CASTELLABATE, NATALE SOLIDALE: ECCO LE INIZIATIVE SOCIALI PROMOSSE DALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

the-view

Il Comune di Castellabate sceglie anche quest’anno di dedicare un pensiero speciale a chi ha più bisogno attraverso un concreto segno di interessamento e vicinanza, con lo scopo di offrire un’occasione per vivere la ricorrenza in modo comunitario. Tra le iniziative a cura dell’Assessorato alle Politiche Sociali dell’Ente, la distribuzione dei pacchi dono alimentari in collaborazione con la Caritas interparrocchiale della Parrocchia Sant’Antonio al Lago e la consegna a domicilio del tradizionale dono agli over ottantacinquenni con gli auguri dell’Amministrazione. «Anche quest’anno nel periodo natalizio intendiamo organizzare alcune iniziative di solidarietà, ponendo un’attenzione particolare alle esigenze delle fasce deboli», dichiara l’Assessore alle Politiche Sociali, Elisabetta Martuscelli: «Lo scopo è quello di incentivare la socializzazione e rafforzare la rete di sostegno sociale nel nostro territorio».

C.S.

Annunci

Parco, Ieri al MIUR: Presentazione del Progetto “Acqua Si…Ma plastic free!” e lancio della campagna di educazione e sensibilizzazione ambientale

locandina acqua si

Nella mattinata di ieri 5 dicembre, presso la sala A. Moro al 2° piano del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, alla presenza dei ministri del MIUR Marco Bussetti e dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, Sergio Costa, si è tenuta la sottoscrizione del protocollo d’intesa tra Regione Campania, Consac gestioni idriche spa, Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni e Legambiente Campania, in occasione della quale è stato presentato il progetto “ACQUA SI’…MA PLASTIC FREE!”, mirante al corretto utilizzo dell’acqua potabile ed alla riduzione del consumo di plastica. Alla giornata hanno preso parte anche le rappresentanze di alunni della Direzione didattica A. Moro di Vallo della Lucania e dell’I.C. di Teggiano. L’iniziativa è comunque rivolta a tutte le scuole del nostro comprensorio.Consac gestioni idriche spa, il Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni e Legambiente Campania intendono, infatti, promuovere per l’anno scolastico in corso e per le prossime annualità, questo importante quanto ambizioso progetto di educazione ambientale, che ha ricevuto il patrocinio ed il sostegno del Ministero dell’Ambiente e della Regione Campania. L’iniziativa ‘Acqua sì…ma Plastic Free’, presentata ieri al MIUR, ha finalità civico – educative con lo scopo di abbattere il consumo di bottigliette di plastica, partendo dal basso e promuovendo nei più giovani il corretto utilizzo dell’acqua potabile, limitando la circolazione di plastica e di prodotti monouso. Saranno coinvolti attivamente 13.000 alunni delle scuole dell’infanzia e primarie del Cilento e Vallo di Diano, a cui, nell’ambito di attività e percorsi didattici specifici, saranno distribuite altrettante borracce in alluminio riutilizzabili. All’interno delle scuole partecipanti verranno effettuati dei prelievi di acqua dai rubinetti ed i campioni saranno analizzati in laboratorio, in modo da “certificare” ulteriormente la qualità dell’acqua potabile distribuita ai bambini. Con questa azione informativa, volta alla educazione e sensibilizzazione di un’ampia fascia della popolazione, si stima, un abbattimento di 9,5 milioni di pezzi di plastica in tutto, risparmiati all’ambiente in un solo anno, nel territorio del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

C.S.

CASTELLABATE SI VESTE A FESTA CON L’ACCENSIONE DELLE LUMINARIE NATALIZIE

Luminarie di Castellabate.jpg

Castellabate entra in pieno clima natalizio con l’accensione delle luminarie. A partire da oggi venerdì 7 dicembre alle ore 17 nel centro storico con l’avvio dei Mercatini di Natale e alle 18 a Santa Maria e nelle altre frazioni del territorio, i colori della festa riscalderanno l’atmosfera nelle varie località del Comune cilentano. I bagliori luminosi per le vie del centro e nei punti più in vista del territorio – come la cascata luminosa sulla Casa Comunale, l’effetto cielo stellato sulla piazzetta di Castellabate o il giardino incantato in via Caduti del Mare – faranno da scenario alle tantissime iniziative previste per le festività. Un’offerta di intrattenimento che si completerà infatti con il progetto “Il Natale nel luogo dell’incanto”, il fitto calendario di eventi che copre l’intero periodo di feste, organizzato dall’Assessorato al turismo e alla cultura e corredato da numerose manifestazioni a tema curate dalle associazioni locali.
L’Assessore al turismo e alla cultura Luisa Maiuri in vista dell’accensione: «Anche quest’anno ci ritroveremo per dare insieme un simbolico e ufficiale via alla festa. Si rinnova una tradizioni, quella delle luminarie, che da sempre appassiona cittadini e turisti. Anche questa volta abbiamo voluto illuminare tutte le frazioni del nostro territorio con giochi di luce davvero scenografici».

C.S.

RUBRICA NUTRIZIONE E BENESSERE: DIETA E DIVERTICOLI

diverticoli

Secondo una recente indagine, il 65% delle persone, dopo i 50 anni, soffre di diverticolosi, a volte a loro insaputa, mentre, tra i più anziani, la percentuale sale ulteriormente. La diverticolosi è un’alterazione anatomica, in cui i diverticoli sono delle estroflessioni, ovvero delle piccole sacche, che si possono formare lungo la parete intestinale, più frequentemente nel colon. I diverticoli possono rimanere silenti a lungo ma, in genere, si manifestano con dolore, crampi, bruciore, gonfiore, stitichezza alternata a diarrea e possono portare a complicanze quali la diverticolite, ovvero l’infiammazione o l’infezione del diverticolo con sintomi quali stitichezza e diarrea, dolore, febbre, brividi, nausea, e, in casi gravi, peritonite. Negli ultimi anni, soprattutto nel mondo occidentale, la frequenza della diverticolosi è molto in aumento, anche a causa di un’alterazione della motilità intestinale, secondaria a abitudini alimentari scorrette, caratterizzate da un consumo eccessivo di carni, cibi ricchi di grassi, carboidrati raffinati e allo scarso consumo di fibre. La prevenzione, infatti, ci consiglia, per mantenere una buona motilità intestinale, di consumare 200g di frutta e 500g di verdure al giorno, che apportano circa 25g di fibre e di bere molta acqua. A conferma di ciò, sembra che i soggetti vegetariani abbiano una minore incidenza di diverticolosi. L’alimentazione, in ogni caso, gioca un ruolo fondamentale non solo nella prevenzione ma anche nella terapia di questo fastidioso disturbo, anche se la terapia dietetica cambia a seconda che sia diverticolosi o diverticolite. In presenza di diverticolosi, ovvero diverticoli non complicati, la terapia dietetica è quella d’elezione che prevede un aumento progressivo dell’introito di fibre attraverso una dieta ad alto residuo, per favorire la formazione di feci morbide e per prevenire le complicanze. La quota ideale di fibre da raggiungere giornalmente è di 30g. Via libera, quindi, a cereali integrali, frutta, ortaggi, verdure, crusca o altra fibra vegetale e, inoltre, tanta acqua non gassata, da preferire quelle solfato-calciche-magnesiche. Bisogna, comunque, fare attenzione a: verdure con fibre molto dure e filamentose (finocchi, carciofi, sedani, fagiolini, etc…), vegetali che contengono piccoli semi che potrebbero irritare il diverticolo (melanzane, cetrioli, pomodori, peperoni, fichi, fragole, lamponi, ribes, more, uva, kiwi, melograni, etc…), i legumi andrebbero passati eliminando le bucce, evitare le spezie piccanti, il cacao, evitare i salumi e gli insaccati, bevande irritanti come alcolici e superalcolici, ma anche caffè, tè e anche alimenti che possono provocare meteorismo. È, inoltre, consigliata una regolare attività fisica e avere uno stile di vita attivo. Per quanto riguarda, invece, la diverticolite, che richiede anche la terapia farmacologica, inizialmente, per il riposo intestinale, si può ricorrere alla nutrizione parenterale totale e, successivamente, quando la fase critica infiammatoria è passata, a una dieta liquida/semiliquida, poi a una dieta blanda a basso residuo e, infine, all’abituale dieta ad alto residuo. Per seguire un piano alimentare adatto alla problematica causata dalla presenza di diverticoli è sempre bene rivolgersi a un professionista.

Dott. Andrea Ricci