CASTELLABATE, MESSAGGIO DI AUGURI PASQUALI DI DON PASQUALE GARGIONE.

Annunci

NAVE MOLDAVA BANDITA DAI PORTI EUROPEI DALLA CAPITANERIA DI PORTO DI SALERNO

La Capitaneria di porto di Salerno ha recentemente concluso un’importante attività di Port State Control nei confronti di una nave battente Bandiera della Repubblica di Moldavia arrivata lo scorso 29 marzo con un carico di legname proveniente dalla Russia.

I controlli del team ispettivo della locale Autorità marittima erano scattati immediatamente all’arrivo in porto della nave allorquando era stata ricevuta una nota di agitazione a firma di tutto l’equipaggio che denunciava il mancato pagamento da parte dell’armatore delle spettanze salariali previste da contratto, dichiarando lo stato di sciopero ed il conseguente blocco delle operazioni commerciali.

Durante le verifiche a bordo, gli ispettori P.S.C. della Guardia Costiera di Salerno, sotto il coordinamento regionale della Direzione marittima di Napoli, oltre ad appurare la fondatezza delle rivendicazioni dell’equipaggio, hanno altresì riscontrato una serie di gravi violazioni alle norme internazionali in materia di sicurezza della navigazione tali da determinare il fermo della nave in porto.

Solo nella giornata di ieri 18 aprile, tutte le maggiori deficienze relative alla sicurezza della navigazione sono state eliminate così come è stato constatato l’avvenuto pagamento da parte dell’armatore di ogni spettanza salariale all’equipaggio, il quale, revocando il proprio stato di sciopero, ha consentito l’avvio delle operazioni commerciali di sbarco del carico a bordo.

In forza delle vigenti disposizioni nazionali ed internazionali, questa Capitaneria di porto ha altresì notificato alla nave, alla Società armatrice ed allo Stato di Bandiera un provvedimento di bando della nave in questione dai porti ricadenti nella Regione del Memorandum of Understanding di Parigi (Paris MOU) per un periodo di tre mesi.

Espressioni di vivo compiacimento sono state formulate dal rappresentante locale dell’International Transport Workers’ Federation (I.T.F.) che ha sottolineato l’importante e fondamentale contributo assicurato nella fattispecie dal personale della Capitaneria di porto di Salerno, agli ordini del Capitano di Vascello Giuseppe MENNA, che ha saputo proficuamente conciliare il ruolo di vigilanza dell’Autorità Marittima in materia di sicurezza della navigazione e portuale con quella di supporto alla Marineria nella tempestiva risoluzione dell’intera vicenda.

C.S.

IL CONSIGLIO APPROVA DUP E BILANCIO COMUNALE 2019 «INALTERATA LA PRESSIONE FISCALE E GARANTITI TUTTI I SERVIZI»

FOTO SPINELLI.jpg

Il Consiglio Comunale di Castellabate, con propria delibera n. 13 del 18 aprile 2019, ha approvato il bilancio di previsione per gli esercizi del triennio 2019-2021 in linea con quanto definito nel Documento Unico di Programmazione, approvato contestualmente con delibera di consiglio n. 12. Nel dettaglio del DUP, che contiene una visione d’insieme delle politiche del comune da realizzare nel corso del triennio, sono stati delineati gli obiettivi strategici che l’Amministrazione intende portare avanti, in linea con gli obiettivi già raggiunti. Tra le principali opere pubbliche – già coperte da finanziamento per oltre 10 milioni di euro – spiccano il polo scolastico di Santa Maria, il porto di San Marco, l’approdo delle Gatte e il completamento della bonifica della discarica comunale. Inoltre attraverso il nuovo gestore del servizio idrico, Consac Spa, verrà avviato un ammodernamento degli impianti per circa 2 milioni di euro. Sono state confermate per l’esercizio di quest’anno le aliquote e le tariffe già in vigore nel 2018, rinunciando alla facoltà data ai comuni di variare al rialzo i tributi locali. Numerose le misure che verranno adottate per migliorare la gestione delle entrate dell’Ente come la lotta all’evasione, la gestione dell’imposta di soggiorno attraverso sistemi informatici innovativi e l’ampliamento del perimetro dei servizi affidati alla società pubblica Castellabate Servizi srl, per il contenimento dei costi e il miglioramento qualitativo. «Si tratta di un bilancio in linea con l’esercizio precedente, che non comporterà aumenti per i contribuenti ma che punta alla razionalizzazione delle spese», dichiara il Sindaco Costabile Spinelli: «Tale programmazione ci consente comunque di assicurare tutti i servizi, di realizzare le opere pubbliche previste e di procedere alla riorganizzazione del personale».

C.S.