Articoli scritti da: cilentochannel

PROVINCIA, ELEZIONI DEL 3 FEBBRAIO, IL PUNTO DI VISTA DEL CONSIGLIERE REGIONALE FRANCO ALFIERI.

Annunci

Proseguono i lavori di messa in sicurezza stradale su tutto il territorio provinciale

michele-strianese

Nei prossimi giorni iniziano nuovi lavori di messa in sicurezza stradale sul territorio provinciale, mentre continuano quelli già in corso. Ad annunciarlo sul sito della provincia è il presidente  Michele Strianese.

Nello specifico proseguono i lavori per mettere in sicurezza la ex SS 562 del Mingardo tra Palinuro e Marina di Camerota, dove ci sono stati crolli a causa dell’erosione marina. Già iniziati i lavori sulla SP 360 a Cava Dei Tirreni per la necessaria messa in sicurezza di Via Vitale. Continuano inoltre senza sosta i lavori per il completamento del primo lotto della Fondovalle Calore, che collegherà le Grotte di Castelcivita con la frazione Mainardi del Comune di Aquara. Per la primavera di quest’anno è prevista la conclusione dei lavori e l’apertura di questo primo tratto di 4 Km di lunghezza. Iniziano il 21 gennaio pv sulla SP 102, lavori urgenti di ripristino del piano viario, con rifacimento tappetino e segnaletica orizzontale e verticale nel Comune di San Valentino Torio, all’altezza di via Diaz a Casatori. Infine il 26 gennaio pv vengono consegnati alla ditta aggiudicataria i lavori urgenti di messa in sicurezza, ripristino e consolidamento a seguito di dissesti e movimenti franosi sulla SP 66 tra Camerota, Licusati e la SR ex SS 562. Sono lavori urgenti di protezione civile.

Il Presidente della Provincia, Michele Strianese, dichiara: “In merito alla Fondovalle Calore, inizia a prendere forma il viadotto Alburni che è l’ultima opera d’arte da realizzare per questo primo tratto di strada. Insieme alla Regione Campania ed al Governatore Vincenzo De Luca ci stiamo impegnando per finanziare il secondo lotto e con i Sindaci e gli Amministratori degli Alburni e dell’ Alta Valle del Calore, ci confronteremo per determinare il tracciato piu’ idoneo, agevole ed economico e nello stesso tempo meno impattante per un territorio bellissimo e straordinario come questo”

“In merito agli altri lavori – continua il Presidente Strianese – stiamo intervenendo senza sosta su tutto il territorio provinciale, ovviamente io sono anche il Sindaco di San Valentino Torio, e, relativamente ai lavori sulla SP 102, si tratta di intervento che interessa proprio il mio Comune. Finalmente viene sistemato tutto il tratto che va dalla curva del Cimitero fino ad oltre il ponte dell’autostrada in prossimita’ di Via Mulino. Parliamo di un tratto di 800 m che comprende anche il centro di Casatori. Fu asfaltato l’ ultima volta dalla Provincia di Salerno nell’aprile 2004. Posizioneremo anche 6 passaggi pedonali e i segnalatori luminosi di pericolo. Una strada importante che porta all’autostrada Caserta/Salerno e, sempre su questo tratto, stiamo realizzando anche il progetto Fibra Ottica, finanziato dalla Regione Campania. La strada rimarrà chiusa a tratti a partire dal 21 Gennaio, per cui chiediamo ai cittadini massima collaborazione e pazienza.”

Comunicato Stampa

Domenica ad Agropoli la festa di San Sebastiano, patrono dei Vigili Urbani. Il programma completo

50428880_10156989195049516_3071870252024332288_n.jpg
E’ in programma domenica 20 gennaio, ad Agropoli, la festa di San Sebastiano, patrono dei Vigili Urbani d’Italia. La manifestazione, giunta quest’anno alla sua X^ edizione, si svolgerà nell’area centrale del territorio del Comune di Agropoli, a partire dalle ore 15.00. All’evento è prevista la partecipazione dei rappresentanti di più di 60 Comandi di Polizia Locale della Provincia di Salerno e numerose Autorità civili e religiose. Quest’anno, l’evento è arricchito dalla presenza del gruppo degli Sbandieratori dei Feudi cilentani e dalla Banda Musicale “Città di Agropoli”, che si esibiranno in Piazza Vittorio Veneto. Questo il programma completo:
– ore 15.00 accoglienza in Piazza Vittorio Veneto, sistemazione veicoli e registrazione partecipanti, che saranno accolti dagli Sbandieratori dei Feudi cilentani
– ore 15.30 visita guidata nel centro storico di Agropoli, al castello Angioino- Aragonese, al Palazzo civico delle Arti. A seguire rinfresco
– ore 16.30 Santa messa presieduta da S.E. Mons. Ciro Miniero, vescovo diocesi Vallo della Lucania, nella chiesa S.S. Pietro e Paolo con partecipazione coro polifonico “Concordia Vocum”
– ore 17.45 trasferimento a piedi in Piazza Vittorio Veneto con accompagnamento Banda musicale “Città di Agropoli”. Benedizione veicoli e gonfaloni
– ore 18.30 Aula consiliare – Convegno sul tema “C.C.N.L. nel comparto Enti locali e Regioni 2016/18 con approfondimenti sulla Polizia Locale”.
Premiazione dei Comandi di Polizia Locale che si sono distinti per aver portato brillantemente a termine importanti operazioni
– ore 20.30 parata dei veicoli di servizio per le vie del centro di Agropoli
– ore 21.00 spettacolo pirotecnico presso il porto di Agropoli
L’evento che l’Amministrazione comunale ha voluto ospitare ha una duplice finalità: sensibilizzare i cittadini alla presenza delle istituzioni di Polizia Locale quale presidio di legalità e svolgere azione di marketing territoriale rivolta a tutti i vigili partecipanti. Tutti i cittadini sono invitati a partecipare all’evento. Durante lo stesso, tutte le auto di Polizia Locale saranno dislocate tra Piazza Vittorio Veneto e via Patella.

C.S.

Comune e Asl affiancati nel progetto per la “Realizzazione di un centro diurno per anziani in P.zza Caduti sul Lavoro di Piaggine

piaggine-800x597
L’Asl Salerno aderisce al progetto del Comune di Piaggine per la “Realizzazione di un centro diurno per anziani in P.zza Caduti sul Lavoro di Piaggine (SA)”.
L’adesione è stata sancita con l’atto deliberativo n.17 adottato nella seduta del 15 gennaio
2019 e pubblicata all’Albo Pretorio dell’Asl Salerno il 16 gennaio 2019.
Il progetto promosso dall’Amministrazione Comunale, sottoscritto dal Sindaco di Piaggine Guglielmo Vairo e dal Commissario Straordinario dell’Asl Mario Iervolino, è finalizzato all’erogazione di servizi socio-sanitari-assistenziali, che mira a completare l’offerta sanitaria con servizi di tipo semi-residenziale, grazie alle competenze specifiche ed al supporto che sarà fornito dell’Azienda Sanitaria.
Il centro diurno, l’unico nel Distretto Sanitario N.69 (Capaccio-Roccadaspide), sarà ubicato in locali di proprietà del Comune che, a questo scopo, verranno ristrutturati e riqualificati grazie a fondi che saranno erogati dalla Regione Campania, nell’ambito della Programmazione della Regione Campania 2014-2020 relativa a interventi finalizzati all’introduzione, miglioramento ed espansione dei servizi di base a livello locale per la popolazione rurale. Il Comune di Piaggine ha inteso in tal modo potenziare la collaborazione con altri soggetti pubblici operanti sul territorio per favorire la cooperazione nell’ambito di progetti di sviluppo territoriale. L’Asl Salerno -nelle persone del Direttore Responsabile del Distretto Sanitario n. 69, Dott.ssa Giuseppina Arcaro e del Commissario Straordinario Dr. Mario Iervolino, cui va riconosciuta grande sensibilità e attenzione- ha accolto con favore l’iniziativa del comune cilentano, anche per l’effettiva carenza di questo specifico servizio per i pazienti della terza età. Una volta finanziato e portato a regime, la struttura costituirà anche occasione di lavoro per diversi giovani territorio, che offriranno un’assistenza certificata a tanti anziani oggi assistiti a
domicilio. La realizzazione di questo progetto, dunque, è un ulteriore tassello che mira a superare il gap infrastrutturale rispetto alle aree non rurali e la scarsa offerta di servizi nel settore sociosanitario. In questo modo si cercherà di arginare il processo di spopolamento e senilizzazione avviato ormai da qualche decennio nelle aree, non solo interne, del territorio cilentano migliorandone e potenziandone i servizi socio assistenziali.

C.S.

Castellabate, ruba in un ristorante di ogliastro marina. arrestato straniero unitamente a connazionale.

carabinieri2

Altri due arresti eseguiti dai Carabinieri della Compagnia di Agropoli, diretta dal Capitano Francesco Manna, quale risultato dell’incessante lotta contro il fenomeno dei furti nel territorio cilentano. Questa volta ad essere pizzicati sono stati due stranieri di 35 e 50 anni, entrambi residenti ad Agropoli ed uno dei quali domiciliato a Laureana Cilento.

Il più giovane, nella serata del 10 gennaio u.s., approfittando dell’assenza dei proprietari, sfondava la porta d’ingresso di un esercizio di ristorazione di Ogliastro Marina, asportando alcuni monili, vari devices ed un fucile cal. 16 ivi custoditi.

Successiva attività investigativa prontamente intrapresa dai Carabinieri della Stazione di S. M. di Castellabate, consentiva di accertare gravi indizi di colpevolezza a carico dello straniero, grazie all’attività informativa e alla visione dei filmati dei sistemi di video sorveglianza dell’attività commerciale, nei confronti del quale la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vallo della Lucania, in data 16 gennaio 2019, emetteva decreto di fermo di indiziato di delitto in carcere, poi eseguito da quei militari nella mattinata di ieri.

Nel medesimo contesto e a seguito di ulteriori spunti investigativi emersi nel corso delle operazioni, i Carabinieri effettuavano una ulteriore perquisizione domiciliare presso l’abitazione del secondo straniero che consentiva di rinvenire ben due fucili illegalmente detenuti, uno dei quali risultato poi essere proprio l’arma sottratta al ristoratore. Quest’ultimo è stato quindi tratto in arresto in flagranza di reato per detenzione illegale di armi.

Entrambi i correi sono stati associati presso la casa circondariale di Vallo della Lucania a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, mentre sono in corso accertamenti al fine di risalire alla provenienza del secondo fucile rinvenuto.

Proseguono intanto i controlli da parte dei Carabinieri della Compagnia cilentana per contrastare i reati predatori lungo la fascia costiera e nell’entroterra.

C.S.

Per la prima volta Camerota avrà la commissione per le Pari Opportunità

OPP Model (1)

«Le donne da millenni, con dedizione infinita e in modo discreto, lavorano e si adoperano per migliorare la qualità della vita dell’umanità intera. Esse svolgono un ruolo spesso sottovalutato e non riconosciuto ma di certo importante e vitale per la famiglia e la società» Lo rende noto Gerardina Cella, consigliere alle Pari Opportunità del Comune di Camerota, all’indomani della pubblicazione, da parte dell’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Mario Salvatore Scarpitta, del bando per la nomina della Commissione Pari Opportunità.

«Fortunatamente attraverso l’impegno e la partecipazione, unita alla presa di coscienza delle loro capacità, è nato in tutto il mondo un movimento che le ha spinte a diventare protagoniste non solo nella vita privata ma anche nella società di cui fanno parte, come valore aggiunto, senza lotta o competizione ma con senso critico e spirito collaborativo – continua Cella -. Alla luce di questi sentimenti voglio invitare le donne ed i giovani tutti a partecipare con entusiasmo al bando per la commissione pari opportunità che sarà un ulteriore strumento per migliorare la vita della nostra comunità».

Il documento nasce dalla riflessione comune su alcuni dei tanti e rilevanti temi che si possono raccogliere sotto l’accezione pari opportunità e nella stesura di un programma d’azione per il nuovo anno è sembrato opportuno porre l’accento su diversi punti d’intervento. Il documento ha lo scopo, tra le altre cose, di sensibilizzare tutta la comunità sulla cultura delle pari opportunità, di essere parte attiva nelle politiche di sviluppo del Comune, di realizzare il superamento delle pari opportunità verso la valorizzazione delle differenze per una società con ruoli equilibrati e mai discriminanti.

«Il progetto è frutto di un lavoro di gruppo. In un momento storico così importante per la politica di Camerota è fondamentale rimarcare il ruolo della donna considerate le molteplici figure femminili al governo» fa sapere invece l’Assessore Vincenza Perazzo.

Possono presentare richiesta per partecipare «sia coloro che appartengono o aderiscono a movimenti femminili e/o associazioni, presenti ed operanti sul territorio comunale rappresentativi delle diverse culture, esperte e studiose della condizione femminile e dei problemi della parità, che altri singoli cittadini che ne abbiano intenzione». Le domande dovranno essere presentate entro il 15 febbraio 2019.

C.S.