Articoli scritti da: cilentochannel

CASTELLABATE, CORSO DI AUTODIFESA LA PAROLA ALLE DONNE.

Annunci

RUBRICA NUTRIZIONE E BENESSERE: “LE MELANZANE”

ricette-con-melanzane-630x420.jpg

 

Le melanzane, che tra poco tempo saranno di stagione, sono ortaggi derivanti da una pianta erbacea annua, dal nome scientifico di Solanum Melogena, appartenente alla famiglia delle Solanacee, originaria dell’India. Ne esistono di diverse varietà, classificabili a seconda della forma e del colore della buccia, ma tutte molto utilizzate in cucina grazie al loro sapore particolare e decisamente gradevole. 100g di melanzane apportano soltanto 18 Kcal che però aumentano con la cottura a causa della perdita di parte del loro abbondante contenuto di acqua e, dato che questi ortaggi possono essere consumati solo cotti, prenderemo in considerazione i valori nutrizionali riferiti a 100g di prodotto cotto che apporta 41Kcal, 2,8g di carboidrati, 2,6g di fibre, 1,8g di proteine, 1,4g di lipidi. I Sali minerali più rappresentati sono il potassio, il calcio e il magnesio ma contengono anche vitamine quali la Vit.K, la Vit.C e le vitamine del gruppo B che, però, sono quasi del tutto inattivate dalla cottura. L’abbondanza di fibre, sia solubili che insolubili, conferisce un buon senso di sazietà, regola il transito intestinale contrastando la stipsi e riducono l’assorbimento degli zuccheri e del colesterolo. Le poche calorie rendono le melanzane ampiamente utilizzabili all’interno di diete ipocaloriche preferendo, però, i giusti metodi di cottura quali alla griglia, al vapore o al forno, mentre in padella o fritte assorbirebbero troppo olio. Questi ortaggi sono ricchi di molecole antiossidanti e, in particolare, la nasunina , responsabile del colore viola caratteristico, è ampiamente studiata per il contrasto ai radicali liberi, la riduzione dei livelli di colesterolo e per l’azione protettiva sui vasi sanguigni. Le melanzane, inoltre, contengono alcune sostanze simili alla cinarina, tipica dei carciofi, ad azione epatoprotettrice e coleretica. Infine, presentano buone proprietà depurative e diuretiche anche grazie al buon contenuto di potassio e interessanti utilizzi cosmetici. Le melanzane contengono, però, anche la solanina, un antinutriente, potenzialmente tossico, i cui livelli si riducono solo con la cottura e che comunque potrebbe essere causa, in alcuni soggetti, di effetti irritanti a livello gastrico con sonnolenza e cefalee. Altre controindicazioni riguardano le possibili allergie, sostenute dalla presenza in buone quantità, in questi ortaggi, di istamina.

Dott. Andrea Ricci

CASTELLABTE,FINANZIATI DUE PROGETTI PER UN TOTALE DI € 70.000

55985965_657948001327672_167730107975204864_n.jpg

I FONDI DEL MINISTERO VERRANNO DESTINATI AGLI EDIFICI SCOLASTICI E ALLA SEDE COMUNALE DEL CAPOLUOGO

Saranno utilizzati per migliorare la sicurezza delle scuole e per la ristrutturare l’immobile comunale del capoluogo i 70mila euro assegnati al Comune di Castellabate dal Ministero dell’Interno per la realizzazione di investimenti di messa in sicurezza di edifici scolastici, edifici comunali e strade.

La legge di Bilancio 2019 ha infatti previsto di assegnare delle somme ai comuni con popolazione fino a 20.000 abitanti, per un totale pari a 400milioni di euro. Il contributo è assegnato a tutti i comuni in base alla popolazione: 100mila euro per i comuni tra 10.001 e 20.000 abitanti, 70mila tra 5.001 e 10.000 abitanti, 50mila tra 2.000 e 5.000 abitanti e 40mila con meno di 2.000 abitanti.

Castellabate ha quindi ottenuto 70mila euro e dovrà iniziare gli interventi entro il 15 maggio 2019.

La Giunta, guidata dal sindaco Costabile Spinelli ha ritenuto prioritario intervenire nei plessi scolastici di Santa Maria, di San Marco e di Castellabate, e sulla sede comunale distaccata del capoluogo, con interventi di manutenzione straordinaria, di messa a norma degli impianti e con la realizzazione di una scala antincendio. Due quindi i progetti esecutivi finanziati: il primo per una cifra complessiva di € 34.400 e il secondo di € 35.600.

Il Sindaco, Costabile Spinelli in merito: «Considerando che questa misura è relativa ad investimenti sul patrimonio comunale, abbiamo ritenuto opportuno, dopo aver ristrutturato la sede municipale centrale, di destinare i fondi alla riqualificazione di quella distaccata ubicata nel centro storico che è da anni in attesa di interventi e alla messa in sicurezza degli edifici scolastici presenti nelle nostre frazioni»

C.S.

AGROPOLI, EVASIONE FISCALE DI 230MILA EURO DA PARTE DI UNA SOCIETA’ CILENTANA DEDITA ALLA ALLA POSA IN OPERA DELLA FIBRA OTTICA

Foto (9).jpg

DISPOSTO IL SEQUESTRO PER PIU’ DI 50MILA EURO
La Guardia di Finanza di Salerno ha dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo, per l’importo di circa 52 mila euro, emesso dal Tribunale di Vallo della Lucania, su richiesta di questa Procura della Repubblica, nei confronti di un imprenditore di Agropoli. Il provvedimento è stato adottato al termine di una complessa attività fiscale eseguita dai Finanzieri della Compagnia di Agropoli nei confronti di una società cilentana operante nel settore della posa in opera di fibra ottica, conclusa con la segnalazione all’Agenzia delle Entrate di un imponibile di 234 mila euro sottratto a tassazione, con un’imposta evasa pari a circa 52 mila euro.In particolare, i militari agropolesi hanno scoperto che l’impresa aveva rilevato in contabilità e, di conseguenza, nella dichiarazione dei redditi, costi per il noleggio di escavatori, fatturati da una società modenese che, degli accertamenti svolti, è risultata priva di una sede, di una struttura logistica e, soprattutto, di macchine da movimento terra.Le indagini finanziarie hanno poi confermato l’assoluta fittizietà dei rapporti commerciali tra le due società e la totale assenza di corrispettivi per il presunto noleggio degli escavatori. Con la misura cautelare, emessa a garanzia del credito erariale, sono stati sequestrati depositi a risparmio nominativi, carte di credito, fondi d’investimento ed otto veicoli nella disponibilità del titolare dell’azienda cilentana, in misura pari all’imposta evasa.

C.S.

Con gli #aperiPaestum del giovedì pomeriggio il Parco Archeologico dà il benvenuto alla primavera  

loc aperture gratuite giovedì[2].jpg

 

La convivialità sarà la protagonista delle aperture gratuite del Parco Archeologico di Paestum che, ogni primo e terzo giovedì pomeriggio del mese, accoglierà i visitatori con gli #aperiPaestum, gli aperitivi organizzati in collaborazione con SlowFood Cilento. L’appuntamento è al Museo, giovedì 21 marzo 2019, dalle ore 18:00 alle ore 19:30, ultimo ingresso alle ore 18:50. L’iniziativa si inserisce nel più ampio programma di aperture gratuite individuate dal Parco Archeologico di Paestum ogni giovedì pomeriggio grazie all’autonomia concessa ai singoli istituti MiBAC e aderisce alla campagna di comunicazione nazionale #iovadoalmuseo. L’intento è quello di fare del museo un luogo sempre più familiare per i visitatori, un posto capace di offrire anche svago e diletto ed essere un’occasione per far incontrare e colloquiare persone amiche e non.

Gli aperitivi di Paestum non si allontaneranno dalla tradizione culinaria cilentana; grazie alla varietà degli ingredienti propri della dieta mediterranea gli chef stellati di Slow Food daranno ampio spazio alla sperimentazione e alla fantasia, con proposte non solo buone, ma anche attente alla valorizzazione del territorio attraverso l’utilizzo di prodotti locali a km 0.

Per questo giovedì, lo chef Christian Torsiello, dell’osteria Arbustico, proporrà “Lo Scoglio: un pane terrestre incontra il mare”, in abbinamento al vino “Ripaudo” (colli di Salerno IGP) di Tenuta Macellaro o, in alternativa, a un cocktail a scelta. Costo dell’iniziativa 5,00 euro, da pagare in biglietteria.

 

INFO:

Tutti i giovedì pomeriggio ingresso gratuito dalle ore 18:00 alle 19:30, ultimo ingresso ore 18:50.

Ogni primo e terzo giovedì del mese, aperitivi al museo con SlowFood Cilento. Costo dell’iniziativa € 5,00, da pagare in biglietteria dopo aver ritirato il biglietto gratuito di ingresso al museo e all’area archeologica.

L’ingresso è gratuito per chi non partecipa all’aperitivo.

c.s.

ECONOMIA, DAL 25 AL 31 MARZO IL FESTIVAL DELLA CULTURA CREATIVA

bcc-culturacreativa-70x100-def-01-717x1024.jpg
Un evento nazionale dell’Associazione Bancaria Italiana alla 6a edizione, con sei eventi culturali sul nostro territorio.
Dal 25 al 31 marzo torna la manifestazione per ragazzi organizzata dalle banche col coordinamento dell’Abi, per stimolare la creatività dei più giovani con 70 eventi in 45 città d’Italia.  IL TEMA 2019  “I cervelli elettronici, se sono ancora lungi dal riprodurre tutte le funzioni di un cervello umano, sono però già in grado di fornirci un modello teorico convincente per i processi più complessi della nostra memoria, delle nostre associazioni mentali, della nostra immaginazione, della nostra coscienza.” Italo Calvino, Cibernetica e fantasmi. Appunti sulla narrativa come processo combinatorio. Tra evoluzioni naturali e tecnologiche, tra mente ed emozioni per conoscere noi stessi e il futuro che ci circonda, “Intelligenze” è il titolo nazionale del Festival della Cultura Creativa 2019, organizzato dall’ ABI in collaborazione con le Banche dal 25 al 31 marzo 2019.  La BCC di Buccino e dei Comuni Cilentani partecipa all’evento con 6 appuntamenti nelle scuole coordinati dalla Prof.ssa Ernesta De Masi, contributi didattici oltre che della stessa De Masi, di Maria Giuseppina Adesso, Dipartimento di Matematica, UNISA, Oriana Fiore, docente di matematica e fisica presso ISP.E. “Imbriani” di Avellino, Vincenzo Favale e Pietro Cerreta dell’Associazione Scienza Viva, Centro della Scienza di Calitri (AV), Maria Alfano membro del centro IBSE Campania dell’Associazione Italiana Insegnanti Scienze Naturali, Adele De Santis docente di matematica e fisica, segretaria dell’Associazione Italiana Fisici di Salerno e Danilo Zola, ricercatore presso in Centro di Ricerca ENEA di Casaccia (Roma). Le scuole coinvolte nel programma sono la Scuola Media G. R. Vairo di Agropoli, l’Istituto Comprensivo Statale di Buccino, l’Istituto comprensivo “Luigi Guercio” di Castellabate, la Scuola Media di Moio della Civitella e l’Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII” di Altavilla Silentina. L’elettricità, suoni ed ultrasuoni, l’aria, la pressione sono gli argomenti con cui interagiscono i ragazzi presenti nelle aule didattiche. La voglia di conoscenza nelle nuove generazioni viene stimolata attraverso un approccio ludico ad argomenti che nella maggior parte dei casi vengono considerati ostici. La elevata competenza dei formatori coinvolti nel progetto abbatte questa barriera e riscopre un mondo dai ragazzi inesplorato dove l’interazione loro negli esperimenti in aula è base fondante del messaggio scientifico.  Il Presidente della BCC di Buccino e dei Comuni Cilentani Lucio Alfieri ha dichiarato, partendo dall’assunto del Festival che l’etimologia della parola intelligenza, termine che deriva dal verbo intelligĕre, “capire”, con due possibili interpretazioni: leggere dentro (oltre la superficie) o leggere tra le righe stabilendo correlazioni tra elementi, che si è concretizzato l’obiettivo di coniugare un festival culturale con dei contenuti scientifici che servono non solo a creare curiosità ed interesse nei giovani ma ad educarli ad essere cittadini maggiormente consapevoli della tutela ambientale e della importanza fondamentale della ricerca scientifica in Italia.  Al link tutti gli eventi organizzati dalla Buccino Comuni Cilentani sul territorio >  Eventi Festival Cultura Creativa 2019  
C.S.

Muri di Mare, a Camerota al via la quarta edizione del Premio Inula

21032019_premio_inula_03.jpg

L’Associazione Tutti Insieme, con il patrocinio del Comune di Camerota, ha avviato la quarta edizione del Premio Inula, con la cerimonia di premiazione prevista il giorno 22 giugno 2019 a Marina di Camerota, in occasione del programma culturale, ‘La Cultura arriva dal Mare’, promosso dall’assessore Teresa Esposito. Il concorso, dedicato al mare, nasce dall’idea di condividere sensazioni ed emozioni che il mare, appunto, suscita nella mente e nell’animo umano e per valorizzarlo come grande contenitore di esperienze e di sentimenti, perché l’arte e la creatività possano esprimere sensazioni legati all’immensità del mondo marino. Il Premio Inula si sta sviluppando con successo, edizione dopo edizione.

Il tema di quest’anno è: ‘Muri di Mare’ – Terre al di là dell’orizzonte. Paesaggi, confini tra terra e mare. Muri immaginari e muri innalzati per dividere paesi, per frenare migranti, per disegnare frontiere oppure per proteggerle. Comprenderne il senso in positivo o negativo è il primo passo per riuscire a concepire con la fantasia un futuro con nuove prospettive sensoriali, un nuovo processo attivo e creativo. Il crollo del Muro di Berlino nel 1989 si pensava fosse l’evento che stabiliva la fine di un’epoca.

L’idea di voler intitolare ai muri questa quarta edizione del Premio Inula va a ricercarsi nel senso che i muri rappresentano. I muri nel mondo vengono eretti da sempre e possono essere di varia natura. Ognuno di questi muri rappresenta un fallimento del dialogo e della collaborazione tra i popoli. Il nostro compito di uomini impegnati nel sociale è quello di diffondere il sapere, di scambiare idee e pensieri, insomma di consegnare alle coscienze di tutti quello che è oggi un argomento discusso esclusivamente sotto l’aspetto politico tra dispute e conflitti. Che ci siano uomini in transito nel mondo appartiene alla vita dall’origine dei tempi e questo «per noi di Tuttinsieme – precisa il presidente Giovanna Attanasio – è un argomento che merita una profonda riflessione e per questo motivo consegniamo l’inchiostro a scrittori e poeti che vorranno partecipare alla quarta edizione del Premio Inula».

«A tutti coloro che sono interessati a partecipare, invitiamo a consultare il nostro sito internet www.premioinula.it mentre potrete richiedere informazioni alla mail info@premioinula.it. Saremo felici di ricevere le opere di molti scrittori del territorio» fanno sapere dall’organizzazione.

c.s.

Il Presidente Strianese in merito allo sciopero maestranze dei lavori di realizzazione della Fondovalle Calore

 

2258029_fb078c_400x300

 

Come già comunicato, sono in corso lavori di realizzazione della strada Fondovalle del Calore Salernitano di collegamento tra il sistema urbano Vallo della Lucania – Cilento per agglomerati industriali Valle del Sele 1° tronco: Fondovalle del Calore da S.S. 19 a S.S. 166.

In merito, la Provincia di Salerno ha ricevuto nei giorni scorsi una nota della FILCA CISL CAMPANIA – Area Sindacale Territoriale di Salerno, con la quale viene segnalato lo sciopero di maestranze per il mancato pagamento delle mensilità di gennaio e febbraio 2019 da parte dell’Impresa esecutrice dei lavori.

“Ho voluto seguire personalmente la questione per capire bene il quadro della situazione – dichiara il Presidente della Provincia, Michele Strianese – e, a riguardo, voglio rappresentare che, nel frattempo, la mensilità di gennaio è stata regolarmente liquidata alle maestranze. Inoltre i lavori in argomento stanno registrando tempi e modalità soddisfacenti, quindi, in linea con la programmazione dell’intervento anche dal punto di vista dei nostri pagamenti all’impresa esecutrice dei lavori. Pagamenti che, in data odierna, risultano allineati all’avanzamento fisico dei lavori.

Va detto, infine, che il cantiere in argomento, a seguito di una lunga sospensione dei lavori durata oltre sei anni, è stato oggetto di pre-contenzioso con l’impresa esecutrice dei lavori, per cui si è pervenuti concordemente ad un accordo transattivo. Su questo abbiamo provveduto a una parziale liquidazione di quanto dovuto, ma, a causa delle intervenute difficoltà finanziarie dell’Ente, il saldo previsto inizialmente per il mese di dicembre 2018, sarà onorato entro il mese di giugno 2019, così come da piano di riequlibrio.

Ovviamente io stesso e il settore competente della Viabilità, diretto da Domenico Ranesi, rimaniamo a disposizione per ogni ulteriore ed eventuale chiarimento.”

 

c.s.