Camerota si trasforma ancora e diventa set per cinema: domani la conferenza di «Passpartù – Operazione Doppiozero»

invito_conferenza_stampa.jpg

Camerota come set a cielo aperto. Il Cilento, con il suo suggestivo entroterra e la sua magnifica costa, fanno da sfondo a gran parte delle scene del film “Passpartù- Operazione Doppiozero”, diretto da Lucio Bastolla a prodotto dalla Prism consulting S.r.l. La magica terra cilentana, fonte di ispirazione per poeti e cantori, è stata scelta per raccontare una storia che parla di giovani, dei loro sogni e di un avvincente confronto/scontro generazionale. La produzione ha scelto la magnifica spiaggia di Cala Bianca, vincitrice nel 2013 del concorso di Legambiente ‘La più bella sei tu’, e altri magnifici scorci di Marina di Camerota per girare alcune scene del film. Le telecamere della Prism consulting lavoreranno anche all’interno del villaggio ‘Blue Marine’, struttura turistica gioiello che fa da biglietto da visita per la Perla del Cilento. Domani, domenica 24 giugno, proprio su una delle splendide terrazze del ‘Blue Marine’, si terrà, alle ore 10.00, la conferenza stampa di presentazione del film. Al tavolo siederanno, oltre ai componenti del cast e della produzione, anche l’Amministrazione Comunale di Camerota guidata dal Sindaco Mario Salvatore Scarpitta.

La trama
La vittoria del bando per la gestione di uno storico palazzo-albergo del piccolo paesino di Ceraso, spinge quattro ragazzi neolaureati (Antonio Santaniello, Vincenzo Esposito, Carola Santopaolo e Ilaria Galizia) a trasferirsi dalla metropoli napoletana al silenzioso Cilento, scoprendo le bellezze e il profondo valore culturale dell’entroterra campano, vero passe-partout per il successo. Sottofondo di situazioni esilaranti e di comiche avventure, come il titolo della commedia suggerisce, è la Dieta Mediterranea, che trova nel territorio cilentano la sua massima e pregevole espressione. Molti sono gli ingredienti di una storia condita da una buona dose di amore e forti emozioni che coinvolgeranno, in un travolgente vortice di passione, i più giovani protagonisti, ma non solo.

Il cast
In un entusiasmante viaggio, dall’entroterra al mare, i borghi, la natura incontaminata e il mare cristallino del Cilento rappresentano l’ambientazione ideale per le scene di una commedia esilarante interpretata da volti noti del cinema, del teatro e della televisione: da Giacomo Rizzo, sindaco fuori dal comune, a Maurizio Mattioli, simpatico imprenditore romano, fino a Veronica Maya, Yuliya Mayarchuk, Giacomo Battaglia, Gianni Parisi, Emiliano De Martino, Gianni Mauro, Patrizia di Martino, Felice Avella, Umberto Anaclerico, Pasqualina Sanna e Noemi Cognigni. Un cast variegato, composto da famosi attori, promesse del cinema, cantanti e influencer del web, come Antonella Fiordelisi, Laëtitia Chaillou e Sonia Paladino, rappresenta il valore aggiunto di un progetto ambizioso per la Campania e per il suo inestimabile patrimonio culturale, materiale e immateriale.

Ultimi sforzi
Manca davvero poco alla chiusura delle riprese e, dopo la tappa di Agropoli, “città alta” che incanta con il suo scenario mozzafiato a picco sul mare, a dare il benvenuto al variegato cast è la spettacolare location di Marina di Camerota, perla rara del Mediterraneo scelta come set di numerosi film. Tra spiagge bianche e incontaminate, grotte e archi naturali si conclude un viaggio emozionante che ha dato anima ad una storia capace di riempire gli occhi di bellezza e arricchire l’anima di sentimenti. “Passpartù, Operazione doppiozero” è un film che vi farà sorridere e riflettere sulla vita e i suoi valori.

Riferimenti: https://passpartu.prismsrl.it/

CAPACCIO SCALO: CONDANNATO PER FURTO, ARRESTATO DAI CARABINIERI.

 

 carabinieri-650x366

 

I Carabinieri della Compagnia di Agropoli, diretti dal Capitano Francesco Manna, nel pomeriggio di ieri, 22 giugno 2018, in esecuzione dell’ordinanza di esecuzione per la carcerazione emessa dalla Procura Generale presso la Corte d’Appello di Salerno, hanno tratto in arresto un 47/enne  pregiudicato di Capaccio Scalo.

I militari della Stazione di Capaccio Scalo, hanno rintracciato e arrestato l’uomo, già noto alle forze dell’ordine, il quale è stato condannato alla pena definitiva di anni 1 e mesi 11 di reclusione in carcere per cumulo di pene relative a diversi reati, tra cui il furto commesso nell’agosto 2010 nella zona di Capaccio e per i quali all’epoca fu già arrestato in flagranza di reato dai Carabinieri della locale Stazione, poiché sorpreso all’interno di un deposito giudiziale ad asportare parti di autovetture sottoposte a sequestro giudiziario.

L’arrestato, dopo le operazioni di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Salerno a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

C.S.

Albanella – SP 420 e ponte fiume Cosa: sindaco Josca sollecita Provincia

Cattura1.JPG
Messa in sicurezza della strada provinciale 420, in contrada San Nicola, e del ponte sul fiume Cosa: il Comune di Albanella fa nuovamente appello alla Provincia di Salerno. Il primo cittadino Renato Josca ha inviato l’ennesima sollecitazione all’ente, reiterando la richiesta di procedere ai lavori di manutenzione straordinaria dell’arteria viaria “con urgenza improcrastinabile”. Necessari anche i lavori di ripristino del piccolo ponte sul fiume, il cui parapetto è crollato in diversi punti: la struttura allo stato rappresenta un forte pericolo per gli automobilisti e per l’incolumità pubblica. Il sindaco Josca, negli scorsi mesi, aveva chiesto più volte l’intervento della Provincia. La situazione, in cui versano la strada e l’area dove insiste il ponte sono davvero critiche: la carreggiata è costellata di buche e numerosi sono gli incidenti verificatisi e i danni riportati dalle autovetture. “Dopo i continui e ripetuti solleciti, invitiamo la Provincia di Salerno – scrive Josca – a porre in essere con urgenza ogni provvedimento volto alla riqualificazione del tratto stradale e del ponte, al fine di garantire la sicurezza e l’incolumità dei cittadini”.
C.S.

CAPACCIO PAESTUM,MAGIA DA 100 MILA EURO: LA PROCURA DISPONE IL SEQUESTRO DI BENI

19737_Foto (4).jpg

All’esito delle risultanze di un’attività di indagine svolta dalla Guardia di Finanza, il Tribunale di Vallo della Lucania ha disposto, su richiesta della Procura della Repubblica, il sequestro preventivo per equivalente di beni e somme di danaro per oltre 100 mila euro, nei confronti di una sedicente maga di Capaccio-Paestum e dei suoi familiari.

cattura1-e1529775098690.jpg

C.S.

Regolamentato l’accesso alla discesa a mare della baia di Trentova. 

sbarra trentova.jpg

Gli operai hanno provveduto, ieri mattina, alla messa in opera di una sbarra, all’apice della strada che dà accesso alla discesa a mare della baia di Trentova e Cala Pastena. Una scelta, operata dall’Amministrazione comunale, guidata dal Sindaco Adamo Coppola, per regolamentare gli accessi non autorizzati. Troppo spesso, specie durante i fine settimana, le auto venivano parcheggiate in maniera disordinata e impedivano, talvolta, anche il transito delle persone dirette a mare o di ritorno dalla spiaggia. Il nuovo accorgimento adottato garantirà il passaggio solo pedonale all’area; nel contempo sarà possibile, ovviamente, l’accesso ai mezzi di soccorso, in caso di necessità. «Abbiamo regolamentato – afferma il Sindaco Adamo Coppola – l’accesso alla spiaggia libera di Trentova con l’apposizione di una sbarra, nel punto di inizio della discesa a mare. Da ieri, infatti, gli accessi sono solo pedonali. In questo modo restituiamo dignità ad uno degli angoli più incantevoli e suggestivi di Agropoli, contrassegnato da mare cristallino ed un contesto paesaggistico di assoluta bellezza, portando ordine e maggiore sicurezza nell’area».

C.S.

Trasporti, i comuni di Roccadaspide e Piaggine chiedono l’istituzione di una linea per limitare i disagi

Aumentare-il-prezzo-dei-biglietti-del-trasporto-pubblico-pro-e-contro.jpg

Attivare una linea di trasporto pubblico tra le aree interne della Valle del Calore e la città di Roccadaspide: è la richiesta che i sindaci di Roccadaspide e Piaggine, Gabriele Iuliano e Guglielmo Vairo hanno deciso di rivolgere alla Provincia di Salerno per risolvere una parte dei problemi legati agli spostamenti sul territorio. Nella nota, inviata anche al Prefetto di Salerno, i due sindaci ricordano i forti disagi legati alla chiusura della strada provinciale che collega Roscigno e Sacco, avvenuta otto anni fa a seguito della caduta di massi dal costone roccioso. Prima della chiusura, la linea di trasporto pubblico affidato alla Società Autolinee Pecori collegava il comune di Laurino con quello di Roccadaspide, passando per Piaggine e la frazione Villa Littorio di Laurino. La necessaria chiusura della strada per ragioni di sicurezza, con la conseguente soppressione della linea, ha arrecato moltissimi disagi ai cittadini, in primo luogo agli studenti che si recano a Roccadaspide per frequentare le scuole superiori, ma anche a tutti i cittadini che si devono recare all’ospedale, al Distretto Sanitario, al Piano di zona e a tutti gli altri uffici e servizi erogati.
In ragione di ciò i due sindaci chiedono “di voler attivare in via provvisoria e nelle more della riapertura della strada provinciale Sacco-Roscigno – e quindi della riattivazione della precedente linea di trasporto pubblico, una linea alternativa e provvisoria che partendo da Laurino passi per Piaggine e Villa Littorio per poi congiungersi ed intersecare lungo la strada provinciale Isca-Tufolo al bivio di Bellosguardo la linea attualmente in funzione proveniente da Roscigno”.

 c.s.

VIABILITA’: INIZIO DEI LAVORI IN VIA TORRICELLE

 

La strada, a Spinazzo, era nel degrado da anni

Posa della prima pietra oggi pomeriggio lungo la strada comunale ViaTorricelle, a Spinazzo. La strada era nel degrado da anni. L’intervento riguarda la messa in sicurezza dell’intero tratto, circa due km, attraverso il rifacimento del manto stradale, in molteplici punti completamente deteriorato.
Alla cerimonia della posa della prima pietra sono intervenuti, insieme al Sindaco Franco Palumbo e all’Amministrazione comunale, i cittadini di Spinazzo, che da tempo attendevano tale opera di messa in sicurezza dell’arteria stradale. I lavori, per un importo complessivo di circa 70mila euro, saranno eseguiti dall’impresa Serena Costruzioni generali s.r.l.

«L’avevamo promesso e finalmente siamo riusciti ad avviare questo intervento. – ha affermato il Sindaco, Franco Palumbo – I cittadini potranno, a breve, tornare a transitare in sicurezza lungo questa strada, consapevoli che hanno al loro fianco un’Amministrazione che guarda in tutte le direzioni e in tutte le contrade, senza tralasciare nulla. Le strade sono sicuramente tantissime e non riusciamo a risistemarle tutte in pochissimi mesi, ma i cittadini possano stare tranquilli perché interverremo ovunque sarà necessario. E lo faremo con interventi ad hoc perché non dovremo tornare sullo stesso lavoro dopo due anni come è, invece, accaduto per via Precuiali dove, nonostante in passato ci sono stati diversi lavori, siamo dovuti intervenire nuovamente per metterla in sicurezza».

«Ci siamo battuti per risistemare e mettere in sicurezza una strada che versava in condizioni di degrado da anni. – ha concluso il consigliere delegato ai Lavori Pubblici, Ivano Mottula – Continua l’attenzione dell’Amministrazione sulla viabilità visto che sono diverse le arterie, non solamente quella comunali, che necessitano di interventi di messa in sicurezza e sulle quali stiamo intervenendo. Non a caso sono in fase di ultimazione altri lavori di manutenzione stradale e sicuramente ce ne saranno altri, per cui ci vuole solo un po’ di pazienza perché non abbandoniamo nessuno».

Inoltre, sono in fase di ultimazione gli interventi di manutenzione stradale lungo via Depretis, via Pisacane e piazza Santini.  Domani pomeriggio, infine, sarà riconsegnata alla collettività la strada comunale rurale Via A.B. Nobel che unisce i borghi di Cafasso e del Rettifilo.

c.s.

Camerota, olezzi in pieno centro: scatta l’ordinanza del Sindaco

293.jpg

Il Sindaco di Camerota, Mario Salvatore Scarpitta, ha emesso una ordinanza che obbliga i proprietari di cani o di qualsiasi altro animale, alla rimozione delle deiezioni in luogo di pubblico a tutela dell’igiene di tutti. Ma non è tutto. L’Ente – come specificato anche nel documento affisso in albo pretorio il 22 giugno 2018 – ha ricevuto diverse segnalazioni di cittadini del Comune, a causa di sgradevoli olezzi avvertiti in pieno centro cittadino per la presenza di animali domestici detenuti in abitazione o loro pertinenze. In alcuni casi è dovuta intervenire anche l’Asl per una verifica igienico sanitaria.

Pertanto il Sindaco ordina «ai proprietari e detentori di raccogliere immediatamente le deiezioni dei propri animali dal suolo pubblico o privato ma aperto al pubblico e delle aree pubbliche verdi, con qualsiasi idoneo strumento al fine di garantire l’igiene e il decoro dei luoghi». In caso di inosservanza – ci tengono a far sapere dal Municipio – si applicheranno le sanzioni previste dalla legge.

C.S.