OMICIDIO VASSALLO, SI APRONO NUOVE PISTE GRAZIE ALL’INDAGINE DELLE IENE

Cattura.JPG

Continuano le indagini delle Iene sul caso Vassallo, il Sindaco di Pollica ucciso 9 anni fa, anni in cui la situazione è rimasta poco chiara e senza un colpevole.

La Iena Giulio Golia, nel servizio di ieri sera, si è concentrato sulle ombre lasciate su questo caso da vari uomini delle Forze dell’ordine, accusati di aver rapporti con personaggi mafiosi.

Nel servizio, Golia raccoglie testimonianza di varie persone vicine a Vassallo, come la moglie, la figlia, un ex segretario comunale, ma anche di figure ambigue e indagate, come il colonnello Cagnazzo di Castello di Cisterna, e soprattutto quella di un testimone rimasto anonimo, che potrebbe stravolgere le indagini, il quale accusa Lazzaro Cioffi, anche lui della stazione di Castello di Cisterna, un carabiniere infedele affiliato ai Fucito di Caivano, che attualmente è il principale indagato per l’omicidio del Sindaco pescatore.

Dopo il primo servizio delle Iene, il fratello di Vassallo, Dario, era stato ascoltato dall’Antimafia e il procuratore Greco, il quale avrebbe parlato con Vassallo la mattina del giorno dell’omicidio, si sarebbe presentato autonomamente alla magistratura per chiarire la sua posizione.

Si spera che con il lavoro delle Iene, si possa finalmente fare luce su questo caso irrisolto e che venga fatta giustizia per un uomo che ha dato tutto se stesso per Pollica e per il Cilento.

Per il servizio integrale cliccare qui

PASQUALE D’AGOSTINO

Annunci

Piano di Zona Ambito S7. Due servizi per l’integrazione degli studenti disabili

disabili-scuola.jpg

Offrire un sostegno alle famiglie e alla scuola per favorire l’integrazione degli alunni con disabilità: è uno degli obiettivi del Piano di Zona Ambito S7 con sede a Roccadaspide, che anche per l’anno scolastico in corso, come per i precedenti, sta fornendo importanti servizi per dare risposte ai bisogni degli studenti portatori di disabilità. Sono due le principali attività garantite: una di queste è la messa a disposizione degli alunni delle scuole dell’infanzia, primaria e media, di figure specializzate con il compito di favorire la capacità di comunicazione e di interrelazione degli studenti portatori di disabilità. Per lo scorso anno scolastico sono stati messi a disposizione 18 operatori per 63 studenti. Un servizio già garantito in passato che anche quest’anno, dunque, viene confermato e che si rivela un aiuto fondamentale nel favorire l’autonomia personale degli alunni, anche per evitare rischi di isolamento e di emarginazione.
Il servizio in particolare prevede un sostegno socio educativo finalizzato ad assicurare il diritto allo studio attraverso forme di assistenza in grado di facilitare la comunicazione, la socializzazione, l’inserimento e l’integrazione scolastica, l’apprendimento lo sviluppo delle potenzialità individuali. Il servizio, inoltre, garantisce la continuità tra i diversi gradi di scuola con percorsi educativi personalizzati ed integrati con altri servizi territoriali.
L’altro servizio messo a disposizione dal Piano di Zona è il trasporto scolastico degli studenti con disabilità che frequentano gli istituti superiori presenti nei comuni afferenti all’ambito. Per questo servizio sono stati messi a disposizione due operatori, preposti anche all’assistenza specialistica.
Si tratta quindi di servizi di notevole importanza che testimoniano la centralità dell’integrazione scolastica nelle azioni quotidiane del Piano di Zona, e che rappresentano una risposta reale e concreta alle necessità delle famiglie.

c.s.

UN IMPIANTO PER TRATTARE LE BIOMASSE AGRICOLE .CASTELLABATE OTTIENE IL FINANZIAMENTO PER REALIZZARLO

Energia rinnovabile.jpg

Il progetto che prevede la realizzazione di un impianto di piccola taglia a biomassa vegetale per la produzione di energia elettrica e termica nel Comune di Castellabate è stato ammesso a finanziamento tramite i fondi del PSR Campania 2014/2020. L’impianto, che sarà installato in località Maroccia, riuscirà a contribuire alla riduzione dell’attuale spesa energetica del Comune con il ricorso a tecnologie moderne e sostenibili grazie all’utilizzo di scarti di origine forestale, agricola e agroindustriale. Il progetto, il cui costo è di circa 500mila Euro, si pone come obiettivo l’ottenimento dei massimi rendimenti possibili per la produzione di energia elettrica, uniti all’assoluta garanzia della tutela ambientale. Per l’approvvigionamento dell’impianto sono stati, già all’atto della presentazione del progetto, sottoscritti accordi per la fornitura di biomassa legnosa con aziende forestali e agricole locali o situate entro un raggio di 70 Km da Castellabate. Il Sindaco di Castellabate Costabile Spinelli esprime la sua soddisfazione per l’ottenimento del finanziamento che permetterà l’avvio dei lavori: «Attraverso la realizzazione dell’impianto sarà possibile attuare concretamente il principio dell’economia circolare trasformando la biomassa vegetale da “rifiuto” a “risorsa” in grado di produrre energia proveniente da un processo altamente sostenibile dal punto di vista ambientale. Questo ci permette di continuare la realizzazione delle nostre buone pratiche dettate dall’attenzione, sempre crescente, per la salvaguardia dell’ambiente e l’utilizzo delle energie rinnovabili».

c.s.

LIBRI, L’AUTORE MARCHIGIANO FABIO STRINATI ELOGIA IL CILENTO

65523192_2124184574557833_566582035464847360_n66375576_431356224115904_2098369919581159424_n

Uscito da pochissimi giorni Lungo la strada un cammino, il nuovo libro del poeta marchigiano Fabio Strinati, pubblicato con Transeuropa Edizioni. Si tratta di un’opera colta, matura, un diario di bordo pregno di esperienze visive ed interiori che lo scrittore e poeta di Esanatoglia (attraverso un viaggio che sembra non avere fine né ritorno), scrive quasi di getto durante i suoi numerosi viaggi che sembrano narrare storie vissute, consumate, prese per mano in un’epoca che tanto assomiglia a una dimensione lontana e assai distante dal pensiero comune. “Lungo la strada un cammino” è come un diario di bordo partorito attraverso il respiro e il battito cardiaco di ogni luogo penetrato e poi assorbito, attraverso l’utilizzo parsimonioso dei cinque sensi: ogni poesia, tratteggia con umiltà le percezioni che pian piano si sono nutrite di suoni e colori, trasportati da frequenze poetiche perfettamente sintonizzate con il “qui e ora”. Ogni poesia, tanto assomiglia a una cartolina desiderosa di vivere una vita propria, attraverso la libertà poetica, del nascere fecondo. All’interno della raccolta, numerosi componimenti poetici dedicati a paesi e luoghi della provincia di Salerno e del Cilento, come Agropoli ed Eboli. Il Cilento, definito da Strinati, come: “Il più bell’abito della Campania; puro nel fascino, elevato nell’eleganza”.

Agropoli

Un bacio vero.

Quel suadente modo/ di fermare il tempo e la tua voce ambrata, / esperta e musicale che sussurrava/ in un labirinto intimo e dal respiro/ intermittente.

Redazione

M5S: “Navigator, premiata caparbietà nostra e di 471 giovani straordinari”

Michele-Cammarano-Movimento-5-Stelle-Istituzioni24.png
Ciarambino e Saiello: “Isolato da tutti, De Luca costretto a dare il via libera a  quella che per 3 mesi ha definito una boiata”
“Con l’assunzione dei 471 Navigator, abbiamo ottenuto una grande vittoria non solo per tutti questi ragazzi che hanno superato una selezione pubblica e trasparente, ma soprattutto per le decine di migliaia di percettori di reddito di cittadinanza in Campania. Il risultato di oggi è il coronamento di una battaglia che abbiamo combattuto ogni giorno, per tre mesi, al fianco di questi giovani, con i quali siamo scesi in strada e per i quali abbiamo lavorato incessantemente dietro le quinte. Figure indispensabili per far decollare la fase due del reddito di cittadinanza, operative da tempo ovunque tranne che in nella nostra regione, arrivata ultima anche in questo e sappiamo chi dobbiamo ringraziare. Alla fine l’intesa è arrivata, grazie all’impegno del nostro ministro Catalfo e del presidente di Anpal Parisi e grazie anche al senso di responsabilità di quanti, compresi alcuni esponenti del Pd, hanno contribuito a isolare De Luca, costringendolo sbloccare un’intesa per l’assunzione di figure che per tre mesi non ha mai smesso di definire un’autentica boiata”. Così la capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle e il consigliere regionale M5S Gennaro Saiello, che nei giorni scorsi hanno incontrato una delegazione di Navigator con il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo.
“Una empasse – ricordano Ciarambino e Saiello – che si sarebbe potuta risolvere già da tempo, se solo si fossero levate fin da subito altre voci di buonsenso accanto alle nostre. Ci saremmo aspettati una presa di posizione più incisiva della maggioranza in Consiglio regionale, soprattutto dopo settimane di disperazione dei Navigator sfociata addirittura nello sciopero della fame. Pe non parlare di chi, tra le fila del centrodestra, ha finto solidarietà soltanto nelle ultime ore, salvo rifiutarsi di firmare la nostra richiesta di consiglio straordinario. Se la situazione si è sbloccata, 471 ragazzi straordinari e decine di migliaia di percettori di reddito di cittadinanza sanno che dovranno ringraziare solo la loro caparbietà e chi, dentro e fuori il palazzo, ha concretamente sostenuto la loro battaglia”.
C.S.

“Minacciava il padre con un coltello: denunciato dai Carabinieri 17enne di Capaccio”

download (1).jpg

Un padre spaventato contatta i Carabinieri che giungono immediatamente sul posto. Il figlio, 17 anni appena compiuti, ha ingaggiato una lite furibonda con il padre, culminata con la minaccia con un coltello da cucina alla mano. L’intervento dei Carabinieri ha scongiurato il peggio: il ragazzo, alla vista dei militari si è scagliato contro uno di loro, per fortuna senza esiti nefasti, è stato bloccato e portato in caserma per gli accertamenti di rito. Illeso il carabiniere e il ragazzo, che è stato deferito in stato di libertà per minacce, lesioni, resistenza a un Pubblico Ufficiale, e affidato ai servizi sociali per la collocazione in una struttura dedicata.

c.s.