Articoli scritti da: cilentochannel

PREMIO PIO ALFERANO: ARTE E CULTURA AL CASTELLO DELL’ABATE 20 – 21 LUGLIO 2018 DOPPIO APPUNTAMENTO CON OSPITI D’ECCEZIONE

 

Arte, spettacolo, cinema, politica e attualità si riuniscono il 20 e il 21 di luglio a Castellabate per il Premio Pio Alferano, punta di diamante delle attività culturali patrocinate dal Comune di Castellabate e promossa dall’Associazione Pio Alferano Virginia Ippolito. Sono l’attore Lino Banfi, il critico d’arte Philippe Daverio, la giornalista Daniela Ferolla, il manager Franco Moscetti, il Sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, la produttrice cinematografica Camilla Nesbitt, il Generale dei Carabinieri, comandante del Reparto Tutela Patrimonio Culturale Fabrizio ParrulliDon Fabio Raimondi, responsabile dei Beni Ecclesiastici della Sicilia, Edi Rama, artista e attuale primo ministro dell’Albania, e ancora, Francesco Scoppola, dirigente generale del Ministero dei Beni e le Attività Culturali e del Turismo e il produttore cinematografico e collezionista Pietro Valsecchi i premiati di questa edizione del Premio Pio Alferano. Il Comune di Castellabate quest’anno ha deciso di conferire all’attore Claudio Bisio il premio speciale Pio Alferano 2018 tra i personaggi pubblici che attraverso la loro professionalità e la loro notorietà hanno fornito un apporto significativo alla diffusione della conoscenza di Castellabate. Il 21 luglio dalle ore 21 nella prestigiosa e suggestiva cornice del Castello dell’Abate, nel borgo antico di Castellabate, il giornalista e conduttore televisivo Nicola Porro presenterà la Cerimonia di consegna dei Premi. Grazie al suo Direttore Artistico, Vittorio Sgarbi, il Premio Pio Alferano promuove, inoltre, una serie di mostre di particolare rilievo che verranno inaugurate venerdì 20 luglio alle ore 20:30 nelle sale del Castello dell’Abate. Quest’anno si potranno ammirare le esposizioni dedicate all’artista internazionale Edi Rama Primo Ministro dell’Albania, un omaggio a Gillo Dorfles e una collettiva di artisti sul periodo tra le due guerre mondiali. Il Sindaco di Castellabate Costabile Spinelli dichiara: «Il nostro Comune è orgoglioso di annoverare tra i suoi figli illustri il generale Pio Alferano, che si distinse per la sua opera in difesa della legalità e dell’arte, svolgendo un ruolo determinante al comando del Nucleo tutela patrimonio culturale dei Carabinieri. e al quale è intitolato il premio promosso dall’omonima Fondazione, che ringrazio per la sinergica collaborazione». L’Assessore al Turismo e alla Cultura Luisa Maiuri commenta così il prestigioso appuntamento: «Il Premio Pio Alferano non è solo una serata dal grande spessore culturale ma è anche un progetto riuscito di dialogo tra arte, imprese, enti, personalità e territori, impegnato a promuovere un messaggio di bellezza e amore per il nostro immenso patrimonio artistico».

C.S.

AGROPOLI, SABATO 21 L’INAUGURAZIONE DELLO SVINCOLO A CANNETIELLO

foto nuovo svincolo.jpg

 

E’ in programma sabato 21 luglio 2018 alle ore 19, il taglio del nastro dei lavori di realizzazione del nuovo svincolo tra via Cannetiello e la Strada Provinciale 45, ad Agropoli. L’intervento, utile dal punto di vista della sicurezza e della viabilità, ha previsto la messa in opera di uno svincolo ex novo, utile ad alleviare la pericolosità del tratto che si immette direttamente sulla SP 45. L’arteria viene utilizzata quotidianamente da coloro che si spostano da Agropoli verso i Comuni limitrofi e viceversa. Nella zona, molto urbanizzata sorgono, tra gli altri, una scuola elementare ed esercizi commerciali e molto spesso, in passato, il non rispetto delle precedenze, nei pressi dell’incrocio poco distante, ha comportato una serie di sinistri. La messa in opera del nuovo svincolo, molto ampio e con visibilità ottimale, risolve in toto la problematica. Alla cerimonia di inaugurazione, prenderanno parte il Sindaco Adamo Coppola e i componenti dell’Amministrazione comunale.

C.S.

CAPACCIO PAESTUM, FEDERALISMO DEMANIALE, IL COMUNE ACQUISISCE ULTERIORI BENI A TORRE DI MARE

 

comune-capaccio

La Direzione Regionale per la Campania dell’Agenzia del Demanio ha dato parere positivo al trasferimento al Comune di Capaccio Paestum, nell’ambito della normativa sul Federalismo Demaniale, di beni appartenenti al Demanio dello Stato, in località Torre di Mare.

Entreranno, dunque, a titolo non oneroso, nelle disponibilità dell’Ente, delle aree demaniali ricadenti in località Torre di Mare, in prossimità dell’arenile e del centro logistico dell’Esercito Italiano, nell’ambito del quale ricade anche la struttura balneare denominata “Cinzia”. La superficie totale delle aree demaniali, che saranno trasferite all’Ente comunale, è di circa 1500 mq per un controvalore inventariale che sarà stabilito all’atto della firma del decreto di trasferimento. Ora, infatti, il Comune dovrà dare entro trenta giorni la disponibilità per la sottoscrizione del decreto definitivo di trasferimento delle suddette aree.

Tali beni, nel rispetto della normativa vigente, saranno destinati per finalità pubblico-istituzionali.

Anche in quest’occasione, l’iter procedurale si è concluso positivamente grazie alla sinergia istituzionale con l’Agenzia del Demanio-Direzione Regionale per la Campania, con in testa il Direttore regionale Edoardo Maggini, il Funzionario responsabile dei servizi territoriali dell’Agenzia del Demanio per la Provincia di Salerno, Luca Franzese, e grazie al lavoro svolto dal Referente tecnico per le procedure del Servizio Patrimonio del Comune di Capaccio Paestum, Fioravante Gallo.

Si tratta, per il Comune di Capaccio Paestum, della prosecuzione di un’attività intensa che ha portato nel primo anno di Amministrazione Palumbo all’acquisizione, a titolo non oneroso, da parte dell’Ente di numerosi beni di proprietà del Demanio dello Stato lungo la fascia costiera, oltre all’approvazione del Regolamento per la Gestione del Demanio Marittimo.

«È un altro risultato molto importante per l’Amministrazione comunale grazie alle opportunità previste dal Federalismo Demaniale. – commenta il Sindaco di Capaccio Paestum, Franco Palumbo – Proseguiamo, quindi, a pianificare un unico grande progetto di sviluppo per la fascia costiera che passa attraverso la tutela e la valorizzazione del patrimonio pubblico. È stato svolto un lavoro eccellente dal referente tecnico del Servizio Patrimonio dell’Ente, Fioravante Gallo, così come mi preme sottolineare la grande sinergia istituzionale creatasi con la Direzione Regionale per la Campania dell’Agenzia del Demanio. Continueremo nella stessa direzione per acquisire al patrimonio dell’Ente anche il mercato ortofrutticolo e le canalette dismesse del Consorzio Bonifica di Paestum».

C.S.

Palinuro, tragedia in mare: muore affogato un giovane 19enne

 

37355551_10216901518680422_700748150842851328_n.jpg
Tragedia a Palinuro nello specchio d’acqua antistante la spiaggia delle Saline: a perdere la vita un ragazzo di soli 19 anni Pasquale Lettieri originario di Rofrano, morto annegato nel pomeriggio di ieri. Il giovane mentre faceva il bagno con un amico è stato risucchiato dalle correnti marine senza più riuscire a ritornare a riva. Il 19enne, poco prima di essere trascinato, ha provato a chiedere aiuto alzando le mani. Subito dopo è intervenuto un bagnino che vedendo il ragazzo in difficoltà, si è gettato in acqua nonostante le cattive condizioni del mare. Arrivato a pochi metri da lui, gli ha teso la mano ma un’onda lo ha scaraventato via. E’ andata meglio invece per l’amico salvo grazie al pronto intervento del bagnino il quale è riuscito a farlo uscire dall’acqua e ad aiutare anche un altro uomo in difficoltà. Il tutto è accaduto sotto gli occhi di una gran folla di persone che in quel momento erano presenti sul litorale. Sul luogo della tragedia sono giunti tempestivamente gli uomini della Guardia Costiera, i carabinieri della locale stazione e i sanitari del 118. E’ stato impiegato anche un elicottero dei vigili del fuoco. Per diverse ore e per tutta la notte gli uomini della Capitaneria di Porto di Palinuro hanno perlustrato la zona per tentare di ritrovare il ragazzo. A collaborare nelle ricerche sfidando le onde del mare anche alcuni amministratori comunali e diversi volontari . Sul caso è stata aperta un’inchiesta da parte della procura di Vallo della Lucania. Intanto non si fermano le ricerche per ritrovare il corpo di Pasquale Lettieri  disperso in mare dal pomeriggio di ieri. Episodi del genere sono avvenuti già diverse volte sempre in quel posto, qualche anno fa nel 2013 a perdere la vita fu un avvocato originario di Sala Consilina per salvare alcuni ragazzi che stavano annegando.

REDAZIONE

Gioi C.to, scoperta la lapide d’intitolazione al Maestro di Musica Eugenio D’Aiuto

gioi

Si è svolta a Cardile, frazione di Gioi, la cerimonia d’intitolazione dello spazio pubblico in località torretta, nel Corso Umberto. Alla presenza del Sindaco di Gioi, Andrea Salati, del vice, Valerio Rizzo, del Parroco don Angelo Imbriaco, dei promotori Lucia, Emilia e Carmine Rizzo, dei nipoti e di un folto pubblico è stata scoperta la lapide d’intitolazione al Maestro di Musica Eugenio D’Aiuto.

Il maestro D’Aiuto, nativo di Cardile, diplomato al Conservatorio di Napoli, dal 1922 al 1927 ha diretto l’Antica Banda Musicale di Cardile di 35 elementi, prima di lasciare il paese per dirigere con successo altre Bande Musicali e stabilirsi, infine, a canale Monterano, in provincia di Roma, dove è in attività una banda musicale che porta il suo nome. Il Maestro, molto noto negli anni venti, è stato autore di numerose composizioni musicali, tra cui canzoni, alcune marce sinfoniche e militare , inni a santi e una messa per organo e coro.

Gli spartiti, donati dai nipoti, sono stati adattati e suonati dall’orchestra. “G.Rossini” di San Mauro Cilento diretta dal Maestro Alessandro Schiavo, durante la cerimonia, riscuotendo grande successo di critica e di pubblico. Soddisfazione, condivisa dagli altri relatori, don Angelo, Valerio Rizzo, il nipote Eugenio , è stata espressa dal Sindaco Andrea Salati “La nostra Comunità, non cancellando

la memoria dei propri componenti che hanno riempito in passato di contenuti importanti il quotidiano del nostro paese, e il maestro D’Aiuto, con la sua professionalità, ne è stato uno dei protagonisti, amato e stimato, compie un ulteriore passo in avanti nella crescita non solo culturale ma anche umana e sociale secondo il motto ricordare per crescere”.

C.S.

Campania, Avviso Pubblico per la selezione di progetti operativi e di iniziative di studio per la valorizzazione del patrimonio Unesco

Avviso Pubblico per la selezione di progetti operativi e di iniziative di studio  per la valorizzazione del patrimonio Unesco

Selezione di progetti operativi e di iniziative di studio, didattica o ricerca finalizzati a salvaguardare e valorizzare gli elementi caratterizzanti il patrimonio culturale immateriale della Campania iscritti nelle Liste del patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO, nonché a sostenere la candidatura di nuovi elementi culturali immateriali campani (Art. 10, c. 2, Legge Regionale 29 dicembre 2017, n. 38)

Sul BRUC n. 48 del 16.07.2018 è stato pubblicato l’Avviso Pubblico “Selezione di progetti operativi e di iniziative di studio, didattica o ricerca finalizzati a salvaguardare e valorizzare gli elementi caratterizzanti il patrimonio culturale immateriale della Campania iscritti nelle Liste del patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO, nonché a sostenere la candidatura di nuovi elementi culturali immateriali campani (Art. 10, c. 2, Legge Regionale 29 dicembre 2017, n. 38)”.

Con questo Avviso Pubblico la Regione Campania intende valorizzare e promuovere sia le eccellenze dei beni immateriali del patrimonio campano già riconosciuti nella Lista UNESCO del Patrimonio Culturale Immateriale ovvero, “Rete delle grandi macchine a spalla italiane/Gigli di Nola”, “Dieta Mediterranea” e “L’ arte del Pizzaiuolo napoletano”, sia sostenere la candidatura per l’iscrizione nella medesima Lista, di nuovi elementi del patrimonio immateriale campano.

L’ Avviso, rivolto alle Università, statali e non, oltre che ai Centri di Ricerca e Consorzi universitari, seleziona e finanzia proposte progettuali finalizzate alla realizzazione di progetti operativi di salvaguardia e valorizzazione dei beni immateriali UNESCO della Campania, già presenti nella Lista del Patrimonio Mondiale, nonché proposte finalizzate ad iniziative di studio, didattica o ricerca sul patrimonio culturale immateriale campano per la candidatura di nuovi valori immateriali all’ iscrizione nella medesima Lista.

La dotazione finanziaria complessiva per il finanziamento dell’ Avviso è pari ad € 1.350.000,00; il finanziamento per ogni proposta progettuale non potrà, in ogni caso, essere superiore a € 200.000,00.

Il termine per l’invio delle proposte progettuali all’indirizzo pec: staff.501291@pec.regione.campania.it dell’ Ufficio di Staff 91 “Promozione e Valorizzazione dei Beni Culturali” della Direzione Generale Politiche Culturali e Turismo è stato fissato al 28.09.2018.

C.S.

Cilento, un progetto di studio e monitoraggio della mesofauna nelle Aree Protette

Mix+of+mesofauna
Considerato che tra le finalità istituzionali dell’ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni rientra anche la promozione di attività di ricerca scientifica, lo stesso sulla scorta di quanto richiesto dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, ha trasmesso a quest’ultimo un programma di studi e progetti per le attività dirette alla conservazione della biodiversità. Tra i diversi progetti è prevista anche la realizzazione di uno studio e monitoraggio della mesofauna nelle Aree Protette. La mesofauna è rappresentata da una grande varietà di organismi, molti dei quali passano nel suolo solo una parte della loro vita o una sola fase del loro ciclo vitale. Questi organismi animali rappresentano, tramite la loro presenza o assenza, un valido indicatore della qualità e salute del suolo agrario e contribuiscono alla conservazione della fertilità chimica, fisica e biologica del suolo attraverso le proprie attività vitali. A tal proposito è stato attivato un apposito accordo di collaborazione con il Dipartimento di Bioscienze e Territorio dell’Università degli Studi del Molise finalizzato all’implementazione dell’attività di ricerca faunistica nell’ambito dei progetti quali lo studio e monitoraggio della mesofauna nella Aree Protette e la Conservazione della lontra. Accordo che prevedeva l’ultimazione dei progetti entro il 30 Giugno 2018 ma il Dipartimento ha presentato una richiesta di proroga dell’accordo in questione al prossimo 31 Luglio tramite la persona della prof.ssa Anna Loy, responsabile scientifico per conto dello stesso Dipartimento. Ciò a causa dei ritardi dovuti alla costruzione di un’apparecchiatura GPS che dovrà essere installata su un cucciolo di lontra ritrovato a Montesano sulla Marcellana nella primavera del 2016 e da rilasciare entro la fine del mese, dopo il periodo di cattività presso il Centro Lontra di Caramanico Terme in provincia di Pescara.

ANNA LAURITO

Torraca, seconda tappa della Book’s day Itinerante: 23 Luglio la presentazione del libro ‘I cundi re ‘na vota di Nello Amato

 

i cundi re na vota4

 

Si continua con la Seconda tappa della Book’s day Itinerante: iniziativa dello Staff del Castello Baronale Palamolla di Torraca per l’estate 2018 che prevede un libro diverso in scorci diversi del borgo medievale valorizzato da momenti gastronomici, culturali, storici, musicali e artistici.

“Da piccolo mi incantavano le persone anziane, che per ogni occasione avevano “la parola pronta”, come si dice, un proverbio, un detto, che mostrava una verità inconfutabile. Quando si recita un proverbio è come guardare la scena di un teatro, veder calare il sipario e applaudire per l’emozione l’autenticità che ci ha trasmesso. Un proverbio è una frase semplice, adatta a tutti, specie i poveri, è la cultura stessa del povero, quella che trae origine, non dei libri polverosi e sovente rispettivi, ma dalla vita, vissuta e costellata di sacrifici e passioni.”
(dall’introduzione dell’autore)

Lunedi 23 luglio avverrà la presentazione del libro ‘I cundi re ‘na vota di Nello Amato alle ore 19.30 in località Elci di Cristo Torraca(Sa).

PROGRAMMA:
Testimonianza della tradizione popolare dei nonni torrachesi.
Moderatore: Marco Costanzo
Interventi:
Nello Amato (autore e collaboratore set TV) Alberico Sorrentino (Avvocato e Direttore Pyros)
Carlo Palumbo (contastorie del Cilento)

Recital dei bambini torrachesi

A seguire “Menù Come ‘Na Vota” su prenotazione presso L’Osteria del Sergente ed esibizioni all’organetto di Alessandro Bruno e Antonio Loguercio.

Per info Staff del Castello Baronale Palamolla di Torraca (pagina Facebook e Instagram)

Email: castellobaronale@libero.it

Cell: 3476432024

C.S.

Sala Consilina, dal 3 al 5 Agosto la XXV edizione della Rassegna di Arti Mestieri ed Usanze

 

La rievocazione storica, che rivive la sontuosa accoglienza organizzata a Sala Consilina nel 1535, in occasione del passaggio dell’ Imperatore Carlo V di ritorno dalla spedizione di Tunisi, rappresenta ormai un appuntamento fisso per migliaia di persone che apprezzano soprattutto l’altissima qualità degli spettacoli e la genuinità dei migliori piatti della tradizione gastronomica salese. Scenario della manifestazione saranno le caratteristiche viuzze e le piazzette dei quartieri di Santo Stefano e Santo Eustachio che in tre serate di storia e spettacolo faranno rivivere la suggestiva atmosfera cinquecentesca. Si potranno ammirare portali in pietra, visitare gli antichi palazzi gentilizi (Favata, De Marsico e De Vita) appositamente aperti al pubblico per l’occasione, la Grancia di San Lorenzo, storica dipendenza annonaria della Certosa di Padula e le numerose Chiese (San Giuseppe, Santo Stefano, Sant’ Eustachio, San Nicola) che ancora oggi mantengono inalterato il fascino di un tempo. Corteo storico col oltre 200 figuranti (corteo dei popolani e corteo dei nobili); inoltre, grazie alla partecipazione di gruppi storici provenienti da tutta Italia e dei tantissimi ragazzi del posto che da anni partecipano alla rassegna, durante i tre giorni di manifestazione si terranno numerosi spettacoli, verranno allestiti mercati rinascimentali ed orientali, accampamenti militari, taverne (DAMA DI BACCO: un vero e proprio “pub rinascimentale”, nella location del giardino di Palazzo Favata, gioco della dama con le pedine rappresentate da bicchierini di vino locale; AMPOLLA D’ORIENTE: location orientale con arrosticini di pecora e fuoco orientale ossia zolletta di zucchero con alcool aromatizzato, danza del ventre; VIZI DI CIACCO: un punto di ristoro rinascimentale, gestito da dolci donzelle con degustazione di liquori rinascimentali e dolci squisiti); inoltre, pane e uoglio, pasta, grigliata del pellegrino, zuppa di fagioli e salsiccia e ruospi (frittelle con le alici e uva passa); centinaia di figuranti saranno impegnati lungo il percorso come giostrai de la terra de la sala (giostre rinascimentali fedelmente riprodotte: tra cui giostra del maialino e giostra delle papere), e come figuranti antichi mestieri, e poi ancora, falconieri, archibugieri, musici, artisti di strada, giullari, fachiri, torneo dei quattro cavalieri de la terra de la Sala e giostra degli anelli.

I gruppi partecipanti alla XXV edizione:
Torneo dei campioni de la Terra de la Sala e sfida con i Saraceni provenienti da altra terra – mercato rinascimentale – accampamento militare e mercato arabo a cura della COMPAGNIA SAN GIORGIO E IL DRAGO di Milano; musiche e percussioni, con spettacoli musicali itineranti e fissi, accompagnati da un soprano e da una ballerina che coinvolge il pubblico in danze rinascimentali a cura della COMPAGNIA DEL CERVO BIANCO di Napoli; Dimostrazione di Alto/Basso volo, parco rapaci e spettacolo con i lupi a cura dell’Associazione Falcong e Giovanni Granati di Chieti, gia protagonisti su Canale 5 della trasmissione l’Arca di Noè; Trombonieri e tamburini a cura dell’associazione BORGO SCACCIAVENTI di Cava dei Tirreni (SA); spettacolo di giochi con i trampoli, equilibrismi, fuochi a cura della COMPAGNIA DEI FOLLI di Ascoli Piceno; giostra degli Anelli a cura dei CAVALIERI DELLA CITTA’ REGIA di Cava dei Tirreni; SBANDIERATORI della città di Cava dei Tirreni.

Sabato 4 agosto, inoltre, in Piazza Umberto I alle ore 23 e 30 circa, spettacolo notturno con effetti pirotecnici spettacolari che faranno da cornice alla storia a cura della Compagnia dei Folli di Ascoli Piceno.

Ospiti d’eccezione della XXV edizione:
i Tamburini “Emma Magini” di Camerino, protagonisti della Corsa alla Spada e Palio della Città di Camerino (MC) e le Tamburine di Montecassiano (MC);

Corteo Storico CARLO V del Centro Culturale Int. Le “L.Eianudi”, di San Severo (FG) . Delegazione con la partecipazione del Comm. Rosa Nicoletta TOMASONE, Vice Presidente della RETE di COOPERAZIONE EUROPEA DELL’ITINERARIO CULTURALE “LE VIE DI CARLO V”, riconosciuto dal CONSIGLIO D’EUROPA.

Domenica 5 agosto, vestirà i panni dell’Imperatore Carlo V l’Attore Napoletano, protagonista di numerose fiction di successo e film al cinema, FABIO FULCO.

C.S.