Sapri, scoperta la truffa del pacco postale, i Carabinieri denunciano un soggetto colto in flagranza

carabinieri-2

Un ragazzo di Napoli, incensurato, è stato denunciato nella giornata di ieri per tentata truffa in concorso, dai Carabinieri della stazione di Sapri: la vittima è una donna di 50anni di Sapri che stava per acquistare 1 kg di semplice riso per 1600 euro.

Il meccanismo truffaldino è abbastanza articolato: una volta scelta la vittima dall’elenco telefonico, la stessa è stata contattata più volte prima sul telefono fisso e poi, una volta ottenuto, sul cellulare, da un soggetto al momento ancora ignoto. Il chiamante infatti ha telefonato alla vittima presentandosi come suo nipote e le ha chiesto di prelevare la somma poiché di lì a poco a casa della donna sarebbe arrivato un pacco ed era necessario pagare il corriere in contanti. Le aveva inoltre detto che lo stesso giorno glieli avrebbe restituiti, ma che era necessario anticipare il pagamento perché altrimenti avrebbe perso un cospicuo acconto.

A rispondere al telefono però, non è stata l’anziana che speravano, ma la figlia che ha subito capito che qualcosa non andava e ha allertato i Carabinieri, i quali l’hanno tranquillizzata e l’hanno invitata a ricontattarli non appena qualcuno si facesse vivo.

Nel primo pomeriggio si è presentato alla porta della malcapitata il sedicente corriere, senza uniforme di riconoscimento né veicolo della ditta. Ad uno squillo della donna, la pattuglia in preallerta, si è precipitata cogliendo sul fatto il giovane ancora con la scatola in mano. L’imballaggio è stato ispezionato e all’interno vi era solo un pacco da 1kg di riso.

Il giovane è stato denunciato per tentata truffa in concorso e sono in atto le indagini per scoprire chi si nasconde dietro l’organizzazione di questi raggiri.

In base alle denunce raccolte in tutta la provincia non si esclude che dello stratagemma del pacco postale siano stati vittime anche altre persone, soprattutto anziani: l’invito è quello di recarsi in caserma immediatamente qualora si dovesse cadere nella rete dei truffatori.

C.S.

Annunci

Roccadaspide, imbrattata la scenografia realizzata per l’evento sulla prevenzione del tumore al seno

 

La Polizia Municipale di Roccadaspide dovrà porre in essere ogni azione utile ad identificare gli autori di un atto di vandalismo inqualificabile, fermamente condannato dall’amministrazione comunale. A chiederlo, con fermezza, il sindaco Gabriele Iuliano, dopo che ignoti hanno asportato le luminarie e la scenografia allestita per l’evento “Pink your life”, che si è svolto sabato sera nell’ambito della rassegna “Ottobre mese della prevenzione” dedicata alla prevenzione del tumore al seno e al sostegno alla ricerca. Una serata commovente, dedicata anche al ricordo di una concittadina scomparsa l’estate scorsa a soli 27 anni per un tumore. In occasione della manifestazione, l’amministrazione aveva colorato la piazza che ha ospitato l’evento di rosa, il colore simbolo della prevenzione, aveva apposto veli rosa su tutte le luminarie della piazza antistante la chiesa madre e le scalinate di accesso. Forse indispettiti dal successo riscosso dalla manifestazione, i vandali hanno asportato le luminarie esistenti, danneggiando l’immagine del paese e vanificando gli sforzi compiuti per un tema così importante. Il sindaco dunque, nel condannare il gesto, chiede ai Vigili urbani di “attivare immediatamente ogni attività di indagine finalizzata ad individuare i responsabili e procedere con celerità e fermezza all’applicazione di tutte le sanzioni previste per legge”.

C.S.

Bilancio positivo per la Città di Agropoli al TTG Travel Experience di Rimini

foto stand.jpg

La città di Agropoli esce con ottimismo dalla fiera riminese, incentrata sul turismo. Nelle tre intense giornate (10-12 ottobre) del TTG Travel Experience, si sono susseguiti allo stand di Cilentomania, con il quale la cittadina perla del Cilento si è presentata per promuovere le sue bellezze, oltre 200 sono stati i contatti presi con gli operatori del settore; numerosi sono stati i visitatori rimasti affascinati dall’offerta turistica. Gli operatori che si sono avvicendati allo stand di Cilentomania, da diversi anni presente a quella che si attesta tra le fiere del settore più importanti a livello europeo, hanno palesato la volontà di cercare una destinazione nuova da proporre, dove il “come mi fai sentire” sia più importante del “cosa mi offri”. Non una semplice destinazione, dunque, ma un luogo in cui poter far vivere al visitatore delle emozioni, che possano essere paesaggistiche, enogastronomiche, legate ad eventi, alle tradizioni o altro. La proposta di Agropoli è piaciuta. A tal proposito sono stati sviluppati e proposti dei programmi di viaggio, da svolgersi in periodi dell’anno diversi da quello estivo, proprio per creare una vivacità interna al di là della stagione estiva. «Si chiude con dati positivi – afferma il sindaco Adamo Coppola – la fiera del turismo di Rimini. La nostra città ha avuto modo di farsi conoscere ed apprezzare dagli operatori turistici italiani e stranieri e dalle migliaia di visitatori presenti alla manifestazione, tra le più importanti in Italia e fra i top d’Europa. Si sono gettate le basi per una crescita sempre più ampia del settore». «Nel corso della manifestazione – spiegano dall’associazione Cilentomania – sono apparsi più chiari che mai i requisiti per decollare verso un nuovo protagonismo: conoscenza del mercato e delle tendenze nel medio periodo, conseguente innovazione nella proposta, tempestività nell’applicare le relative strategie di sviluppo. Azioni che le giornate di fiera intense, all’insegna del business e dell’alta formazione, hanno fortemente stimolato».

C.S.