30 “Note di Natale” da Palazzo di Città.

Martedì 2 gennaio
Ore 20,00 Teatro Auditorium “Leo de Berardinis”: Anteprima opera “La Traviata” a cura dei musicisti del Teatro Verdi di Salerno.

Sabato 6 gennaio
Ore 20,00 Gran Galà Lirico diretto dal Maestro Vincenzo Di Matteo del Conservatorio “E. Duni” della Città di Matera.

Domenica 7 gennaio
Ore 11,45 “Note di Natale” da palazzo di Città
Ore 20,00 Teatro Auditorium”Leo de Berardinis” Operetta buffa “La Serva Padrona” diretta dal Maestro Vincenzo Di Matteo del Conservatorio “E.Duni” della Città di Matera.
A breve saranno rese note altre date in via di definizione relative a momenti di convivialità da svolgersi presso il Palazzo della Cultura e nelle frazioni in collaborazione con l’Associazione di volontari “Misericordia”.

C.S.

La Campania in Piazza San Pietro per donare l’albero a Papa Francesco

 

IMG_1384

 

Donato a Papa Francesco il #presepe dell’Abbazia di #Montevergine che rimarrà in esposizione per tutte le festività, fino al prossimo 10 gennaio. L opera è stata posizionata sul sagrato della grande piazza;il presepe è stato realizzato in stile settecentesco dal  un laboratorio artigianale partenopeo secondo la piu antica tradizione napoletana.E’ costruito su un’ampia superficie di circa 80 mq, con altezza massima di 7 metri. Il presepe è ispirato all’opera della Misericordia con 20 pastori di altezza variabile di circa 2 mt e composti in  terracotta  policroma con occhi in cristallo ed abiti d’epoca con pregiati tessuti ricamati.

“E’ una grande opportunità per promuovere gli itinerari religiosi della Campania in un contesto in cui affluiscono flussi di visitatori e di pellegrini provenienti da tutto il mondo in visita alla maestosa basilica di San Pietro nel periodo delle festività natalizie. Un’occasione unica per lanciare il brand “I percorsi dell’anima”e l’offerta del turismo religioso della Campania.” Commenta così l’intensa giornata romana l’Assessore allo Sviluppo e Promozione Turistica della Regione Campania Corrado Matera.

C.S.

Camerota, nuovo ‘Centro Anziani Pescatori’ apre le porte. Sindaco: «Ad ogni polemica un’inaugurazione»

Via le polemiche e spazio alle lacrime, logicamente di gioia. Nel giorno dell’Immacolata l’Amministrazione comunale di Camerota ha inaugurato il nuovo ‘Centro Anziani Pescatori Sacro Cuore di Gesù’ sul porto di Marina di Camerota. Il circolo è stato realizzato senza toccare i fondi dalle casse dell’Ente. Alle spese di ristrutturazione e di completamento dell’arredo hanno partecipato il sindaco Mario Salvatore Scarpitta (con lo stipendio da amministratore al quale rinuncia ogni mese), l’assessore al Porto e alla Cultura Teresa Esposito e un gruppo di volontari che ci hanno messo la manodopera. Applausi e una folla di cittadini, anziani e meno anziani, hanno assistito al discorso del sindaco e dell’assessore Esposito, all’augurio della delegata alle Politiche Sociali Sara Pellegrino, alla benedizione del parroco don Gianni Citro e al taglio del nastro.
«Qualcuno lo chiama circolo, io invece lo chiamerò contenitore. Qua dentro ci sarà la nostra storia, i nostri anziani, quelli che hanno permesso a Marina di Camerota di diventerà la Perla che è oggi – ha sottolineato il primo cittadino, Mario Scarpitta, visibilmente commosso -. Faremo installare presto delle panchine all’esterno di questa struttura per permettere ai nostri nonni di raccontare la storia di Marina ai più giovani e ai turisti che potranno accomodarsi accanto a loro ogni volta, in ogni momento». Poi poche parole per precisare alcune cose e smentire il chiacchiericcio diffusosi in questi giorni: «Nel capitolato dei lavori di questa struttura è previsto che i nostri pescatori abbiano quello che noi oggi stiamo realizzando – continua Scarpitta – noi stiamo mettendo in ordine quello che era previsto in questo stabile. I nostri anziani avevano a disposizione un circolo che quattro anni fa si è perso, e lo dico senza nessuna accusa, poi è stata trovata una sorta di riparazione in una piccola saletta ma quello che meritano lo vedete alle nostre spalle. Noi comunque ad ogni polemica risponderemo con una inaugurazione».
«E’ per me una grande emozione regalare ai nostri pescatori questo posto. E’ solo il primo tassello sul porto, che diventerà presto per noi il nostro orgoglio» ha sottolineato invece l’assessore Teresa Esposito. «I paesi di mare come Marina hanno un cuore che batte qui. I paesi come Marina hanno un cuore che batte su questi balconi che guardano verso l’orizzonte, che guardano verso l’infinito. Sindaco io sono d’accordo con le panchine perchè qui a Marina sono bravi a parlare» ha concluso don Gianni pochi attimi prima della benedizione.
Dopo abbracci, strette di mano e ancora momenti di commozione con i pescatori che si riconoscevano nelle foto in bianco e nero affisse sulle pareti del centro. Per concludere un buffet offerto dall’Amministrazione e dal presidente del centro, Luigi Esposito.
C.S

Carta di Identità Elettronica: Roccadaspide tra i primi comuni in provincia di salerno ad attivarla

carta_identita_elettronica

Innovativa, moderna e versatile: sono solo alcuni degli aggettivi che denotano la nuova carta d’identità elettronica, che entro il 2018 è destinata a sostituire gradualmente ma definitivamente la vecchia tessera cartacea. Anche i comuni salernitani si stanno attivando per adeguarsi alla normativa che prevede, entro l’inizio del prossimo anno, l’entrata in vigore del nuovo documento, che sarà obbligatorio. Tra i pochi che hanno già attivato le procedure per il rilascio, adeguandosi in tempi rapidi alle norme in materia, c’è anche Roccadaspide, tra i primi in provincia di Salerno, e il primo nella zona compresa tra Valle del Calore, Alburni e Alento. Dal 1 gennaio 2018 quindi, i cittadini di Roccadaspide potranno richiedere il rilascio della nuova tessera. Sul sito ufficiale del comune (www.comune.roccadaspide.sa.it) sarà abilitato un fronte office per dare supporto ai cittadini.

I dettagli, le opportunità e ogni informazione utile ai cittadini di Roccadaspide sulla CIE saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa in programma questa mattina (sabato 9 dicembre alle 10), nell’ufficio del sindaco.

La Carta d’Identità Elettronica è un documento di riconoscimento in policarbonato, valido dieci anni, simile ad una carta di credito, che certifica l’identità della persona e consente di accedere ai servizi telematici messi a disposizione dalla Pubblica Amministrazione. Sulla tessera sono riportati i dati della persona titolare della tessera, che vengono memorizzati anche nel microchip e nella banda ottica presenti sulla carta, per garantire l’inalterabilità dei dati stessi: nome e cognome, data e luogo di nascita; codice fiscale; residenza e cittadinanza; codice numerico del comune; data di rilascio e scadenza; firma digitale del titolare; impronta digitale; fotografia digitalizzata; eventuale indicazione di non validità ai fini dell’espatrio; dati amministrativi del Servizio Sanitario Nazionale.

Per richiedere il rilascio della nuova tessera occorre recarsi all’ufficio anagrafe del Comune esibendo la carta di identità scaduta o in scadenza, l’eventuale denuncia di furto o smarrimento, un documento di riconoscimento: l’amministrazione comunale di Roccadaspide incaricherà un dipendente che accompagnerà l’utente nell’iter per il rilascio della tessera, che potrà essere consegnata entro 6 giorni, dall’acquisizione dei dati da parte del comune. Per i cittadini, il monitoraggio dello stato di spedizione delle CIE è possibile registrandosi al sito “Agenda CIE”. Dopo la registrazione al sito sarà possibile monitorare lo stato di lavorazione della carta d’identità elettronica.

La CIE  potrà esse utilizzata per viaggiare nei Paesi dell’Unione Europea e in quelli con cui lo Stato Italiano ha firmato specifici accordi. Quindi sarà valida per l’espatrio, ossia permetterà di entrare senza passaporto in vari Paesi: Austria, Belgio, Bosnia, Repubblica Ceca, Cipro, Croazia, Danimarca, Egitto, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gibilterra, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Macedonia, Marocco, Malta, Monaco, Repubblica di Montenegro, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Tunisia e Turchia, Ungheria.

Il prezzo della carta d’identità elettronica per il primo rilascio o rinnovo è di 22 euro. La CIE potrà essere rilasciata anche a minorenni accompagnati da un genitore munito di documento di riconoscimento, mentre per la richiesta di rilascio del documento valido per l’espatrio è necessario l’assenso di entrambi i genitori. Se i minori sono extracomunitari occorre presentare specifica documentazione.

Tra le innovazioni della nuova tessera, vi è quella relativa alla propria volontà di donare gli organi; insieme alla digitalizzazione anagrafica, sarà possibile dichiarare la propria volontà sulla donazione degli organi chiedendone la registrazione nel Sistema Informativo Trapianti.

Su questo importante aspetto, l’Associazione Italiana Donatori di Organi ha dato la propria disponibilità a organizzare incontri con i docenti delle scuole di Roccadaspide, per consentire loro di sensibilizzare gli studenti sul tema della donazione degli organi.

C.S.

Ceraso, nel paese cilentano le riprese del film “Passpartù: Operazione Doppio Zero”

Cattura

Il Cilento convince sempre di più. Sono molti i registi italiani a sceglierlo per ambientare i propri lavori cinematografici.
Ceraso, piccolo comune della provincia di Salerno, è la location principale individuata per la commedia “Passpartù: Operazione Doppio Zero”.
Un cast di tutto rispetto, diretto da Lucio Bastolla, nel quale riconosciamo attori noti quali Giacomo Rizzo, Veronica Maya, Maurizio Mattioli, Yuliya Mayarcuk.
Città importanti come Napoli e Salerno ma anche altre località cilentane, Agropoli, Pioppi, Acciaroli e Palinuro sono state scelte per le ambientazioni del nuovo progetto cinematografico ma sarà nel centro storico di Ceraso, più precisamente all’esterno e all’interno del Palazzo di Lorenzo, che si svolgerà gran parte della trama del film.
Si narra la vicenda di un gruppo di amici che, affannati in lavori occasionali e con il lontano miraggio del posto fisso, decide di presentare un progetto per la concessione in gestione di un albergo nel Comune di Ceraso, nella caratteristica cornice del Parco Nazionale del Cilento.
I giovani amici vivranno qui la loro storia, incantati dalla bellezza dei luoghi e catturati dai sapori del buon cibo. Momenti passionali si alterneranno a momenti di comicità ed ilarità.
Le riprese del film, nel centro storico di Ceraso e all’interno del Palazzo di Lorenzo, si svolgeranno nel mese di dicembre 2017 e nei mesi di aprile, maggio e giugno 2018.
Il Cilento è conosciuto dal grande pubblico grazie alla pellicola di Luca Miniero “Benvenuti al Sud”, che ha portato alla ribalta la suggestiva Santa Maria di Castellabate e alla più recente “Veleni” della regista Nadia Baldi.
“Premesso che questa Amministrazione ha sempre coltivato un forte interesse per tutte le forme espressive intese alla valorizzazione ed alla promozione della cultura nelle sue varie manifestazioni, organizzando più volte eventi prettamente volti alla riscoperta delle tradizioni locali, a far conoscere le molteplici bellezze naturali che connotano il territorio, mettere in rilievo la conservazione delle caratteristiche peculiari dei centri storici, la genuinità e la spontaneità della gente del posto, rimasta ancorata ai valori antichi e veri di una comunità che affonda le radici nella Storia”, è questa la premessa della Delibera G.C. n. 093 del 16 novembre 2017.
La Giunta Comunale, guidata dal primo cittadino, l’avv. Gennaro Maione, ritiene questa iniziativa “meritevole di apprezzamento anche solo a voler considerare il potenziale ritorno di immagine per il Comune, il suo territorio e la sua economia, per il fatto di essere stato scelto tra le principale ‘location’ di svolgimento della narrazione, ma anche per le significative tematiche culturali trattate anche se nel contesto di una commedia brillante”.
Concesso alla produzione del film “Passpartù: Operazione Doppio Zero” il Patrocinio Morale del Comune, per la promozione del territorio in termini di ritorno d’immagine, per i temi trattati, per la validità del soggetto, del cast e della sceneggiatura e un sostegno materiale sotto forma di supporto logistico, accoglienza ed ospitalità al cast ed alla troupe cinematografica del film.
Alla spesa per supportare la produzione del film, l’esecutivo cerasuolo farà fronte fino a concorrenza della somma di € 5.000,00.
Alla produzione è stato, inoltre, richiesto di fornire, su formato DVD, il filmato integrale con tutte le scene girate a Ceraso, sia quelle inserite che quelle non inserite nel film.
Tale materiale verrà riutilizzato a fini divulgativi e promozionali.

Norma De Martino

È arrivata Apple Pay per tutti i clienti di CartaBCC – BCC dei Comuni Cilentani. 

bcc_applepay.jpg
Un modo di pagare facile, sicuro e riservato.  Ecco come funziona. Da oggi i clienti di CartaBCC – BCC dei Comuni Cilentani potranno utilizzare Apple Pay, che sta trasformando il sistema dei pagamenti via mobile in modo semplice, sicuro e riservato per acquistare in modo più veloce e conveniente. Apple Pay è da oggi disponibile per tutte le CarteBCC che possono essere richieste nelle 15 filiali della banca.  Il lancio di Apple Pay rappresenta un ulteriore traguardo nel percorso di innovazione e digitalizzazione intrapreso dalla BCC Comuni Cilentani nonché di fidelizzazione della propria clientela, a cui viene offerto un innovativo strumento in aggiunta a tutti i premi e vantaggi offerti dalle CartaBCC. Sicurezza e privacy sono poi fondamentali per Apple Pay. Quando si utilizza CartaBCC con Apple Pay, i numeri della carta non sono conservati sul dispositivo, né dai server di Apple. Viene invece assegnato un numero univoco criptato e protetto nel Secure Element sul dispositivo del cliente. Ogni transazione è autorizzata con un unico codice di sicurezza dinamico.  ApplePay è facile, sicuro e veloce e rafforza la visione di Banca 3.0 che guarda ai nuovi sistemi di pagamento come un formidabile strumento di semplificazione e di connessione con la nostra clientela. Lo shopping online nelle app e nei siti web che accettano Apple Pay è semplice con Touch ID, o semplicemente con un doppio clic sul pulsante laterale e guardando sullo schermo del proprio iPhone X per l’autenticazione con Face ID. Con Apple Pay non è necessario compilare noiosi moduli o digitare ripetutamente le informazioni di spedizione e fatturazione. Quando si acquistano beni e servizi attraverso app o Safari, Apple Pay funziona con iPhone 6 e versioni successive, e con iPhone SE, iPad Pro, iPad (5a generazione), iPad Air 2 e iPad mini 3 e versioni successive. Si può anche utilizzare Apple Pay in Safari e su qualsiasi Mac (basta che siano sul mercato dal 2012 e con sistema MacOS Sierra), confermando poi l’acquisto con iPhone 6 (o versione successiva), oppure con Apple Watch o con il Touch ID del nuovo MacBook Pro.
C.S.